Laurea magistrale in Scienze infermieristiche e ostetriche

Didattica erogata 2017/2018

Codice Insegnamento Docenti Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Curriculum Sede CFU Anno
MS0258 Applicazioni cliniche della ricerca DAL MOLIN Alberto, VAGLIANO Liliana, CAPPONI Andrea MED/45, MED/42 Tutti NOVARA 8 1
MS0125 Complessità assistenziale e innovazione nel contesto chirurgico SURICO Daniela, BELLORA Paolo, CASADIO Caterina, KRENGLI Marco, CROSO Antonella, VOLPE Alessandro, BRUCOLI Matteo MED/18, MED/21, MED/36, MED/40, MED/47, MED/24, MED/29 Tutti NOVARA 7 1
MS0126 Complessità assistenziale e innovazione nel contesto medico DAL MOLIN Alberto, GAIDANO Gianluca, AVANZI Gian Carlo, QUAGLIA Marco, BELLOMO Giorgio, BELLONE Simonetta, GALETTO Alessandra Silvia, MAGGI Davide, PRODAM Flavia MED/15, MED/09, MED/14, MED/05, MED/45, MED/38, MED/06, SECS-P/07, MED/49 Tutti NOVARA 11 1
MS0130 Metodologia della Ricerca FILIGHEDDU Nicoletta, MAGNANI Corrado, FAGGIANO Fabrizio, LEONARDI Giorgio, GUIDO Andrea MED/01, MED/42, INF/01, MED/47, ING-INF/05 Tutti NOVARA 10 1
MS0117 Tirocinio I anno DAL MOLIN Alberto MED/45 Tutti NOVARA 10 1
MS0266 Gestione delle risorse umane SUARDI Barbara, PANELLA Massimiliano, LLORET IRLES Daniel Rafael MED/42, M-PSI/06, MED/45 Tutti NOVARA 6 2
MS0283 La formazione nelle professioni sanitarie MONTANI Doriana, SUARDI Barbara, MARANGON Debora, GALLIONE Chiara M-PED/03, M-PED/01, M-PED/04, MED/45 Tutti NOVARA 8 2
MS0056 Organizzazione in area sanitaria SUARDI Barbara, GIUDICE Lorenzo, SANTINI Fabrizia, VAJO Francesca, PANELLA Massimiliano, PLATA Maria Raffaella IUS/10, IUS/07, SECS-P/07, MED/42, MED/47, MED/45 Tutti NOVARA 12 2
MS0291 Qualità e risk management nella sanità MALINVERNO Enrico, BASILI Elsa, PANELLA Massimiliano, POPPA Giuseppina, BULSEI Gian Luigi MED/43, MED/42, MED/45, MED/47, SPS/08 Tutti NOVARA 9 2
MS0145 TESI PROFIN_S Tutti NOVARA 5 2
MS0118 Tirocinio II anno DAL MOLIN Alberto MED/45 Tutti NOVARA 20 2
MS0120 Ulteriori attività formative BERVIGNOLI Daniela NN Tutti NOVARA 2 2
InsegnamentoApplicazioni cliniche della ricerca
CodiceMS0258
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoDAL MOLIN Alberto
CFU8
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0169 Bioetica generale ed applicata alla ricerca MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE VAGLIANO Liliana
MS0176 Evidence Based Practice MED/42 - IGIENE GENERALE E APPLICATA CAPPONI Andrea
MS0241 Ricerca Applicata in infermieristica ed Ostetricia MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE DAL MOLIN Alberto

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoBioetica generale ed applicata alla ricerca
CodiceMS0169
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiVAGLIANO Liliana
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti- I principi etici fondamentali coinvolti nella ricerca e i loro strumenti di applicazione - Le fonti normative e di condotta che regolano e indirizzano una ricerca bioetica (Profili Professionali, Codici deontologici, Dichiarazioni, ecc) - Le implicazioni etiche della ricerca e delle sperimentazioni cliniche - Le Good Clinical Practice e l’organizzazione di una sperimentazione clinica in reparto (il team di ricerca, il carico di lavoro per gli infermieri, la sicurezza del paziente) - I Comitati etici ed il ruolo degli infermieri nei comitati etici - Il consenso informato - Problematiche specifiche nella conduzione di ricerche (es. ricerche che coinvolgono minori, anziani, ecc)
Testi di riferimento- James A, Fain A. La ricerca infermieristica. Milano: McGraw Hill, 2004. - Sironi C. Introduzione alla Ricerca Infermieristica – I fondamenti teorici e gli elementi di base per comprenderla nella realtà italiana. Milano: Casa editrice Ambrosiana, 2010. - LoBiondo-Wood G, Haber J. Metodologia della ricerca infermieristica (V Ed.). Milano: McGraw Hill, 2002. - Polit D, Beck C. Essential of nursing research Methods, Appraisal, and Utilization (VI ed.). Lippincott Williams & Wilkins. - Lancia U. Guida alla ricerca clinica (1 ed.). Roma: Il Pensiero Scientifico Editore, 2010 - Bobbio M. Ideare, pianificare, condurre e presentare una ricerca clinica. Torino: Centro Scientifico Editore, 2001 - Bausano G, Memoli M, Romanini E. Che cos’è uno studio clinico; i trials, la prima prova di una cura migliore (I ed.). Roma: Il Pensiero Scientifico Editore, 2004 - Altro materiale didattico (articoli scientifici inerenti gli argomenti trattati) verrà indicato dal docente durante le lezioni
Obiettivi formativiAl termine del corso lo Studente sarà in grado di: - Identificare le diverse fonti normative italiane ed europee e le implicazioni etico-legali legate alla raccolta dei dati sensibili dei soggetti in studio - Individuare problemi relazionali ed etico/morali - bioetici e deontologici potenzialmente correlabili alla realizzazione e conduzione di una ricerca
PrerequisitiConoscenza dei principi fondamentali della bioetica
Metodi didatticiNon previsti
Modalità di verifica dell'apprendimentoProva scritta strutturata con 76 quesiti a scelta multipla che riguarderanno le materie trattate nell’insegnamento. La prova si riterrà sufficiente rispondendo correttamente al 60% delle domande di ogni singola disciplina. La durata della prova sarà di 2 ore.

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoEvidence Based Practice
CodiceMS0176
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCAPPONI Andrea
CFU3
Ore di lezione36
Ore di studio individuale39
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/42 - IGIENE GENERALE E APPLICATA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiLe Linee guida Le principali misure di statistica in epidemiologia L’Health Technology Assessment I percorsi diagnostici terapeutici assistenziali
Testi di riferimento• “La ricerca infermieristica”di A. James, A. Fain. Ed. McGraw Hill, Milano, 2004; • Evidence-Based Clinical Practice La pratica clinico-assistenziale basata su prove di efficacia 2/ed” di Paolo Chiari, Daniela Mosci, Enrico Naldi, Centro Studi EBN. McGraw Hill, 2011; • “Introduzione alla Ricerca Infermieristica – I fondamenti teorici e gli elementi di base per comprenderla nella realtà italiana” di Cecilia Sironi. Casa editrice Ambrosiana, 2010; • “Metodologia della ricerca infermieristica – Edizione Quinta” di Geri LoBiondo-Wood, Judith Haber. McGraw Hill, Milano, 2002 • “Evidence – Based Nursing – A guide to Clinical Practice” di DiCenso. Ed. Elsevier Mosby, 2005 • Altro material consigliato
Obiettivi formativiAl termine del corso lo studente sarà in grado di: - recuperare la letteratura scientifica internazionale; - conoscere le principali misure di statistica e di statistica EBM; - definire un percorso diagnostico terapeutico assistenziale (PDTA); - definire un Health Technology Assessment (HTA)
PrerequisitiConoscenza della lingua inglese e conoscenza dei principali fondamentali di statistica sanitaria
Metodi didatticiLezioni frontali; lavori di gruppo
Modalità di verifica dell'apprendimentoProva scritta strutturata con 76 quesiti a scelta multipla che riguarderanno le materie trattate nell’insegnamento. La prova si riterrà sufficiente rispondendo correttamente al 60% delle domande di ogni singola disciplina. La durata della prova sarà di 2 ore.

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoRicerca Applicata in infermieristica ed Ostetricia
CodiceMS0241
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoDAL MOLIN Alberto
DocentiDAL MOLIN Alberto
CFU3
Ore di lezione36
Ore di studio individuale39
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiFondamenti di ricerca e di evidence based practice
Testi di riferimento• Denise F. Polit, Cheryl Tatano Beck – Fondamenti di Ricerca Infermieristica. Ed. Mc Graw Hill, Milano 2014. Edizione Italiana a cura di Alvisa Palese • “La ricerca infermieristica”di A. James, A. Fain. Ed. McGraw Hill, Milano, 2004; • “Teoria e Tecnica Psicometrica. Costruire un test psicologico” di C. Chiorri. McGraw-Hill. Milano. 2011 • “Evidence-Based Clinical Practice La pratica clinico-assistenziale basata su prove di efficacia 2/ed” di Paolo Chiari, Daniela Mosci, Enrico Naldi, Centro Studi EBN. McGraw Hill, 2011; • “Introduzione alla Ricerca Infermieristica – I fondamenti teorici e gli elementi di base per comprenderla nella realtà italiana” di Cecilia Sironi. Casa editrice Ambrosiana, 2010; • “Metodologia della ricerca infermieristica – Edizione Quinta” di Geri LoBiondo-Wood, Judith Haber. McGraw Hill, Milano, 2002 • “Evidence – Based Nursing – A guide to Clinical Practice” di DiCenso. Ed. Elsevier Mosby, 2005 • “La ricerca bibliografica” di E.Vellone - M.Sciuto. Ed. McGraw-Hill, Milano, 2001;
Obiettivi formativiAl termine del corso lo studente sarà in grado di: - descrivere le caratteristiche principali dei vari disegni di studio; - leggere e valutare un report di ricerca; - leggere criticamente una revisione sistematica; - definire il processo di evidence based practice ed applicarlo; - strutturare un semplice protocollo di ricerca
PrerequisitiInglese ed elementi di statistica
Metodi didatticiPresentazione con power point e lavori di gruppo
Modalità di verifica dell'apprendimentoProva scritta strutturata con 76 quesiti a scelta multipla che riguarderanno le materie trattate nell’insegnamento. La prova si riterrà sufficiente rispondendo correttamente al 60% delle domande di ogni singola disciplina. La durata della prova sarà di 2 ore.
Programma esteso- I disegni di ricerca quantitativi; - Le revisioni sistematiche; - Gli studi randomizzati e controllati - Il processo di evidence based practice; - L'articolo scientifico; - Il protocollo di ricerca; - La ricerca qualitativa
Risultati di apprendimento attesiConoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding) Gli studenti sviluppano conoscenze riguardo: - i diversi disegni di studio; - il processo di ricerca; - il processo di evidence based practice; - il protocollo di ricerca Capacità di applicare conoscenze e comprensione (applying knowledge and understanding) Gli studenti saranno in grado di: - analizzare criticamente una revisione sistematica; - attuare il processo di evidence based practice; - strutture un semplice protocollo di ricerca

Chiudi scheda insegnamento

InsegnamentoComplessità assistenziale e innovazione nel contesto chirurgico
CodiceMS0125
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoSURICO Daniela
CFU7
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MC099 CHIRURGIA GENERALE MED/18 - CHIRURGIA GENERALE BELLORA Paolo
MC100 CHIRURGIA TORACICA MED/21 - CHIRURGIA TORACICA CASADIO Caterina
MS0049 Diagnostica per immagini e radioterapia MED/36 - DIAGNOSTICA PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA KRENGLI Marco
MS0074 Ginecologia e ostetricia MED/40 - GINECOLOGIA E OSTETRICIA SURICO Daniela
MS0106 Scienze infermieristiche generali, ostetriche e ginecologiche MED/47 - SCIENZE INFERMIERISTICHE OSTETRICO-GINECOLOGICHE CROSO Antonella
MC101 UROLOGIA MED/24 - UROLOGIA VOLPE Alessandro
MC090 CHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE MED/29 - CHIRURGIA MAXILLOFACCIALE BRUCOLI Matteo

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoCHIRURGIA GENERALE
CodiceMC099
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiBELLORA Paolo
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/18 - CHIRURGIA GENERALE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiPatologia funzionale dell’esofago - Patologia neoplastica dell’esofago - Patologia ulcerosa dello stomaco - Patologia neoplastica dello stomaco - Malattie infiammatorie croniche intestinali - Neoplasie colo – rettali - Chirurgia epato – biliare e pancreatica calcolosi biliare pancreatite acuta neoplasie benigne e maligne epatiche neoplasie pancreatiche - Endocrinochirurgia patologia chirurgica della tiroide patologia chirurgica del surrene - Urgenze chirurgiche addome acuto occlusione intestinale traumi NB: la trattazione degli argomenti elencati prevederà un accenno alla patogenesi, fisiopatologia, iter diagnostico, terapeutico e prognosi. Verrà dato particolare risalto alle problematiche di gestione clinica dei pazienti (apparecchiature da utilizzare, programmazione e gestione degli spazi in sala operatoria, costi correlati, ecc...).
Testi di riferimento-Trattato di Chirurgia. Colombo-Paletto-Masenti-Massaioli. Ed. Minerva Medica
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di introdurre lo studente ai principi basilari delle urgenze chirurgiche: diagnosi e trattamento
PrerequisitiAnatomia umana, fisiologia umana
Metodi didatticiPresentazioni in formato Power-Point
Modalità di verifica dell'apprendimentoLa verifica dell’apprendimento viene effettuata con una prova scritta a quiz con risposte a scelta multipla

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoCHIRURGIA TORACICA
CodiceMC100
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCASADIO Caterina
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/21 - CHIRURGIA TORACICA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti• struttura e gestione di un reparto di Chirurgia Toracica. • necessità e gestione della fisioterapia respiratoria • struttura e gestione della sala operatoria • struttura e gestione di un reparto chirurgico polispecialistico • Anestesia e cura del dolore in chirurgia toracica.
Testi di riferimentoTrattato di Chirurgia. Colombo-Paletto-Masenti-Massaioli. Ed. Minerva Medica General Thoracic Surgery (fifth edition), a cura di T.W.Shields, Ed. Lippincot Williams &Wilkins
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di avvicinare lo studente alla conoscenza delle principali patologie toraciche e alla capacità di gestione di un reparto di Chirurgia Toracica in ambito polispecialistico.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di: anatomia, anatomia topografica, fisiologia, patologia generale e nozioni basilari di chirurgia toracica.
Metodi didatticiPresentazioni in formato Power-Point, cd-rom interattivi e siti internet didattici
Modalità di verifica dell'apprendimentoLa verifica dell’apprendimento viene effettuata con una prova scritta a quiz con risposte a scelta multipla.

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoDiagnostica per immagini e radioterapia
CodiceMS0049
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiKRENGLI Marco
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/36 - DIAGNOSTICA PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIndicazioni della radioterapia Descrizione delle indicazioni e delle integrazioni con le altre modalità terapeutiche per la cura dei tumori. Aspetti gestionali e organizzativi di un servizio ambulatoriale di radioterapia Gestione e organizzazione delle visite ambulatoriali di primo accesso, in corso di radioterapia e di follow-up. Gestione infermieristica del paziente sottoposto a trattamenti di radioterapia a fasci esterni con tecniche convenzionali e speciali (radioterapia stereotassica, radioterapia con modulazione di intensità, radioterapia con protoni e ioni). Aspetti di radioprotezione. Aspetti gestionali e organizzativi delle attività di brachiterapia, radioterapia metabolica e radioterapia intra-operatoria Gestione e organizzazione di attività di brachiterapia con LDR, HDR e PDR. Gestione infermieristica del paziente trattato con tecniche after-loading e after-remote loading. Gestione e organizzazione di una sezione di radioterapia metabolica. Gestione e organizzazione di una sezione di radioterapia intra-operatoria. Aspetti di radioprotezione. Aspetti gestionali e organizzativi di una sezione di degenza ordinaria e day-hospital di radioterapia Gestione e organizzazione dell’attività infermieristica per pazienti sottoposti a trattamenti integrati radio¬farmacologici. Gestione infermieristica di pazienti in corso di radioterapia con problemi specifici di trattamenti integrati, tossicità e necessità di assistenza in regime di ricovero ordinario. Gestione e organizzazione dell’attività infermieristica per pazienti in regime di day-hospital sottoposti a radioterapia. Sperimentazioni cliniche in radioterapia Sperimentazioni cliniche con uso di radiazioni ionizzanti: aspetti normativi. Gestione infermieristica delle sperimentazioni cliniche in radioterapia.
Testi di riferimentoA SYLLABUS FOR THE EDUCATION AND TRAINING OF RADIATION ONCOLOGY NURSES IAEA (International Atomic Energy Agency) Vienna, 2008 MEDICINA ONCOLOGICA Gianni Bonadonna, Gioacchnino Robustelli Masson, Ottava Edizione, 2007 ONCOLOGIA CHIRURGICA Umberto Veronesi Masson, 1999 PRINCIPLES AND PRACTICE OF RADIATION ONCOLOGY Carlos A. Perez, Luther W. Brady, Edward C. Halperin, Rupert K Schmidt-Ullrich Lippincott Williams & Wilkins, Fifth Edition, 2008 THE GEC ESTRO HANDBOOK OF BRACHYTHERAPY Alain Gerbaulet, Richard Potter, Jean-Jacques Mazeron, Harm Meertens, Erik Van Limbergen ESTRO, 2002 INTRAOPERATIVE IRRADIATION Leonard L. Gunderson, Christopher G. Willet, Louis B. Harrison, Felipe A. Calvo Humana Press, 2010
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo generale di fornire le nozioni sugli aspetti gestionali e organizzativi delle attività relative ai principali trattamenti con radiazioni ionizzanti che si svolgono nell’ambito di una struttura di radioterapia.
PrerequisitiLo studente deve conoscere le principali nozioni di fisica, radiobiologia, radioprotezione, oncologia e radioterapia generale.
Metodi didatticiPresentazioni in formato powerpoint.
Modalità di verifica dell'apprendimentoProva a quiz nell’ambito dell’esame del corso integrato. Le domande vertono sugli argomenti svolti nel corso. Gli studenti dovranno dimostrare di aver assimilato le nozioni fondamentali sugli aspetti gestionali e organizzativi delle attività di radioterapia in ambito di trattamenti ambulatoriali, di brachiterapia, di radioterapia intra-operatoria e di sezioni di degenza ordinaria e di day-hospital.

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoGinecologia e ostetricia
CodiceMS0074
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoSURICO Daniela
DocentiSURICO Daniela
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/40 - GINECOLOGIA E OSTETRICIA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti• Organizzazione di una breast-unit. • I programmi di screening per il tumore alla mammella, aspetti gestionali. • Organizzazione di un Servizio di Parto-Analgesia. • Il Trasporto Neonatale: aspetti gestionali. • Analisi costi- benefici in chirurgia ginecologica, LPS vs LPT, Chirurgia Vaginale Fast vs LPS convenzionale. • Vantaggi e costi dell’introduzione della chirurgia robotica in Ginecologia oncologica. • Contraccezione: nuove linee guida. • Linee guida T.C. e criticità
Testi di riferimentoGinecologia e ostetricia - Wierdis Tullio, Romanini Carlo - Minerva Medica - 2002
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di permettere allo studente l’acquisizione della conoscenza delle patologie in ginecologica -ostetrica, della fisiologia del parto rapportate all’assistenza infermieristica
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di patologia ginecologica -ostetrica, nozioni sulla preparazione ed il monitoraggio della paziente nelle emergenze ginecologica -ostetrica, sui protocolli assistenziali di reparto per la preparazione e la terapia postoperatoria negli interventi ginecologico ostetrici, i farmaci impiegati in ostetricia e ginecologia.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point, CD-ROM interattivi e siti internet didattici.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla su argomenti di Ginecologia ed Ostetricia. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato le nozioni di base apprese durante le lezioni in maniera adeguata ad affrontare con efficacia il lavoro in ambiente ginecologico-ostetrico

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoScienze infermieristiche generali, ostetriche e ginecologiche
CodiceMS0106
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCROSO Antonella
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/47 - SCIENZE INFERMIERISTICHE OSTETRICO-GINECOLOGICHE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITLAIANO
Contenuti- Studio del contesto clinico e organizzativo in ambito sanitario e in particolare in ambito chirurgico, ostetrico e ginecologico - Studio di nuovi modelli organizzativi ed assistenziali - Analisi delle strategie per il cambiamento
Testi di riferimento□ E. Anesi Pessina, E. Cantù, Rapporto Oasi 2006, Cergas, Egea 2006 M. Bergamaschi (a cura di), L’organizzazione delle aziende sanitarie, McGraw Hill,2000 □ A. Zoli,A. Sebastiano e D. Croce, Organizzazione ospedaliera pubblica : attivazione di letti dipartimentali gestiti secondo un modello di assistenza infermieristica mudulare nel Dipartimento chirurgico dell’ASO di Lecco, Sanità Pubblica e Privata, 2007, n° 5 □ A. Sebastiano, D.Croce e N. Silvestri, Nuovi Modelli organizzativi in ospedale: la separazione del ciclo di cura in elezione da quello in urgenza-emergenza e l’attribuzione temporanea dei posti letto ai reparti,Sanità Pubblica e Privata, 2007, n° 4 □ D. Croce, A. Sebastiano e B. Mazzei, Innovazioni nella progettazione degli assetti organizzativi in sanità, Sanità Pubblica e Privata, 2007, n° 1
Obiettivi formativiIl corso si propone di fornire allo studente le conoscenze per l’organizzazione e la gestione dell’area chirurgica ed ostetrico-ginecologica secondo i modelli organizzativi più recenti in relazione agli obiettivi del PSN e del PSR. Gli obiettivi del corso sono così articolati: - Leggere il contesto clinico e organizzativo - Individuare nuovi modelli organizzativi ed assistenziali - Individuare le strategie per il cambiamento
PrerequisitiLo studente deve conoscere le complessità della gestione delle risorse umane e materiali ambito chirurgico, ostetrico e ginecologico. Deve essere in grado di riprogettare l’assistenza dell’area chirurgica secondo i nuovi modelli organizzativi e le istanze della struttura di riferimento.
Metodi didatticiPresentazione in formato MS-Power-Point
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si compone di una prova scritta con quiz risposta multipla su argomenti inerenti al programma svolto.

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoUROLOGIA
CodiceMC101
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiVOLPE Alessandro
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/24 - UROLOGIA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiProgramma del corso Il programma sarà indirizzato a: - illustrare le metodiche più recenti di chirurgia laparoscopica e robotica e di trattamento endoscopico transuretrale e percutaneo - descrivere le problematiche organizzative e gestionali dei pazienti urologici - identificare e gestire le priorità assistenziali dei pazienti ricoverati in urologia
Testi di riferimentoManuale di Urologia e Andrologia. Pacini Editore Medicina
Obiettivi formativiObiettivo del modulo: Apprendere le principali patologie di interesse urologico, la loro rilevanza epidemiologica e i più comuni percorsi diagnostici e terapeutici. Il corso inoltre fornirà elementi di aggiornamento relativamente alle principali misure terapeutiche ed indagini diagnostiche nelle più comuni malattie di specifico interesse specialistico urologico. Allo studente verranno rese note le problematiche dell’organizzazione di un reparto di urologia, partendo dalle problematiche dei pazienti.
PrerequisitiNozioni di anatomia dell’apparato urinario, fisiologia e principi di patologia generale. Conoscenza di cateteri urinari e del loro impiego. Conoscenza delle derivazioni urinarie.
Metodi didatticiPresentazioni slides in formato MS-power point
Modalità di verifica dell'apprendimentoValutazione finale mediante prova scritta con domande a scelta multipla.

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoCHIRURGIA MAXILLO-FACCIALE
CodiceMC090
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiBRUCOLI Matteo
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/29 - CHIRURGIA MAXILLOFACCIALE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiPatologia Oro-maxillo facciale, traumatologia cranio maxillo facciale, lesioni precancerosi del cavo orale e tumori del distretto oro-maxillo-facciale, chirurgia ortognatodontica e dei dimorfismi maxillo facciale, Chirurgia pre-protesica dei mascellari.
Obiettivi formativiAl termine del corso lo studente deve conoscere le principali patologie di interesse maxillo facciale e i principi di trattamento delle stesse con riferimento all’assistenza paramedica.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni Anatomo fisiologiche e di Patologia Generale acquisite precedentemente
Metodi didatticiPresentazione in formato MS-Power Point
Modalità di verifica dell'apprendimentoProva scritta con domande a scelta multipla su argomenti di Chirurgia Maxillo Facciale

Chiudi scheda insegnamento

InsegnamentoComplessità assistenziale e innovazione nel contesto medico
CodiceMS0126
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoDAL MOLIN Alberto
CFU11
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA
Tipo di valutazioneVoto finale
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0087 Malattie del Sangue MED/15 - MALATTIE DEL SANGUE GAIDANO Gianluca
MC103 MEDICINA INTERNA MED/09 - MEDICINA INTERNA AVANZI Gian Carlo
MC050 NEFROLOGIA MED/14 - NEFROLOGIA QUAGLIA Marco
MC039 PATOLOGIA CLINICA MED/05 - PATOLOGIA CLINICA BELLOMO Giorgio
MS0105 Scienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE DAL MOLIN Alberto
MS0100 Pediatria generale e specialistica MED/38 - PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA BELLONE Simonetta
MC076 ONCOLOGIA MEDICA MED/06 - ONCOLOGIA MEDICA GALETTO Alessandra Silvia
MS0649 Organizzazione in ambito sanitario SECS-P/07 - ECONOMIA AZIENDALE MAGGI Davide
MS0647 Scienze della nutrizione MED/49 - SCIENZE TECNICHE DIETETICHE APPLICATE PRODAM Flavia

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoMalattie del Sangue
CodiceMS0087
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGAIDANO Gianluca
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/15 - MALATTIE DEL SANGUE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiA. Oncoematologia. - Concetti generali sulle neoplasie ematologiche - La guarigione in oncoematologia: realtà e speranze - Nuovi farmaci in oncoematologia - I trial clinici in oncoematologia - Approccio clinico al paziente neutropenico B. Trapianto di cellule staminali emopoietiche. - Il trapianto autologo di cellule staminali emopoietiche; - Il trapianto allogenico di cellule staminali emopoietiche; - Complicanze del trapianto di cellule staminali emopoietiche; - La malattia da trapianto contro l’ospite (graft versus host disease, GVHD).
Testi di riferimentoP. Corradini – R- Foà. Manuale di Ematologia. Edizioni Minerva Medica, Torino 2008 R. Hoffman, E.J. Benz, Jr., S.J. Shattil, B. Furie, H.J. Cohen, L.E. Silberstein, P. McGlave (editords). HEMATOLOGY. BASIC PRINCIPLES AND PRACTICE. 3rd edition. Churchill Livingstone, New York, 2005
Obiettivi formativi1. Conoscere la eziologia, la diagnostica e il management clinico delle principali malattie del sangue e del sistema emolinfopoietico; 2. Conoscere le principali manifestazioni cliniche, la prognosi ed il razionale terapeutico delle principali malattie del sangue e del sistema emolinfopoietico.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di Anatomia, Biochimica, Immunologia, Patologia Generale, Semeiotica e Infermieristica.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point, siti internet didattici.
Modalità di verifica dell'apprendimentoLa verifica dell’apprendimento avverrà tramite prova scritta con quiz a scelta multipla. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato le nozioni di base della Ematologia, apprese durante le lezioni, in maniera adeguata ad affrontare con efficacia i successivi corsi e le principali problematiche ematologiche della pratica infermieristica.

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoMEDICINA INTERNA
CodiceMC103
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiAVANZI Gian Carlo
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/09 - MEDICINA INTERNA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIl corso si propone di fornire elementi di conoscenza relativi l’epidemiologia, la fisiopatologia,le principali misure terapeutiche ed indagini diagnostiche delle più comuni malattie “mediche”, verranno soprattutto trattate le indagini diagnostiche e le terapie che rivestano carattere di innovazione con particolare riguardo ai loro risvolti nell’ambito dell’ assistenza infermieristica. A titolo di esempio si citano le indagini diagnostiche che maggiormente si richiedono nei reparti di Medicina Interna (ecografie, TAC, RMN, esami endoscopici, e test clinici innovativi. Per quello che attiene all’aspetto terapeutico verranno trattate terapie con farmaci innovativi biologici, le terapie con i nuovi anticoagulanti ed i loro antidoti, la terapia antibiotica e le resistenze batteriche. Verranno poi dati elementi di epidemiologia relativamente alle tipologie dei ricoveri in Medicina Interna, e relativamente alle necessità assistenziali di questi pazienti, in particolare verranno presi in considerazione, a puro titolo esemplificativo, pazienti affetti dalle seguenti patologie: embolia polmonare, edema polmonare acuto, insufficienza cardiaca, stroke, diabete scompensato, obesità, aritmie, demenze o stati di incapacità a badare a se stessi con complicanze polmonari, stati di disidratazione, l’ influenza, le polmoniti, l’epatite virale e la cirrosi epatica. Verranno forniti esempi di patologie sopradescritte con descrizione di casi clinici che serviranno ad analizzare la complessità dell’approccio medico ed infermieristico e a mettere in rilievo gli snodi per la organizzazione del lavoro infermieristico e la pianificazione assistenziale nell’ambito della Medicina Interna cercando di far individuare allo studente quali siano le peculiarità della assistenza infermieristica anche in relazione alle più frequenti diagnosi infermieristiche secondo la tassonomia NANDA o secondo altri modelli. In ultimo verrà preso in esame il problema degli accessi dal Pronto Soccorso e dei pazienti ricoverati in appoggio. Lo scopo della discussione di questi aspetti è relativa alla individuazione dei problemi relativi ad un alto turn-over dei pazienti che determinano una conseguente peculiare organizzazione infermieristica.
Testi di riferimentoHarrison principles of Internal medicine, McGraw Hill-2013
Obiettivi formativiFornire allo studente elementi di aggiornamento per quanto riguarda l’epidemiologia, la fisiopatologia,le principali misure terapeutiche ed indagini diagnostiche nelle più comuni malattie “mediche”. Inoltre allo studente verranno rese note le problematiche dell’organizzazione di un reparto di medicina interna, partendo dai bisogni dei pazienti.
PrerequisitiAlla fine del corso lo studente dovrà aver appreso gli elementi di novità delle principali malattie mediche e sulla organizzazione di un reparto di medicina interna.
Metodi didatticiDiapositive
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame del corso integrato con domande a quiz a risposta multipla

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoNEFROLOGIA
CodiceMC050
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiQUAGLIA Marco
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/14 - NEFROLOGIA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIl corso si propone di fornire elementi di conoscenza relativi ai principali problemi dell’organizzazione dell’assistenza infermieristica del paziente con nefropatia, con insufficienza renale cronica avanzata, in dialisi e sottoposto a trapianto di rene , alle moderne terapie ed alle metodiche di diagnosi delle malattie renali, ed alla attività diagnostica e terapeutica nel follow-up post trapianto. In particolare saranno discussi i seguenti argomenti: La Funzione Renale, L’esame Urine, La diagnostica in Nefrologia e la Biopsia Renale Le Sindromi Nefrologiche e le Principali Nefropatie L’Insufficienza Renale Acuta e Cronica La Terapia Sostitutiva : La Dialisi ed il Trapianto Le nefropatie da ed in gravidanza
Testi di riferimentoLe principali riviste di interesse nefrologico disponibili in reparto relative a: L’insufficienza renale acuta e cronica Nefropatie acute e croniche La dialisi Il trapianto renale La patologia renale della gravidanza
Obiettivi formativi1) favorire la comprensione dei meccanismi che conducono alla manifestazione delle malattie renali; 2) condurre a conoscere le più importanti malattie renali con i relativi segni clinici con particolare riferimento a quelle indotte dalla gravidanza 3) aiutare l’apprendimento degli esami di laboratorio utilizzati nella patologia renale, il loro significato e le più importanti alterazioni in modo particolare a quelle che si manifestano nella patologia renale della gravidanza 4) presentare le motivazioni che inducono il medico ad effettuare determinate indagini laboratoristiche strumentali e la biopsia renale. 5) discutere i meccanismi di base dei principi terapeutici delle malattie del rene ed in particolare della sostituzione artificiale e naturale della funzione renale; 6) analizzare con gli studenti i principali momenti e problemi dell’assistenza infermieristica del paziente con nefropatia, con insufficienza renale cronica avanzata, in dialisi e sottoposto a trapianto di rene valutando le problematiche peculiari di queste situazioni in gravidanza
PrerequisitiLo studente deve essere a conoscenza delle nozioni generali di anatomia e di fisiologia renale e di patologia generale. Deve inoltre conoscere i principi di base della patologia medica
Metodi didatticiVideoproiettore, PC collegati con Internet in dotazione al Reparto di Nefrologia. Biblioteca di reparto con le principali riviste di interesse nefrologico.
Modalità di verifica dell'apprendimentoValutazione finale mediante prova scritta con domande a scelta multipla.

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoPATOLOGIA CLINICA
CodiceMC039
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiBELLOMO Giorgio
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/05 - PATOLOGIA CLINICA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti Appropriatezza nella prescrizione degli esami di Laboratorio.  Profili diagnostici, protocolli diagnostici e percorsi diagnostici.  L’emergenza e l’urgenza nella Diagnostica di Laboratorio.  La variabilità biologica, preanalitica, analitica e post-analitica.  Gli errori di Laboratorio.
Obiettivi formativiConoscere il percorso logico e logistico fra la richiesta di esami di laboratorio e la loro disponibilità per l’interpretazione. Individuazione dei principali errori in Medicina di Laboratorio. Analisi dei vari aspetti della fase preanalitica
PrerequisitiElementi di Biochimica, Elementi di base di Informatica, Elementi di Patologia Generale, Elementi di Economia e Management sanitario.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point.
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame scritto mediante quiz a scelta multipla

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoScienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche
CodiceMS0105
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoDAL MOLIN Alberto
DocentiDAL MOLIN Alberto
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoitaliano
ContenutiApprofondimento sul significato di assistenza infermieristica e sui modelli di cura
Testi di riferimentoRoyal College of Nursing, Defining Nursing. April 2003; A. Santullo. L' infermiere e le innovazioni in sanità. Nuove tendenze e strumenti gestionali. 2^ ed. McGraw-Hill 2004; Marie Manthey. La pratica del primary nursing – L’erogazione dell’assistenza basata sulle relazioni e guidata dalle risorse. Il Pensiero Scientifico Editore. 2008; Manzoni. Storia e Filosofia dell’assistenza infermieristica. Masson. 2003; D. Manara. Verso una teoria dei bisogni dell’assistenza infermieristica. Lauri Edizioni. 2000; A. Santullo: L’infermiere case manager. McGraw-Hill 2001.
Obiettivi formativiLo studente, al termine del corso sarà in grado di: - descrivere alcuni modelli di cura e applicarli nei contesti sanitari; - descrivere il significato di assistenza infermieristica
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle conoscenze di base sul significato di assistenza e di assistenza infermieristica acquisite durante il percorso triennale.
Metodi didatticiPresentazione slides in Power Point e lavori di gruppo
Modalità di verifica dell'apprendimentoProva scritta a scelta multipla. La prova si riterrà sufficiente rispondendo correttamente al 60% delle domande di ogni singola disciplina. La durata della prova sarà di 2 ore.
Programma estesoIl significato di bisogno infermieristico; Il concetto di competenza avanzata; I modelli di cura.

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoPediatria generale e specialistica
CodiceMS0100
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiBELLONE Simonetta
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/38 - PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIl bambino immigrato o adottato da paesi in via di sviluppo: accoglienza e gestione sanitaria integrata. Nuove esigenze socio-sanitarie nell’area pediatrica: cure primarie e secondarie, medicina dell’adolescenza, gestione delle malattie rare. Il problema emergente dell’obesità in età pediatrica: prevalenza, storia naturale, obesità essenziale e secondaria, aggiornamento in campo di diagnosi e trattamento della malattia. Obesità – sindrome metabolica – diabete mellito: dalla prevenzione alla diagnosi precoce. Definizione dei limiti cronologici dello sviluppo puberale: novità in campo internazionale. Nuove linee guida. Disregolatori endocrini: influenza su crescita staturale e sviluppo puberale. I disturbi del sonno nel bambino.
Testi di riferimentoL. Peyron, G. Bona, G. Grazia, R. Miniero, R. Vair. Pediatria Medica, IV edizione Ed. Minerva Medica, Torino 1995 J. Bertrand, R. Rappaport, P. C. Sizonenko. Pediatric Endocrinology. II edition, ED Williams & Wilkins 1993 V. De Sanctis Manuale di adolescentologia. Pacini editore. 2002 Linee Guida Internazionali pubblicate dalle Società Scientifiche e gruppi di esperti di fama internazionale. Recenti reviews pubblicate su Riviste Scientifiche con Impact Factor.
Obiettivi formativiSpecialistica, obiettivo di questo corso è quello di focalizzare l’attenzione sulle problematiche emergenti di alcune patologie dell’età evolutiva Tenendo in considerazione che nel triennio di base è stato svolto il corso sistematico di Pediatria Generale e.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle principali nozioni di fisiologia dei processi di crescita in età evolutiva, delle principali patologie pediatriche e delle relative strategie terapeutiche trattate nel corso di Laurea triennale.
Metodi didatticiPresentazione in Power-point di diapositive.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si avvale di una prova scritta e/o orale finalizzata alla verifica della comprensione e della capacità di gestione delle problematiche presentate.

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoONCOLOGIA MEDICA
CodiceMC076
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGALETTO Alessandra Silvia
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/06 - ONCOLOGIA MEDICA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIl corso si propone di fornire elementi di conoscenza in merito alle principali misure terapeutiche e alle indagini diagnostiche in ambito oncologico, con particolare riferimento ai nuovo farmaci biologici e alle target therapies, nel contesto specifico di assistenza infermieristica. In particolare verranno trattate le nuove terapie con farmaci innovativi, biologici. Si prenderanno in considerazione le tipologie organizzative e si farà riferimento alle necessità assistenziali dei pazienti oncologici, tracciando i percorsi diagnostico-terapeutico-assistenziali di alcune specifiche malattie oncologiche, anche attraverso l’esemplificazione mediante casi clinici che serviranno a mettere in rilievo gli snodi per la organizzazione del lavoro infermieristico in ambito oncologico. Si cercherà infine di individuare quali siano le peculiarità della ricerca infermieristica nel contesto oncologico.
Obiettivi formativiFornire allo studente elementi di aggiornamento in merito alle principali misure terapeutiche e alle indagini diagnostiche in ambito oncologico, con particolare riferimento ai nuovo farmaci biologici e alle target therapies. Fornire allo studente elementi di conoscenza inerenti le problematiche organizzative del contesto lavorativo oncologico. Fornire allo studente elementi di conoscenza relativamente alla ricerca infermieristica in ambito oncologico
PrerequisitiAlla fine del corso lo studente dovrà aver appreso gli elementi di novità in merito alle principali misure terapeutiche e alle indagini diagnostiche in ambito oncologico, con particolare riferimento ai nuovo farmaci biologici e alle target terapie, alle problematiche organizzative del contesto lavorativo oncologico, alla ricerca infermieristica in ambito oncologico
Metodi didatticiDiapositive
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame del corso integrato con domande a quiz a risposta multipla

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoOrganizzazione in ambito sanitario
CodiceMS0649
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiMAGGI Davide
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)SECS-P/07 - ECONOMIA AZIENDALE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoItaliano
ContenutiL'organizzazione delle aziende sanitarie: le variabili organizzative Gli assetti organizzativi: i sistemi operativi di programmazione e controllo L'attività di pianificazione e programmazione nelle strutture sanitarie Pianificazione strategica come sistema di gestione dell'innovazione Metodologie di pianificazione nelle strutture sanitarie Il controllo di gestione nelle organizzazioni professionali complesse: il caso della sanità Controllo di gestione e sistema delle responsabilità Gli strumenti del controllo di gestione Analisi dei costi e sistemi di reporting Le analisi e le valutazioni sulla gestione
Testi di riferimento- Materiale a cura del docente - D. Maggi, Sistemi di controllo di gestione nelle aziende sanitarie, Milano, Giuffrè editore, 2003.
Obiettivi formativiAcquisire competenze per collaborare alla pianificazione e gestione dei costi e del budget in relazione agli obiettivi e alle politiche assistenziali/sanitarie
PrerequisitiNessuno
Metodi didatticiLezioni frontali, discussione di casi
Modalità di verifica dell'apprendimentoTest a risposte multiple
Programma estesoL'organizzazione delle aziende sanitarie: le variabili organizzative Gli assetti organizzativi: i sistemi operativi di programmazione e controllo L'attività di pianificazione e programmazione nelle strutture sanitarie Pianificazione strategica come sistema di gestione dell'innovazione Metodologie di pianificazione nelle strutture sanitarie Il controllo di gestione nelle organizzazioni professionali complesse: il caso della sanità Controllo di gestione e sistema delle responsabilità Gli strumenti del controllo di gestione Analisi dei costi e sistemi di reporting Le analisi e le valutazioni sulla gestione

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoScienze della nutrizione
CodiceMS0647
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiPRODAM Flavia
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/49 - SCIENZE TECNICHE DIETETICHE APPLICATE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoF - Stage e altre attività formative
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiNovità di ricerca in ambito di nutrizione Le piramidi alimentari Nuove indicazioni dietetiche nel sano e nel malato nel corso della vita (EBM) Programming nutrizionale neonatale: nutrizione in gravidanza, allattamento, divezzamento Nutrizione e patologia: possibili meccanismi fisiologici nel diabete mellito di tipo 2, neoplasie, patologie cardiovascolari Dieta priva di glutine Probiotici, prebiotici, simbionti: efficacia e sicurezza Genetica del gusto e scelta del pasto Sicurezza microbiologica del pasto Evidenze, rischi, biodisponibilità degli alimenti funzionali (polifenoli, fibre etc)
Testi di riferimento“Manuale di Nutrizione Applicata” Riccardi, Pacioni, Giacco, Rivellese. Idelson Gnocchi. ISBN 978-88-7947-617-1 “Le basi molecolari della Nutrizione” Giuseppe Arienti. Piccin ISBN 978-88-299-2698-5 “Mauale di nutrizione in età evolutiva”, SIPPS Linee guida internazionali pubblicate dalle principali società scientifiche (es. ES, SINU, SIO, SIE, ADA, AACE, AHA)
Obiettivi formativiIncrementare le attuali conoscenze in tema di nutrizione e patologia in base alle evidenze EBM e agli ultimi topic della ricerca scientifica Implementare la capacità di anamnesi nutrizionale Implementare la capacità di ricerca in ambito nutrizionale su efficacia e sicurezza di programmi nutrizionali in prevenzione primaria, secondaria e terziaria
PrerequisitiBasi della nutrizione umana Basi di fisiologia della nutrizione Basi di medicina interna Basi di microbiologia
Metodi didatticiLezioni frontali e lavori di gruppo
Altre informazioniAttività a scelta dello studente: Frequenza presso la Divisione di Pediatria e/o la Divisione di Endocrinologia
Modalità di verifica dell'apprendimentoProva scritta a scelta multipla. La prova si riterrà sufficiente rispondendo correttamente al 60% delle domande. La durata della prova sarà di 2 ore.

Chiudi scheda insegnamento

InsegnamentoMetodologia della Ricerca
CodiceMS0130
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoFILIGHEDDU Nicoletta
CFU10
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0058 Epidemiologia applicata MED/01 - STATISTICA MEDICA MAGNANI Corrado
MS0076 Igiene generale e applicata MED/42 - IGIENE GENERALE E APPLICATA FAGGIANO Fabrizio
MC013 INFORMATICA INF/01 - INFORMATICA LEONARDI Giorgio
MS0090 Metodologia della ricerca di base MED/47 - SCIENZE INFERMIERISTICHE OSTETRICO-GINECOLOGICHE FILIGHEDDU Nicoletta
MS0108 Sistemi di elaborazione delle informazioni ING-INF/05 - SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI GUIDO Andrea
MS0112 Statistica per la ricerca MED/01 - STATISTICA MEDICA MAGNANI Corrado

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoEpidemiologia applicata
CodiceMS0058
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiMAGNANI Corrado
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/01 - STATISTICA MEDICA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiMetodi statistici descrittivi Statistiche campionarie Metodi statistici per l’analisi di dati numerici Metodi statistici per l’analisi di dati categorici
Obiettivi formativiLo studente, al termine del corso, disporrà degli strumenti statistici ed epidemiologici di base per poter leggere in modo critico lavori scientifici sull’argomento e valutare la possibilità di condurre con metodologia appropriata approfondimenti e ricerche pertinenti le attività di reparto.
PrerequisitiConoscenza base della lingua inglese per lettura di articoli scientifici.
Metodi didatticilezioni frontali; lavori di gruppo
Modalità di verifica dell'apprendimentoValutazione finale mediante prova scritta con domande a scelta multipla.

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoIgiene generale e applicata
CodiceMS0076
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiFAGGIANO Fabrizio
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/42 - IGIENE GENERALE E APPLICATA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiI Il corso è integrato con gli insegnamenti di Statistica ed Epidemiologia. l corso verrà organizzato intorno alla lettura di articoli relativi a ricerche originali. Ogni lezione verrà letto un articolo e verranno discussi - gli aspetti metodologici - i risultati - l’impatto che i risultati possono avere nella pratica La lezione verrà organizzata secondo la seguente scaletta: - introduzione tematica - lettura articolo - discussione guidata - lezione riassuntiva - ipotesi di ricerca ai fini di tesi di laurea Una lista, non esaustiva, degli argomenti è la seguente: - eparinizzazione cateteri venosi periferici - lavaggio mani con soluzione alcolica - piaghe da decubito - cadute in ospedale - clinical pathways o altro articolo su valutazione di modelli organizzativi - infezioni del catetere urinario
Obiettivi formativiGli obiettivi del modulo sono: - utilizzare la letteratura scientifica al fine di ottenere informazioni utili alla comprensione della complessità dei problemi sanitari dei pazienti e dei problemi organizzativi del servizio in cui operano; - partecipare ad una ricerca scientifica, intervenendo attivamente si in fase di elaborazione del protocollo dello studio che della interpretazione dei risultati.
PrerequisitiLettura critica di un articolo scientifico e in particolare: - identificazione delle conoscenza su cui si basa il lavoro; - enucleazione delle ipotesi e obiettivi della ricerca; - riconoscimento del disegno della ricerca - trasversale - di coorte - caso-controllo - sperimentale - misure di frequenza - misure di associazione - variabilità statistica - bias, confondimento
Metodi didatticilezioni frontali; lavori di gruppo
Modalità di verifica dell'apprendimentoLa verifica dell’apprendimenti avverrà tramite la lettura di un articolo scientifico e la compilazione di una scheda riportante una lista di domande sia metodologiche che di comprensione del lavoro

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoINFORMATICA
CodiceMC013
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoLEONARDI Giorgio
DocentiLEONARDI Giorgio
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)INF/01 - INFORMATICA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoItaliano
ContenutiIl corso si svolge in due parti: una introduzione a Internet e al funzionamento delle reti telematiche, e una seconda parte più applicativa, nella quale si sperimentano alcuni tra i principali strumenti del Web, applicandoli ai servizi di maggior interesse nel corso di Laurea.
Testi di riferimento- Informatica di base 5^ edizione, D. Curtin, K. Foley, K. Sen, C. Morin, McGraw Hill - 2012 - Web 2.0 e social media in medicina 2^ edizione, Eugenio Santoro, Il pensiero scientifico Editore - 2011
Obiettivi formativiFornire agli studenti le conoscenze di base per comprendere il fenomeno Internet e il suo impatto nel dominio del nursing e nell'aggiornamento delle conoscenze relative.
Prerequisiti- Terminologia e concetti di base relativi al funzionamento del computer (come strumento di lavoro) - Abilità di base nell’uso del computer
Metodi didatticiLezioni frontali e sperimentazioni in laboratorio informatico.
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame scritto: domande a risposta chiusa a copertura di tutti gli argomenti del corso, nel numero di una domanda per ogni ora di corso.
Programma estesoProgramma della prima parte: - Introduzione e breve storia di Internet e del World Wide Web - Terminologia, strumenti, protocolli Internet e funzionamento del WWW - Applicazioni mediche delle tecnologie di Internet: registro Stroke consultabile e utilizzabile on-line; servizio terminologico Snomed-CT Programma della seconda parte: esercitazioni in laboratorio - Ricerche in rete: i directory service (yahoo) e metodi di ricerca con Google - Gli strumenti del web 2.0: blogs, wiki e abbonamenti a notizie RSS

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoMetodologia della ricerca di base
CodiceMS0090
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoFILIGHEDDU Nicoletta
DocentiFILIGHEDDU Nicoletta
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/47 - SCIENZE INFERMIERISTICHE OSTETRICO-GINECOLOGICHE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIntroduzione alla ricerca e al metodo scientifico Programmazione e disegno di uno studio di ricerca Ricerche bibliografiche e revisione critica della letteratura Breve descrizione dei diversi tipi di disegni di ricerca e approcci Approcci per contenere artefatti e bias Raccolta dati, loro analisi e interpretazione Diffusione dei risultati di una ricerca: pubblicazioni, comunicazioni orali, poster
Obiettivi formativiLo studente, al termine del corso, conoscerà il metodo scientifico e le componenti di un processo di ricerca, in particolare acquisirà conoscenze per - delineare il problema e/o le ipotesi di ricerca - comprendere l’importanza della revisione della letteratura - selezionare il disegno di ricerca più adatto al quesito - comprendere l’importanza dell’utilizzo di strumenti validi e affidabili nella fase di raccolta dati
PrerequisitiConoscenza base della lingua inglese per lettura di articoli scientifici.
Metodi didatticiLezioni frontali con ausilio di presentazioni MS-PowerPoint; esercitazioni pratiche di ricerca articoli scientifici in aula informatica.
Modalità di verifica dell'apprendimentoDomande in aula durante il corso delle singole lezioni. Esame di profitto: prova scritta con domande a scelta multipla.

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoSistemi di elaborazione delle informazioni
CodiceMS0108
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGUIDO Andrea
CFU3
Ore di lezione36
Ore di studio individuale39
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)ING-INF/05 - SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiINTRODUZIONE ED ELEMENTI DI BASE • Panoramica sul corso I DATABASE • database relazionali • logica booleana e linguaggio SQL • concetto di DBMS inteso come servizio, con le implicazioni su distribuzione, utilità e sicurezza SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO • il sistema informativo - una definizione • caratteristiche del sistema informativo • informazioni e dati • informatica, la scienza dell'informazione • il sistema informativo sanitario - una definizione DAL SISTEMA SANITARIO AL SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO • L'aziendalizzazione della sanità - un po' di storia • i DRG • le prestazioni ambulatoriali • la programmazione sanitaria • la necessità di un sistema informativo CARATTERISTICHE DEL SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO • Caratteristiche del S.I.S. • i livelli del S.I.S. (ministeriale, regionale, aziendale) • i processi gestiti dal S.i.S. in ospedale CARTELLA CLINICA AUTOMATIZZA • Evoluzione • Supporto alle decisioni • Livelli di gestione del dato clinico con mezzi informatici ARCHITETTURA DEI SISTEMI INFORMATIVI SANITARI • Perchè l'architettura • schema di riferimento • S.I.S. sistema integrato • L'archivio centrale degli assistibili • Interoperabilità • Codifica delle informazioni • HL7 SICUREZZA E PRIVACY • Privacy e sicurezza dei dati • Licenze d’uso dei software • Virus & C. EXCEL BASE • Interfaccia • Creazione e gestione di tabelle • Formule EXCEL AVANZATO • Raggruppare e contare • Frequenze Max e Min • Statistica descrittiva • Relazioni tra variabili • Tabelle PIVOT
Testi di riferimentoBuccoliero, Mattavelli “ECDL EALTH” Tecniche Nuove 2008 Teti, Festa “ECDL HEATH Sistemi informativi per la sanità” Apogeo 2009 D.P. Curtin, K.Foley, K.Sen, C. Morin, "Informatica di base", McGraw-Hill, quinta edizione. Francesco Borazzo “Analisi dei dati con Excel 2013”, APOGEO
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo, dopo aver ripreso alcuni concetti di base, di inquadrare le problematiche gli strumenti e le esigenze della gestione automatica di dati ed informazioni nell’ambito dei sistemi informativi sanitari.
PrerequisitiIl corso prevede le conoscenze di base di informatica acquisite durante il percorso della laurea triennale e le nozioni di base di statistica e probabilità.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame consiste in una prova scritta di 36 domande con scelta tra 5 risposte di cui solo una vera. Ogni risposta esatta vale 0,83 punti. Nessuna penalizzazione viene assegnata per le risposte non esatte. Il test è volto a verificare la conoscenza solo degli argomenti trattati a lezione.
Programma estesoINTRODUZIONE ED ELEMENTI DI BASE • Panoramica sul corso I DATABASE • database relazionali • logica booleana e linguaggio SQL • concetto di DBMS inteso come servizio, con le implicazioni su distribuzione, utilità e sicurezza SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO • il sistema informativo - una definizione • caratteristiche del sistema informativo • informazioni e dati • informatica, la scienza dell'informazione • il sistema informativo sanitario - una definizione DAL SISTEMA SANITARIO AL SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO • L'aziendalizzazione della sanità - un po' di storia • i DRG • le prestazioni ambulatoriali • la programmazione sanitaria • la necessità di un sistema informativo CARATTERISTICHE DEL SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO • Caratteristiche del S.I.S. • i livelli del S.I.S. (ministeriale, regionale, aziendale) • i processi gestiti dal S.i.S. in ospedale CARTELLA CLINICA AUTOMATIZZA • Evoluzione • Supporto alle decisioni • Livelli di gestione del dato clinico con mezzi informatici ARCHITETTURA DEI SISTEMI INFORMATIVI SANITARI • Perchè l'architettura • schema di riferimento • S.I.S. sistema integrato • L'archivio centrale degli assistibili • Interoperabilità • Codifica delle informazioni • HL7 SICUREZZA E PRIVACY • Privacy e sicurezza dei dati • Licenze d’uso dei software • Virus & C. EXCEL BASE • Interfaccia • Creazione e gestione di tabelle • Formule EXCEL AVANZATO • Raggruppare e contare • Frequenze Max e Min • Statistica descrittiva • Relazioni tra variabili • Tabelle PIVOT

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoStatistica per la ricerca
CodiceMS0112
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiMAGNANI Corrado
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/01 - STATISTICA MEDICA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIl corso è integrato con gli insegnamenti di Igiene e di Epidemiologia Il corso verrà organizzato intorno alla lettura di articoli relativi a ricerche originali. Ogni lezione verrà letto un articolo e verranno discussi - gli aspetti metodologici - i risultati - l’impatto che i risultati possono avere nella pratica La lezione verrà organizzata secondo la seguente scaletta: - introduzione tematica - lettura articolo - discussione guidata - lezione riassuntiva - ipotesi di ricerca ai fini di tesi di laurea Una lista, non esaustiva, degli argomenti è la seguente: - eparinizzazione cateteri venosi periferici - lavaggio mani con soluzione alcolica - piaghe da decubito - cadute in ospedale - clinical pathways o altro articolo su valutazione di modelli organizzativi - infezioni del catetere urinario
Obiettivi formativiGli obiettivi del modulo sono: - utilizzare la letteratura scientifica al fine di ottenere informazioni utili alla comprensione della complessità dei problemi sanitari dei pazienti e dei problemi organizzativi del servizio in cui operano; - partecipare ad una ricerca scientifica, intervenendo attivamente si in fase di elaborazione del protocollo dello studio che della interpretazione dei risultati.
PrerequisitiLettura critica di un articolo scientifico e in particolare: - identificazione delle conoscenza su cui si basa il lavoro; - enucleazione delle ipotesi e obiettivi della ricerca; - riconoscimento del disegno della ricerca - trasversale - di coorte - caso-controllo - sperimentale - misure di frequenza - misure di associazione - variabilità statistica - bias, confondimento
Metodi didatticilezioni frontali; lavori di gruppo
Modalità di verifica dell'apprendimentoValutazione finale mediante prova scritta con domande a scelta multipla.

Chiudi scheda insegnamento

InsegnamentoTirocinio I anno
CodiceMS0117
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2017/2018
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoDAL MOLIN Alberto
CFU10
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE
Tipo di insegnamentoAttività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoAnnuale
SedeNOVARA
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti- Differenza tra aggregatore, interfaccia e banca dati - Costruire una search strategy su Medline - Da Medline a Cinahl, Scopus, Embase, The Cochrane Library, PsycInfo - I principali filtri di ricerca - Associare più search strategy all’interno di un unico quesito - La valutazione dei risultati di ricerca nelle banche dati - Il salvataggio dei risultati - Il reperimento di full text e free full text - La stesura del progetto di ricerca e relativi approfondimenti.
Testi di riferimentoDenise F. Polit, Cheryl Tatano Beck – Fondamenti di Ricerca Infermieristica. Ed. Mc Graw Hill, Milano 2014. Edizione Italiana a cura di Alvisa Palese • “La ricerca infermieristica”di A. James, A. Fain. Ed. McGraw Hill, Milano, 2004; • “Teoria e Tecnica Psicometrica. Costruire un test psicologico” di C. Chiorri. McGraw-Hill. Milano. 2011 • “Evidence-Based Clinical Practice La pratica clinico-assistenziale basata su prove di efficacia 2/ed” di Paolo Chiari, Daniela Mosci, Enrico Naldi, Centro Studi EBN. McGraw Hill, 2011; • “Introduzione alla Ricerca Infermieristica – I fondamenti teorici e gli elementi di base per comprenderla nella realtà italiana” di Cecilia Sironi. Casa editrice Ambrosiana, 2010; • “Metodologia della ricerca infermieristica – Edizione Quinta” di Geri LoBiondo-Wood, Judith Haber. McGraw Hill, Milano, 2002 • “Evidence – Based Nursing – A guide to Clinical Practice” di DiCenso. Ed. Elsevier Mosby, 2005 • “La ricerca bibliografica” di E.Vellone - M.Sciuto. Ed. McGraw-Hill, Milano, 2001;
Obiettivi formativiAl termine del modulo lo studente comprenderà il significato e sarà in grado di: - Costruire un quesito di ricerca strutturato secondo il framework PICO all’interno delle principali banche dati a carattere biomedico. - Identificare le parole chiave all’interno del thesaurus delle principali banche dati a carattere biomedico. - Costruire search strategy che rispondano al quesito di ricerca includendo termini Mesh, sinonimi e termini liberi. - Adeguare le search strategy a seconda delle peculiarità delle diverse banche dati. - Utilizzare i filtri indicati dal tipo di ricerca da applicare all’interno di ogni banca dati. - Strutturare metodologicamente un progetto di ricerca che comprenda: razionale, obiettivo, metodi, risultati e conclusioni; - Realizzare e documentare una revisione bibliografica.
PrerequisitiPer affrontare efficacemente il modulo lo studente deve possedere le seguenti conoscenze ed abilità: -Le principali banche dati a carattere biomedico: quali sono e contenuti di settore principali -Metodologia della ricerca di base ed applicata (tipologie di studi, modalità di costruzione di quesiti di ricerca, interpretazione di risultati, valutazione qualitativa degli studi in analisi) -Discreto/buon livello di inglese scientifico
Metodi didatticiPresentazione slides in Power Point, lavori di gruppo e confronto, anche individuale, tra discente e docente
Modalità di verifica dell'apprendimentoLa verifica finale del modulo avviene al termine del periodo di tirocinio e consiste nella valutazione strutturata del progetto (Scheda di valutazione presentata agli studenti i primi giorni di lezione) e nella stesura di una relazione di apprendimento che consente allo studente di analizzare i processi meta cognitivi del proprio apprendimento. Il progetto potrà riguardare: - una revisione di letteratura; - un protocollo di ricerca. Il modulo di tirocinio di ricerca attribuisce una valutazione formativa (Idoneo/non idoneo) che è propedeutica alla partecipazione all’esame di tirocinio del secondo anno in cui lo studente è tenuto a presentare e discutere il progetto dell’area della ricerca o del management o della formazione. La presentazione dovrà avvenire con power point. In itinere lo studente avrà la possibilità di discutere con il docente eventuali problemi o difficoltà.

Chiudi scheda insegnamento

InsegnamentoGestione delle risorse umane
CodiceMS0266
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoSUARDI Barbara
CFU6
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA
Tipo di valutazioneVoto finale
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0218 Organizzazione e gestione delle risorse umane MED/42 - IGIENE GENERALE E APPLICATA PANELLA Massimiliano
MS0231 Psicologia del lavoro e delle organizzazioni (consulenza di processo) M-PSI/06 - PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI LLORET IRLES Daniel Rafael
MS0246 Scienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche:gestione del personale MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE SUARDI Barbara

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoOrganizzazione e gestione delle risorse umane
CodiceMS0218
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiPANELLA Massimiliano
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/42 - IGIENE GENERALE E APPLICATA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoItaliano
ContenutiFornire conoscenze e abilità riguardo a: Team analysis & team building; Il processo decisionale nel team; La gestione dei conflitti nel team.
Testi di riferimento- Caporarello L, Magni M. Team Management. Egea 2011 - Marcus LJ, Dorn BC, McNulty EJ. Renegotiating healthcare. Jossey-Bass 2011
Obiettivi formativiFar acquisire allo studente la capacità di applicare conoscenza e comprensione dei principi della gestione delle risorse umane nelle attuali organizzazioni sanitarie, nell’ambito della gestione dei processi clinico-assistenziali e dei progetti gestionali aziendali. L’obiettivo generale è creare nel discente la capacità di gestire situazioni team-based in modo efficace.
PrerequisitiElementi base di gestione per processi e di project management.
Metodi didatticiLezione frontale interattiva. Presentazioni in formato MS-Power Point.
Altre informazioniVerranno effettuate una serie di esercitazioni nell’ambito dell’attività didattica frontale.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si basa su una prova scritta a domande chiuse a scelta multipla sugli argomenti delle lezioni.
Programma estesoDefinizione e caratteristiche del team (obiettivi comuni, dimensione ottimale, capacità di network, identità, struttura). Analisi e costruzione del team, le caratteristiche chiave (livello di autonomia, strategie di comunicazione, mappatura delle responsabilità, team e ruoli). Il processo decisionale nel team. Il team leader. Il consenso nel team e le tecniche per migliorarlo. La gestione dei conflitti (leadership, ruoli e responsabilità).

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoPsicologia del lavoro e delle organizzazioni (consulenza di processo)
CodiceMS0231
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiLLORET IRLES Daniel Rafael
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)M-PSI/06 - PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIl Corso è suddiviso in due parti, dedicate rispettivamente alle principali riflessioni sui fondamenti della psicologia del lavoro e delle organizzazioni. Parte Prima: fondamenti di psicologia del lavoro e delle organizzazioni - Come cambiano il lavoro e i lavoratori; I significati del lavoro; L’analisi psicologia del lavoro; La transizione al lavoro e i processi di scelta; La socializzazione occupazionale; La motivazione al lavoro, contratto psicologico e leadership; Il colloquio d’assunzione. Competenze, prestazioni e loro valutazione; La selezione del personale: tecniche recruitment nella gestione delle risorse umane; Esiti dell’esperienza lavorativa per la persona e l’organizzazione. Lo Sviluppo della disciplina della Psicologia delle organizzazioni; Chiarimenti preliminari e terminologici; L’organizzazione come cultura., la comunicazione e l’ascolto. Parte Seconda: fondamenti di psicologia del lavoro e della sicurezza lavorativa - Breve storia della sicurezza del lavoro e dell’ergonomia; Il benessere organizzativo; I disturbi psicosociali: stress, burnout, mobbing, stalking. Rassegna di alcuni modelli per la valutazione del rischio stress lavoro-correlato; Le principali strategie ed iniziative aziendali per la mitigazione dello stress lavoro-correlato, e per contenete e impedire le condotte violente e i conflitti, per migliorare il clima ed il benessere organizzativo.
Testi di riferimentoBibliografia/testi d'esame: Testi di riferimento Sarchielli G., Psicologia del lavoro, Bologna, Il Mulino, edizione recente; Dispense. Letture consigliate Frascheri C., Stress sul lavoro. I rischi emergenti nelle organizzazioni del lavoro pubbliche e private. Milano, Maggioli, 2006. Argentero P. Cortese G. Piccardo C., Psicologia delle organizzazioni, Milano, Raffaello Cortina, 2009 Bibliografia di riferimento del Corso Accornero, A., Il lavoro come ideologia, Bologna, Il Mulino, 1980. Aiello, A.M., e Meghnagi, S., La competenza tra flessibilità e specializzazione, Milano, Angeli, 1998. Argentero P., Cortese G. Piccardo C. Psicologia delle organizzazioni, Milano, Raffaello Cortina, 2009. Avallone, F,. La formazione psicosociale Metodolgie e Tecniche, Roma, Carocci, 2000. Avallone, F., Paplomas, A. Salute organizzativa, Milano, Cortina, 2005. Bagnara,S., L’attenzione, Bologna, Il Mulino, 1984. Bellotto, M., Valori e Lavoro, Milano, Angeli, 1997. Boncori, L., Teorie e Tecniche dei Test, Torino, Bollati Boringhieri, 1993. Cavadi, G., Psicologia della sicurezza, Milano, Cortina, 2007. Cobb, S., Social supports a moderator of life stress in “Psychosomatic Medicine”, 38, pp.300-310 1976. Caprara, C.V. Cervone, D., Personalità. Determinanti, dinamiche, potenzialità, Milano, Cortina, 2003. Depolo, M., Psicologia delle Organizzazioni, Bologna, Il Mulino, 1998. De Beni, R. Moé, A., Motivazione e apprendimento, Bologna, Il Mulino, 2000. Depolo, M., Mobbing: quando la prevenzione è intervento, Milano, Angeli, 2003. Etzioni, A., Sociologia dell’organizzazione, Bologna, Il Mulino, 1966. Etzioni, A., Organizzazioni e società, Bologna, Il Mulino, 1988. Fraccaroli F. e Sarchielli, G., E’ tempo di lavoro? Per una psicologia dei tempi lavorativi, Bologna, CLUED, 2002. Goggi, G. Occhini, L., Appunti di Psicologia Sociale, Milano, Guerini, 2000. Gergen, K.J. e Gergern, M.M., Psicologia Sociale, Bologna, Il Mulino,1990. Hull, C.L., I principi del comportamento, Roma, Armando, 1978. Keith, C. W., Psicologia per il marketing, Bologna, Il Mulino,1988. Leplat, J., Psicologia del lavoro in ergonomia, Roma, Armando, 1974. Mann, L., Stili decisionali degli adolescenti: la procrastinazione, in S. Soresi, Giunti O.S. Firenze, 2000. Novara, F., I reattivi psicologici e la prognosi per le situazioni di lavoro, Milano Enciclopedia Medica Fabbri, 1981. Pontecorvo, C. Ajello, A.M. Zucchermaglio C., I contesti sociali dell’apprendimento, Milano, LED, 1995. Trentini, G., Oltre l’intervista. Il colloquio nelle organizzazioni, Torino ISEDI, 2000. Vigone, M., La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità dell’impresa, Milano Pirola, 1995.
Obiettivi formativiIl Corso mira a fornire agli studenti un quadro conoscitivo complessivo dello sviluppo della psicologia del lavoro e e delle organizzazioni, dei concetti essenziali per comprendere le varie relazioni di interdipendenza tra l’individuo, storicamente situato, il compito lavorativo e il particolare contesto sociale dell’organizzazione di lavoro. La seconda parte del Corso è diretta ad approfondire gli aspetti peculiari della psicologia del lavoro e della sicurezza lavorativa
PrerequisitiConoscenza e capacità di comprensione (knowledge and understanding) riguardanti: - le teorie esplicative della psicologia del lavoro e delle organizzazioni, e leadership; - le modalità di intervento sull’individuo (ad esempio in termini di promozione e tutela del benessere organizzativo e individuale) e sulle realtà organizzative più ampie; - i processi relativi alla presa di decisione, nelle sue varie forme individuali, interpersonali e sociali; - gli aspetti cognitivi e comunicativi e delle loro influenze sia all'interno dei gruppi/comunità/organizzazioni che sugli individui; - gli aspetti riguardanti: i disturbi psicosociali, il burnout, il mobbing, la gestione dei conflitti e la violenza sul lavoro.
Metodi didatticiPresentazione power point per la parte relativa alle lezioni frontali, suddivisione del lavoro in gruppi per la parte esperienziale.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame sarà effettuato in forma scritta con domande a risposta multipla e a seguire con prova orale. Il voto complessivo sarà comprensivo delle valutazioni ricevute alle prove di gruppo e ai lavoro effettuati nelle eventuali attività scelte dallo studente.

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoScienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche:gestione del personale
CodiceMS0246
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoSUARDI Barbara
DocentiSUARDI Barbara
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiL’approccio strategico alla gestione del personale: dall’equazione di valore alla sostenibilità; La generazione di valore attraverso la gestione delle persone: competenze, atteggiamenti e relazioni e relative leve di azione; Il modello delle competenze: questioni di metodo, metodi di mappatura delle competenze e processi di rilevazione; Cenni alle politiche di ricerca e selezione del mondo del lavoro e discussione delle implicazioni in ambito sanitario; La gestione delle prestazioni del comparto sanitario; Lo sviluppo del personale; Cenni alla politica retributiva e alla gestione delle ricompense in sanità; Cenni alle relazioni sindacali e alla contrattazione collettiva in ambito sanitario; La valutazione dell'efficacia delle politiche del personale; Gli assetti organizzativi per le Direzioni Risorse Umane; L'esternalizzazione (outsourcing) dei servizi del personale; Cenni al cambiamento delle politiche del personale e alla gestione strategica della funzione risorse umane.
Testi di riferimentoNoe, R.A. e altri (2012) “Gestione delle risorse umane”. Seconda edizione. Apogeo, Milano. Selezione di capitoli. Paoletti, F. (2008). Organizzare le funzioni del personale. Franco Angeli, Milano. Selezione di capitoli. Levati, W., Saraò, M. (2003). Psicologia e sviluppo delle risorse umane nelle organizzazioni. Franco Angeli, Milano. Selezione di capitoli. Lavalle, T. (2003) “Dirigere le risorse umane. Il settore infermieristico”. Carocci Faber editore. Altri materiali didattici (slide, casi, esercitazioni) distribuiti nel corso delle lezioni e resi disponibili attraverso la piattaforma DIR. Bibliografia di approfondimento: Auteri, E. (2004) “Management delle risorse umane. Fondamenti Professionali”. Quarta edizione. Guerini e Associati editore. Vanzetta, M. Vallicella, F. Caldana, P. (2008) “La gestione delle risorse umane. Strumenti operativi per le professioni sanitarie”. McGraw-Hill. Pellicioli, I. (2007) “La valutazione della dirigenza del servizio sanitario nazionale” Franco Angeli–
Obiettivi formativiLo studente conoscerà e discuterà: - le politiche di gestione e sviluppo del personale nelle aziende sanitarie; - le procedure operative di gestione delle risorse del Comparto sanitario; - la valutazione del personale sanitario.
PrerequisitiLo studente conoscerà le diverse configurazioni del processo di gestione strategica delle risorse umane nel comparto sanità e svilupperà abilità nell’applicazione del modello delle competenze per la gestione delle risorse umane.
Metodi didatticiLezione frontale, lezione partecipata e lavoro a piccoli gruppi per l’elaborazione di una ricerca bibliografica in ambito organizzativo inerente gli argomenti trattati.
Modalità di verifica dell'apprendimentoQuiz a risposta multipla, un quiz per ora di lezione, una sola risposta corretta su cinque item. Tempo a disposizione: 1 minuto per domanda.

Chiudi scheda insegnamento

InsegnamentoLa formazione nelle professioni sanitarie
CodiceMS0283
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoMONTANI Doriana
CFU8
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoitaliano
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0174 Didattica e pedagogia applicata M-PED/03 - DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE SUARDI Barbara
MS0098 Pedagogia generale M-PED/01 - PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE MARANGON Debora
MS0227 Pedagogia sperimentale M-PED/04 - PEDAGOGIA SPERIMENTALE GALLIONE Chiara
MS0105 Scienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE MONTANI Doriana

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoDidattica e pedagogia applicata
CodiceMS0174
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiSUARDI Barbara
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)M-PED/03 - DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti1. La didattica: natura, struttura, criticità. Problematicismo ed efficacia della didattica. Dimensioni della didattica ed expertise. 2. Modelli e teorie dell’apprendimento e dell’istruzione applicabili alle PPSS. 3. La dimensione strutturale: i dispositivi formativi. Dispositivi didattici, progettuali, attuativi e valutativi impiegabili nelle professioni sanitarie 4. La dimensione negoziale: aspetti comunicativi, cognitivi e gestionali. Il management d'aula: aspetti, problemi e strategie della didattica applicata alle professioni sanitarie. 5. La dimensione metodologica e conoscitiva. Il circuito azione-riflessione . Conoscenze acquisite “sul campo". L'e-learning e la didattica blended 6. Conoscenze “di secondo livello": protocolli d’analisi e criteri di validazione. Criteri di affidabilità-qualità della ricerca (Aspetti generali e cenni).
Testi di riferimentoTesto di riferimento - Bonaiuti G., Calvani A., Ranieri M. (2007), Fondamenti di didattica. Teoria e prassi dei dispositivi formativi. Roma: Carocci - J.J. Guilbert (2002), Guida pedagogica per il personale sanitario. 4^ ed. Edizione off-set n.35, OMS Testi di approfondimento: - Santilli R. (2010), Modelli didattici. Padova: Libreriauniversitaria.it edizioni - AA.VV. (2009), Apprendimento clinico, riflessività e tutorato. Napoli: Edises. - Castellucci A. et al. (1997), Viaggi Guidati. Il tirocinio e il processo tutoriale nelle professioni sociali e sanitarie. Milano: FrancoAngeli - Kanizsa S. (2007), Il lavoro educativo. L’importanza della relazione nel processo di insegnamento-apprendimento. Milano: Bruno Mondadori - Mariani A.M e Santerini M. (2002), Educazione adulta. Manuale per una formazione permanente. Milano: Unicopli - Fontana A. (2004), Vivere in apprendimento nelle organizzazioni. Milano: Le Monnier Università - SIPeM a cura di Vettore L. (2011), L’educazione continua in medicina. Torino: Espress edizioni - SIPeM Delvecchio G. (2011), Formazione in ospedale. Torino: Espress edizioni - SIPeM a cura di Consorti F. (2011), Didattica Pratica e Professionalizzante. Torino: Espress edizioni - Mortari L. (2003), Apprendere dall’esperienza. Il pensare riflessivo nella formazione. Roma: Carocci - Garrino L. (2010), La medicina narrativa nei luoghi di formazione e cura. Mialno: Edi-ermes, Centro Scientifico Editore - Ferri P. (2005), E-Learning. Didattica, comunicazione e tecnologie digitali. Milano: Le Monnier Università - Landriscina F. (2011), La Simulazione nell'apprendimento. Quando e come avvalersene. Trento: Erickson. - Cattaneo A., Rivoltella P.C. (2010), Tecnologie, formazione, professioni. Idee e tecniche per l'innovazione,. Milano: Unicopli. Trevisani D. (2009), Il potenziale umano. Metodi e tecniche di coaching e training per lo sviluppo delle performance. Milano: Franco Angeli
Obiettivi formativiAl termine del modulo lo studente apprenderà: - i concetti fondamentali relativi alla didattica applicata - teorie e modelli dell’apprendimento impiegabili nella didattica delle professioni sanitarie. In particolare, lo studente acquisirà abilità circa l’utilizzo nella progettazione di: - dispositivi didattici e i metodi di scelta delle strategie; - dispositivi attuativi; - dispositivi di valutazione. Lo studente acquisirà conoscenze circa: - management della didattica di base e post base per le professioni sanitarie; - metodologie di analisi e interpretazione del fabbisogno formativo degli adulti; - tecniche di coaching e mentoring. - formazione esperienziale e lifelong learning; - formazione universitaria, post base e sul campo.
PrerequisitiConoscenze relative all'organizzazione in area sanitaria e in ambito di gestione delle risorse umane.
Metodi didatticiLezioni partecipate e confronto/dibattito orientate alla valorizzazione dell'esperienza dello studente. Lavoro a piccoli gruppi su piattaforma Learning Management System.
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame finale: prova scritta con domande a risposta multipla. Il voto sarà ottenuto dalla media dei voti degli insegnamenti afferenti al corso integrato.

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoPedagogia generale
CodiceMS0098
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiMARANGON Debora
CFU3
Ore di lezione36
Ore di studio individuale39
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)M-PED/01 - PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIntroduzione alla Pedagogia: il concetto di Pedagogia Modelli scientifici e metafore: cenni storici ed Autori di riferimento I soggetti dell'educazione Educazione intenzionale/consapevole La relazione educativa: l'educazione nell'ambito della relazione d'aiuto L'apprendimento e i modelli di apprendimento Il ciclo di apprendimento e l'apprendimento nell'adulto Il ruolo del corpo nell'apprendimento. Gli Autori significativi: teoria e cenni da testi monografici.
Testi di riferimentoM. Knowles. Come l'adulto impara - Andragogia e sviluppo della persona. FrancoAngeli
Obiettivi formativiIl Corso si propone di introdurre gli studenti alla disciplina, individuando gli elementi fondanti dell’apprendimento nel ciclo di vita e dell’apprendimento nell’adulto. Verranno forniti elementi teorici e storici di base. I concetti della Pedagogia dovranno essere inseriti e declinati in modo specifico nell’ambito della educazione-formazione alla Relazione d’aiuto
PrerequisitiNozioni di base della Pedagogia. i Concetti di apprendimento, apprendimento consapevole, relazione d’aiuto e relazione educativa nell’ottica del “saper essere” della professione.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point Potranno essere presentati alcuni brevi filmati ed esemplificazioni di casi e situazioni formative; verranno approfondite con il supporto del docente le modalità didattiche delle discipline. Agli studenti verrà fornita copia delle slide.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla.

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoPedagogia sperimentale
CodiceMS0227
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGALLIONE Chiara
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)M-PED/04 - PEDAGOGIA SPERIMENTALE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiLa ricerca quali-quantitativa, applicata all’ambito delle scienze umane. Lo studente, al termine del Corso, acquisirà conoscenze relative alla metodologia della ricerca applicata in ambito pedagogico e al critical appraisal della letteratura nel campo delle scienze sociali e pedagogiche.
Testi di riferimentoBibliografia di riferimento • Metodologia della ricerca psicosociale, Cardano M, Ortalda F, UTET Università, 2016 Benvenuto G, Stili e metodi della ricerca educativa, Carocci editore, Roma, 2015 • Silverman D, Come fare ricerca qualitativa, Una guida pratica, Carocci editore, 5° ristampa, Roma, 2010 • Paoletti G, Introduzione alla pedagogia sperimentale, Carocci editore, 2009, Roma • Articoli scientifici in lingua originale Bibliografia consigliata • Trinchero R, Manuale di ricerca educativa, Franco Angeli Editore, Milano, 2002 • Fain JA, La ricerca Infermieristica, Leggerla, Comprenderla, Applicarla, McGraw- Hill, Milano, 2004 • Lanzetti C, Lombi L, Marzulli M. Metodi qualitativi e quantitativi per la ricerca sociale in sanità. Franco Angeli editore, Milano, 2008
Obiettivi formativia) acquisire conoscenze relative agli elementi essenziali che caratterizzano il dibattito sulla specificità e affidabilità delle scienze sociali b) illustrare le principali alternative di impostazione di un'indagine (disegno della ricerca) sulla base delle ipotesi iniziali e degli approcci teorici alternativi a disposizione (quali-quantitativo) c) comprendere e illustrare l’utilizzo corretto dei risultati di ricerca in vari campi delle scienze sociali e in particolar modo nelle professioni sanitarie
PrerequisitiConoscenza degli elementi chiave di Metodologia della Ricerca ed EBP, possesso di un livello intermedio di Inglese Scientifico
Metodi didatticiLezione plenaria interattiva Lavori di gruppo (lettura-interpretazione articoli in lingua inglese)
Modalità di verifica dell'apprendimentoTest con domande a scelta multipla (una per ogni ora di lezione).
Programma esteso• L’oggetto delle scienze sociali e le relative determinazioni storiche o L’ideale positivistico di scienza (cenni) o Crisi della scienza moderna e dibattito epistemologico contemporaneo (cenni) • La ricerca quantitativa e qualitativa: un confronto • Disegni di studio Qualitativi o La ricerca Etnografica ed etno-infermieristica o La fenomenologia (descrittiva e interpretativa) o La Grounded Theory o La ricerca storica (cenni) o Studio di caso o Analisi narrativa • Tecniche di rilevazione del dato a diverso grado di strutturazione o Questionario o Intervista o Osservazione o Analisi dei documenti o Tecniche di rilevazione sociometrica o Tecniche di rilevazione di conoscenze e abilità o Test attitudinali e di personalità o Focus group o Narrazione autobiografica • Il disegno di ricerca quantitativo e l’EBP in campo Pedagogico e delle Scienze Umane • Revisioni della letteratura: qualitative-quantitative Ricerca a metodi misti (cenni)

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoScienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche
CodiceMS0105
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoMONTANI Doriana
DocentiMONTANI Doriana
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoItaliano
ContenutiL'articolazione del corso prevede lo sviluppo dei seguenti approfondimenti: - La Clinical Governance - La qualità in sanità: elementi definitori e quadro normativo di riferimento - I metodi di valutazione della qualità a confronto - Criterio, standard e indicatore - L’Evidence-based practice - Gli strumenti di valutazione della qualità: metodologia di elaborazione - Gestione dei flussi informativi di Risk Assessment - Sistemi informatici per la gestione dei flussi di Risk Assessment
Testi di riferimento- Malinverno E. (2013). La qualità in sanità: metodi e strumenti di clinical governance. Roma:Carocci Faber. - Fontana F (2005). Clinical Governance: una prospettiva organizzativa e gestionale. Milano: Franco Angeli.
Obiettivi formativiFar acquisire allo studente competenze avanzate (ambito cognitivo, comportamentale e relazionale) tali da poter applicare i metodi e gli strumenti della Clinical Governance, con particolare attenzione ai processi di Miglioramento Continuo della Qualità in sanità
PrerequisitiLe competenze di ingresso richieste sono: - La conoscenza del quadro normativo di riferimento del SSN - La conoscenza dei principali argomenti Management Sanitario - La capacità di applicare il metodo EBM/EBP
Metodi didattici- Lezione interattiva - Analidi casi con PBL - Esercitazioni individuali e a piccoli gruppi
Altre informazioniStrumenti didattici: - videoproiettore - collegamento internet
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato le conoscenze apprese durante le lezioni e le abilità richieste aL raggiungimento delle competenze previste dal corso.
Programma esteso- Spiegare il significato della Clinical Governance nell’attuale contesto sanitario. - Identificare il nesso esistente tra Clinical Governance, Sistema Qualità e Risk Management. - Descrivere l’Albero della Clinical Governance. - Illustrare le metodologie di approccio alla Valutazione e Miglioramento Continuo della Qualità. - Riconoscere le relazioni esistenti tra i processi di valutazione della qualità e quelli di accreditamento nelle diverse forme e di certificazione. - Spiegare il significato di Criterio, standard e indicatore nelle metodologie di valutazione della qualità. - Enunciare il nesso esistente tra metodi di valutazione della qualità ed Evidence-based Practice. - Descrivere sommariamente i principali strumenti di valutazione della qualità (linee guida, protocolli e procedure assistenziali, audit clinico). - Illustrare come gestire on-line i flussi informativi inerenti la reportistica di gestione del rischio clinico e della qualità.

Chiudi scheda insegnamento

InsegnamentoOrganizzazione in area sanitaria
CodiceMS0056
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoSUARDI Barbara
CFU12
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA
Tipo di valutazioneVoto finale
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0050 DIRITTO AMMINISTRATIVO IUS/10 - DIRITTO AMMINISTRATIVO GIUDICE Lorenzo
MS0051 Diritto sindacale e del lavoro IUS/07 - DIRITTO DEL LAVORO SANTINI Fabrizia
MS0052 Economia aziendale SECS-P/07 - ECONOMIA AZIENDALE VAJO Francesca
MS0053 Organizzazione sanitaria MED/42 - IGIENE GENERALE E APPLICATA PANELLA Massimiliano
MS0054 Scienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche: Analisi delle organizzazioni e aspetti normativi MED/47 - SCIENZE INFERMIERISTICHE OSTETRICO-GINECOLOGICHE PLATA Maria Raffaella
MS0055 Scienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche: gestione dei servizi MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE SUARDI Barbara

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoDIRITTO AMMINISTRATIVO
CodiceMS0050
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGIUDICE Lorenzo
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)IUS/10 - DIRITTO AMMINISTRATIVO
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoC - Affine o integrativo
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoDiritto sindacale e del lavoro
CodiceMS0051
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiSANTINI Fabrizia
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)IUS/07 - DIRITTO DEL LAVORO
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoEconomia aziendale
CodiceMS0052
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiVAJO Francesca
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)SECS-P/07 - ECONOMIA AZIENDALE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoOrganizzazione sanitaria
CodiceMS0053
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiPANELLA Massimiliano
CFU3
Ore di lezione36
Ore di studio individuale39
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/42 - IGIENE GENERALE E APPLICATA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoScienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche: Analisi delle organizzazioni e aspetti normativi
CodiceMS0054
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiPLATA Maria Raffaella
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/47 - SCIENZE INFERMIERISTICHE OSTETRICO-GINECOLOGICHE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoScienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche: gestione dei servizi
CodiceMS0055
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoSUARDI Barbara
DocentiSUARDI Barbara
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale

Chiudi scheda insegnamento

InsegnamentoQualità e risk management nella sanità
CodiceMS0291
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoMALINVERNO Enrico
CFU9
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA
Tipo di valutazioneVoto finale
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MC094 MEDICINA LEGALE MED/43 - MEDICINA LEGALE BASILI Elsa
MS0232 Qualità e Risk Management in Sanità MED/42 - IGIENE GENERALE E APPLICATA PANELLA Massimiliano
MS0105 Scienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE MALINVERNO Enrico
MS0247 Scienze infermieristiche ostetrico- ginecologiche MED/47 - SCIENZE INFERMIERISTICHE OSTETRICO-GINECOLOGICHE POPPA Giuseppina
MS0249 Sociologia dei processi culturali e comunicativi SPS/08 - SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI BULSEI Gian Luigi

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoMEDICINA LEGALE
CodiceMC094
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiBASILI Elsa
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/43 - MEDICINA LEGALE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiResponsabilità professionale
Testi di riferimentoStrumenti di apprendimento di base consigliati per il corso sono gli appunti delle lezioni e il materiale didattico messo a disposizione. E’ consigliato l’utilizzo del seguente materiale per approfondimenti e integrazioni: - Benci L. Aspetti giuridici della professione infermieristica. Mc Graw Hill, VII ed. 2015 - Barbieri G, Pennini A. Le responsabilità dell'infermiere. Dalla normativa alla pratica. Carocci ed. 2015 - Benci L. La prescrizione e somministrazione dei farmaci. Responsabilità giuridica e deontologica. Ebook II ed. 2014 - Rodriguez D, Aprile A. Medicina Legale per infermieri. Carocci ed. 2004 (X ristampa 2015)
Obiettivi formativiIl corso ha i seguenti obietti formativi: - fornire conoscenze aggiornate sulle principali aree di responsabilità professionale - favorire la capacità di utilizzare un'autonoma riflessione sui temi trattati - saper dimostrare da parte dello studente una comprensione critica delle conoscenze acquisite Verranno portati e discussi in gruppo differenti casi giurisprudenziali.
PrerequisitiConoscenza dei principi di base di medicina legale
Metodi didatticiL'insegnamento è interamente svolto mediante lezioni frontali (24 ore)
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si svolge come prova scritta (24 domande a risposta multipla). In sede di esame verranno valutate le conoscenze acquisite dallo studente ed il livello della loro comprensione in relazione al programma dell’insegnamento.
Programma esteso- Inquadramento della colpa professionale e parametri valutativi - Responsabilità di èquipe e responsabilità della struttura sanitaria - Responsabilità per danno erariale - Valutazione del danno alla persona - Consenso informato ai trattamenti sanitari e profili di responsabilità - Aspetti medico legali nell'uso di mezzi di contenzione - Principali profili di responsabilità nella tenuta della documentazione sanitaria - Principali profili di responsabilità negli eventi avversi da farmaci

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoQualità e Risk Management in Sanità
CodiceMS0232
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiPANELLA Massimiliano
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/42 - IGIENE GENERALE E APPLICATA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoItaliano
ContenutiFar acquisire le conoscenze e la capacità di applicare le conoscenze riguardo alle seguenti tematiche: definizione di rischio clinico e definizione di gestione del rischio clinico (Risk Management); definizione, epidemiologia, impatto di eventi avversi, errori e mancati incidenti (near miss); definizione, epidemiologia, impatto degli eventi sentinella; strumenti di definizione del rischio; strumenti di analisi del rischio (Root Cause Analysis e FMEA/FMECA)
Testi di riferimentoAntonino Buscami. Il risk management in sanità. Gestione del rischio, errori, responsabilità professionale e aspetti psicologici. Franco Angeli Editore 2010
Obiettivi formativiAl termine del corso lo studente avrà appreso e saprà utilizzare in modo pratico i principi generali della gestione del rischio clinico (Risk Management), conoscerà le principali tipologie di errori in Sanità studiandone l’epidemiologia e l’impatto e saprà usare le conseguenti metodologie di gestione e riduzione del rischio clinico.
PrerequisitiNessuno
Metodi didatticiLezione frontale interattiva. Presentazioni in formato MS-Power Point, CD-ROM interattivi e siti internet didattici.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato le nozioni di base del Risk management, apprese durante le lezioni e le esercitazioni, in maniera adeguata ad affrontare con efficacia i successivi corsi.
Programma estesoDefinizione di rischio clinico e definizione di gestione del rischio clinico (Risk Management). Definizione, epidemiologia, impatto di eventi avversi, errori e mancati incidenti (near miss). Definizione, epidemiologia, impatto degli eventi sentinella. Strumenti di definizione del rischio. Strumenti di analisi del rischio (Root Cause Analysis e FMEA/FMECA)

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoScienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche
CodiceMS0105
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoMALINVERNO Enrico
DocentiMALINVERNO Enrico
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoScienze infermieristiche ostetrico- ginecologiche
CodiceMS0247
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiPOPPA Giuseppina
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/47 - SCIENZE INFERMIERISTICHE OSTETRICO-GINECOLOGICHE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiL’importanza dei modelli organizzativi ed assistenziali delle aziende ospedaliere Ottimizzazione utilizzo dello staff di assistenza Supporto oggettivo per la programmazione sanitaria Gestione proattiva dell'attività assistenziale Analisi oggettiva basata sull'effettivo bisogno della persona Visione unificata della performance delle unità operative di degenza La logica per processi e la logica dipartimentale
Testi di riferimento• Clinical guidelines and care protocols. J. Hewitt-Taylor. ICCN 2004. 20: 45-52. • Critical thinking for nursing leadership. T. Porter. Nurse leader. 2005: 28-31. • Preparation of nurse leaders in the 21th century workplace. M.K. Flesner. Nurse leader. 2005: 37-40. • Recent JCAHO initiatives. N. Saufl. J. Perian. Nurs. 2004: 105-107.Nurse retention and patient satisfaction. L. Henry. • Nurse leader 2004: 28-32.La retention degli infermieri. C. Calamandrei Management infermieristico 2003: 4-8 • Damiani Gianfranco, Ricciardi Walter, Manuale di programmazione e organizzazione sanitaria, Idelson-Gnocchi, Napoli 2006
Obiettivi formativistudente al termine dell’insegnamento sarà in grado di: • analizzare gli aspetti salienti elementi che caratterizzano e costituiscono i sistemi organizzativi sanitari italiani • identificare le caratteristiche dei principali modelli organizzativi dell’assistenza e i loro vantaggi/svantaggi in rapporto ai criteri di personalizzazione dell’assistenza e di valorizzazione delle competenze professionali • identificare gli elementi costituenti un processo assistenziale ostetrico con particolare riferimento al percorso nascita organizzati per complessità assistenziale • identificare alcuni strumenti operativi che consentano di superare l’organizzazione per specialità verso un’organizzazione per complessità assistenziale evidenziare gli aspetti di contraddizione o di coerenza fra organizzazione per dipartimenti e gestione per processi e intensità di cura nell’ambito della clinical governance
PrerequisitiDefinire cosa si intende in ambito ostetrico” prendersi cura” e “complessità nel percorso nascita” Saper organizzare e gestire sistemi in fase di evoluzione verso organizzazioni organizzate per intensità di cure
Metodi didatticiProblem solving con contributo attivo da parte dei discenti su mandati reali
Modalità di verifica dell'apprendimentoConcordata nell’ambito del corso integrato.

Chiudi scheda insegnamento

Mostra scheda insegnamento padre
InsegnamentoSociologia dei processi culturali e comunicativi
CodiceMS0249
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiBULSEI Gian Luigi
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)SPS/08 - SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiAd una sintetica introduzione dedicata all’esposizione dei concetti base per l’analisi di strutture sociali e processi comunicativi, seguirà un modulo applicativo sul rapporto tra società, salute e malattia e sulla comunicazione dei rischi per l’ambiente e la salute
Testi di riferimentoBulsei G.L. (2009), Il Servizio sanitario nazionale tra decisioni politico-amministrative e pratiche sociali, in Balduzzi R. (a cura di), Trent’anni di Servizio sanitario nazionale. Un confronto interdisciplinare, Il Mulino, Bologna (testo fornito dal docente) Bulsei G.L. (2016), La scienza utile. A proposito del rapporto tra evidenze mediche e decisioni pubbliche (testo fornito dal docente) De Piccoli N. (2014 a cura di), Salute e qualità della vita nella società del benessere, Carocci, Roma (parti indicate a lezione)
Obiettivi formativiMettere gli studenti in grado di utilizzare la “cassetta degli attrezzi” della sociologia per riflettere sul rapporto tra società, salute e malattia, con particolare riferimento agli aspetti culturali e comunicativi
PrerequisitiConoscenze apprese negli altri insegnamenti del corso integrato, da far dialogare con lo “sguardo sociologico”
Metodi didatticilezioni e attività seminariali
Altre informazioniscrivere a gianluigi.bulsei@uniupo.it (il docente riceve su appuntamento)
Modalità di verifica dell'apprendimentoLe lezioni prevedono il diretto e continuo coinvolgimento dei partecipanti nel percorso didattico; la prova finale, nell’ambito dell’esame di corso integrato, consisterà in alcune domande a risposta multipla
Programma estesoUNITA’ DIDATTICHE 1. Salute e sanità: lo sguardo sociologico 2. Il quadro e la cornice: “salute in tutte le politiche” 3. La comunicazione: funzioni e relazioni 4. La comunicazione nei servizi sanitari 5. Pericoli/rischi per l’ambiente e la salute 6. La scienza utile: comunicazione e prevenzione (il caso della popolazione anziana)

Chiudi scheda insegnamento

InsegnamentoTESI
CodiceMS0145
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
CFU5
Ore di studio individuale125
Tipo di insegnamentoAttività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoE - Prova finale e lingua straniera
Anno2
PeriodoAnnuale
SedeNOVARA
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneVoto finale

Chiudi scheda insegnamento

InsegnamentoTirocinio II anno
CodiceMS0118
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoDAL MOLIN Alberto
CFU20
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/45 - SCIENZE INFERMIERISTICHE GENERALI, CLINICHE E PEDIATRICHE
Tipo di insegnamentoAttività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoAnnuale
SedeNOVARA
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiAREA RICERCA: - Differenza tra aggregatore, interfaccia e banca dati - Costruire una search strategy su Medline - Da Medline a Cinahl, Scopus, Embase, The Cochrane Library, PsycInfo - I principali filtri di ricerca - Associare più search strategy all’interno di un unico quesito - La valutazione dei risultati di ricerca nelle banche dati - Il salvataggio dei risultati -Il reperimento di full text e free full text -La stesura del progetto di ricerca e relativi approfondimenti. AREA FORMAZIONE - Analisi e discussione di un progetto formativo proposto dal docente - Individuazione di ambiti in cui realizzare un progetto formativo - Ricerca in letteratura di esperienze formative nell’ambito individuato - Formulazione di obiettivi di apprendimento - Verifica della congruenza tra obiettivi e metodologie didattiche - Formulazione di criteri e indicatori di monitoraggio e valutazione -Scrittura del progetto formativo
Testi di riferimentoAREA RICERCA • Denise F. Polit, Cheryl Tatano Beck – Fondamenti di Ricerca Infermieristica. Ed. Mc Graw Hill, Milano 2014. Edizione Italiana a cura di Alvisa Palese • “La ricerca infermieristica”di A. James, A. Fain. Ed. McGraw Hill, Milano, 2004; • “Teoria e Tecnica Psicometrica. Costruire un test psicologico” di C. Chiorri. McGraw-Hill. Milano. 2011 • “Evidence-Based Clinical Practice La pratica clinico-assistenziale basata su prove di efficacia 2/ed” di Paolo Chiari, Daniela Mosci, Enrico Naldi, Centro Studi EBN. McGraw Hill, 2011; • “Introduzione alla Ricerca Infermieristica – I fondamenti teorici e gli elementi di base per comprenderla nella realtà italiana” di Cecilia Sironi. Casa editrice Ambrosiana, 2010; • “Metodologia della ricerca infermieristica – Edizione Quinta” di Geri LoBiondo-Wood, Judith Haber. McGraw Hill, Milano, 2002 • “Evidence – Based Nursing – A guide to Clinical Practice” di DiCenso. Ed. Elsevier Mosby, 2005 • “La ricerca bibliografica” di E.Vellone - M.Sciuto. Ed. McGraw-Hill, Milano, 2001; AREA FORMAZIONE S. Maioli, M.P. Mostarda “La formazione continua nelle organizzazioni sanitarie” McGrawHill (2008)
Obiettivi formativiAREA RICERCA Al termine del modulo lo studente comprenderà il significato e sarà in grado di: - Costruire un quesito di ricerca strutturato secondo il framework PICO all’interno delle principali banche dati a carattere biomedico. - Identificare le parole chiave all’interno del thesaurus delle principali banche dati a carattere biomedico. - Costruire search strategy che rispondano al quesito di ricerca includendo termini Mesh, sinonimi e termini liberi. - Adeguare le search strategy a seconda delle peculiarità delle diverse banche dati. - Utilizzare i filtri indicati dal tipo di ricerca da applicare all’interno di ogni banca dati. - Strutturare metodologicamente un progetto di ricerca che comprenda: razionale, obiettivo, metodi, risultati e conclusioni; - Realizzare e documentare una revisione bibliografica. AREA FORMAZIONE Al termine del modulo lo studente comprenderà il significato e sarà in grado di: - Attuare il processo di individuazione del fabbisogno formativo - Formulare obiettivi, programmare attività ed individuare i risultati attesi di un intervento formativo - Definire e descrivere la strategia di approccio dell’azione progettuale - Identificare criteri e indicatori di monitoraggio e valutazione - Stendere un documento progettuale in ambito formativo
PrerequisitiAREA RICERCA Per affrontare efficacemente il modulo lo studente deve possedere le seguenti conoscenze ed abilità: - Le principali banche dati a carattere biomedico: quali sono e contenuti di settore principali -Metodologia della ricerca di base ed applicata (tipologie di studi, modalità di costruzione di quesiti di ricerca, interpretazione di risultati, valutazione qualitativa degli studi in analisi) -Discreto/buon livello di inglese scientifico AREA FORMAZIONE Per affrontare efficacemente il modulo lo studente deve possedere le seguenti conoscenze ed abilità: - Strumenti e metodi di rilevazione del fabbisogno formativo - Formulazione di obiettivi generali e specifici - Metodologia della didattica: didattica attiva, tutoriale, tradizionale,.
Metodi didatticiPresentazione slides in Power Point, lavori di gruppo e confronto, anche individuale, tra discente e docente.
Modalità di verifica dell'apprendimentoLa verifica finale sia del modulo di ricerca sia del modulo di formazione avviene al termine del periodo di tirocinio e consiste nella valutazione strutturata del progetto (Scheda di valutazione presentata agli studenti i primi giorni di lezione) e nella stesura di una relazione di apprendimento che consente allo studente di analizzare i processi meta cognitivi del proprio apprendimento. Il progetto di ricerca potrà riguardare: - una revisione di letteratura; - un protocollo di ricerca. Il progetto dell'area della formazione deve essere strutturato in relazione all’ipotetico fruitore: - Università, finalizzato quindi all’apprendimento dello studente che frequenta una laurea triennale - Aziende Sanitarie, finalizzato all’apprendimento/aggiornamento del professionista Il modulo di tirocinio (sia di ricerca sia di formazione) attribuisce una valutazione formativa (Idoneo/non idoneo) che è propedeutica alla partecipazione all’esame di tirocinio del secondo anno in cui lo studente è tenuto a presentare e discutere il progetto dell’area della ricerca o del management o della formazione. La presentazione dovrà avvenire con power point. In itinere lo studente avrà la possibilità di discutere con il docente eventuali problemi o difficoltà

Chiudi scheda insegnamento

InsegnamentoUlteriori attività formative
CodiceMS0120
Anno Accademico2017/2018
Anno regolamento2016/2017
Corso di studio1806 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E OSTETRICHE
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiBERVIGNOLI Daniela
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Tipo di insegnamentoAttività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoF - Stage e altre attività formative
Anno2
PeriodoAnnuale
SedeNOVARA
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiApprofondimento sul percorso di tesi
Testi di riferimentoCome si fa una tesi di laurea" di Umberto Eco. Tascabili Bompian. Milano. 2010 - “Teoria e Tecnica Psicometrica. Costruire un test psicologico” di C. Chiorri. McGraw-Hill. Milano. 2011 - “Introduzione alla Ricerca Infermieristica – I fondamenti teorici e gli elementi di base per comprenderla nella realtà italiana” di Cecilia Sironi. Casa editrice Ambrosiana, 2010; - “Evidence – Based Nursing – A guide to Clinical Practice” di DiCenso. Ed. Elsevier Mosby, 2005
Obiettivi formativiLo studente al termine del corso sarà in grado di definire un quesito di ricerca e definire le parti fondamentali di una tesi di laurea
Prerequisiticonoscenze di ricerca
Metodi didatticilavori di gruppo e incontri individuali con i singoli studenti
Modalità di verifica dell'apprendimentoverrà richiesta la presentazione di un progetto di tesi.
Programma estesoil programma sarà modulato a secondo delle esigenze degli studenti. In generale riguarderà: il quesito di ricerca; le tesi di revisione; le tesi di ricerca. L'attività didattica è svolta con lavori di gruppo e incontrando i singoli studenti.

Chiudi scheda insegnamento

Dati aggiornati al: 17/08/2017, 18:05