Laurea in Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di fisioterapista)

Didattica erogata

Stampa guida
Stampa
Anno Codice Insegnamento Docenti Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Curriculum Sede CFU
1 MS0123 Basi molecolari delle malattie CARINI Rita, AZZIMONTI Barbara, CHIOCCHETTI Annalisa MED/07, MED/04 Tutti 6
1 MS0082 Inglese scientifico DESTRO Anna Maria L-LIN/12 Tutti 3
1 MS0007 Metodologia generale della riabilitazione RENO' Filippo, RICUPERO Cristina Rosa, GIACHINO Corrado, NARDONE Antonio, DI CONCILIO Ersilia, AGOSTA Giovanni BIO/16, MED/34, MED/48 Tutti NOVARA, FOSSANO 8
1 MS0062 Morfologia e Funzione del corpo umano RENO' Filippo, DI CONCILIO Ersilia, FORNARA Patrizia, MOLINARI Claudio Giuseppe, FOLLENZI Antonia BIO/16, MED/48, BIO/09, BIO/17 Tutti NOVARA, FOSSANO 11
1 MS0138 Scienze Fisiche e Statistiche RUSPA Marta, GUIDO Andrea, ABELLI Gianfranco FIS/07, INF/01, MED/01 Tutti 6
1 MS0136 Scienze biomediche D'ALFONSO Sandra, COTELLA Diego, BALDANZI Gianluca BIO/13, MED/03, BIO/10 Tutti NOVARA, FOSSANO 6
1 MS0117 Tirocinio I anno DI CONCILIO Ersilia MED/48 Tutti 10
2 MS0427 Clinica neurologica CANTELLO Roberto, ZEME Sergio Mario Giovanni, COMI Cristoforo, MAZZINI Letizia MED/27, MED/26 Tutti 6
2 MS0284 Medicina generale e specialistica ALABISO Oscar, FRESU Luigia Grazia, DUGNANI Maurizio, BURLONE Michela Emma, ZEPPEGNO Patrizia, VALORIO Patrizia, PIOBALBO Fulvia BIO/14, MED/09, MED/06, MED/25, M-PSI/01 Tutti NOVARA, FOSSANO 8
2 MS0288 Patologia dell'apparato locomotore e Terapie fisiche CISARI Carlo, PIRISI Mario, GRASSI Federico Alberto MED/16, MED/34, MED/33 Tutti 6
2 MS0425 Riabilitazione Neurologica NARDONE Antonio, ZACCALA Massimo, LAMBERTI Gianfranco, FRANZON Elisa, GIRAUDO Elena MED/34, MED/50 Tutti NOVARA, FOSSANO 5
2 MS0426 Riabilitazione neurologica e ortopedica SARTORIO Francesco, ALBIZZATI Erica, SARTORE Barbara, MARENGO Massimo, GARRE` Olga, CORTI Elisabetta MED/48 Tutti NOVARA, FOSSANO 6
2 MS0118 Tirocinio II anno DI CONCILIO Ersilia MED/48 Tutti 22
3 MC117 ADO NN Tutti 6
3 MS0372 Clinica e Riabilitazione specialistica DE LUCA Giuseppe, MARINO Paolo, RENA Ottavio, MUSIARI Ferruccio, MASSARA Maurilio, BIGINELLI Carlo, BALLONI Galliano, GOSSO Marialuisa, TEMPORELLI Daniele, MARENGO Massimo MED/11, MED/10, MED/34, MED/48 Tutti NOVARA, FOSSANO 8
3 MS0373 Età evolutiva MAIURI Luigi, ROSSI Giovanni, SCHIFFER Riccardo, STANGALINO Maurizio, SERINO Domenico, CARPANESE Gabriella MED/34, MED/39, MED/38, MED/48 Tutti NOVARA, FOSSANO 6
3 MS0086 LABORATORI PROFESSIONALI SARTORE Barbara, FORNARA Patrizia MED/48 Tutti 3
3 MS0379 Medicina legale e Bioetica DESTRO Anna Maria, ZULIAN Gianfranco, STECCO Alessandro, PRIOTTO Roberto, CANCELLIERE Francesco, MELI Massimiliano, CENTONZE Anna Adriana, TODARO Maria Assunta M-FIL/02, MED/36, MED/43, MED/44, SPS/07 Tutti NOVARA, FOSSANO 5
3 MS0144 PROVA FINALE PROFIN_S Tutti 6
3 MS0395 Riabilitazione del piano perineale-Sessuologia clinica VOLPE Alessandro, GIANA Michele, NATALE Giovanna, LAMBERTI Gianfranco, PALMISANO Maddalena, FERRARIS Sonia MED/40, MED/34, MED/48, MED/24 Tutti NOVARA, FOSSANO 5
3 MS0397 Scienze dell'organizzazione e del management PANELLA Massimiliano, GIUDICE Lorenzo, PEANO Martina, CASSISSA Gianfranco, GUIDO Andrea, CARENA Pinuccia IUS/10, SECS-P/07, MED/42, ING-INF/05 Tutti NOVARA, FOSSANO 5
3 MS0119 Tirocinio III anno DI CONCILIO Ersilia MED/48 Tutti 22
3 MS0120 Ulteriori attività formative NN Tutti 6
Stampa
InsegnamentoBasi molecolari delle malattie
CodiceMS0123
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoCARINI Rita
DocentiAZZIMONTI Barbara, CHIOCCHETTI Annalisa, CARINI Rita
CFU6
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0093 Microbiologia generale MED/07 - MICROBIOLOGIA E MICROBIOLOGIA CLINICA AZZIMONTI Barbara
MS0070 Fondamenti di immunologia MED/04 - PATOLOGIA GENERALE CHIOCCHETTI Annalisa
BT044 PATOLOGIA GENERALE MED/04 - PATOLOGIA GENERALE CARINI Rita
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMicrobiologia generale
CodiceMS0093
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiAZZIMONTI Barbara
CFU2
Ore di lezione20
Ore di studio individuale30
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/07 - MICROBIOLOGIA E MICROBIOLOGIA CLINICA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoitaliano
ContenutiBATTERIOLOGIA GENERALE. La cellula batterica: struttura e funzioni essenziali. Gram negativi e Gram positivi. La spora batterica. Coltivazione dei batteri: crescita e sviluppo delle popolazioni batteriche. Elementi di genetica batterica: mutazioni e meccanismi di ricombinazione genetica. Principi di patogenecità e virulenza. Le tossine batteriche: esotossine ed endotossine. Modalità d’azione dei principali farmaci antibatterici. Resistenza ai chemioterapici ed agli antibiotici. BATTERIOLOGIA SPECIALE. Stafilococchi, Streptococchi e Pneumococchi, Neisserie, Bacilli sporigeni aerobi Gram positivi, Enterobatteri (generi Escherichia e Salmonella), Pseudomonas Vibrioni, Spirilli, Campilobatteri ed Elicobatteri, Emofili, Clostridi, Micobatteri. VIROLOGIA GENERALE. Natura, metodi di studio e classificazione dei virus. Composizione ed architettura della particella virale. Coltivazione e titolazione dei virus. Rapporti virus-cellula. Moltiplicazione dei virus: strategie di replicazione. Rapporti virus-ospite: infezioni acute, persistenti, latenti, lente. Trasformazione cellulare da virus: virus oncogeni. Meccanismi patogenetici nelle infezioni virali. Cenni di immunoprofilassi e chemioterapia antivirale. Principi di diagnostica virologica. VIROLOGIA SPECIALE. Adenovirus, Coronavirus, Flavivirus, Hepadnavirus ed altri virus causa di epatiti, Herpesvirus. Orthomyxovirus, Paramyxovirus, Papovavirus, Parvovirus, Picornavirus, Retrovirus, Togavirus, Rotavirus. MICETI e PROTOZOI. Generalità sui miceti di importanza medica. Candida albicans. Caratteri generali dei protozoi patogeni per l’uomo. Giardia intestinalis, Trichomonas vaginalis, Entamoeba histolytica, i Plasmodi della malaria, Toxoplasma gondii.
Testi di riferimentoTesti consigliati: 1. Eudes Lanciotti, Introduzione alla Microbiologia, Terza Edizione, Zanichelli Editore - Bologna. 2. G. Marchiaro, A. Goglio, A. Grigis, Elementi di Microbiologia Clinica, 2° edizione illustrata, Edizioni Sorbona - Milano. 3. Quick Review, Microbiologia per le Professioni Sanitarie; D. Lembo, M. Donalisio, S. Landolfo, EdiSES
Obiettivi formativiCostruire un modello mentale che permetta di acquisire per tutti i microrganismi di interesse medico le principali caratteristiche morfologiche, strutturali, biochimiche e di patogenicità necessarie per comprendere il meccanismo dell’azione patogena e le tecniche di identificazione a scopo diagnostico più correntemente impiegate nel laboratorio di microbiologia.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di Biologia generale.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point. Le presentazioni sono pubblicate sul sito web dell’Univeristà del Piemonte Orientale, nelle pagine dedicate agli studenti. Videoproiettore e computer con collegamento Internet in dotazione all’aula.
Altre informazioninon previste
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame comprende una prova scritta con domande a scelta multipla inerenti gli argomenti di Microbiologia trattati a lezione
Insegnamento mutuato daTecniche di laboratorio biomedico (abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di laboratorio biomedico) (1849) - MS0093 Microbiologia generale - NOVARA
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoFondamenti di immunologia
CodiceMS0070
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCHIOCCHETTI Annalisa
CFU1
Ore di lezione10
Ore di studio individuale15
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/04 - PATOLOGIA GENERALE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoitaliano
ContenutiIl sistema immunitario: immunità innata e acquisita; componenti cellulari e umorali; organi linfatici primari e secondari I linfociti B e le immunoglobuline: struttura, ricombinazione genica, switch isotipico I linfociti T e il loro recettore: struttura e ricombinazione genica; maturazione e selezione timica Il complesso maggiore di istocompatibilità: processazione e presentazione dell’antigene Immunopatologia: le ipersensibilità di I, II, III e IV tipo; le malattie autoimmuni; le immunodeficienze; il rigetto dei trapianti
Testi di riferimentoDel Gobbo, Immunologia e Immunopatologia, Piccin Kuby, Immunologia, UTET
Obiettivi formativiIl corso ha l'obiettivo di fornire i principi fondamentali che regolano il sistema immunitario. Si compone sostanzialmente di due parti: una prima che descrive l’immunologia di base e permette quindi allo studente di apprendere quali sono le cellule e gli organi che compongono il sistema immunitario, nonché i processi di base del riconoscimento dei patogeni; una seconda parte di immunopatologia in cui vengono descritte le principali malattie che originano da difetti del sistema immunitario. Il corso ha l'obiettivo di fornire i principi fondamentali che regolano il sistema immunitario. Si compone sostanzialmente di due parti: una prima che descrive l’immunologia di base e permette quindi allo studente di apprendere quali sono le cellule e gli organi che compongono il sistema immunitario, nonché i processi di base del riconoscimento dei patogeni; una seconda parte di immunopatologia in cui vengono descritte le principali malattie che originano da difetti del sistema immunitario.
PrerequisitiLo studente deve conoscere la struttura della cellula eucariotica nonché alcuni processi di base di biologia cellulare quali la duplicazione del DNA, il processo di splicing, la sintesi e la degradazione delle proteine
Metodi didatticiLo studente deve conoscere la struttura della cellula eucariotica nonché alcuni processi di base di biologia cellulare quali la duplicazione del DNA, il processo di splicing, la sintesi e la degradazione delle proteine
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla, distribuite sull’intero programma svolto.
Insegnamento mutuato daTecniche di laboratorio biomedico (abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di laboratorio biomedico) (1849) - MS0070 Fondamenti di immunologia - NOVARA
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoPATOLOGIA GENERALE
CodiceBT044
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCARINI Rita
CFU3
Ore di lezione30
Ore di studio individuale45
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/04 - PATOLOGIA GENERALE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoitaliano
ContenutiINTRODUZIONE ALLA PATOLOGIA GENERALE; lo stato di salute, il concetto di eziologia, il concetto di patogenesi, lo stato di malattia. LE BASI GENETICHE DI MALATTIA Generalità sulle mutazioni genetiche e loro cause. Esempi di malattie genetiche: l’anemia falciforme e le alterazioni del trasporto o metabolismo di aminoacidi: malattia di Hartnup, fenilalaninemie, albinismo. AGENTI FISICI COME CAUSA DI MALATTIA: generalità sulle patologie da trasferimento di energia meccanica, termica, elettrica. Effetti delle radiazioni ionizzanti (a livello molecolare, cellulare e sovracellulare) ed effetti delle radiazioni eccitanti. AGENTI CHIMICI COME CAUSA DI MALATTIA: le vie di assorbimento e di eliminazione (le reazioni di biotrasformazione: di fase 1, dipendenti dal sistema del citocromo P450 e di fase 2; effetti lesivi di metaboliti reattivi prodotti durante al biotrasformazione), tossicità da agenti chimici. Il danno indotto dai radicali liberi: meccanismi di produzione, fattori protettivi e danno cellulare. AGENTI BIOLOGICI COME CAUSA DI MALATTIA: Generalità sui meccanismi di danno e di difesa dalle infezioni virali e batteriche. MODIFICAZIONI TESSUTALI IN RISPOSTA A STIMOLI PATOLOGICI CRONICI ED ACUTI: ipertrofia, iperplasia, ipotrofia, atrofia, metaplasia; danno cellulare reversibile. Il danno cellulare irreversibile: la morte cellulare per necrosi e per apoptosi. IL PROCESSO INFIAMMATORIO: cellule coinvolte nell’ infiammazione e loro funzioni (monociti, macrofagi, granulociti neutrofili, basofili, mastociti, cellule endoteliali, piastrine) i mediatori solubili dell’ infiammazione (istamina, serotonina, metaboliti acido arachidonico, proteasi plasmatiche, citochine: interleuchina 1,6 [IL-1 e IL-6], fattore di necrosi tumorale alfa [TNFalfa], fattore di crescita trasformante-beta [TGFbeta], metaboliti batterici); alterazione del tono e della permeabilità vascolare durante l’ infiammazione (formazione essudato); attività delle cellule fagocitarie nell’ infiammazione (adesione, diapedesi, chemiotassi, fagocitosi, meccanismi di uccisione dei batteri); istoflogosi; effetti sistemici dell’ infiammazione. IL PROCESSO DI RIPARAZIONE: la rigenerazione (potenzialità proliferative tessuto, fattori di crescita: fattore di crescita epidermico [EGF], trasformante [TGFbeta], simil-insulinico [IGF], di derivazione piastrinica [PDGF], dei fibroblasti [FGF], interazioni con matrice ed altre cellule) la sostituzione con tessuto connettivo e l’ angiogenesi. La riparazione delle ferite. LA CRESCITA NEOPLASTICA : caratteristiche generali delle neoplasie (cenni sull’ incidenza, mortalità e sopravvivenza; classificazione dei tumori e nomenclatura); concetti di iperplasia, neoplasia, anaplasia e displasia. Oncogeni virali e cellulari, geni oncosoppressori. Il fenotipo neoplastico: eterogeneità fenotipica e instabilità genomica. Iniziazione, promozione del processo neoplastico (cancerogenesi a tappe o cancerogenesi come processo continuo). La progressione del processo neoplastico (latenza neoplastica, invasività neoplastica, le metastasi.
Testi di riferimentoPatologia Generale per Corsi di Diploma Unversitario G.Pontieri (Ed. Piccin) Istituzioni di Patologia Generale. M.U. Dianzani (ed. UTET) La Professione del Medico vol.3, (ed UTET)
Obiettivi formativiIl modulo di PATOLOGIA GENERALE fa parte del Corso Integrato di BASI MOLECOLARI DELLE MALATTIE (Biochimica, Patologia Generale ed Immunologia) di cui la prof. Carini è Coordinatrice. Il Corso Integrato prevede l’acquisizione degli elementi fondamentali di Chimica e Biochimica cellulare che, unendosi alle conoscenze di Biologia, Genetica e Biochimica acquisite nel primo semestre, costituisce la base per l’apprendimento degli effetti, a livello cellulare e tessutale, di agenti esogeni ed endogeni di malattia (danno cellulare e trasformazione neoplastica) e delle reazioni di difesa aspecifica (infiammazione) e specifica (sistema immunitario). L’ obiettivo specifico del corso di PATOLOGIA GENERALE è la comprensione delle cause (eziologia) e dei meccanismi (patogenesi) fondamentali, responsabili della alterazione dello stato di salute. A tal fine verranno esaminati gli effetti, a livello molecolare, cellulare e sovracellulare, di agenti patogeni endogeni (malattie genetiche e tumori) ed esogeni (cause fisiche, chimiche e biologiche di malattia). Verranno poi studiate, a livello cellulare e tessutale, le conseguenze lesive della stimolazione cronica ed acuta con agenti patogeni (degenerazioni, danno cellulare reversibile e irreversibile, morte cellulare per necrosi od apoptosi). Verrà quindi descritta la reazione locale e sistemica al danno tessutale tramite l’ esame approfondito del processo infiammatorio e della conseguente riparazione tessutale. Il corso di PATOLOGIA GENERALE svolto per le LAUREE BREVI DI AREA INFERMIERISTICA, all’interno del Programma Generale sotto riportato, privilegia l’approfondimento delle implicazioni cliniche delle diverse condizioni patologiche esaminate. Il corso di PATOLOGIA GENERALE svolto per le LAUREE BREVI DI AREA TECNICA , all’interno del Programma Generale sotto riportato, privilegia l’approfondimento dei meccanismi molecolari delle diverse condizioni patologiche esaminate.
PrerequisitiLo studente deve dimostrare l’apprendimento dei fondamentali meccanismi e cause di malattie descritte nel corso, oltre a dimostrare la conoscenza degli aspetti fondamentali dell’attivazione e sviluppo del processo infiammatorio e della produzione del danno cellulare.
Metodi didatticiVideoproiettore e computer con collegamento in Tele-Didattica in dotazione all'aula. Possibilità di interazione continua voce/video con gli studenti delle aule collegate sia in sede a Novara sia nelle sedi distaccate. Presentazioni in formato MS-Power Point, Sito internet didattico da cui è possibile scaricare tutte le presentazioni delle diverse lezioni. Stampa e produzione delle copie cartacee dei compiti e delle risposte utilizzate nelle sessioni di esame (circa 1000 pagine per ognuna delle 4 sessioni).
Altre informazioniNel Corso Integrato non sono previste esercitazioni . Nel Corso Integrato non sono previste attività a scelta dello studente .
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame prevede una prova scritta con domande a risposta multipla su argomenti di MICROBIOLOGIA, PATOLOGIA GENERALE ED IMMUNOLOGIA. Nel caso specifico della PATOLOGIA GENERALE sono previste domande su tutti gli aspetti fondamentali delle singole parti del Programma sopra esposto. L’esame si intende superato solo se sono risposte esattamente almeno il 50% delle domande di ciascuna delle tre Discipline del Corso Integrato. Il numero delle domande è proporzionale al numero di ore (e quindi all’estensione del programma) di ciascuna disciplina del Corso Integrato. Il voto finale è unico.
Insegnamento mutuato daIgiene dentale (abilitante alla professione sanitaria di Igienista dentale) (1847) - BT044 PATOLOGIA GENERALE - NOVARA
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoInglese scientifico
CodiceMS0082
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoDESTRO Anna Maria
DocentiDESTRO Anna Maria
CFU3
Ore di lezione30
Ore di studio individuale45
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)L-LIN/12 - LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA INGLESE
Tipo di insegnamentoAttività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoE - Prova finale e lingua straniera
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoinglese/italiano
ContenutiStudio specifico dei verbi, particolarmente le varie forme del presente, passato e condizionale, nonché la voce attiva e passiva, aggettivi, avverbi, preposizioni, verbi modali, genitivo sassone, ecc. In parallelo, tramite il testo utilizzato, viene inoltre praticata la lettura in lingua inglese.
Testi di riferimentoIl libro di teste: English on Duty della Scienza Medica Edizioni di Linda Massari e Mary Jo Teriaca
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di insegnare le tecniche e le strategie per leggere materiale scientifico scritto in inglese. Si esaminano le strutture grammaticali, la sintassi, il lessico e le caratteristiche della lingua inglese, così da facilitare la lettura e la comprensione dei testi e degli articoli medico-scientifici.
PrerequisitiLo studente deve avere una base scolastica di inglese, solitamente un minimo di 5 anni di inglese scolastico (3 anni nelle medie e 2-3 anni nelle superiori).
Metodi didatticiVideoproiettore, lavagna luminosa. Articoli in inglese, libro di testo, dizionario Il libro di testo, fotocopie inerente alla grammatica o brevi articoli
Altre informazioniNessuna, data la brevità e natura del corso
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla, test di vero-falso, inserimento dei termini corretti in brevi articoli su vari argomenti. Il superamento della prova scritta dovrebbe indicare che lo studente sarà in grado di comprendere in maniera soddisfacente il materiale scritto in lingua inglese inerente al proprio campo lavorativo.
Insegnamento mutuato daTecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di radiologia medica) (1848) - MS0082 Inglese scientifico - NOVARA
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoMetodologia generale della riabilitazione
CodiceMS0007
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoRENO' Filippo
DocentiRENO' Filippo, RICUPERO Cristina Rosa, GIACHINO Corrado, NARDONE Antonio, DI CONCILIO Ersilia, AGOSTA Giovanni
CFU8
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0005 ANATOMIA CLINICA BIO/16 - ANATOMIA UMANA RENO' Filippo
MS0046 Biomeccanica e Tecniche della riabilitazione MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA RICUPERO Cristina Rosa, GIACHINO Corrado
MS0047 Medicina fisica e Riabilitazione (Cinesiologia) MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA NARDONE Antonio
MS0500 Anatomia biomeccanica funzionale MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE DI CONCILIO Ersilia, AGOSTA Giovanni
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoANATOMIA CLINICA
CodiceMS0005
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoRENO' Filippo
DocentiRENO' Filippo
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)BIO/16 - ANATOMIA UMANA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti- Anatomia microscopica, biomeccanica e risposta adattativa del tessuto osseo, guarigione delle fratture - Anatomia microscopica dei muscoli, dei tendini, legamenti, guaine e borse sinoviali. - Anatomia descrittiva, funzionale e clinica dei principali complessi articolari - Anatomia descrittiva, funzionale e clinica dei principali gruppi muscolari - Anatomia descrittiva e funzionale del rachide - Strutture anatomiche per il controllo nervoso del movimento
Testi di riferimentoAnatomia Umana – Martini et al., EDISES
Obiettivi formativiIl modulo intende fornire agli studenti una conoscenza approfondita di alcuni aspetti specifici della Anatomia Umana importanti per i loro risvolti funzionali e clinici correlati alla natura professionalizzante del corso di laurea
PrerequisitiAl termine del modulo lo studente dovrà conoscere in maniera adeguata alcune particolari strutture micro e macroscopica correlate all’apparato locomotore, comprendere la relazione tra struttura e funzione delle stesse e avere una buona conoscenza dei problemi clinici che queste strutture possono presentare.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point, CD-ROM interattivi e siti internet didattici.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame di anatomia clinica si svolgerà su base scritta
Programma estesoAnatomia microscopica, biomeccanica e risposta adattativa del tessuto osseo, guarigione delle fratture - Anatomia microscopica dei muscoli, dei tendini, legamenti, guaine e borse sinoviali. - Anatomia descrittiva, funzionale e clinica dei principali complessi articolari - Anatomia descrittiva, funzionale e clinica dei principali gruppi muscolari - Anatomia descrittiva e funzionale del rachideStrutture anatomiche per il controllo nervoso del movimento : vie piramidali ed extrapiramidali Descrizione , funzionalità e anatomia clinica dei plessi nervosi: plesso cervicale, plesso brachiale Descrizione , funzionalità e anatomia clinica dei plessi nervosi: plesso lombare, plesso sacrale e coccigeo.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoBiomeccanica e Tecniche della riabilitazione
CodiceMS0046
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiRICUPERO Cristina Rosa, GIACHINO Corrado
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoBiomeccanica e Tecniche della riabilitazione
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiRICUPERO Cristina Rosa
Anno1
SedeNOVARA
Frequenza obbligatoriaSi
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiElementi di base di fisica correlati al movimento del corpo umano. Definizioni generali. Cinematica del corpo puntiforme. Cinetica del corpo puntiforme. Meccanica del corpo esteso. Macchine (leve, carrucole). Deformazioni. Il corpo umano come macchina. Elementi di fisiologia correlati al movimento del corpo umano. Fisiologia del sistema nervoso (analisi del controllo motorio). Fisiologia dell’apparato osteo-mio-articolare (contrazione muscolare, analisi delle caratteristiche fisiologiche). Elementi di base dell’esercizio terapeutico. Concetti generali dell’esercizio. Contrazione muscolare. Criteri di base dell’esercizio terapeutico. Effetti dell’esercizio terapeutico. Gli argomenti del Corso comprendono le nozioni di anatomia funzionale riguardanti: - il complesso articolare della spalla (articolazioni vere e fisiologiche) - il gomito con le sue due funzioni separate: flesso-estensione e prono-supinazione - il complesso articolare del polso (radio-carpica e medio-carpica) - la mano analizzando separatamente la kinesiologia delle dita lunghe e quella della trapezio-metacarpica con il movimento di opposizione del pollice ed i modi di prensione della mano. - l’anca - il ginocchio (articolazione femoro-tibiale e femoro-rotulea) - la tibio-tarsica - il complesso articolare del piede Verrà posta particolare attenzione all’azione dei singoli muscoli o gruppi muscolari cui spettano le diverse modalità di movimento per ogni singola articolazione, di cui si valuteranno i gradi di libertà, le ampiezze articolari, i fattori limitanti i movimenti e la posizione di funzione. Si preciseranno le funzioni muscolari principali affinché i diversi movimenti possano aver luogo e quelle che vi si oppongono (muscoli antagonisti), contribuiscono al movimento (muscoli sinergici) o limitano l’azione di una componente del muscolo agonista (muscoli neutralizzatori).
Testi di riferimentoChinesiologia, S. Boccardi e A. Lissoni., Società Editrice Universo, Roma. Fisiologia articolare, I.A. Kapandji, Demi, Roma.
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di permettere la conoscenza e l’apprendimento degli elementi di base di fisica e biomeccanica in funzione della capacità di comprensione ed analisi del movimento del corpo umano, integrando le conoscenze di anatomia e fisiologia del sistema nervoso e le conoscenze di anatomia e fisiologia dell’apparato osteo-mio-articolare.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di biomeccanica.
Metodi didatticiPresentazione in formato MS-Power Point
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame comporta una prova orale su argomenti di fisica, biomeccanica e anatomia e fisiologia dell’apparato nervoso e osteo-mio-articolare. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato le nozioni di base del corso apprese durante le lezioni e di saper analizzare gli aspetti fondamentali del movimento umano al fine di poter affrontare con efficacia i successivi corsi.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoBiomeccanica e Tecniche della riabilitazione
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGIACHINO Corrado
Anno1
SedeFOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiElementi di base di fisica correlati al movimento del corpo umano. Definizioni generali. Cinematica del corpo puntiforme. Cinetica del corpo puntiforme. Meccanica del corpo esteso. Macchine (leve, carrucole). Deformazioni. Il corpo umano come macchina. Elementi di fisiologia correlati al movimento del corpo umano. Fisiologia del sistema nervoso (analisi del controllo motorio). Fisiologia dell’apparato osteo-mio-articolare (contrazione muscolare, analisi delle caratteristiche fisiologiche). Elementi di base dell’esercizio terapeutico. Concetti generali dell’esercizio. Contrazione muscolare. Criteri di base dell’esercizio terapeutico. Effetti dell’esercizio terapeutico. Gli argomenti del Corso comprendono le nozioni di anatomia funzionale riguardanti: - il complesso articolare della spalla (articolazioni vere e fisiologiche) - il gomito con le sue due funzioni separate: flesso-estensione e prono-supinazione - il complesso articolare del polso (radio-carpica e medio-carpica) - la mano analizzando separatamente la kinesiologia delle dita lunghe e quella della trapezio-metacarpica con il movimento di opposizione del pollice ed i modi di prensione della mano. - l’anca - il ginocchio (articolazione femoro-tibiale e femoro-rotulea) - la tibio-tarsica - il complesso articolare del piede Verrà posta particolare attenzione all’azione dei singoli muscoli o gruppi muscolari cui spettano le diverse modalità di movimento per ogni singola articolazione, di cui si valuteranno i gradi di libertà, le ampiezze articolari, i fattori limitanti i movimenti e la posizione di funzione. Si preciseranno le funzioni muscolari principali affinché i diversi movimenti possano aver luogo e quelle che vi si oppongono (muscoli antagonisti), contribuiscono al movimento (muscoli sinergici) o limitano l’azione di una componente del muscolo agonista (muscoli neutralizzatori).
Testi di riferimentoTesti consigliati: Chinesiologia, S. Boccardi e A. Lissoni., Società Editrice Universo, Roma. Fisiologia articolare, I.A. Kapandji, Demi, Roma.
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di permettere la conoscenza e l’apprendimento degli elementi di base di fisica e biomeccanica in funzione della capacità di comprensione ed analisi del movimento del corpo umano, integrando le conoscenze di anatomia e fisiologia del sistema nervoso e le conoscenze di anatomia e fisiologia dell’apparato osteo-mio-articolare.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di biomeccanica.
Metodi didatticiPresentazione in formato MS-Power Point
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame comporta una prova orale su argomenti di fisica, biomeccanica e anatomia e fisiologia dell’apparato nervoso e osteo-mio-articolare. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato le nozioni di base del corso apprese durante le lezioni e di saper analizzare gli aspetti fondamentali del movimento umano al fine di poter affrontare con efficacia i successivi corsi.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMedicina fisica e Riabilitazione (Cinesiologia)
CodiceMS0047
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiNARDONE Antonio
CFU3
Ore di lezione36
Ore di studio individuale39
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIntroduzione al corso - Terminologia - Classificazione delle articolazioni Generalità sul rachide: - Vertebra tipo - Disco intervertebrale - Movimenti globali del rachide Rachide cervicale: - Caratteristiche delle prime 2 e delle ultime 5 vertebre - Articolazioni e strutture legamentose - Muscoli del rachide cervicale Rachide dorsale: - Vertebra dorsale tipo - Articolazioni e strutture legamentose - Caratteristiche specifiche ed interazioni con le coste e lo sterno - Muscoli intrinseci ed estrinseci con azione sul rachide dorsale - Muscoli respiratori Rachide lombosacrale: - Vertebra lombare tipo - Articolazioni e strutture legamentose - Cerniera lombo-sacrale - Muscoli posteriori e laterali del tronco - Muscoli della parete addominale - Movimentazione di pesi - Pressioni intradiscali nelle diverse posture - Pressione intraaddominale durante il sollevamento di un peso Cintura pelvica: - Articolazioni sacro-iliache e sacro-coccigea, sinfisi pubica - Legamenti - Gruppi funzionali muscolari agenti su tronco e bacino Postura seduta, eretta e movimenti volontari del tronco Anca: - Testa femorale, acetabolo, capsula e legamenti - Muscoli agenti sull’anca Ginocchio: - Articolazioni tibio-femorale e femoro-rotulea, legamenti - Muscoli agenti sul ginocchio Caviglia e piede: - Articolazioni tibio-tarsica, tibio-peroneale, sottoastragalica, del tarso, metatarso-falangee, interfalangee - Muscoli agenti sulla caviglia e muscoli estrinseci ed intrinseci del piede - La volta plantare Cammino: - Caratteristiche generali - Ciclo del passo - Variabili temporali e spaziali - Interventi articolari e muscolari Complesso articolare della spalla: - Articolazioni scapolo-omerale, sottodeltoidea, scapolo-toracica, sterno-clavicolare, acromion-clavicolare e relativi legamenti - Muscoli agenti sul complesso articolare della spalla Gomito e avambraccio: - Articolazioni omero-ulnare, omero-radiale, radio-ulnare e relativi legamenti - Muscoli agenti sul gomito Complesso articolare del polso: - Articolazioni radio-carpica e medio-carpica - Muscoli agenti sul polso Mano: - Articolazioni carpo-metacarpali, metacarpo-falangee, interfalangee - Muscoli intrinseci ed estrinseci della mano
Testi di riferimentoKapandji I.A., Fisiologia Articolare, Monduzzi Editore, 2009 Neumann D.A., Kinesiology of the Muscoloskeletal System, Mosby Elsevier, 2010
Obiettivi formativiAnalizzare anatomia e funzionalità del rachide e degli arti. Descrivere la postura normale eretta e seduta e la locomozione.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso di nozioni di base di anatomia, fisiologia, biomeccanica.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS – Power Point
Altre informazioniN/A
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame scritto con domande a risposta multipla.
Programma estesoDefinizioni di cinematica, cinetica, cinesiologia. Unità di misura più frequentemente usate. Movimenti elementari e gradi di libertà. Piano di movimento e asse di rotazione. Congruenza articolare. Catena cinematica. Principali tipi di articolazioni: sinartrosi e diartrosi. Escursione articolare (ROM). Modello meccanico del muscolo: curve forza/lunghezza e forza/velocità. Potenza muscolare. Contrazioni concentriche ed eccentriche. Sistemi di misura cinematici. Introduzione sul rachide. Filogenesi e ontogenesi delle curve del rachide. Dimensioni delle vertebre e caratteristiche costruttive generali. Struttura del disco intervertebrale e suo comportamento da ammortizzatore nei movimenti elementari. Movimenti del rachide e gradi di escursione dei vari metameri nei diversi piani. Caratteristiche morfologiche delle vertebre cervicali superiori ed inferiori, orientamento delle faccette articolari. Articolazioni occipito-atlantoidee, atlanto-epistrofiche, uncovertebrali. Supporto legamentosi del rachide cervicale. Movimenti del rachide nei tre piani dello spazio e ambiti di escursione dei metameri cervicali. Muscoli agenti sul capo e sul rachide cervicale. Dolore da anomala postura del rachide. Dermatomeri, miomeri, cenni sulle ernie cervicali e sul colpo di frusta. Caratteristiche morfologiche delle vertebre dorsali, orientamento delle faccette articolari. Articolazioni costo-vertebrali e costo-trasversarie e relativi legamenti. Movimenti delle coste e della gabbia toracica. Muscoli estrinseci del rachide dorsale. Muscoli intrinseci del rachide dorsale: muscoli larghi e muscoli spinodorsali. Muscoli respiratori: inspiratori ed espiratori. Muscolo diaframma e sua azione nell'inspirazione. Muscoli respiratori accessori. Esame spirometrico e volumi polmonari. Vertebra lombare tipica. Sistema legamentoso del rachide lombare. Orientamento delle faccette articolari intervertebrali lombari. Movimenti di flessione, estensione, inclinazione laterale e rotazione del rachide dorso-lombare. Cerniera lombo-sacrale e suoi movimenti. Muscoli agenti sul rachide lombare. Pressioni nei dischi intervertebrali lombari nelle diverse posture. Pressione intraaddominale. Ritmo lombopelvico. Angolo sacrale. Cenni sulle ernie del disco lombosacrali. Anatomia del bacino. Architettura e stabilizzazione della cintura pelvica. Articolazione sacroiliaca e suoi legamenti. Nutazione e contronutazione. Sinfisi pubica. Influenza della postura sulle articolazioni del cingolo pelvico. Architettura del femore e del bacino. Articolazione coxofemorale. Capsula articolare e legamenti. Fattori di stabilità dell'anca. Muscoli agenti sull'anca: inserzioni e innervazione. Azione nei movimenti di flessione, estensione, abduzione, adduzione, rotazione interna ed esterna. Ambiti di escursione articolare passivi e attivi. Segno di Trendelemburg. Assi articolari del ginocchio e valgismo fisiologico. Articolazione femoro-rotulea e femoro-tibiale. Capsula articolare. Movimenti dei condili sulle cavità condiloidee nella flesso-estensione e nei movimenti di rotazione. Menischi: anatomia e loro spostamenti nella flesso-estensione. Movimenti di rotazione esterna della tibia nell'estensione del ginocchio. Spostamenti della rotula rispetto al femore e alla tibia. Funzioni della rotula. Legamenti collaterali e crociati e loro ruolo nella stabilizzazione del ginocchio. Muscoli agenti sul ginocchio: inserzioni e innervazione. Azione nei movimenti di flessione, estensione, rotazione interna ed esterna. Ambiti di escursione articolare passivi e attivi. Definizione di postura ed equilibrio. Componenti destabilizzanti e stabilizzanti (passive e attive) l'equilibrio. Allineamento dei segmenti del corpo umano nella stazione eretta sul piano sagittale. Controllo posturale. Centri tonogeni del tronco cerebrale. Modalità di controllo a feedback e a feedforward dell'equilibrio. Stabilometria e centro di pressione. Strategia di caviglia, di anca, del passo. Aggiustamenti posturali anticipatori. Postura seduta. Cambiamenti posturali con l'età. Ossa e articolazioni di caviglia e piede. Assi di rotazione e cinematica della tibiotarsica e della sottoastragalica. Legamenti della tibiotarsica. Articolazione mediotarsica. Articolazioni scafo-cuneiformi, intercuneiformi, tarso-metatarsiche. Innervazione somatosensoriale e motoria di gamba e piede. Legamenti dei muscoli estensori del piede e dei peronieri. Muscoli estrinseci del piede: inserzioni, azioni e innervazione. Muscoli intrinseci del piede: inserzioni, azioni e innervazione. Volte plantari del piede. Sit-to-stand. Inizio del cammino. Ciclo del passo e sue suddivisioni temporali. Descrittori spazio-temporali del cammino. Baropodometria. Cinematica dell'arto inferiore e dell'arto superiore nel cammino. Spesa energetica. Forze di reazione del terreno e centro di pressione. Carichi assiali agenti sulle articolazioni dell'arto inferiore e del rachide lombare durante il cammino. Attività EMG dei principali muscoli dell'arto inferiore durante le varie fasi del cammino. Cammino nell'anziano. Complesso articolare della spalla: articolazione gleno-omerale, sottodeltoidea, scapolo-toracica, acromion-clavicolare, sterno-costoclavicolare. Legamenti della spalla. Muscoli agenti sulla spalla: inserzioni e innervazione. Azione nei movimenti della spalla. Cuffia dei rotatori. Superfici articolari del gomito. Paletta omerale. Legamenti. Fattori di stabilizzazione articolare. ROM anatomici di flessione ed estensione e ROM funzionali. Muscoli determinanti la flessione e l'estensione del gomito: inserzioni, innervazione, azione. Articolazione radio-ulnare prossimale e distale nei movimenti di prono-supinazione. Legamento triangolare. ROM anatomici della prono-supinazione. I motori della prono-supinazione. Muscoli pronatori e supinatori: inserzioni, innervazione e azione. ROM anatomico e funzionale della prono-supinazione. Polso. Articolazione radio-carpica. Legamenti del polso. Abduzione e adduzione del polso. Articolazione medio-carpica. Flessione ed estensione del polso. Muscoli estensori e flessori del carpo: inserzioni, innervazione e azione. Mano. Topografia e architettura funzionale. Articolazioni carpo-metacarpali, metacarpo-falangee, interfalangee. Tipi di movimenti. Canali osteofibrosi. Muscoli flessori ed estensori delle dita: inserzioni, innervazione e azione. Muscoli intrinseci della mano: inserzioni, innervazione e azione. Movimento di opposizione del pollice. Tipi di prese.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoAnatomia biomeccanica funzionale
CodiceMS0500
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiDI CONCILIO Ersilia, AGOSTA Giovanni
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoAnatomia biomeccanica funzionale
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiDI CONCILIO Ersilia
Anno1
SedeNOVARA
Frequenza obbligatoriaSi
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIl movimento: aspetto organizzativo Tecniche di prese Valutazione articolare arto superiore, inferiore e tronco Muscoli mono e bi articolari: origine e inserzione. Test muscolare: posture del paziente, fissazione, resistenze, la valutazione, esame dell’attività muscolare in alcune gestualità. Test muscolare: capo-collo, tronco, spalla, gomito, polso e della mano, anca, ginocchio, caviglia-piede, mimici, respirazione, deglutizione. Innervazione nervosa dei singoli muscoli.
Testi di riferimentoTesti consigliati: Esame del sistema muscolare L. Daniels – C. Worthingham Verducci Editore Valutazione Cinesiologica Esame della mobilità articolare e della forza muscolare Hazel M. Clarkson Edi-ermes
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di permettere l'apprendimento dei principi che determinano la valutazione fisioterapica del bilancio articolare, della forza muscolare del singolo o gruppo di muscoli e principali innervazioni.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di Anatomia, Biomeccanica articolare, Bilancio e Fisiologia articolare.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point, CD-ROM – Esercitazioni in sala simulazione
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame consisterà in una prova scritta e orale
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoAnatomia biomeccanica funzionale
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiAGOSTA Giovanni
Anno1
SedeFOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIl movimento: aspetto organizzativo Tecniche di prese Valutazione articolare arto superiore, inferiore e tronco Muscoli mono e bi articolari: origine e inserzione. Test muscolare: posture del paziente, fissazione, resistenze, la valutazione, esame dell’attività muscolare in alcune gestualità. Test muscolare: capo-collo, tronco, spalla, gomito, polso e della mano, anca, ginocchio, caviglia-piede, mimici, respirazione, deglutizione. Innervazione nervosa dei singoli muscoli.
Testi di riferimentoTesti consigliati: Esame del sistema muscolare L. Daniels – C. Worthingham Verducci Editore Valutazione Cinesiologica Esame della mobilità articolare e della forza muscolare Hazel M. Clarkson Edi-ermes
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di permettere l'apprendimento dei principi che determinano la valutazione fisioterapica del bilancio articolare, della forza muscolare del singolo o gruppo di muscoli e principali innervazioni
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di Anatomia, Biomeccanica articolare, Bilancio e Fisiologia articolare.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point, CD-ROM – Esercitazioni in sala simulazione
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame consisterà in una prova scritta e orale
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoMorfologia e Funzione del corpo umano
CodiceMS0062
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoRENO' Filippo
DocentiRENO' Filippo, DI CONCILIO Ersilia, FORNARA Patrizia, MOLINARI Claudio Giuseppe, FOLLENZI Antonia
CFU11
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
BT015 ANATOMIA UMANA BIO/16 - ANATOMIA UMANA RENO' Filippo
MS0499 Riabilitazione generale MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE DI CONCILIO Ersilia, FORNARA Patrizia
MS0013 FISIOLOGIA UMANA BIO/09 - FISIOLOGIA MOLINARI Claudio Giuseppe
BT012 ISTOLOGIA BIO/17 - ISTOLOGIA FOLLENZI Antonia
MS0061 Neurofisiologia BIO/09 - FISIOLOGIA MOLINARI Claudio Giuseppe
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoANATOMIA UMANA
CodiceBT015
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoRENO' Filippo
DocentiRENO' Filippo
CFU3
Ore di lezione36
Ore di studio individuale39
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)BIO/16 - ANATOMIA UMANA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti- Generalità. Terminologia anatomica, posizione anatomica, definizione di posizione e movimento, organi, apparati e sistemi. - Apparato locomotore. Generalità, struttura degli elementi ossei; tipologia, struttura e significati funzionali delle articolazioni; struttura del muscolo striato e del muscolo liscio, anatomia descrittiva e funzionale dei complessi muscolari. - Apparato cardiovascolare. Il cuore: posizione e rapporti. Vene e arterie, anatomia topografica delle vie arteriose e venose e territori di vascolarizzazione. Organizzazione del sistema linfatico, linfa e linfonodi. - Apparato respiratorio. Anatomia descrittiva e funzionale delle vie aeree superiori ed inferiori (Cavità Nasali, Laringe, Trachea e Bronchi, Parenchima Polmonare, Pleure). - Apparato digerente. Anatomia descrittiva e funzionale della: Cavità Buccale, Faringe, Esofago,Stomaco, Intestino e delle ghiandole annesse all’apparto digerente (Fegato, Pancreas, Milza). - Apparato urinario. Anatomia descrittiva e funzionale di: Reni, Pelvi, Ureteri, Vescica, Uretra maschile e femminile. - Apparato genitale. MASCHILE - Anatomia descrittiva e funzionale di Testicoli, Prostata e Pene. FEMMINILE - Anatomia descrittiva e funzionale di Ovaia, Utero, Vagina. - Sistema endocrino. Anatomia descrittiva e funzionale di Ipofisi, Tiroide, Paratiroide, Pancreas Endocrino, Ghiandole Surrenali e Gonadi - Sistema nervoso. SISTEMA NERVOSO CENTRALE – Anatomia descrittiva e funzionale di Midollo Spinale, Tronco encefalico, cervelletto, Diencefalo, Telencefalo e Nuclei della Base. SISTEMA NERVOSO PERIFERICO Correlazioni funzionali del sistema simpatico e parasimpatico, nomenclatura e significato dei Nervi Cranici. ORGANI DI SENSO: Occhio ed Orecchio. - Apparato tegumentario Anatomia descrittiva e funzionale della cute e degli annessi cutanei.
Testi di riferimentoAnatomia Umana – Martini et al., EDISES Atlante di Anatomia Prometheus, EDISES
Obiettivi formativiIl modulo intende fornire agli studenti una conoscenza teorica dell’Anatomia Umana microscopica e macroscopica con particolare riferimento ai distretti anatomici di maggior rilevanza per la pratica clinica e per la patologia umana
PrerequisitiAl termine del modulo lo studente dovrà essere in grado di conoscere l’organizzazione micro e macroscopica degli organi, apparati e sistemi del corpo umano e comunicare le proprie conoscenze utilizzando una corretta terminologia scientifica ed anatomica.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point, CD-ROM interattivi e siti internet didattici.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla su argomenti come da programma. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato le nozioni di base presentate dal corso e di esprimersi utilizzando la terminologia adeguata.
Programma estesoIntroduzione allo studio dell'anatomia umana, terminologia anatomica, posizione anatomica, assi e piani anatomici, movimenti. Punti di repere ed introduzione alla anatomia topografica. Definizione di organo cavo e pieno, apparati e sistemi. Metodi di indagine anatomica. Tessuto osseo e tipi di ossa. Definizione di articolazione e classificazione: sinartrosi e diartrosi. Scheletro assile e appendicolare. Cranio: neurocranio (base e volta) e maxillo faciale. Ossa pneumatiche, mandibola, osso ioide. Colonna vertebrale: vertebre cervicali, toraciche, lombari, sacrali e coccigee; legamenti ed articolazioni (disco intervetrebrale), curve fisiologiche e loro formazione.Cingolo sapolare (scapola, clavicola), articolazione scapolo-omerale, omero, radio e ulna, complesso articolare del gomito e articolazione radio-carpica, ossa del carpo, metacarpo e falangi. Gabbia toracica (sterno coste ed articolazioni), Ossa del bacino (ileo, ischio, pube). Piccola pelvi, grande pelvi, stretto superiore ed inferiore (canale del parto). Cingolo pelvico ed arto inferiore: femore, art. coxo-femorale, art.ginocchio, patella, tibia e fibula, tarso, metatarso e falangi. Curve fisiologiche del piede. Introduzione alla struttura muscolare e descrizione dei principali gruppi muscolari: muscoli faciali e masticatori, muscoli del collo (sterno-cleido-mastoideo, scaleni, muscoli sovra e sotto-ioidei), muscoli dorsali, toraco appendicolari e respiratori ( Diaframma ed intercostali, muscoli respiratori accessori). Parete addominale (retto, obliquo esterno ed interno, traverso). Muscolo quadrato dei lombi. Muscoli dell'anca interni ed esterni (glutei, otturatori, piriforme, ileopsoas), Pavimento pelvico e muscolo elevatore dell'ano. Muscoli dell'arto superiore ed inferiore. Sistema cardiocircolatorio: Cuore (posizione e conformazione, sacco cardiaco, atri, ventricoli , valvole, circolazione coronarica).Arco aortico e suoi rami. Circolazione della testa e poligono del Willis. Rami aortici principali: arterie bronchiali, esofagee, intercostali, tripode celiaco, arterie surrenali, arterie renali, arterie mesenteriche superiore ed inferiore, arterie gonadiche, arterie iliache comuni, esterne ed interne (ipogastriche). Arterie dell'arto superiore e dell'arto inferiore. Struttura delle vene. Vena cava superiore ed inferiore, sistema della vena azygos e delle vene emiazygos, sistema della vena porta, vene renali. Vene dell'arto superiore e dell'arto inferiore. Linfa e sistema linfatico. Linfonodi superficiali e profondi (gruppi principali). Cisterna lombare e dotto toracico.Struttura e funzione di milza e timo. Circolazione fetale. Anatomia descrittiva e funzionale delle vie aeree superiori ed inferiori (Cavità Nasali, Laringe, Trachea e Bronchi, Parenchima Polmonare, Pleure). Anatomia descrittiva e funzionale della cavità buccale e ghiandole salivari, faringe, esofago, stomaco. Peritoneo, cavita peritoneale e principali recessi. Anatomia descrittiva e funzionale dell' intestino suddiviso in duodeno, digiuno, ileo, intestino cieco con valvola ileo-cecale e appendice vermiforme, colon ascendente , trasverso, discendente, sigma e retto. Ghiandole intramurali ed extra-murali (pancreas esocrino e Fegato con loro rapporti con peritoneo. Struttura della colecisti. Anatomia descrittiva e funzionale della loggia renale e dei reni (parenchima, calici maggiori minori e pelvi renale). Struttura del nefrone. Posizione e Posizione e struttura degli ureteri, vescica, uretra maschile e femminile. Anatomia descrittiva e funzionale dell'apparato genitale maschile (testicolo, epididimo, dotto deferente e funicolo spermatico, prostata, pene). Anatomia descrittiva e funzionale dell'apparato genitale femminile (ovaia, tube, utero, canale vaginale). Anatomia descrittiva e funzionale del sistema nervoso centrale: Midollo Spinale e meningi spinali, liquor. Distribuzione della sostanza bianca e della sostanza grigia nel midollo spinale. Funzione dei gangli spinali. Motoneuroni alfa, gamma e neuroni viscero- effettori. Principali fasci ascendenti. Anatomia descrittiva e funzionale del sistema nervoso centrale: Tronco encefalico (Midollo alllungato, ponte, mesencefalo con lamina quadrigemina). Principali nuclei del tronco encefalico. Cervelletto: struttura della corteccia cerebellare, fibre rampicanti e muscoidi, nuclei profondi. Diencefalo: talamo, ipotalamo, metatalamo, epitalamo e subtalamo. Struttura e funzione dei nuclei della base. Struttura macro e microscopica della corteccia cerebrale. Principali aree funzionali. Homunculus sensitivo e motorio. Vie motrici (piramidale ed extrapiramidale) Struttura e funzione del Sistema Nervoso Periferico. Correlazioni funzionali del sistema simpatico e parasimpatico, nomenclatura e significato dei Nervi Cranici. Asse ipotalamo-ipofisi. Struttura dell'ipofisi e suo circolo portale. Ghiandole surrenali.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoRiabilitazione generale
CodiceMS0499
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiDI CONCILIO Ersilia, FORNARA Patrizia
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoRiabilitazione generale
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiDI CONCILIO Ersilia
Anno1
SedeNOVARA
Frequenza obbligatoriaSi
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiDefinizione della figura professionale del Fisioterapista Concetto di professione e professionalità, ruolo e funzione Profilo Professionale D.M. 741/94; Codice deontologico Il core competence del fisioterapista e gli aspetti professionalizzanti. Normative, formazione e attività professionale del fisioterapista nella CE La responsabilità contrattuale e penale Le forme associative nazionali ed internazionali, le società scientifiche. Lavorare come dipendente e libero professionista Definizioni di Riabilitazione e Fisioterapia. Concetto di Riabilitazione. Finalità della Riabilitazione: evoluzione del significato di riabilitazione nel tempo fino ad oggi La formazione professionale del Fisioterapista: passato e presente Le professioni sanitarie La formazione continua in medicina Il metodo scientifico nella pratica riabilitativa: problemsolving - processo riabilitativo Il modello di riferimento: I.C.F. 2001: Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute. Differenti concetti di Riabilitazione in relazione a differenti modelli sanitari. Riabilitazione nei diversi ambiti patologici Concetto di autonomia in ambito riabilitativo Strumenti per l’autonomia (Cenni ) Cenni di ergonomia e movimentazione dei carichi in ambito sanitario (D.M 81/08). La pianificazione dell’intervento riabilitativo (approccio orientato al problema). Osservazione a) Valutazione; b) Programmazione; c) Verifica. L’approccio di èquipe: la globalità dell’intervento rieducativo. ESAME OBIETTIVO: OSSERVAZIONE E VALUTAZIONE DEL PAZIENTE: POSTURA E ALLINEAMENTO. ISPEZIONE, PALPAZIONE, ESCURSIONE ARTICOLARE ATTIVA E PASSIVA, MISURAZIONI GONIOMETRICHE Criterio di utilizzo delle scale valutative
Testi di riferimentoValutazione cinesiologica –Hazel, M. Clarkon – Edi Ermes Il Movimento umano –V. Pirola -Edi Ermes Il Codice Deontologico dei fisioterapisti. Mariagloria Ferrari – Edizioni libreria Cortina Verona
Obiettivi formativiLo studente dove acquisire conoscenze, abilità e comportamenti propri della professione. Il modulo si propone di fornire le basi per il ragionamento clinico, introdurre lo studente all’osservazione del movimento fisiologico e patologico, fornendo gli strumenti necessari per la valutazione del paziente dall’età evolutiva all’età geriatrica e ai primi elementi della pianificazione dell’intervento riabilitativo.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle conoscenze di base anatomiche e fisiologiche secondo le competenze dell’anno.
Metodi didatticiPresentazioni in formato Power Point
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta/orale sugli argomenti svolti dimostrando di aver assimilato le nozioni.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoRiabilitazione generale
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiFORNARA Patrizia
Anno1
SedeFOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiDefinizione della figura professionale del Fisioterapista Concetto di professione e professionalità, ruolo e funzione Profilo Professionale D.M. 741/94; Codice deontologico Il core competence del fisioterapista e gli aspetti professionalizzanti. Normative, formazione e attività professionale del fisioterapista nella CE La responsabilità contrattuale e penale Le forme associative nazionali ed internazionali, le società scientifiche. Lavorare come dipendente e libero professionista Definizioni di Riabilitazione e Fisioterapia. Concetto di Riabilitazione. Finalità della Riabilitazione: evoluzione del significato di riabilitazione nel tempo fino ad oggi La formazione professionale del Fisioterapista: passato e presente Le professioni sanitarie La formazione continua in medicina Il metodo scientifico nella pratica riabilitativa: problemsolving - processo riabilitativo Il modello di riferimento: I.C.F. 2001: Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute. Differenti concetti di Riabilitazione in relazione a differenti modelli sanitari. Riabilitazione nei diversi ambiti patologici Concetto di autonomia in ambito riabilitativo Strumenti per l’autonomia (Cenni ) Cenni di ergonomia e movimentazione dei carichi in ambito sanitario (D.M 81/08). La pianificazione dell’intervento riabilitativo (approccio orientato al problema). Osservazione a) Valutazione; b) Programmazione; c) Verifica. L’approccio di èquipe: la globalità dell’intervento rieducativo. ESAME OBIETTIVO: OSSERVAZIONE E VALUTAZIONE DEL PAZIENTE: POSTURA E ALLINEAMENTO. ISPEZIONE, PALPAZIONE, ESCURSIONE ARTICOLARE ATTIVA E PASSIVA, MISURAZIONI GONIOMETRICHE Criterio di utilizzo delle scale valutative
Testi di riferimentoValutazione cinesiologica –Hazel, M. Clarkon – Edi Ermes Il Movimento umano –V. Pirola -Edi Ermes Il Codice Deontologico dei fisioterapisti. Mariagloria Ferrari – Edizioni libreria Cortina Verona
Obiettivi formativiLo studente dove acquisire conoscenze, abilità e comportamenti propri della professione. Il modulo si propone di fornire le basi per il ragionamento clinico, introdurre lo studente all’osservazione del movimento fisiologico e patologico, fornendo gli strumenti necessari per la valutazione del paziente dall’età evolutiva all’età geriatrica e ai primi elementi della pianificazione dell’intervento riabilitativo
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle conoscenze di base anatomiche e fisiologiche secondo le competenze dell’anno.
Metodi didatticiPresentazioni in formato Power Point
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta/orale sugli argomenti svolti dimostrando di aver assimilato le nozioni
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoFISIOLOGIA UMANA
CodiceMS0013
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoMOLINARI Claudio Giuseppe
DocentiMOLINARI Claudio Giuseppe
CFU3
Ore di lezione30
Ore di studio individuale45
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)BIO/09 - FISIOLOGIA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiApparato Respiratorio Il sacco pleurico. Il sistema tracheobronchiale. La struttura dell'alveolo. Le leggi dei gas. Le grandezze respiratorie. La pressione intrapolmonare e intrapleurica. I muscoli respiratori. Trasporto di ossigeno nel sangue. Curva di dissociazione dell'emoglobina. Trasporto dell'anidride carbonica nel sangue. Scambio dei gas respiratori. Regolazione nervosa del respiro. Regolazione chimica del respiro Rene e Equilibrio Acido/Base Il nefrone. Il glomerulo renale. I processi tubulari che portano alla formazione dell'urina. Ultrafiltrazione glomerulare. Velocità di filtrazione glomerulare. Il riassorbimento dell'acqua. La clearance plasmatica renale. Il flusso plasmatico renale. Il flusso ematico renale. Il riassorbimento dell'acqua. Concentrazione dell'urina. Regolazione dell'equilibrio acido/base Sistema Endocrino Generalita' sugli ormoni. Asse ipotalamo – ipofisario. Pancreas endocrino. Tiroide. Gh. surrenali. Ovaio Apparato Cardiovascolare Proprieta' intrinseche del miocardio. Elettrocardiogramma. Il ciclo cardiaco. I toni cardiaci. Gettata sistolica e gettata cardiaca e suoi meccanismi di regolazione. Legge del cuore di Maestrini-Frank-Starling. La pressione arteriosa. Il circolo capillare. Il ritorno venoso
Testi di riferimentoSilverthorn, "Fisiologia Umana", Casa Ed. Ambrosiana 2. Hinchliff et al., “Fisiologia per la pratica infermieristica”, Casa Ed. Ambrosiana
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di permettere l'apprendimento dei principi che determinano e regolano l'attività funzionale dei vari sistemi ed apparati dell'organismo e di fornire una conoscenza sperimentale sulle modalità di studio degli stessi. Esso si propone inoltre, in via opzionale, di delucidare le basi fisiologiche delle procedure diagnostiche utilizzate nella pratica clinica e di approfondire la conoscenza degli aspetti teorici e pratici di alcune tecniche sperimentali utilizzate nella ricerca medica di base ed applicata. Alla presente parte comune a tutta l’area tecnica saranno aggiunte alcune ore specifiche per ogni corso
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso di nozioni di base in Anatomia, Chimica e Biochimica
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato le nozioni di base della Fisiologia, apprese durante le lezioni, in maniera adeguata ad affrontare con efficacia i successivi corsi.
Insegnamento mutuato daTecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di radiologia medica) (1848) - MS0013 FISIOLOGIA UMANA - NOVARA
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoISTOLOGIA
CodiceBT012
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoFOLLENZI Antonia
DocentiFOLLENZI Antonia
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)BIO/17 - ISTOLOGIA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti- Epiteli di rivestimento: classificazione, struttura e funzione. Epiteli di protezione ed epiteli assorbenti. Epiteli secernenti: le ghiandole. - Il sangue: struttura, funzione del plasma e delle cellule. L’emopoiesi. - Tessuti connettivi: cellule e matrice extracellulare. - Tessuti connettivi di sostegno: struttura e fuzione. - I tessuti muscolari: struttura, funzione. Le basi molecolari del movimento cellulare e del controllo della contrazione muscolare. - Il tessuto nervoso: i neuroni e la glia. Struttura e organizzazione - Regolazione dell’omeostasi dei tessuti. Proliferazione, differenziazione e rigenerazione tissutale. - Embriologia: Cenni sulle prime tappe dello sviluppo embrionale e destino dei tre foglietti.
Testi di riferimentoMateriale messo a disposizione dal docente. Atlante di istologia ed anatomia microscopica di Ross, Pawlina, Barnash. Casa editrice ambrosiana
Obiettivi formativiAl termine del corso lo studente deve conoscere le caratteristiche dei principali tessuti normali (componenti, principale localizzazione, funzione e derivazione embriologica).
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di Chimica, Biochimica e Biologia, acquisite precedentemente.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point.
Modalità di verifica dell'apprendimentoProva scritta con domande a scelta multipla su argomenti di Istologia.
Insegnamento mutuato daTecniche di laboratorio biomedico (abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di laboratorio biomedico) (1849) - BM014 ISTOLOGIA
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoNeurofisiologia
CodiceMS0061
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiMOLINARI Claudio Giuseppe
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)BIO/09 - FISIOLOGIA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoF - Stage e altre attività formative
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiLa Neurofisiologia è una materia essenziale per la preparazione del Fisioterapista. Questo corso spazia dalla descrizione dell'unità funzionale del sistema nervoso, il neurone, fino a comprendere il funzionamento di sistemi complessi come quello motorio o sensitivo. La funzione del muscolo scheletrico e i suoi meccanismi di contrazione saranno anche trattati.
Testi di riferimentoPurves D. et al. Neuroscienze. Zanichelli Editore Mancia M. Neurofisiologia. Cortina Editore.
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di identificare e comprendere le funzioni del sistema nervoso centrale e periferico con particolare riguardo alla integrazione sensitivo-motoria, correlarle con le parallele acquisizioni anatomiche, integrarle con le nozioni fisiologiche di base propedeutiche alle applicazioni in clinica umana.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di Istologia ed Anatomia
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point, e siti internet didattici. Agli studenti verrà consegnata una copia delle slides proiettate.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame prevede lo svolgimento di una prova scritta con domande a scelta multipla su argomenti di Neurofisiologia. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato le nozioni di base della Neurofisiologia, apprese durante le lezioni
Programma estesoPotenziali di membrana (a riposo, d’ azione, EPSP, IPSP). Trasmissione sinaptica con particolare riferimento alla placca motrice. Neurotrasmettitori eccitatori ed inibitori. Assoni mielinici ed amielinici Plessi, radici, nervi. La contrazione muscolare e le unità motorie Riflessi spinali con particolare riferimento al riflesso da stiramento (fusi neuromuscolari, organi di Golgi, inibizione reciproca etc.) Tono muscolare e postura, con particolare riferimento al cervelletto ed ai gangli della base. Aree corticali motorie e sistema “piramidale” Sistema somatosensitivo (recettori, diverse modalità somatosensitive) Percezione del dolore. Sistema visivo. Sistema uditivo. Sistema vestibolare. Sistema olfatto-gustativo. Funzioni del tronco encefalico. L’ Elettroencefalogramma. Stato di vigilanza e ciclo sonno-veglia. Sistemi regolanti l' omeostasi e la motivazione. Apprendimento, memoria ed altre funzioni psichiche superiori.
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoScienze Fisiche e Statistiche
CodiceMS0138
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoRUSPA Marta
DocentiRUSPA Marta, GUIDO Andrea, ABELLI Gianfranco
CFU6
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0063 FISICA FIS/07 - FISICA APPLICATA (A BENI CULTURALI, AMBIENTALI, BIOLOGIA E MEDICINA) RUSPA Marta
MC013 INFORMATICA INF/01 - INFORMATICA GUIDO Andrea
MC014 STATISTICA MEDICA MED/01 - STATISTICA MEDICA ABELLI Gianfranco
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoFISICA
CodiceMS0063
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoRUSPA Marta
DocentiRUSPA Marta
CFU2
Ore di lezione20
Ore di studio individuale30
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)FIS/07 - FISICA APPLICATA (A BENI CULTURALI, AMBIENTALI, BIOLOGIA E MEDICINA)
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiRichiami di matematica. Espressioni algebriche letterali. Potenze e loro proprietà, potenze di 10, notazione scientifica. Proporzioni. Percentuali. Equazioni di primo grado. Geometria elementare, angoli piani. Introduzione alle grandezze fisiche ed alle unità di misura. Definizione di grandezza fisica, grandezze fondamentali e derivate. Il sistema Internazionale di unità di misura, multipli e sottomultipli e uso delle potenze di 10. Equivalenze tra le unità di misura. Grandezze scalari e grandezze vettoriali; algebra vettoriale: somma, differenza, prodotto e scomposizione lungo direzioni assegnate. Biomeccanica. Massa e densità. Cenni di cinematica: spostamento, velocità ed accelerazione. Moto rettilineo uniforme ed uniformemente accelerato; caduta dei gravi. Moto circolare uniforme: periodo, frequenza e accelerazione centripeta; centrifuga di laboratorio. Principio di inerzia e legge di Newton. Forza peso, forza centripeta, forza di reazione vincolare, forza di attrito, forza elastica. Lavoro di una forza. Energia. Conservazione dell’energia meccanica. Potenza. Condizione di equilibrio di un punto materiale e di un corpo esteso. Momento meccanico di una forza. Baricentro. Equilibrio su un piano orizzontale. Leve ed esempi di articolazioni umane. Termologia. Temperatura e scale termometriche. Equilibrio termico. Termometro clinico. Interpretazione microscopica della temperatura. Cambiamenti di stato. Il calore come forma di energia e la caloria. Metabolismo: produzione di calore nell’organismo umano; potere calorico; termoregolazione; potenza metabolica e rendimento muscolare. Meccanica dei fluidi. Definizione di densità e di pressione. Principio di Pascal. Pressione idrostatica ed alcune sue applicazioni: misura della pressione atmosferica; effetti della forza di gravità sulla pressione nei vasi sanguigni; fleboclisi. Principio di Archimede e galleggiamento dei corpi. Moto di fluidi ideali: portata, equazione di continuità, teorema di Bernoulli. Moto di fluidi reali: perdita di carico, resistenza idrodinamica. Regimi di moto di un fluido reale e velocità critica. Trasporto in un fluido viscoso e sedimentazione. Circuito idrodinamico del sangue. Misurazione della pressione arteriosa con lo sfigmomanometro. Meccanica della respirazione. Soluzioni diluite e fenomeni diffusivi Mole. Equazione di stato di un gas perfetto. Miscela di gas e pressione parziale. Soluzioni diluite e concentrazione di una soluzione. Diffusione libera. Osmosi. Osmosi nei sistemi biologici. Diffusione di gas nei sistemi biologici. Cenni di elettricità e magnetismo. Carica elettrica. Elettrizzazione dei corpi. Legge di Coulomb. Corrente elettrica. Differenza di potenziale. Resistenza elettrica e legge di Ohm. Effetti del passaggio di corrente elettrica nel corpo umano. Magnetismo e poli magnetici. Onde acustiche ed elettromagnetiche. Generalità: onde meccaniche ed elettromagnetiche; onde periodiche: frequenza, periodo, lunghezza d'onda e velocità di propagazione delle onde. Le onde acustiche e il suono: intensità e sensazione sonora. La velocità della luce e lo spettro delle onde elettromagnetiche. Cenni sulle applicazioni diagnostiche e terapeutiche delle onde elettromagnetiche.
Testi di riferimentoV. Monaco, R. Sacchi, A. Solano, “Elementi di Fisica” Laurea Infermieristica, MC Graw Hill Editore E. Ragozzino, “Elementi di fisica per studenti di scienze biomediche”, EdiSES F. Borsa, G.L. Introzzi, S. Scannicchio, "Elementi di Fisica per Diplomi di indirizzo medico biologico", Edizioni Unicopli (Milano) Per ulteriori riferimenti bibliografici si veda http://www.to.infn.it/~ruspa/didattica/testi.fisica_du. Tutti i testi consigliati sono disponibili in biblioteca.
Obiettivi formativiIl corso si propone di trasmettere allo studente alcune nozioni fondamentali di Fisica Generale, quali grandezze fisiche e unità di misura, calcolo vettoriale, elementi di base di meccanica, fluidodinamica, termologia, elettricità e fenomeni diffusivi, con applicazioni mediche degli argomenti proposti.
PrerequisitiNozioni di base di matematica: è sufficiente il biennio di una scuola superiore. Non sono richieste nozioni di calcolo infinitesimale.
Metodi didatticiMateriale didattico di supporto al corso disponibile sulla piattaforma D.I.R.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame consiste in una prova scritta e in una eventuale prova orale, a discrezione della commissione. La prova scritta consiste in quesiti e in problemi da risolvere numericamente. La prova orale consiste in un colloquio sugli argomenti svolti durante il corso.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoINFORMATICA
CodiceMC013
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGUIDO Andrea
CFU2
Ore di lezione20
Ore di studio individuale30
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)INF/01 - INFORMATICA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIntroduzione ed elementi di base - Panoramica sulla materia, cos’è l’informatica, funzioni svolte dagli elaboratori, informazioni e dati. - Codifica delle informazione, rappresentazione analogica e digitale, bit e byte, gli operatori Booleani. Calcolatore e periferiche - Tipi di elaboratori. - Architettura degli elaboratori, modelli architetturali. .- CPU, memorie, bus, memorie secondarie. - Interagire con il computer: le periferiche di input e di output. Il software - Cos’è il software - Il sistema operativo - Le interfacce utente - Le applicazioni - Cenni su applicazioni in ambito sanitario - Cenni di programmazione - Privacy e sicurezza dei dati - Licenze d’uso dei software - Virus & C. Informatica e comunicazione - Information & Comunication Tecnology - Le reti - Internet e posta elettronica - La postazione di lavoro: usare il terminale
Testi di riferimentoTesto consigliato: Il corso si basa sul seguente libro di testo ed in particolare sui capitoli evidenziati D.P. Curtin, K.Foley, K.Sen, C. Morin, "Informatica di base", McGraw-Hill, quinta edizione. In particolare capitoli: 1, 2, 3, 4, 5, 7, 8, 11.2, 13, 16, 18, 20, 24 Per ogni capitolo sono presenti sul libro la bibliografia ed eventuali link su internet di approfondimento
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di permettere l'apprendimento dei principi di base della struttura e del funzionamento di un personal computer con le sue componenti hardware e software, delle reti informatiche ed una panoramica delle applicazioni in ambito sanitario.
PrerequisitiIl corso è di base quindi non sono richieste conoscenze specifiche.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame consiste in una prova pratica con venti domande con scelta tra 5 risposte di cui solo una vera. Ogni risposta esatta vale 1,5 punti nessuna penalizzazione viene assegnata per le risposte non esatte. Il test è volto a verificare la conoscenza solo degli argomenti trattati a lezione.
Insegnamento mutuato daTecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di radiologia medica) (1848) - MC013 INFORMATICA - NOVARA
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoSTATISTICA MEDICA
CodiceMC014
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiABELLI Gianfranco
CFU2
Ore di lezione20
Ore di studio individuale30
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/01 - STATISTICA MEDICA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiPresentazione dei concetti di base di popolazione e campione. Sintesi e presentazione in tabelle e grafici dei dati categorici. Sintesi e presentazione in tabelle e grafici dei dati numerici. Indici di tendenza centrale: media, mediana, moda. Indici di variabilità: deviazione standard, coefficiente di variazione, range e percentili. Campionamento (approccio pratico). Probabilità. Distribuzioni di probabilità binomiale e gaussiana. Proprietà della distribuzione della media campionaria. Intervallo di confidenza della media campionaria. Test dell’ipotesi. Test z e distribuzione normale standard. Distribuzione t. Confronto tra medie di due campioni indipendenti. Confronto tra medie di due campioni appaiati. Analisi dei dati in tabelle di contingenza: test chi quadrato. Correlazione. Regressione lineare. Trasformazione dei dati (logaritmica ed altre).
Testi di riferimentoFowler ed al - Statistica pratica per le professioni sanitarie. Edises Testo alternativo: Lantieri et al - Statistica Medica per le professioni sanitarie (2° ed) McGraw-Hill 2004 Testi utili per un approfondimento: • M. Pagano & K. Gauvreau. Biostatistica (II edizione italiana). ed. Idelson Gnocchi, Napoli 2003. • S.A. Glantz, Statistica per discipline biomediche, Mc Graw Hill, 2003.
Obiettivi formativiAcquisire abilità in merito alla descrizione di dati statistici: - comprendere la terminologia di base (popolazione, campione, variabile, etc); - calcolo e presentazione di distribuzioni di frequenza; - descrizione di dati con metodi grafici; - calcolo degli indici di tendenza centrale e variabilità; - analisi della relazione tra due variabili; - trasformazione dei dati. Fornire un’introduzione all’inferenza statistica: - comprendere i fondamenti della valutazione di probabilità di un evento.; - distribuzioni di probabilità binomiale e gaussiana; - proprietà della distribuzione della media campionaria; - intervallo di confidenza e Test dell’ipotesi. In sintesi si intende fornire le basi necessarie per: la lettura di articoli scientifici; la presentazione e l’analisi statistica di semplici serie di dati; la prosecuzione degli studi.
PrerequisitiLo studente deve disporre di conoscenze matematiche corrispondenti al biennio delle scuole superiori
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-WORD ed MS-Power Point. Durante l’attività didattica integrativa viene messo a disposizione un breve set di esercizi risolti, che vengono discussi in aula.
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame scritto, comune alle tre materie del corso integrato (Statistica Medica, Fisica, Informatica). L’esame prevede una combinazione di domande a scelta multipla, domande aperte ed esercizi di calcolo.
Insegnamento mutuato daTecniche di laboratorio biomedico (abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di laboratorio biomedico) (1849) - MC014 STATISTICA MEDICA
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoScienze biomediche
CodiceMS0136
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoD'ALFONSO Sandra
DocentiCOTELLA Diego, D'ALFONSO Sandra, BALDANZI Gianluca
CFU6
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0035 BIOLOGIA APPLICATA BIO/13 - BIOLOGIA APPLICATA COTELLA Diego
MS0038 GENETICA MEDICA MED/03 - GENETICA MEDICA D'ALFONSO Sandra
BT028 PROPEDEUTICA BIOCHIMICA BIO/10 - BIOCHIMICA BALDANZI Gianluca
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoBIOLOGIA APPLICATA
CodiceMS0035
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCOTELLA Diego
CFU2
Ore di lezione20
Ore di studio individuale30
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)BIO/13 - BIOLOGIA APPLICATA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoBIOLOGIA APPLICATA
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCOTELLA Diego
Anno1
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIntroduzione alla cellula Acidi nucleici: componenti zucchero, fosfato, basi Zuccheri: formula generale, pentosi, esosi, struttura lineare e ad anello. Disaccaridi, polisaccaridi. Acidi grassi: struttura, trigliceridi, fofolipidi. Aggregati lipidici, monostrati, micelle, doppio strato Amino acidi: struttura di base, legame peptidico, famiglie degli aminoacidi (acidi,basici, apolare, non carichi polari). Strutture della proteina, foglietti beta, alfa elica. Struttura primaria, secondaria, terziaria e quaternaria. Il flusso dell’informazione genetica, • Il DNA componenti essenziali, basi Adenina, guanina, citosina, timina. Struttura della doppia elica. Istoni e strutture cromosomiche. • la duplicazione del DNA. Modello semiconservativo, DNA polimerasi, replicazione continua e discontinua. fedelta’ della duplicazione e meccanismi di riparo • trascrizione e maturazione dell’RNA messaggero. • Il meccanismo della traduzione: caratteristiche del codice genetico; struttura e funzione dei ribosomi Strutture delle membrane biologiche • Il doppio strato lipidico, le proteine della membrana, i carboidrati della membrana • Il trasporto attraverso la membrana: piccole molecole e particelle. Gli organelli cellulari, struttura e funzione. • La compartimentazione delle cellule superiori, il citosol. • Il nucleo, • I mitocondri • Il reticolo endoplasmatico • L’apparato del golgi • I lisosomi • L’indirizzamento dellle proteine nei vari compartimenti cellulari. Endocitosi e esocitosi Il citoscheletro e le interazioni tra le cellule • Microtubuli, filamenti di actina, filamenti intermedi. Componenti e funzioni cellulari
Testi di riferimentoBiologia e Genetica. G. Chieffi - S. Dolfini - M. Malcovati R. Pierantoni - M.L. Tenchini. Ed. Edises. Elementi di Biologia. - Solomon, Berg, Martin, Ed. Edises. Elementi di Biologia e Genetica Sadava, Hillis, Heller, Berenbaum Ed. Zanichelli
Obiettivi formativiIl corso propone un’integrazione delle più attuali nozioni di biologia cellulare, biochimica e Biologia molecolare che forniranno allo studente gli strumenti necessari per arrivare a conoscere e descrivere in modo organico la struttura di cellule eucariotiche e le loro funzioni.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di chimica e biochimica
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla e con domande a risposta aperta. Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito le nozioni di base della biologia cellulare e molecolare, apprese durante le lezioni, in maniera adeguata per affrontare con efficacia i successivi corsi (es istologia)
Insegnamento mutuante inIgiene dentale (abilitante alla professione sanitaria di Igienista dentale) (1847) - MS0035 BIOLOGIA APPLICATA
Tecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di radiologia medica) (1848) - MS0035 BIOLOGIA APPLICATA - NOVARA
Tecniche di laboratorio biomedico (abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di laboratorio biomedico) (1849) - MS0035 BIOLOGIA APPLICATA - NOVARA
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoBIOLOGIA APPLICATA
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCOTELLA Diego
Anno1
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIntroduzione alla cellula Acidi nucleici: componenti zucchero, fosfato, basi Zuccheri: formula generale, pentosi, esosi, struttura lineare e ad anello. Disaccaridi, polisaccaridi. Acidi grassi: struttura, trigliceridi, fofolipidi. Aggregati lipidici, monostrati, micelle, doppio strato Amino acidi: struttura di base, legame peptidico, famiglie degli aminoacidi (acidi,basici, apolare, non carichi polari). Strutture della proteina, foglietti beta, alfa elica. Struttura primaria, secondaria, terziaria e quaternaria. Il flusso dell’informazione genetica, • Il DNA componenti essenziali, basi Adenina, guanina, citosina, timina. Struttura della doppia elica. Istoni e strutture cromosomiche. • la duplicazione del DNA. Modello semiconservativo, DNA polimerasi, replicazione continua e discontinua. fedelta’ della duplicazione e meccanismi di riparo • trascrizione e maturazione dell’RNA messaggero. • Il meccanismo della traduzione: caratteristiche del codice genetico; struttura e funzione dei ribosomi Strutture delle membrane biologiche • Il doppio strato lipidico, le proteine della membrana, i carboidrati della membrana • Il trasporto attraverso la membrana: piccole molecole e particelle. Gli organelli cellulari, struttura e funzione. • La compartimentazione delle cellule superiori, il citosol. • Il nucleo, • I mitocondri • Il reticolo endoplasmatico • L’apparato del golgi • I lisosomi • L’indirizzamento dellle proteine nei vari compartimenti cellulari. Endocitosi e esocitosi Il citoscheletro e le interazioni tra le cellule • Microtubuli, filamenti di actina, filamenti intermedi. Componenti e funzioni cellulari
Testi di riferimentoBiologia e Genetica. G. Chieffi - S. Dolfini - M. Malcovati R. Pierantoni - M.L. Tenchini. Ed. Edises. Elementi di Biologia. - Solomon, Berg, Martin, Ed. Edises. Elementi di Biologia e Genetica Sadava, Hillis, Heller, Berenbaum Ed. Zanichelli
Obiettivi formativiIl corso propone un’integrazione delle più attuali nozioni di biologia cellulare, biochimica e Biologia molecolare che forniranno allo studente gli strumenti necessari per arrivare a conoscere e descrivere in modo organico la struttura di cellule eucariotiche e le loro funzioni.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di chimica e biochimica
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla. Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito le nozioni di base della biologia cellulare e molecolare, apprese durante le lezioni, in maniera adeguata per affrontare con efficacia i successivi corsi (es istologia
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoGENETICA MEDICA
CodiceMS0038
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoD'ALFONSO Sandra
DocentiD'ALFONSO Sandra
CFU2
Ore di lezione20
Ore di studio individuale30
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/03 - GENETICA MEDICA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti- Il genoma umano - Struttura dei cromosomi, cariotipo umano normale - Mitosi e meiosi - Aberrazioni cromosomiche. Cariotipi umani patologici. - Diagnosi prenatale - Genetica dei gruppi eritrocitari Rh e ABO - Eredità monofattoriale:autosomica dominante, recessiva, legata al cromosoma X dominante e recessiva. - Mutazioni nel DNA. - Genetica molecolare delle malattie monofattoriali - Caratteri multifattoriali - Inattivazione del cromosoma X - Caratteri mitocondriali
Testi di riferimentoTesti consigliati: - Chieffi. Biologia e Genetica. EDISES - Iolascon, Gasparini, Cocozza : Genetica Medica. Lineamenti. ed Idelson-Gnocchi,2005
Obiettivi formativiIl corso si propone di fornire allo studente gli strumenti per comprendere le basi molecolari e le modalita’ di trasmissione delle malattie genetiche nell’uomo
Metodi didatticiVideoproiettore e computer in dotazione all'aula Lavagna luminosa Strumenti didattici Presentazioni in formato MS-Power Point Materiali di consumo previsti Copia su supporto informatico di tutte le diapositive proiettate
Altre informazioniIl corso non prevede esercitazioni. Tuttavia durante le lezioni frontali verranno proposti e risolti con gli studenti alcuni problemi o quesiti
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’apprendimento verrà verificato tramite esame scritto con domande prevalentemente a scelta multipla e una minoranza eventuale di domande aperte. Interrogazione orale solo nei casi incerti
Insegnamento mutuato daTecniche di laboratorio biomedico (abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di laboratorio biomedico) (1849) - MS0038 GENETICA MEDICA - NOVARA
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoPROPEDEUTICA BIOCHIMICA
CodiceBT028
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiBALDANZI Gianluca
CFU2
Ore di lezione20
Ore di studio individuale30
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)BIO/10 - BIOCHIMICA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno1
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoitaliano
ContenutiCHIMICA Struttura della materia: Struttura dell’atomo e particelle subatomiche fondamentali. Isotopi. Radioattività. Ioni. Tavola periodica degli elementi. Le molecole ed il legame chimico:Legame covalente. Legame ionico. Composti covalenti e composti ionici. Nomenclatura dei composti inorganici. Struttura dei composti. Stati di aggregazione della materia: Lo stato gassoso. Lo stato liquido. Lo stato solido. L’acqua: proprietà chimiche e fisiche. Soluzioni elettrolitiche: elettroliti forti e deboli. Acidi e basi. Sistemi tampone. Sistemi tampone del sangue BIOCHIMICA Il metabolismo e la Bioenergetica. Proteine: gli aminoacidi, il legame peptidico, le proteine. Struttura delle proteine-Emoglobina. Gli enzimi. Coenzimi e vitamine. Metabolismo degli aminoacidi e delle proteine. Metabolismo dei carboidrati: glicolisi, gluconeogenesi, metabolismo del glicogeno. Metabolismo dei lipidi: metabolismo degli acidi grassi, metabolismo del colesterolo. Metabolismo dei nucleotidi. Coordinamento del metabolismo, gli ormoni.
Testi di riferimentoTesti consigliati MICHELE SAMAJA Corso di BIOCHIMICA per le lauree triennali(Area Sanitaria) ED.: PICCIN ISBN 88-299-1691-9 STEFANI, TADDEI CHIMICA, BIOCHIMICA, E BIOLOGIA APPLICATA ED. ZANICHELLI ISBN 88-08-07523-0
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obbiettivo di fornire le conoscenze chimiche e biochimiche di base.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point. Agli studenti verrà fornita copia delle immagini proiettate a lezione
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame sarà costituito da una prova scritta con domande a scelta multipla o a risposta libera.
Insegnamento mutuato daTecniche di radiologia medica, per immagini e radioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Tecnico di radiologia medica) (1848) - BT028 PROPEDEUTICA BIOCHIMICA - NOVARA
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoTirocinio I anno
CodiceMS0117
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2015/2016
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoDI CONCILIO Ersilia
CFU10
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE
Tipo di insegnamentoAttività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno1
PeriodoAnnuale
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoitaliano
ContenutiPreparazione pratica a turnazione nei servizi ove previsto il recupero di rieducazione funzionale neuromotorio.
Testi di riferimentoChinesiologia, S. Boccardi e A. Lissoni. Società Editrice Universo, Roma. Fisiologia articolare, I.A. Kapandji. Demi, Roma. Esame del sistema muscolare, L. Daniels – C. Worthingham. Verducci Editore
Obiettivi formativiLo studente al termine dell’anno accademico dovrà essere in grado di inserirsi nei vari ambiti di tirocinio sviluppando la capacità di comunicazione ed interazione ed identificare il proprio ruolo. Lo studente attraverso l’osservazione e la consultazione delle fonti documentative dovrà essere in grado di:  osservare come si presenta il paziente ed acquisire capacità nel rilevamento dei parametri fondamentali: frequenza cardiaca, pressione arteriosa, frequenza respiratoria;  descrivere il grado di autonomia del paziente in relazione al movimento fisiologico e all’ambiente che lo circonda (individuazione della “disabilità” e dell’ “handicap” (classificazione O.M.S.);  iniziare ad approcciarsi al paziente rispetto alle caratteristiche del movimento, posture e spostamenti, abbigliamento, alimentazione ed utilizzo ausili.
PrerequisitiL’osservazione del soggetto sano e patologico adulto ed in età evolutiva
Metodi didatticiLavagna luminosa, videoproiettore, computer e sala simulazione presso la sede dei corsi di laurea. Strutture riabilitative e asili nido convenzionati disseminati sul territorio. Strumenti tecnologici audiovisivi, ausili e attrezzature utilizzate nelle palestre riabilitative. Lenzuola per lettino e guanti monouso, cerotto adesivo, bende
Altre informazioniEsercitazioni pratiche, condotte da tutor e affiancatori delle rispettive sede di tirocinio coinvolgendo gli studenti sia a gruppi che singolarmente. Seminari tematici relativi al discorso riabilitativo distribuiti per grado nel corso del triennio.
Modalità di verifica dell'apprendimentoVerifiche: • il coordinatore dell’insegnamento Tecnico-pratico e di Tirocinio è costantemente informato del procedere e degli esiti delle fasi di apprendimento degli studenti attraverso incontri periodici con i tutor; • due schede di valutazione con domande predisposte, che valutano il saper fare e il saper essere dello studente, compilate dai tutor dei servizi riabilitativi, dopo aver sentito il parere di tutto il personale tecnico (della propria struttura) che ha affiancato lo studente durante il tirocinio tecnico-pratico. L’esame di tirocinio tecnico-pratico consiste nell’esecuzione di due prove pratiche in cui lo studente deve dimostrare di aver acquisito, in maniera adeguata, le nozioni e le abilità manuali di base apprese durante le esercitazioni e il percorso formativo pratico.
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoClinica neurologica
CodiceMS0427
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoCANTELLO Roberto
DocentiZEME Sergio Mario Giovanni, COMI Cristoforo, CANTELLO Roberto, MAZZINI Letizia
CFU6
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0211 Neurochirurgia MED/27 - NEUROCHIRURGIA ZEME Sergio Mario Giovanni
MS0212 Neurologia clinica I MED/26 - NEUROLOGIA COMI Cristoforo
MS0213 Neurologia clinica II MED/26 - NEUROLOGIA CANTELLO Roberto
MS0215 Neuropsicologia clinica MED/26 - NEUROLOGIA MAZZINI Letizia
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoNeurochirurgia
CodiceMS0211
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiZEME Sergio Mario Giovanni
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/27 - NEUROCHIRURGIA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti1) TRAUMI CRANIO-CEREBRALI. - Fisiopatologia (danni focali e diffusi dell’encefalo). - Lesioni endocraniche precoci (ematomi extracerebrali, commozione, contusioni e ematomi intracerebrali, lesioni assonali diffuse, edema cerebrale) e tardive (idrocefalo, ematoma subdurale cronico, cicatrici cerebrali). - Il coma post-traumatico (fisiopatologia e principali quadri clinici). - I processi riparativi dell’encefalo. - Esiti neurologici e neuropsichici (deficit motori e sensitivi, disturbi della memoria, dell’attenzione e del comportamento). 2) TRAUMI VERTEBRO-MIDOLLARI. - Fisiopatologia (danni da stiramento e compressione del midollo spinale). - Lesioni vertebro-midollari (fratture vertebrali stabili e instabili; ematomi extramidollari; commozione, contusione e lacerazione midollare). - Processi riparativi del midollo spinale. - Esiti neurologici (deficit motori e sensitivi, spasticità, dolore cronico, vescica neurologica). 3) IDROCEFALO. - Fisiopatologia della circolazione liquorale. - L’idrocefalo nell’infanzia e nell’età adulta (cause, quadri clinici, esiti neurologici e neuropsichici). - Cenni di terapia chirurgica. 4) TUMORI DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE. - Principali tumori intrassiali (gliomi, linfomi, metastasi) e extrassiali (meningiomi, neurinomi, sarcomi). - Cenni di terapia chirurgica, radio e chemioterapica. - Esiti neurologici e neuropsichici. 5) MALFORMAZIONI VASCOLARI ENDOCRANICHE. - Gli aneurismi endocranici e la loro rottura. - Complicanze dell’emorragia subaracnoidea: ischemia da vasospasmo arterioso, idrocefalo. - Gli angiomi artero-venosi: ischemia cerebrale da furto e emorragia cerebrale da rottura. - Cenni di terapia chirurgica e endovascolare. 6) NEUROCHIRURGIA FUNZIONALE. - Definizione di Neurochirurgia Funzionale e sue principali applicazioni (terapia del dolore cronico, della spasticità e dei movimenti involontari). - Neuromodulazione: elettrostimolazione terapeutica del sistema nervoso e infusione intratecale di farmaci (basi fisiopatologiche, principali indicazioni e risultati). - La radicotomia posteriore funzionale lombo-sacrale (basi fisiopatologiche, principali indicazioni e risultati).
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di fornire le conoscenze di base delle malattie del sistema nervoso di interesse neurochirurgico e dei relativi esiti, che il fisioterapista si troverà a trattare nel corso della sua vita professionale. L’accento è posto in modo particolare sulla fisiopatologia delle alterazioni del sistema nervoso e dei meccanismi di recupero di funzioni compromesse da traumi cranio-encefalici e vertebro-midollari, malattie cerebrali e midollari di eziologia emorragica, tumorale e malformativa. Sono illustrati, infine, le principali metodiche che la neurochirurgia funzionale offre per migliorare disturbi del tono, del movimento e del dolore cronico
PrerequisitiConoscenze di base dell’anatomia e della fisiologia del sistema nervoso.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si compone di un esame orale con domande vertenti sugli argomenti illustrati nelle lezioni
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoNeurologia clinica I
CodiceMS0212
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCOMI Cristoforo
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/26 - NEUROLOGIA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiEsame neurologico con richiami alle basi antomo-fisiologiche della neurologia Sclerosi Multipla Malattia di Parkinson e Parkinsonismi Altri disturbi del movimento: tremori, coree, distonie, tic, mioclono. Demenze Patologia del midollo spinale Cefalee Tumori cerebrali Malattie della placca neuromuscolare Atassie ereditarie
Testi di riferimentoNeurologia. J. Cambier, M. Masson, H. Dehen, C. Masson. Editore: ELSEVIER SRL P. BERTORA. NEUROLOGIA PER PROFESSIONI SANITARIE. EDITORE PICCIN 2015.
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di favorire l'apprendimento degli elementi essenziali di eziopatogenesi, presentazione clinica, diagnosi differenziale e trattamento delle malattie del sistema nervoso centrale e periferico e del muscolo. Particolare attenzione verrà dedicata alle indicazioni al trattamento fisioterapico.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di Anatomia, Fisiologia, e Biochimica
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point, CD-ROM interattivi e siti internet didattici.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame sarà costituito da una prova scritta con domande aperte e a scelta multipla sugli argomenti previsti dal programma del corso. In casi specifici l’esame potrà essere integrato da una prova orale. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato le nozioni di base della Neurologia, apprese durante le lezioni, in maniera adeguata ad inquadrare gli elementi principali della gestione del paziente neurologico, con particolare attenzione al trattamento fisioterapico
Programma estesoEsame neurologico con richiami alle basi antomo-fisiologiche della neurologia Sclerosi Multipla Malattia di Parkinson e Parkinsonismi Altri disturbi del movimento: tremori, coree, distonie, tic, mioclono. Demenze Patologia del midollo spinale Cefalee Tumori cerebrali Malattie della placca neuromuscolare Atassie ereditarie
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoNeurologia clinica II
CodiceMS0213
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoCANTELLO Roberto
DocentiCANTELLO Roberto
CFU2
Ore di lezione20
Ore di studio individuale30
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/26 - NEUROLOGIA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
ContenutiClinica e diagnosi strumentale delle seguenti affezioni neurologiche: - Malattie cerebrovascolari - Epilessie - Patologie del sonno - Polineuropatie - Malattie muscolari - Malattie infettive del SNC: Meningiti ed encefaliti - Elettroencefalografia parte I - Elettroencefalografia parte II - Elettromiografia
Testi di riferimentoNeurologia. J. Cambier, M. Masson, H. Dehen, C. Masson. Editore: ELSEVIER SRL
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di favorire l'apprendimento degli elementi essenziali di eziopatogenesi, presentazione clinica, diagnosi differenziale e trattamento delle malattie del sistema nervoso centrale, periferico e del muscolo. Particolare attenzione verrà dedicata alle indicazioni al trattamento fisioterapico.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di Anatomia, Fisiologia, e Biochimica
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point, CD-ROM interattivi e siti internet didattici.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame sarà costituito da una prova scritta con domande aperte e a scelta multipla sugli argomenti previsti dal programma del corso. In casi specifici l’esame potrà essere integrato da una prova orale. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato le nozioni di base della Neurologia, apprese durante le lezioni, in maniera adeguata ad inquadrare gli elementi principali della gestione del paziente neurologico, con particolare attenzione al trattamento fisioterapico
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoNeuropsicologia clinica
CodiceMS0215
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiMAZZINI Letizia
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/26 - NEUROLOGIA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiAnatomia topografico-funzionale delle aree cerebrali. Specializzazione emisferica. Sindromi lobari (funzioni frontali, parietali, occipitali, temporali). Afasie, agnosie, aprassie. Lo stato vegetativo. Lo stato di minima coscienza. Neglect. Riabilitazione neuropsicologica dell'ictus. La memoria e i suoi disturbi (tipi di memoria, richiamo delle informazioni, decadimento cognitivo).
Testi di riferimento1. Neuropsicologia, a cura di E.Ladavas ed A. Berti Ed. Il Mulino La riabilitazione neuropsicologica , a cura di Anna Mazzucchi Ed. Masson
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di permettere l'apprendimento dei principi di base dei processi cognitivi correlandoli alle loro basi neurali. In particolare il modulo offrirà l’opportunità di analizzare alcuni comportamenti alterati di pazienti affetti da lesioni del sistema nervoso centrale e correlarli alle immagini ottenute con le più avanzate tecnologie di bio-immagine formulando osservazioni sulle ipotesi di funzionamento cognitivo sia di persone malate che di soggetti normali. Inoltre verranno affrontate le problematiche del fisioterapista nei confronti del paziente neuroleso (modalità di approccio, di interazione e di alleanza terapeutica).
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di Anatomia, Fisiologia e Patologia del Sistema Nervoso Centrale.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con 10 domande: 8 con risposta a scelta multipla 2 aperte su argomenti di Neuropsicologia. Gli studenti che non superano la prova scritta, potranno sostenere la prova orale sugli argomenti eventualmente non superati allo scritto.
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoMedicina generale e specialistica
CodiceMS0284
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoALABISO Oscar
DocentiFRESU Luigia Grazia, DUGNANI Maurizio, BURLONE Michela Emma, ALABISO Oscar, ZEPPEGNO Patrizia, VALORIO Patrizia, PIOBALBO Fulvia
CFU8
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
BM030 FARMACOLOGIA BIO/14 - FARMACOLOGIA FRESU Luigia Grazia
MS0190 Geriatria e Gerontologia MED/09 - MEDICINA INTERNA DUGNANI Maurizio
MC103 MEDICINA INTERNA MED/09 - MEDICINA INTERNA BURLONE Michela Emma
MC076 ONCOLOGIA MEDICA MED/06 - ONCOLOGIA MEDICA ALABISO Oscar
MS0097 Psichiatria MED/25 - PSCHIATRIA ZEPPEGNO Patrizia
MS0023 Psicologia generale M-PSI/01 - PSICOLOGIA GENERALE VALORIO Patrizia, PIOBALBO Fulvia
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoFARMACOLOGIA
CodiceBM030
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiFRESU Luigia Grazia
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)BIO/14 - FARMACOLOGIA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiPrincipi di farmacologia: farmacocinetica e farmacodinamica. Farmaci che agiscono sulla placca neuromuscolare e sistema colinergico. Antipertensivi
Testi di riferimento- Farmacologia, Rang HR e Dale MM, Casa Editrice Ambrosiana - Farmacologia generale e molecolare, Clementi e Fumagalli, UTET - Farmacologia Principi di base e applicazioni terapeutiche, Rossi F, Cuomo V, Riccardi C, Ed. Minerva Medica
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di fornire allo studente i principi di base della farmacologia generale e la terapia farmacologica delle patologie di maggiore interesse professionale
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle nozioni di anatomia, fisiologia, chimica e biochimica.
Metodi didatticiLezioni frontali con Presentazioni Power Point
Modalità di verifica dell'apprendimentoVerifica scritta (12 domande a risposta multipla)
Programma estesoFARMACOLOGIA GENERALE • Principi di Farmacocinetica: vie di somministrazione, assorbimento, distribuzione, metabolismo ed eliminazione dei farmaci • Principi di Farmacodinamica: concetto di agonista ed antagonista, curva dose-risposta, i recettori e i meccanismi di trasduzione del segnale FARMACOLOGIA SPECIALE • Farmaci rilassanti la muscolatura scheletrica. Farmaci bloccanti la giunzione neuromuscolare: agenti non depolarizzanti e depolarizzanti, loro azioni terapeutiche ed effetti collaterali. Il sistema dell’aceticolina nella placca neuromuscolare. • Farmaci utilizzati nel trattamento della spasticità’. Baclofene, diazepam e tetrazepam, tizanidina: meccanismo di azione, indicazioni terapeutiche ed effetti collaterali. Dantrolene: meccanismo di azione ed impieghi terapeutici. Tossina botulinica A: impiego negli spasmi focali della muscolatura scheletrica. • Farmaci antiparkinson. L-DOPA, agonisti dopaminergici di vecchia e nuova generazione, inibitori MAO-B e COMT, amantadina, antagonisti muscarinici. Azioni terapeutiche e collaterali. Il sistema dopaminergico e noradrenergico. • Farmaci per la demenza di Alzheimer. Inibitori colinesterasi, antagonisti dell’acido glutammico. • Farmaci antinfiammatori. Cortisonici naturali e di sintesi: meccanismo d’azione, impieghi terapeutici ed effetti collaterali. FANS: meccanismo d’azione, azioni terapeutiche ed effetti collaterali. • Farmaci anestetici locali. Meccanismo d’azione. • Analgesici oppiacei: agonisti forti, agonisti medi, agonisti-antagonisti. • Anti-ipetensivi
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoGeriatria e Gerontologia
CodiceMS0190
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiDUGNANI Maurizio
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/09 - MEDICINA INTERNA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti- Aspetti generali dell’invecchiamento - Ruolo della Geriatria - Caratteristiche cliniche del paziente anziano - Anziano “ fragile” - nvecchiamento psichico e qualità della vita - Decadimento cognitivo nell’anziano - Aspetti nutrizionali ed invecchiamento - Problemi correlati con il movimento: le cadute nell’anziano - Sincope nell’anziano
Testi di riferimentoF. FABRIS - Geriatria : 1-2 volume. Cesi editore Roma 2003 A. CHERUBINI – R. ROSSI - U. SENIN : Attività fisica ed invecchiamento. Edises Napoli 2002 M. TRABUCCHI : Le Demenze . Utet Milano 4° Edizione 2005 M. PALLESCHI - S. M. ZUCCARO : Linee guida nel trattamento e nella gestione delle malattie geriatriche. Cesi editore Roma. 2° Edizione 2002
Obiettivi formativiFornire le basi teorico-pratiche per riconoscere l’anziano fragile, il vero obiettivo della Geriatria moderna, il soggetto a rischio che attraverso lo strumento diagnostico della valutazione multidimensionale può essere più facilmente individuato e trattato (care). L’anziano fragile si caratterizza inoltre per l’età sempre più avanzata, per la facilità alla disautonomia soprattutto negli ultimi 5 anni di vita e per il fenomeno dello scompenso a cascata che comporta come conseguenza principale livelli sempre più bassi di equilibrio psico-fisico, fino allo scompenso terminale (failure to thrive).
PrerequisitiLe nozioni acquisite nel primo anno del Corso di Laurea in Fisioterapia.
Metodi didatticiPresentazioni diapositive in formato powerpoint e siti internet didattici
Modalità di verifica dell'apprendimentoVerifica scritta con domande a scelta multipla degli argomenti trattati in sede di lezioni, come previsto dal programma
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMEDICINA INTERNA
CodiceMC103
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiBURLONE Michela Emma
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/09 - MEDICINA INTERNA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiAmbito d’interesse della Medicina Interna. Approccio e valutazione del paziente: anamnesi ed esame obiettivo. Segni e sintomi. Valore di un test: sensibilità, specificità, VPP e VPN. Ipertensione arteriosa: classificazione, fisiopatologia, conseguenze cliniche, tecnica di misurazione della pressione arteriosa, modalità di trattamento (in particolare riguardo a modifiche dello stile di vita). Patogenesi dell’aterosclerosi; manifestazioni cliniche e trattamento della vasculopatia periferica. Attività fisica e malattie croniche. Effetti dell’inattività e beneficio dell’attività fisica guidata nei soggetti anziani. Malnutrizione: epidemiologia, conseguenze, metodiche di valutazione. Obesità: definizione, cause, ruolo dell’attività fisica nella genesi e nel trattamento. Funzioni del fegato e sua semiologia. Storia naturale delle malattie epatiche. Le epatiti virali: classificazioni, cause, manifestazioni cliniche e conseguenze. Alcolismo: definizioni, epidemiologia, conseguenze cliniche, diagnosi e trattamento. Diabete mellito: classificazione, manifestazioni cliniche, complicazioni micro- e macrovascolari; il piede diabetico. Problematiche mediche della tossicodipendenza e modalità di riabilitazione. AIDS: definizione, agente causale, meccanismo di trasmissione, storia naturale, rischio professionale. La sindrome wasting ed il ruolo della terapia fisica nel suo controllo. Trapianto del fegato: indicazioni, complicanze, problemi fisici e riabilitazione dopo l’intervento. Richiami di anatomia e fisiologia dell’apparato digerente. Disfagia orofaringea: definizione, epidemiologia, cause, modalità diagnostiche, trattamento. Gastroparesi: definizione, cause, manifestazioni cliniche, modalità diagnostiche, trattamento. Nutrizione enterale e gastrostomia percutanea (PEG): indicazioni, requisiti, modalità di esecuzione, risultati e complicazioni. Doping: storia, classificazione delle sostanze utilizzate, rischi e benefici attesi dall’utilizzo di sostanze dopanti ed integratori alimentari. Fumo di sigaretta e metodi di sua cessazione. Infezioni ospedaliere: epidemiologia, classificazione, modalità di studio. DPI. Disinfezione e sterilizzazione. BPCO: epidemiologia, cause e inquadramento. Diagnosi e terapia. Riacutizzazioni: definizione e terapie. Ruolo della riabilitazione nel trattamento delle BPCO.
Testi di riferimentoMassini R, Longhi C, Marchetti P, Passeretti F, Recine U. Medicina interna. 3° Edizione. McGraw-Hill: Milano, 2013 Antonelli Incalzi Medicina Interna per scienze infermieristiche. Piccin
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di rendere gli studenti edotti in merito ad alcune delle problematiche internistiche di più comune riscontro nella pratica clinica, con particolare riguardo per quelle malattie croniche suscettibili terapia fisica e riabilitativa. Di tali patologie viene fornita una succinta descrizione clinica; per ciascuna, viene enfatizzato il ruolo curativo e preventivo dell’esercizio fisico, nonché le possibilità di riabilitazione. Infine, nell’ambito del corso vengono affrontate le disabilità viscerali relative all’apparato gastroenterico.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di Anatomia, Fisiologia e Patologia Generale
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point (disponibili su Intranet)
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla sugli argomenti trattati durante il corso; il risultato concorre alla determinazione del voto del Corso Integrato di Medicina Generale e Specialistica
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoONCOLOGIA MEDICA
CodiceMC076
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoALABISO Oscar
DocentiALABISO Oscar
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/06 - ONCOLOGIA MEDICA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIntroduzione. Breve storia dell’oncologia. Concetti di terapia adiuvante, neoadiuvante, linea metastatica. Cenni sull’eziopatogenesi dei tumori, le mutazioni, gli agenti cancerogeni, l’ambiente; la familiarità. Oncogeni, geni oncosoppressori, markers. La classificazione, il TNM. La chemioterapia. I farmaci CT. Il dolore da cancro. La terapia palliativa. Effetti collaterali della CT. Le mucositi. Emergenze in oncologia. Le metastasi. La cachessia neoplastica. La terapia di supporto. Neoplasie mammarie. Neoplasie del colon-retto. Neoplasie del polmone. Melanoma e neoplasie cutanee. Le caratteristiche di un Centro Oncologico.
Testi di riferimentoIl programma d’esame è interamente presentato nel corso delle lezioni e dettagliatamente proposto mediante le presentazioni in Power Point liberamente accessibili agli studenti.
Obiettivi formativiConoscenza di: 1. Tumori più frequenti relativamente alle patologie neoplastiche d’organo e apparato facenti parte del programma di lezioni con i relativi fattori di rischio 2. Relazioni esistenti tra stile di vita, dieta, tipologia lavorativa e tumori 3. Storia naturale dei tumori più frequenti relativamente alle patologie neoplastiche d’organo e apparato facenti parte del programma di lezioni 4. Principi generali per la diagnosi, stadiazione, fattori prognostici e marcatori 5. Principi generali per la valutazione del performance status e dell’indicazione al trattamento antitumorale specifico 6. Più frequenti effetti collaterali dei trattamenti antineoplastici 7. Principi generali di cure palliative
PrerequisitiConoscenza di alcuni indispensabili nozioni di ordine Biologico, Farmacologico, Patologico che consentano l’inquadramento della materia
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point.
Modalità di verifica dell'apprendimentoProva scritta con domande a scelta multipla
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoPsichiatria
CodiceMS0097
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiZEPPEGNO Patrizia
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/25 - PSCHIATRIA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti- Funzioni psichiche -Psicopatologia - Nosografia - Disturbi dell’umore - Schizofrenia - Nevrosi - Elementi di psicofarmacologia - Tossicodipendenze - Disturbi alimentari
Testi di riferimentoEugenio Torre - Appunti di Psichiatria e Psicologia Clinica a cura di Carmen Usai e Patrizia Zeppegno - Aracne Editrice
Obiettivi formativiGli obiettivi del corso sono di seguito riportati: - conoscere le funzioni psichiche sia come entità singole che come insieme complesso di attività da cui scaturiscono vissuti soggettivi e la vita di relazione dell’essere umano; - apprendere le principali alterazioni patologiche delle suddette funzioni e il loro riflesso sul comportamento, sapendone riconoscere e ricercare le manifestazioni attraverso le tecniche semeiologiche peculiari alla Psichiatria; - essere in grado di orientarsi nella nosografia dei disturbi psichici imparando a riconoscere le principali sindromi psichiatriche, indicandone gli indirizzi preventivi, terapeutici e riabilitativi; - dimostrare di saper riconoscere le situazioni di disagio psichico in medicina generale e di saper operare un corretto intervento.
Prerequisitinon previste
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point. Visione di film.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta consistente in domande a risposta multipla relative agli argomenti trattati durante le lezioni.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoPsicologia generale
CodiceMS0023
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiVALORIO Patrizia, PIOBALBO Fulvia
CFU2
Ore di lezione20
Ore di studio individuale30
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)M-PSI/01 - PSICOLOGIA GENERALE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoPsicologia generale
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiVALORIO Patrizia
Anno2
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti- Curare e prendersi cura: due modelli a confronto - Contesti ed ambiti della psicologia - Cenni di psicologia generale: percezione, attenzione, memoria, apprendimento ed emozioni - La relazione d’aiuto e la sindrome del burn out - Il paziente in Ospedale e il ciclo di vita - Il paziente mieloleso, il paziente con malattie cardiovascolari e il paziente neuromotorio - Il paziente oncologico. Il dolore, il lutto e la sua elaborazione
Testi di riferimentoNel corso delle lezioni verranno fornite indicazioni relative ai testi per approfondire quanto spiegato.
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di far acquisire consapevolezza rispetto al valore, alle difficoltà e alle problematiche del proprio compito professionale. Si propone inoltre di far acquisire competenze nelle dinamiche relazionali con il paziente, con i colleghi e con l’ambiente del lavoro. Un ulteriore obiettivo è quello di acquisire la capacità di riflettere sul proprio operato, sugli avvenimenti relativi al lavoro, sui propri vissuti e sentimenti.
Prerequisitinon previste
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame sarà costituito da prova scritta con domande multiple
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoPsicologia generale
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiPIOBALBO Fulvia
Anno2
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti- Curare e prendersi cura: due modelli a confronto - Contesti ed ambiti della psicologia - Cenni di psicologia generale: percezione, attenzione, memoria, apprendimento ed emozioni - La relazione d’aiuto e la sindrome del burn out - Il paziente in Ospedale e il ciclo di vita - Il paziente mieloleso, il paziente con malattie cardiovascolari e il paziente neuromotorio - Il paziente oncologico. Il dolore, il lutto e la sua elaborazione
Testi di riferimentoNel corso delle lezioni verranno fornite indicazioni relative ai testi per approfondire quanto spiegato.
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di far acquisire consapevolezza rispetto al valore, alle difficoltà e alle problematiche del proprio compito professionale. Si propone inoltre di far acquisire competenze nelle dinamiche relazionali con il paziente, con i colleghi e con l’ambiente del lavoro. Un ulteriore obiettivo è quello di acquisire la capacità di riflettere sul proprio operato, sugli avvenimenti relativi al lavoro, sui propri vissuti e sentimenti.
Prerequisitinon previste
Metodi didatticiVideoproiettore e computer con collegamento Internet in dotazione all'aula. Proiezione di filmati relativi agli argomenti trattati
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame sarà costituito da prova scritta con domande multiple.
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoPatologia dell'apparato locomotore e Terapie fisiche
CodiceMS0288
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoCISARI Carlo
DocentiPIRISI Mario, CISARI Carlo, GRASSI Federico Alberto
CFU6
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0236 REUMATOLOGIA MED/16 - REUMATOLOGIA PIRISI Mario
MS0237 Riabilitazione dell'apparato locomotore e Terapie fisiche MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA CISARI Carlo
MS0220 Ortopedia MED/33 - MALATTIE APPARATO LOCOMOTORE GRASSI Federico Alberto
MS0256 Traumatologia MED/33 - MALATTIE APPARATO LOCOMOTORE GRASSI Federico Alberto
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoREUMATOLOGIA
CodiceMS0236
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiPIRISI Mario
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/16 - REUMATOLOGIA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiAl completamento del corso, lo studente avrà acquisito gli elementi minimi di conoscenza delle malattie reumatiche che è probabile un fisioterapista incontri nel corso della propria professione.
Testi di riferimentoHarrison's principles of Internal Medicine, 19E (disponibile sulla piattaforma Access medicine)
Obiettivi formativiFornire gli elementi di base delle principali malattie reumatiche, con particolare riferimento alla fisiopatologia del danno dell’apparato locomotore e quindi della progressione in disabilità. Particolare rilievo viene pertanto dato a patologie caratterizzate da interessamento cronico e progressivo delle articolazioni. Gli elementi immunologici e le malattie sistemiche vengono trattate con lo scopo di favorire l’inquadramento globale della disciplina e fornire elementi necessari di comprensione degli aspetti peculiari della branca
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di Anatomia, Fisica, Biochimica, Patologia generale e Fisiologia
Metodi didatticiLezioni frontali, disponibili anche in forma di webcast. Presentazioni in formato .pdf, blended learning con risorse on-line accessibili su DIR
Altre informazioniMateriale supplementare è disponibile on-line (DIR)
Modalità di verifica dell'apprendimentoQuiz a scelta multipla sugli argomenti del corso.
Programma estesoGeneralità. Epidemiologia e semeiotica dell’apparato locomotore. Principali modalità di riabilitazione e terapia fisica. Osteoartrosi. Criteri diagnostici, storia naturale, terapia Artrite reumatoide. Sintomi, presentazione clinica, evoluzione. Misurazione della disabilità e principi di terapia. Spondiloartriti sieronegative. Cenni generali, caratteri comuni.. Forme specifiche: spondilite anchilosante, artropatia psoriasica, artriti reattive, artriti enteropatiche. Artriti e infezioni. Artriti infettive, incluse artriti settiche. Reumatismo articolare acuto. Altre compartecipazioni in corso di patologie infettive. Artriti da cristalli: Gotta, pseudogotta (condrocalcinosi). Fibromialgia. Cenni sulle connettiviti.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoRiabilitazione dell'apparato locomotore e Terapie fisiche
CodiceMS0237
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoCISARI Carlo
DocentiCISARI Carlo
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti1. La Medicina Riabilitativa: definizione, caratteristiche generali, obiettivi, sviluppo, normativa. Definizione di menomazione, disabilità, handicap. 2. Modalità di intervento nella valutazione e nel trattamento in Medicina Riabilitativa: Progetto, programma, team, operatori e relative competenze. 3. Il setting riabilitativo: definizione e criteri. 4. Menomazione e disabilità nelle patologie dell’apparato locomotore: generalità, il danno da immobilizzazione, lo “specifico motorio”. 5. Menomazione e disabilità del rachide cervicale: Elementi di anatomia e kinesiologia, valutazione e trattamento. 6. Menomazione e disabilità del rachide dorso-lombare: Elementi di anatomia e kinesiologia, valutazione e trattamento. 7. Il sistema nervoso periferico: elementi di anatomia, menomazioni, valutazione e trattamento della disabilità. 8. Il progetto riabilitativo inteso come un insieme di programmi che, attraverso il recupero totale o parziale della funzione, la riduzione della disabilità e l’eliminazione delle condizioni di rischio di handicap, hanno come obiettivo finale il miglioramento dell’autonomia e il raggiungimento del più alto livello possibile di qualità di vita. 9. Nozioni generali di fisioterapia strumentale, in particolare di elettroterapia di stimolazione.
Testi di riferimentoManuale di Ortopedia e Traumatologia di F. Grassi et al, ed Masson
Obiettivi formativiApprendere le conoscenze di base della disciplina di Medicina Fisica e Riabilitazione, con le componenti storiche organizzative e normative. Assimilare le capacità di eseguire un programma riabilitativo negli esiti invalidanti delle principali patologie acquisite e congenite dell’apparato locomotore in età adulta, valutando e intervenendo per ridurre menomazione e disabilità specifiche, per quanto di competenza della figura professionale. Approfondire le conoscenze sulle disabilità del rachide cervico-dorso-lombare e del sistema nervoso periferico. Nozioni generali di fisioterapia strumentale
PrerequisitiConoscenze di base di patologia generale, anatomia, biomeccanica, kinesiologia e fisiologia dell’apparato locomotore
Metodi didatticiNon previsti
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame orale
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoOrtopedia
CodiceMS0220
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGRASSI Federico Alberto
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/33 - MALATTIE APPARATO LOCOMOTORE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiArgomenti di Ortopedia.
Testi di riferimentoF.A.Grassi, U. Pazzaglia, G. Pilato, G. Zatti: “Manuale di ortopedia e traumatologia” (II edizione), Ed. EDRA Masson, Milano, 2012.
Obiettivi formativiConoscere le principali patologie che colpiscono l’apparato locomotore e le relative problematiche riabilitative.
PrerequisitiNozioni basilari di Istologia, Anatomia, Biochimica, Fisiologia, Patologia Generale e Radiologia.
Metodi didatticiLezioni frontali con proiezione di diapositive.
Altre informazioniIl corso si associa a tirocinio clinico in reparto
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame orale.
Programma estesoCenni di isto-fisiologia dell’osso ed osteogenesi. Malformazioni e malattie congenite (DCA, PTC, torcicollo congenito). Malattie dell’età evolutiva (scoliosi, osteocondrosi, epifisiolisi). Patologia infettiva dell’osso e delle articolazioni. Tumori dello scheletro primitivi e secondari. Osteopatie (osteoporosi, rachitismo e osteomalacia, Paget). Artropatie (artrosi, artrite reumatoide). Necrosi asettica della testa del femore. Ernia del disco cervicale e lombare. Patologia miotendinea (spalla, tendinopatie da sovraccarico, tendine d’Achille). Argomenti di Chirurgia della Mano (sindromi canalicolari dell’arto superiore, Dupuytren, Volkmann). Biomateriali in Ortopedia.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoTraumatologia
CodiceMS0256
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGRASSI Federico Alberto
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/33 - MALATTIE APPARATO LOCOMOTORE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoItaliano.
ContenutiTraumatologia dell'apparato locomotore.
Testi di riferimentoF.A.Grassi, U. Pazzaglia, G. Pilato, G. Zatti: “Manuale di ortopedia e traumatologia” (II edizione), Ed. EDRA Masson, Milano, 2012.
Obiettivi formativiConoscere le principali patologie traumatiche che colpiscono l’apparato locomotore e le relative problematiche riabilitative.
PrerequisitiNozioni basilari di Istologia, Anatomia, Biochimica, Fisiologia, Patologia Generale e Radiologia.
Metodi didatticiLezioni frontali con proiezione di diapositive.
Altre informazioniIl corso si associa a tirocinio clinico in reparto.
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame orale.
Programma estesoPrincipi generali di traumatologia scheletrica: generalità sulle fratture (classificazione, processi riparativi dell’osso, principi di terapia, complicanze), distacchi epifisari, il paziente politraumatizzato. Sistematica delle fratture: omero, polso, bacino, femore, gamba, vertebre. Fratture da stress. Lesioni traumatiche delle articolazioni (spalla, ginocchio, caviglia). Biomateriali in Traumatologia scheletrica.
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoRiabilitazione Neurologica
CodiceMS0425
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoNARDONE Antonio
DocentiNARDONE Antonio, ZACCALA Massimo, LAMBERTI Gianfranco, FRANZON Elisa, GIRAUDO Elena
CFU5
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0238 Riabilitazione neurologica I MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA NARDONE Antonio
MS0239 Riabilitazione neurologica II MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA ZACCALA Massimo, LAMBERTI Gianfranco
MS0248 Scienze logopediche MED/50 - SCIENZE TECNICHE MEDICHE APPLICATE FRANZON Elisa, GIRAUDO Elena
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoRiabilitazione neurologica I
CodiceMS0238
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoNARDONE Antonio
DocentiNARDONE Antonio
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiBasi scientifiche della riabilitazione: plasticità nervosa e recupero spontaneo dopo lesione, apprendimento motorio associativo e non associativo, adattamento all’esercizio ed all’inattività, esercizio aerobico e di rinforzo muscolare. Basi Fisiologiche del controllo della postura e dell’equilibrio: modello meccanico del corpo umano; anatomo-fisiologia dei meccanismi passivi del controllo posturale e dei meccanismi attivi (controllo a feedback e a feedforward); scale di valutazione clinica dell’equilibrio; metodiche strumentali di analisi della postura, dell’equilibrio e del cammino. Inquadramento e riabilitazione dei disturbi del movimento, della postura, dell’equilibrio e del cammino: atassie da danno sensitivo, vestibolare, cerebellare, misto; malattia di Parkinson; ictus; sclerosi multipla; neuropatie periferiche; miopatie; sclerosi laterale amiotrofica.
Testi di riferimento1. Braddom RL, Buschbacher RM, Dumitru D. Medicina Fisica & Riabilitazione, Delfino Antonio Editore, Roma, 2005. 2. http://emedicine.medscape.com/rehabilitation 3. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/bookshelf/br.fcgi?book=physmedrehab
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di permettere l'apprendimento delle basi scientifiche del recupero dopo un danno neurologico, dei meccanismi di apprendimento motorio e delle modificazioni plastiche indotte dall’esercizio e dall’inattività nell’organismo. Verranno esposte le basi neurologiche e biomeccaniche del controllo della postura e dell’equilibrio e la loro riabilitazione nelle atassie. Verranno trattati gli effetti benefici dell’esercizio sulla disabilità legata all’invecchiamento della popolazione. Di alcune patologie neurologiche centrali e periferiche saranno descritti i programmi riabilitativi relativi all’esercizio terapeutico per ottenere rinforzo muscolare, allenamento alla resistenza e miglioramenti dell’equilibrio e del cammino.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di Anatomia, Fisiologia e Biochimica.
Metodi didatticiPresentazioni in formato Microsoft-PowerPoint.
Altre informazioniN/A
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame scritto con domande a risposta multipla.
Programma estesoBasi scientifiche della riabilitazione: danno neuronale, plasticità nervosa e recupero spontaneo dopo lesione. Apprendimento motorio non associativo: abitudine e sensibilizzazione. Apprendimento motorio associativo: condizionamento classico e operativo; apprendimento procedurale e dichiarativo. Funzioni del feedback nell'apprendimento. Adattamento all’esercizio ed all’inattività: esercizio aerobico e di rinforzo muscolare. Esercizio fisico nell’anziano. Equilibrio: controllo a feedback e a feedforward. Scale di valutazione clinica dell’equilibrio e della paura di cadere. Atassie: definizione e semeiotica. Cause, manifestazioni e trattamento riabilitativo di atassia sensitiva, vestibolare e cerebellare Malattie del Motoneurone con particolare riguardo alla Sclerosi Laterale Amiotrofica: definizione, cenni di epidemiologia, cause, patogenesi, anatomia patologica, clinica. Scale di valutazione di danno, attività, partecipazione e rischi. Inquadramento in sei stadi della malattia per guidare l'approccio riabilitativo. Poliomielite e sindrome postpolio. Malattia di Parkinson: definizione, cenni di anatomo-fisiologia dei gangli della base, epidemiologia, cause, patogenesi, clinica. Scale di valutazione di danno, attività, partecipazione e rischi. Cadute. Alterazioni della postura: scala di Hoehn-Yahr. Alterazioni del cammino. Freezing of Gait: definizioni, modalità e provocazione della comparsa. Riabilitazione della postura e del cammino. Cenni di autotrattamento a domicilio. Miopatie: definizione, epidemiologia, classificazione. Distrofia Muscolare di Duchenne: cenni di ereditarietà e anatomopatologia; alterazioni funzionali, posturali e del cammino, modalità di intervento riabilitativo multispecialistico. Esercizio terapeutico. Sclerosi Multipla: definizione, epidemiologia, sottotipi clinici, cenni di anatomopatologia. Danno, attività e partecipazione. Scala EDSS. Esercizio aerobico e di rinforzo muscolare. Spasticità e tremore. Allenamento del cammino con treadmill. Neuropatie Periferiche: classificazione anatomopatologica, classificazione secondo Seddon-Sunderland, classificazione eziologica. Sintomi e segni. Classificazione secondo la distribuzione del deficit neurologico periferico. Clinica e riabilitazione di: paralisi di Bell, sindrome del tunnel carpale, compressione del nervo radiale e dell'ulnare, dei nervi femorocutaneo, femorale, peroneo profondo, tibiale posteriore. Malattia di Charcot-Marie-Tooth. Neuropatia diabetica. Sindrome di Guillain-Barré: clinica e riabilitazione. Ictus cerebri: spasticità, alterazioni di postura, equilibrio e cammino. Cenni di riabilitazione motoria: rinforzo muscolare, esercizio aerobico, riabilitazione dell'equilibrio e del cammino. Utilizzo di treadmill con allevio del carico e di robot per il recupero della locomozione.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoRiabilitazione neurologica II
CodiceMS0239
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiZACCALA Massimo, LAMBERTI Gianfranco
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoC - Affine o integrativo
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoRiabilitazione neurologica II
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiZACCALA Massimo
Anno2
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiAlgodistrofia. Ictus cerebrale (alcuni aspetti riabilitativi). Spasticità. Analisi del cammino. Chirurgia funzionale. Disfagia. Patologie neurologiche AIDS-correlate. POA. Relazione d’aiuto in riabilitazione. Sindrome da immobilizzazione. GCA-Traumi cranici. Lesioni midollari. Riabilitazione neuropsicologica: afasia, disturbi dell’attenzione, emianopsia, aprassia, eminattenzione, memoria. Demenze. SLA. Riabilitazione geriatrica. EBM, EBR.
Testi di riferimentoMedicina fisica e riabilitazione – Braddom – Antonio Delfino Editore * EMC - Medicina Riabilitativa
Obiettivi formativiQuesto modulo ha l’obiettivo di fornire conoscenze relative al trattamento riabilitativo, ma anche ad aspetti clinici e valutativi, relativamente ad alcune patologie neurologiche.
PrerequisitiGli studenti devono avere già acquisito conoscenze generali di neurologia ed iniziali nozioni di riabilitazione.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point
Modalità di verifica dell'apprendimentoProva scritta con temi e domande a scelta multipla
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoRiabilitazione neurologica II
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiLAMBERTI Gianfranco
Anno2
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiAlgodistrofia. Ictus cerebrale (alcuni aspetti riabilitativi). Spasticità. Analisi del cammino. Chirurgia funzionale. Disfagia. Patologie neurologiche AIDS-correlate. POA. Relazione d’aiuto in riabilitazione. Sindrome da immobilizzazione. GCA-Traumi cranici. Lesioni midollari. Riabilitazione neuropsicologica: afasia, disturbi dell’attenzione, emianopsia, aprassia, eminattenzione, memoria. Demenze. SLA. Riabilitazione geriatrica. EBM, EBR.
Testi di riferimento* Medicina fisica e riabilitazione – Braddom – Antonio Delfino Editore * EMC - Medicina Riabilitativa
Obiettivi formativiQuesto modulo ha l’obiettivo di fornire conoscenze relative al trattamento riabilitativo, ma anche ad aspetti clinici e valutativi, relativamente ad alcune patologie neurologiche.
PrerequisitiGli studenti devono avere già acquisito conoscenze generali di neurologia ed iniziali nozioni di riabilitazione
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point
Modalità di verifica dell'apprendimentoProva scritta con temi e domande a scelta multipla
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze logopediche
CodiceMS0248
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiFRANZON Elisa, GIRAUDO Elena
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/50 - SCIENZE TECNICHE MEDICHE APPLICATE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze logopediche
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiFRANZON Elisa
Anno2
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiAlgodistrofia. Ictus cerebrale (alcuni aspetti riabilitativi). Spasticità. Analisi del cammino. Chirurgia funzionale. Disfagia. Patologie neurologiche AIDS-correlate. POA. Relazione d’aiuto in riabilitazione. Sindrome da immobilizzazione. GCA-Traumi cranici. Lesioni midollari. Riabilitazione neuropsicologica: afasia, disturbi dell’attenzione, emianopsia, aprassia, eminattenzione, memoria. Demenze. SLA. Riabilitazione geriatrica. EBM, EBR.
Testi di riferimento* Medicina fisica e riabilitazione – Braddom – Antonio Delfino Editore * EMC - Medicina Riabilitativa
Obiettivi formativiQuesto modulo ha l’obiettivo di fornire conoscenze relative al trattamento riabilitativo, ma anche ad aspetti clinici e valutativi, relativamente ad alcune patologie neurologiche.
PrerequisitiGli studenti devono avere già acquisito conoscenze generali di neurologia ed iniziali nozioni di riabilitazione.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point
Modalità di verifica dell'apprendimentoProva scritta con temi e domande a scelta multipla
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze logopediche
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGIRAUDO Elena
Anno2
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenutinel paziente adulto con esiti di cerebrolesioni acquisita:definizione e valutazione, obiettivi e strategie riabilitative di afasia e disturbi nella realizzazione del gesto, deficit disartrico , disturbi del linguaggio conseguenti a trauma cranico, disfagia.
Testi di riferimentoIl cervello ferito, N.Beschin, Della Sala, GIUNTI , 2006 La riabilitazione neuropsicologica premesse teoriche e applicazioni cliniche , a cura di A. Mazzucchi - Ed. Masson 2001 Neuropsicologia –Ladavas, Berti- ed Mulino 2009 Afasia: aggiornamento concettuale e operativo - Quaderni di Logopedia , P. Rampone- MINERVA MEDICA 2007 La riabilitazione delle gravi cerebrolesioni acquisite- A.Mazzucchi, GIUNTI OS,2011 Spread VI edizione 2010 LINEE GUIDA AFASIA FLI – 1^ edizione – 2009 Il paziente afasico, valutazione multifattoriale – A.Schindler-A.M.Miletto edizioni omega,2005 Profilo di valutazione della disartria, a cura di Fussi –Cantagallo, 1998 Cartella logopedica- Età adulta e involutiva , I.Vernero, M.Gambino, O. e A. Schindler , Ed. omega 2002 Riabilitazione del cerebroleso disfagico - Quaderni di Logopedia , P. Cancialosi -2007 , ed. Minerva Medica Tracheostomia e disfagia nel grave cerebroleso, Reverberi, Lombardi,2007, Ed. Del Cerro Linee guida sulla gestione del paziente disfagico adulto in foniatria e logopedia, consensus conference Torino 2007 Deglutologia, G. Ruoppolo, O. A. Schindler I ed., - II ed. 2001, 2011, Ed. Omega
Obiettivi formativiQuesto modulo persegue l’obiettivo di fornire conoscenze e comprensione relativamente alla collaborazione interprofessionale da parte del fisioterapista, nell’approccio valutativo e rimediativo dei disturbi comunicativi e delle problematiche deglutitorie del paziente adulto con esiti di cerebro lesioni acquisite e di consentire di applicare tale conoscenza e comprensione e di sviluppare un’ autonomia di giudizio e di abilita’ comunicative relative a tali conoscenze e apprendimenti e applicazioni.
PrerequisitiGli studenti devono già padroneggiare conoscenze di neuroanatomia e neurofisiologia ed iniziali nozioni di valutazione e trattamento fisioterapico del paziente neurologico.
Metodi didattici.didattica frontale con presentazioni in formato MS – Power Point, CD-ROM interattivi e siti internet didattici; .brevi sessioni di esercitazioni pratiche in aula ; .discussione e presentazione in aula di casi clinici su video - richiesto utilizzo di videoproiettore e computer con collegamento Internet in dotazione all’aula
Altre informazioni.condivisione in visione di alcuni materiali testici e di trattamento, con successiva sperimentazione e discussione congiunta in aula. .Attività a scelta dello studente :possibilità di affiancare il logopedista nel corso del tirocinio del II anno su casi di pertinenza , in corso di trattamento fisioterapico
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si compone di prova scritta con domande a scelta multipla e domande aperte che appurino conoscenza e comprensione e applicazione di tali conoscenze, coerenti con lo sviluppo di un’autonomia di ragionamento clinico.
Programma esteso•Comunicazione, linguaggio, comunicazione verbale e apparati coinvolti nella produzione del linguaggio verbale •Definizione e valutazione di afasia, deficit disartrico e disturbi del linguaggio conseguenti a trauma cranico •Obiettivi e indirizzi e strategie riabilitative di afasia, deficit disartrico e disturbi del linguaggio conseguenti a trauma cranico •Disturbi nella realizzazione del gesto: valutazione in collaborazione con il fisioterapista, ipotesi e proposte riabilitative •Disfagia: definizione, valutazione, segni da rilevare, obiettivi e ipotesi rimediative
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoRiabilitazione neurologica e ortopedica
CodiceMS0426
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoSARTORIO Francesco
DocentiSARTORIO Francesco, ALBIZZATI Erica, SARTORE Barbara, MARENGO Massimo, GARRE` Olga, CORTI Elisabetta
CFU6
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0184 Fisiochinesiterapia MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE SARTORIO Francesco, ALBIZZATI Erica
MS0242 Scienze della riabilitazione in neurologia I MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE SARTORE Barbara, MARENGO Massimo
MS0243 Scienze della riabilitazione in neurologia II MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE GARRE` Olga, CORTI Elisabetta
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoFisiochinesiterapia
CodiceMS0184
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiSARTORIO Francesco, ALBIZZATI Erica
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoFisiochinesiterapia
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoSARTORIO Francesco
DocentiSARTORIO Francesco
Anno2
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiValutazione e trattamento in ambito ortopedico-riabilitativo (concetti generali e basati sull’EBR-EBP): - Principi generali della valutazione chinesiologica e funzionale (test di peformance, scale e questionari) - Principi generali dei trattamenti riabilitativi, manuali e strumentali - Dai protocolli riabilitativi (principali articolazioni) ai diagrammi di flusso per la corretta somministrazione terapeutica.
Testi di riferimentoPorter SB. Tidy's- Manuale di Fisioterapia, Ed 15. edi-ermes; 2014 Braddom RL. Medicina fisica e Riabilitazione, Antonio Delfino Editore; 1998 Magee DJ. Orthopedic Physical assessment, Ed 5. Saunders-Elsevier; 2008 Magee DJ, Zachazewski JE, Quillen WS. Scientific Foundations and Principles of Practice in Musculoskeletal Rehabilitation, Ed 5. Saunders-Elsevier; 2007 Brotzman SB, Wilk KE. La Riabilitazione in Ortopedia, Ed 2. Excerpta Medica Italia; 2004
Obiettivi formativiConoscenza di base per eseguire una valutazione cinesiologica e funzionale di un paziente con problematiche muscoloscheletriche e ortopediche. Acquisire i concetti teorici e le abilità manuali per un approccio al trattamento basato sul ragionamento clinico e sull’evidenza scientifica (EBRehabilitation), nonchè delle controindicazioni delle medesime nei pazienti con disturbi muscoloscheletrici e lesioni traumatiche.
PrerequisitiConoscenza di base della chinesiologia, delle patologie ortopediche e delle lesioni traumatiche più diffuse.
Metodi didatticiLe lezioni saranno svolte per il 75% in modalità "frontale"con presentazione in formato Keynote, il rimanente 25% attraverso "Problem Solving". Il materiale verrà distribuito agli Studenti in formato “pdf” insieme alle Dispense fornite dal Docente. Inoltre verranno forniti sempre in formato “pdf” articoli recensiti sugli argomenti trattati durante le lezioni.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con 3 domande relative ad argomenti del corso. I quesiti saranno inerenti al programma degli insegnamenti per definire la conoscenza e capacità di comprensione (25%), la capacità di applicare conoscenza e comprensione (25%), l’autonomia di giudizio (15%), le abilità comunicative (15%) e la capacità di apprendimento (20%) in relazione al programma svolto.
Programma estesoIntroduzione al corso e dell'importanza delle evidenze scientifiche sulla base dell'EBRehab e EBPractice. Valutazione cinesiologica e funzionale (anamnesi, test clinici e funzionali, scale di misura) del paziente con disturbi muscolo-scheletrici e patologie ortopediche. Principali caratteristiche e requisiti psicometrici (affidabilità, validità e responsività) delle misure di outcome Principi razionali delle principali tecniche di trattamento per il recupero dell'articolarità, del potenziamento neuro-muscolare, della consapevolezza propriocettiva e del recupero del gesto specifico in ambito lavorativo e dell'AVQ) secondo un orientamento EBR e EBP.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoFisiochinesiterapia
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiALBIZZATI Erica
Anno2
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiCONOSCENZA E COMPRENSIONE: Terapia Fisica Strumentale applicata al paziente con patologie ortopediche; Trattamento riabilitativo (conservativo e post-chirurgico) nelle più frequenti patologie ortopediche a carico di spalla, gomito e mano, colonna, anca e bacino, ginocchio, caviglia e piede; Trattamento delle Cicatrici. CAPACITA' DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE: effettuare una corretta Valutazione Funzionale Riabilitativa e utilizzare EBM e EBP come pre-requisiti al trattamento del paziente ortopedico. AUTONOMIA DI GIUDIZIO: utilizzare i test corretti per una precisa valutazione funzionale riabilitativa e scegliere gli esercizi idonei per stilare il programma riabilitativo. ABILITA' COMUNICATIVE: comunicare con linguaggio appropriato con le figure del team riabilitativo, rispetto agli argomenti oggetto di corso. CAPACITA' DI APPRENDIMENTO: trasformare le informazioni derivanti da una corretta valutazione funzionale riabilitativa in esercizi riabilitativi adeguati.
Testi di riferimentoFisioterapia clinica pratica - C. Cisari G. Severini Medicina fisica e Riabilitazione - R.L. Braddom. Mano.Valutazione cinesiologica e funzionale - F. Sartorio, S. Vercelli, G. Bazzini La Riabilitazione in Ortopedia - S.B. Brotzman, K.E. Wilk
Obiettivi formativiConoscenza di base della valutazione chinesiologica e funzionale, nonché il razionale delle tecniche riabilitative basate sull’evidenza (EBRehabilitation) e delle controindicazioni delle medesime nei pazienti con disturbi muscoloscheletrici e lesioni traumatiche.
PrerequisitiGeneralità sulla anatomia, kinesiologia, chinesiterapia e terapia fisica.
Metodi didatticiPresentazione in formato Keynote. Lo stesso materiale verrà distribuito agli Studenti in formato “pdf”. Esercitazioni di simulazione di consegna a colleghi su casi clinici; esercitazioni a gruppi di simulazione di valutazione funzionale riabilitativa e compilazione del programma riabilitativo su casi clinici proposti dal docente.
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame Orale: domande di conoscenza nozionistica; discussione di un caso clinico con simulazione di valutazione funzionale riabilitativa ed elaborazione del programma fisioterapico; scelta di adeguata terapia fisica strumentali in casi clinici proposti dal docente.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione in neurologia I
CodiceMS0242
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiSARTORE Barbara, MARENGO Massimo
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione in neurologia I
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiSARTORE Barbara
Anno2
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti- La mission della riabilitazione. - Il team riabilitativo interprofessionale. - Presa in carico riabilitativa: progetto riabilitativo individuale, programmi riabilitativi specifici, outcome globale e funzionale, obiettivi a breve e medio termine. - Percorso paziente. - Criteri di osservazione e valutazione. - L’Unità Spinale. - Le lesioni midollari: epidemiologia, eziologia, valutazione clinica, classificazione: - quadro clinico di una lesione midollare traumatica: - disturbi motori; - disturbi della sensibilità; - disturbi associati; - il trattamento riabilitativo in stadio acuto ed intermedio: obiettivi e strumenti;  il cammino;  sessualità e fertilità;  lo sport;  effetti psicologici;  la dimissione: - gestione mobilità articolare; - reinserimento sociale e familiare;  il follow up  TENERSI IN FORMA  TRAUMI CRANIOENCEFALICI:  epidemiologia etilogia valutazione clinica  Classificazione e quadro clinico  PERCORSO RIABILITATIVO :fase acuta precoce fase acu fase della riabilitazione intensiva  DIMISSIONE
Testi di riferimentoProgettare la riabilitazione” – Nino Basaglia – edizioni Edi-Ermes “La riabilitazione nelle mielolesioni” – J. Bonavita, M. Menarini, P. Pillastrini – edizioni Masson
Obiettivi formativiFar conoscere allo studente ruoli, dinamiche e procedure del lavoro in team nonché l’importanza del medesimo nei reparti di medicina riabilitativa. Deve altresì permettere l’apprendimento dei vari aspetti delle lesioni midollari e dei traumi cranioencefalici (epidemiologia, eziologia, classificazione, quadro clinico, valutazione) e delle varie tappe del percorso riabilitativo.
PrerequisitiElementi di anatomia, fisiologia e chinesiologia
Metodi didatticiPresentazione in formato Power Point, filmati VHS.
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame orale sui temi affrontati
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione in neurologia I
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiMARENGO Massimo
Anno2
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti- La mission della riabilitazione. - Il team riabilitativo interprofessionale. - Presa in carico riabilitativa: progetto riabilitativo individuale, programmi riabilitativi specifici, outcome globale e funzionale, obiettivi a breve e medio termine. - Percorso paziente. - Criteri di osservazione e valutazione. - L’Unità Spinale. - Le lesioni midollari: epidemiologia, eziologia, valutazione clinica, classificazione: - quadro clinico di una lesione midollare traumatica: - disturbi motori; - disturbi della sensibilità; - disturbi associati; - il trattamento riabilitativo in stadio acuto ed intermedio: obiettivi e strumenti;  il cammino;  sessualità e fertilità;  lo sport;  effetti psicologici;  la dimissione: - gestione mobilità articolare; - reinserimento sociale e familiare;  il follow up  TENERSI IN FORMA  TRAUMI CRANIOENCEFALICI:  epidemiologia etilogia valutazione clinica  Classificazione e quadro clinico  PERCORSO RIABILITATIVO :fase acuta precoce fase acu fase della riabilitazione intensiva  DIMISSIONE
Testi di riferimento“Progettare la riabilitazione” – Nino Basaglia – edizioni Edi-Ermes “La riabilitazione nelle mielolesioni” – J. Bonavita, M. Menarini, P. Pillastrini – edizioni Masson
Obiettivi formativiFar conoscere allo studente ruoli, dinamiche e procedure del lavoro in team nonché l’importanza del medesimo nei reparti di medicina riabilitativa. Deve altresì permettere l’apprendimento dei vari aspetti delle lesioni midollari e dei traumi cranioencefalici (epidemiologia, eziologia, classificazione, quadro clinico, valutazione) e delle varie tappe del percorso riabilitativo.
PrerequisitiElementi di anatomia, fisiologia e chinesiologia.
Metodi didatticiPresentazione in formato Power Point, filmati VHS.
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame orale sui temi affrontati
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione in neurologia II
CodiceMS0243
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGARRE` Olga, CORTI Elisabetta
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoSecondo Semestre
SedeFOSSANO, NOVARA
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
FOSSANO
NOVARA
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione in neurologia II
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGARRE` Olga
Anno2
SedeFOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiValutazione e trattamento in fase acuta, post-acuta e degli esiti dei pz affetti da Stroke, Morbo di Parkinson, Polineuroradicolopatie, Sclerosi Multipla
Testi di riferimentoStep to follow – Autore Patricia M. Davies Trattato di medicina fisica e riabilitazione – Autore Nino Basaglia – Gnocchi editore Progettare la riabilitazione: il lavorare in team interprofessionale – editore Edi-ermes – a cura di Nino Basaglia Stroke Clinica e Riabilitazione – a cura di Carlo Cisari e Franco Molteni – editore Edi-ermes Parkinson. L’approccio riabilitativo multidisciplinare. Editrice Spec. Riabilitazione, 2000 – autore Hartmann Atassie. Proposte riabilitative. Società editrice Esculapio 2010. Autori Pavan S, Trevisan CP,
Obiettivi formativiPermettere l'apprendimento dei principi che regolano la valutazione e la riabilitazione neuromotoria delle principali patologie neurologiche ( Stroke, Parkinson, atassie, sclerosi multipla polineuroradiculopatie). Approfondire le conoscenze degli aspetti teorici trasferendoli nella implementazione di un progetto riabilitativo e conseguente elaborazione e applicazione del programma terapeutico.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di anatomia, fisiologia, patologia neurologica e cinesiologia.
Metodi didatticiPresentazione in formato MS-Power Point, CD-ROM interattivi e siti Internet didattici.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si compone di una prova orale su argomenti trattati durante il corso.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione in neurologia II
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCORTI Elisabetta
Anno2
SedeNOVARA
Frequenza obbligatoriaSi
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiValutazione e trattamento in fase acuta, post-acuta e degli esiti dei pz affetti da Stroke, Morbo di Parkinson, Polineuroradicolopatie, Sclerosi Multipla
Testi di riferimentoStep to follow – Autore Patricia M. Davies Trattato di medicina fisica e riabilitazione – Autore Nino Basaglia – Gnocchi editore Progettare la riabilitazione: il lavorare in team interprofessionale – editore Edi-ermes – a cura di Nino Basaglia Stroke Clinica e Riabilitazione – a cura di Carlo Cisari e Franco Molteni – editore Edi-ermes Parkinson. L’approccio riabilitativo multidisciplinare. Editrice Spec. Riabilitazione, 2000 – autore Hartmann Atassie. Proposte riabilitative. Società editrice Esculapio 2010. Autori Pavan S, Trevisan CP,
Obiettivi formativiPermettere l'apprendimento dei principi che regolano la valutazione e la riabilitazione neuromotoria delle principali patologie neurologiche ( Stroke, Parkinson, atassie, sclerosi multipla polineuroradiculopatie). Approfondire le conoscenze degli aspetti teorici trasferendoli nella implementazione di un progetto riabilitativo e conseguente elaborazione e applicazione del programma terapeutico.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di anatomia, fisiologia, patologia neurologica e cinesiologia.
Metodi didatticiPresentazione in formato MS-Power Point, CD-ROM interattivi e siti Internet didattici.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si compone di una prova orale su argomenti trattati durante il corso.
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoTirocinio II anno
CodiceMS0118
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2014/2015
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoDI CONCILIO Ersilia
CFU22
Ore di studio individuale110
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE
Tipo di insegnamentoAttività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno2
PeriodoAnnuale
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiPreparazione pratica a turnazione nei servizi ove previsto il recupero di rieducazione funzionale neuromotorio.
Testi di riferimentoKandel ER, Schwarz JH, Jessel TM. Principi di Neuroscienze, 3a edizione italiana, Casa Editrice Ambrosiana, Milano, 2003. Greenwood R. Riabilitazione nelle malattie neurologiche, UTET, Torino, 1998. Terapia fisica pratica. B. Gialanella G. D’Alessandro R. Santoro. Boccardi S, Lissoni A. Cinesiologia I, II, III. Roma: Soc. Ed. Universo. Roi GS. L’esercizio isocinetico. Milano: Alea. Massini R, Longhi C, Marchetti P, Passeretti F, Recine U. Medicina interna. 3° Edizione. McGraw-Hill: Milano, 2005. “Progettare la riabilitazione” – Nino Basaglia – edizioni Edi-Ermes. “La riabilitazione nelle mielolesioni” – J. Bonavita, M. Menarini, P. Pillastrini – edizioni Masson.
Obiettivi formativiLo studente al termine dell’anno accademico, utilizzando i contenuti appresi durante le lezioni e le capacità maturate nel precedente anno di tirocinio, dovrà essere in grado di: - procedere, con la metodologia appresa e la supervisione del fisioterapista, nella valutazione del paziente anche con relazione scritta; - ricercare, analizzare ed individuare l’obiettivo di trattamento, le conseguenti ipotesi di recupero della funzione e guidato nella stesura del programma del trattamento; - consultare fonti bibliografiche e testi scientifici; - accrescere la capacità di relazionare ed interagire durante gli incontri di gruppo.
PrerequisitiLo studente deve essere in grado di valutare ed individuare l’obiettivo di trattamento.
Metodi didatticiStrumenti tecnologici audiovisivi, ausili e attrezzature utilizzate nelle palestre riabilitative.
Modalità di verifica dell'apprendimentoVerifiche: - il coordinatore dell’insegnamento Tecnico-pratico e di Tirocinio è costantemente informato del procedere e degli esiti delle fasi di apprendimento degli studenti attraverso incontri periodici con i tutor; - due schede di valutazione con domande predisposte, che valutano il saper fare e il saper essere dello studente, compilate dai tutor dei servizi riabilitativi, dopo aver sentito il parere di tutto il personale tecnico (della propria struttura) che ha affiancato lo studente durante il tirocinio tecnico-pratico. L’esame di tirocinio tecnico-pratico consiste nell’esecuzione di due prove pratiche in cui lo studente deve dimostrare di aver acquisito, in maniera adeguata, le nozioni e le abilità manuali di base apprese durante le esercitazioni e il percorso formativo pratico.
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoADO
CodiceMC117
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
CFU6
Ore di studio individuale150
Tipo di insegnamentoAttività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoD - A scelta dallo studente
Anno3
PeriodoAnnuale
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneVoto finale
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoClinica e Riabilitazione specialistica
CodiceMS0372
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoDE LUCA Giuseppe
DocentiMARINO Paolo, RENA Ottavio, MUSIARI Ferruccio, MASSARA Maurilio, BIGINELLI Carlo, BALLONI Galliano, GOSSO Marialuisa, TEMPORELLI Daniele, MARENGO Massimo
CFU8
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno3
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0334 Malattie dell'apparato cardiovascolare MED/11 - MALATTIE DELL'APPARATO CARDIOVASCOLARE MARINO Paolo
MS0335 Malattie dell'apparato respiratorio MED/10 - MALATTIE DELL'APPARATO RESPIRATORIO RENA Ottavio, MUSIARI Ferruccio
MS0351 Protesi, Ortesi e Ausili MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA MASSARA Maurilio, BIGINELLI Carlo
MS0359 Scienze della riabilitazione specialistica MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE BALLONI Galliano, GOSSO Marialuisa
MS0356 Scienze della riabilitazione cardio-respiratoria MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE TEMPORELLI Daniele, MARENGO Massimo
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMalattie dell'apparato cardiovascolare
CodiceMS0334
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoMARINO Paolo
DocentiMARINO Paolo
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/11 - MALATTIE DELL'APPARATO CARDIOVASCOLARE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiCapitolo 1 Anatomia del cuore e del sistema vascolare. Capitolo 2 Fisiologia cardiovascolare e fondamenti di fisiopatologia emodinamica. Il ciclo cardiaco; Elementi basilari di elettrocardiografia; Scambio alveolo-capillare; La perfusione tissutale; Adattamento allo sforzo. Capitolo 3 Metodi diagnostici in cardiologia ragionati sulla fisiopatologia. Elettrocardiogramma, ergometria e Holter; Radiologia del torace; Ecocardiogramma; Scintigrafia miocardia; Angiografia ed emodinamica. Capitolo 4 Cardiopatia ischemica. Epidemiologia e fattori di rischio; Aterosclerosi coronarica e cardiopatia ischemica cronica; Fisiopatologia dell’ischemia; La malattia coronaria; La riabilitazione del paziente ischemico. Capitolo 5 Sincope ed aritmie. Sincope e lipotimia; La patologia vascolare tromboembolica cerebrale; Le bradi e tachicardie; Terapia anti-aritmica. Capitolo 6 Scompenso cardiaco, valvulopatie e cardiomiopatie. La dispnea cardiogena; Lo scompenso cardiaco destro e sinistro; Le cardiomiopatie non ischemiche; Le valvulopatie (stenosi ed insufficienze); La riabilitazione del paziente scompensato. Capitolo 7 Terapia farmacologia cardiovascolare. Farmaci anti-ischemici; Anti-ipertensivi; Anti-aggreganti ed anti-coagulanti; Statine.
Testi di riferimento1) Cardiopatie e riabilitazione Michael L Pollock & Donald H. Schmidt (EDRA Editori, 1996, Milano). 2) Prove da sforzo in cardiologia Myrvin H Ellestad IV edizione (Centro Scientifico Editore, 1996, Torino). 3) Cardiologia (per studenti e medici di medicina generale) Trimarco B et al (Idelson Gnocchi Editore, 2013, Napoli)
Obiettivi formativiConoscenza dell’anatomia cardiovascolare integrata alla funzione del sistema cardiocircolatorio. Nozioni basiche della patologia cardiovascolare e dei farmaci più comunemente prescritti. Riconoscere le malattie cardiovascolari nel paziente che viene indirizzato ad un programma di riabilitazione ed essere in grado di interpretare gli esami diagnostici cardiovascolari.
PrerequisitiLo studente dovrebbe conoscere i fondamenti di anatomia e fisiologia cardiovascolare e degli adattamenti funzionali allo sforzo.
Metodi didatticiProiettore diapositive da programma Power Point.
Modalità di verifica dell'apprendimentoMediante quiz a risposta multipla od esame orale da concordare. Gli argomenti richiesti negli esami si limitano strettamente a quelli svolti durante le lezioni.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMalattie dell'apparato respiratorio
CodiceMS0335
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiRENA Ottavio, MUSIARI Ferruccio
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/10 - MALATTIE DELL'APPARATO RESPIRATORIO
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMalattie dell'apparato respiratorio
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiRENA Ottavio
Anno3
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiCenni di Anatomia e Fisiologia. Requisiti e attenzioni per un corretto approccio fisiochinesiterapico: Clearance mucociliare, Geometria del sistema toraco – addominale, Efficienza della contrazione, Valutazione della tolleranza respiratoria allo sforzo, Quadro neuropsichico e dispnea, Modalità di ventilazione e drive neuromuscolare, Verifica della fatica muscolare, Alimentazione, Riallenamento allo sforzo, Verifica di stabilità. PATOLOGIA RESPIRATORIA: Broncopneumopatia cronica ostruttiva, Enfisema polmonare, Asma, Bronchiectasie, Patologia pleurica, Alterazioni della gabbia toracica, Patologia diaframmatici, Patologia polmonare chirurgica, Fibrosi cistica, Malattie fumo correlate. Esercitazioni
Testi di riferimentoVerrà concordata con gli studenti.
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di permettere l'apprendimento dei principi di fisiopatologia che determinano e regolano l'attività funzionale del sistema respiratorio. Inoltre si propone di approfondire la conoscenza degli aspetti teorici e pratici di alcune tecniche di valutazione della funzione respiratoria utilizzate nella diagnostica medica. Si conclude con la presentazione e la discussione della patologia polmonare più importante
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di Anatomia e Fisiologia.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla su argomenti di Pneumologia.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMalattie dell'apparato respiratorio
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiMUSIARI Ferruccio
Anno3
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiCenni di Anatomia e Fisiologia. Requisiti e attenzioni per un corretto approccio fisiochinesiterapico: Clearance mucociliare, Geometria del sistema toraco – addominale, Efficienza della contrazione, Valutazione della tolleranza respiratoria allo sforzo, Quadro neuropsichico e dispnea, Modalità di ventilazione e drive neuromuscolare, Verifica della fatica muscolare, Alimentazione, Riallenamento allo sforzo, Verifica di stabilità. PATOLOGIA RESPIRATORIA: Broncopneumopatia cronica ostruttiva, Enfisema polmonare, Asma, Bronchiectasie, Patologia pleurica, Alterazioni della gabbia toracica, Patologia diaframmatici, Patologia polmonare chirurgica, Fibrosi cistica, Malattie fumo correlate.
Testi di riferimentoVerrà concordata con gli studenti.
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di permettere l'apprendimento dei principi di fisiopatologia che determinano e regolano l'attività funzionale del sistema respiratorio. Inoltre si propone di approfondire la conoscenza degli aspetti teorici e pratici di alcune tecniche di valutazione della funzione respiratoria utilizzate nella diagnostica medica. Si conclude con la presentazione e la discussione della patologia polmonare più importante.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di Anatomia e Fisiologia.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla su argomenti di Pneumologia.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoProtesi, Ortesi e Ausili
CodiceMS0351
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiMASSARA Maurilio, BIGINELLI Carlo
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoProtesi, Ortesi e Ausili
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiMASSARA Maurilio
Anno3
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIntroduzione alla materia. Definizione e classificazione di ausili, protesi ed ortesi. Gli ausili: Lo spostamento: La carrozzina, L’auto e la patente. L’igiene e la cura personale; Le modifiche ambientali; La comunicazione; Lo sport e il tempo libero. Le ortesi: Arto superiore, Arto inferiore. Le protesi: Arto superiore, Arto inferiore . Le calzature e i plantari. Criteri di scelta e procedure per la fornitura degli ausili.
Testi di riferimentoDISPENSA DEL DOCENTE
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di avere a disposizione delle nozioni sul mondo degli ausili, sulla loro necessità e modalità di scelta. Saranno inoltre indicate le modalità di fornitura degli stessi. Si pone anche l’obiettivo di creare una conoscenza che permetta di fornire corrette informazioni e effettuare corrette scelte nonché di capacità di individuazione delle necessità del paziente.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle conoscenze problematiche di varie patologie per la corretta individuazione delle necessità.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point. Video in formato DVD
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla su argomenti trattati e domande a risposta libera. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato quanto appreso durante le lezioni.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoProtesi, Ortesi e Ausili
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiBIGINELLI Carlo
Anno3
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIntroduzione alla materia. Definizione e classificazione di ausili, protesi ed ortesi. Gli ausili: Lo spostamento: La carrozzina, L’auto e la patente, Altro. L’igiene e la cura personale; Le modifiche ambientali; L’alimentazione; La comunicazione; Lo sport e il tempo libero. Le ortesi: Arto superiore, Arto inferiore. Le protesi: Arto superiore, Arto inferiore . Le calzature e i plantari. Criteri di scelta e procedure per la fornitura degli ausili.
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di avere a disposizione delle nozioni sul mondo degli ausili, sulla loro necessità e modalità di scelta. Saranno inoltre indicate le modalità di fornitura degli stessi. Si pone anche l’obiettivo di creare una conoscenza che permetta di fornire corrette informazioni e effettuare corrette scelte nonché di capacità di individuazione delle necessità del paziente.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle conoscenze problematiche di varie patologie per la corretta individuazione delle necessità.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point. Video in formato DVD
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla su argomenti trattati e domande a risposta libera. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato quanto appreso durante le lezioni.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione specialistica
CodiceMS0359
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiBALLONI Galliano, GOSSO Marialuisa
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione specialistica
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiBALLONI Galliano
Anno3
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIl modulo ha l'obiettivo di permettere l'apprendimento dei principi e dei razionali teorici e pratici inerenti la disciplina degli Ausili e delle Ortesi. Esso si propone di delucidare le procedure utilizzate nella valutazione funzionale e nell'utilizzo nelle patologie neurologiche, ortotraumatologiche, reumatologiche e nelle attività della vita quotidiana. Nonché di approfondire la conoscenza degli aspetti caratteristici del materiale termo-plastico a bassa temperatura e delle attrezzature necessarie per il loro confezionamento.
Testi di riferimento- Fess EE, Philips CA. Hand splinting - Principles and methods, 2nd ed. St. Louis: CV Mosby Co, 1987. - Ortesi e Protesi dell' Apparato Locomotore. R. Viladot, O. Cochi, S. Clavel,. Verducci Editore. - Stanish WD, Curwin S, Mandell S. Tendinitis: its etiology and treatment. Oxford: University Press, 2000. - Nordin M, Frankel VH. Basic biomechanics of the musculoskeletal system. 3rd Ed. Philadelphia: Lippincott Wliiams & Wilkins, 2001. - Imbriani M, Bazzini G, Franchignoni F. Argomenti di Terapia Occupazionale. Vol.1. Roma: ARACNE ed, 2006. - Imbriani M, Bazzini G, Franchignoni F. Argomenti di Terapia Occupazionale. Vol.2. Roma: ARACNE ed, 2008. - Sartorio F, Vercelli S, Bazzini G, (eds). Mano: Valutazione cinesiologica e funzionale. Milano: Edi Ermes Ed. - Ortesi e Protesi per il piede. R. Baumgarter e H. Stunes. Verducci Editore. - Mano e Polso Ortesi Statiche e Dinamiche. Stefania Di Bartolo. Edi Ermes. -
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di permettere l'apprendimento dei principi e dei razionali teorici e pratici inerenti la disciplina degli Ausili e delle Ortesi. Esso si propone di delucidare le procedure utilizzate nella valutazione funzionale e nell'utilizzo nelle patologie neurologiche, ortotraumatologiche, reumatologiche e nelle attività della vita quotidiana. Nonché di approfondire la conoscenza degli aspetti caratteristici del materiale termo-plastico a bassa temperatura e delle attrezzature necessarie per il loro confezionamento.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di Anatomia, Fisiopatologia e Biomeccanica, nonché degli elementi base di Statistica in ambito Bio-Medico.
Metodi didatticiPresentazione in formato MS-Power Pointi interattivi.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame finale prevede una prova scritta di 6 domande , su un totale di 40, con 5 risposte a scelta, perché inserita con altri Corsi di Studio. Lo studente deve dimostrare di aver assimilato le nozioni teoriche e il razionale degli argomenti trattati durante le lezioni frontali.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione specialistica
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGOSSO Marialuisa
Anno3
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIl modulo ha l'obiettivo di permettere l'apprendimento dei principi e dei razionali teorici e pratici inerenti la disciplina degli Ausili e delle Ortesi. Esso si propone di delucidare le procedure utilizzate nella valutazione funzionale e nell'utilizzo nelle patologie neurologiche, ortotraumatologiche, reumatologiche e nelle attività della vita quotidiana. Nonché di approfondire la conoscenza degli aspetti caratteristici del materiale termo-plastico a bassa temperatura e delle attrezzature necessarie per il loro confezionamento.
Testi di riferimento- Fess EE, Philips CA. Hand splinting - Principles and methods, 2nd ed. St. Louis: CV Mosby Co, 1987. - Ortesi e Protesi dell' Apparato Locomotore. R. Viladot, O. Cochi, S. Clavel,. Verducci Editore. - Stanish WD, Curwin S, Mandell S. Tendinitis: its etiology and treatment. Oxford: University Press, 2000. - Nordin M, Frankel VH. Basic biomechanics of the musculoskeletal system. 3rd Ed. Philadelphia: Lippincott Wliiams & Wilkins, 2001. - Imbriani M, Bazzini G, Franchignoni F. Argomenti di Terapia Occupazionale. Vol.1. Roma: ARACNE ed, 2006. - Imbriani M, Bazzini G, Franchignoni F. Argomenti di Terapia Occupazionale. Vol.2. Roma: ARACNE ed, 2008. - Sartorio F, Vercelli S, Bazzini G, (eds). Mano: Valutazione cinesiologica e funzionale. Milano: Edi Ermes Ed. - Ortesi e Protesi per il piede. R. Baumgarter e H. Stunes. Verducci Editore. - Mano e Polso Ortesi Statiche e Dinamiche. Stefania Di Bartolo. Edi Ermes. -
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di permettere l'apprendimento dei principi e dei razionali teorici e pratici inerenti la disciplina degli Ausili e delle Ortesi. Esso si propone di delucidare le procedure utilizzate nella valutazione funzionale e nell'utilizzo nelle patologie neurologiche, ortotraumatologiche, reumatologiche e nelle attività della vita quotidiana. Nonché di approfondire la conoscenza degli aspetti caratteristici del materiale termo-plastico a bassa temperatura e delle attrezzature necessarie per il loro confezionamento.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di Anatomia, Fisiopatologia e Biomeccanica, nonché degli elementi base di Statistica in ambito Bio-Medico.
Metodi didatticiPresentazione in formato MS-Power Pointi interattivi.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame finale prevede una prova scritta di 6 domande , su un totale di 40, con 5 risposte a scelta, perché inserita con altri Corsi di Studio. Lo studente deve dimostrare di aver assimilato le nozioni teoriche e il razionale degli argomenti trattati durante le lezioni frontali.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione cardio-respiratoria
CodiceMS0356
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiTEMPORELLI Daniele, MARENGO Massimo
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione cardio-respiratoria
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiTEMPORELLI Daniele
Anno3
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiLa riabilitazione respiratoria e le patologie trattate. La valutazione del paziente respiratorio e la scelta delle tecniche riabilitative. La riabilitazione cardiologica e le patologie trattate. La valutazione del paziente cardiologico e la scelta delle tecniche riabilitative. Similitudini e differenze tra le due discipline.
Testi di riferimentoTesti consigliati: Riabilitazione respiratoria nuovi orientamenti - A. Belloni - Midia Riabilitazione nelle malattie respiratorie - Ambrisini Corsico - Utet La disostruzione bronchiale - Arir Masson Linee guida ANMCO – SIC – GICR IACPR sulla Riabilitazione Cardiologica Riabilitazione Cardiologia – A..Galati – C.Vigorito -EdiErmes
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di rivedere le patologie cardio- respiratorie di interesse riabilitativo per dare allo studente le indicazioni di approccio, valutazione e trattamento più adatte al paziente. Partendo dagli elementi più adeguati per la somministrazione delle scale di valutazione iniziale ed apprendendo come utilizzare le informazioni legate al decorso clinico della malattia, si indirizza alla scelta del percorso più idoneo per il programma riabilitativo. Si indicano quali possono essere gli ausili più adatti e tra le varie metodiche di trattamento apprese si indirizza lo studente a comprendere e decidere il percorso migliore fino ad arrivare all'outcome finale.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle nozioni di anatomia, fisiologia e patologia del sistema cardio-respiratorio.
Metodi didatticiPresentazioni in formato Power Point. Prevista consegna agli studenti di file con il materiale didattico.
Altre informazioniSono previsti momenti di esercitazioni pratiche in aula con presentazione degli esercizi da proporre ai pazienti e discussioni di casi clinici di trattamenti già eseguiti. E' richiesto agli studenti la preparazione ragionata e condivisa di un percorso riabilitativo per alcune patologia trattate durante il corso e discusse insieme le scelte adottate.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con quesiti a risposta multipla inerenti agli argomenti trattati. Lo studente dovrà dimostrare di aver acquisito capacità di conoscenza e di comprensione sulle patologie trattate, di essere in grado di scegliere gli strumenti/ausili da utilizzare. Inoltre di sapere applicare in autonomia quale tipologia di esercizio scegliere per le differenti richieste riabilitative.
Programma estesoLa riabilitazione respiratoria: le patologie di interesse riabilitativo: BPCO, asma bronchiale, Bronchiectasie, Fibrosi cistica, ecc. La valutazione del paziente respiratorio, introduzione alle tecniche riabilitative e agli strumenti da utilizzare. Presentazione degli ausili respiratori per la disostruzione bronchiale e gli incentivatori respiratori. Prove pratiche di utilizzo degli strumenti di: Pep mask,Pep bottle,Triflow,Coach, ecc. Prove pratiche di apprendimento di tecniche respiratorie fisioterapiche: Fet, Eltgol, drenaggio posturale, ecc. Aerosol terapia,Ossigenoterapia, Ri-allenamento allo sforzo, la ventilazione meccanica. La riabilitazione cardiologica: patologie cardiache di interesse riabilitativo: cardiopatia ischemica, infarto, scompenso cardiaco. La cardiochirurgia: By pass AO-CO, sostituzioni delle valvole cardiache, TAVI, chirurgia dell'Aorta, Pace Maker, ICD. Presentazione ed interpretazione degli esami cardiologici: ECG, ecocardiogramma, test ergometrico, test ergospirometrico, Holter, ecc. Presentazione ed esecuzione del Walking test. La valutazione dell'efficienza fisica e il ruolo del fisioterapista. Somministrazione delle scale di valutazione fisioterapica: Barthel, CIRS, Morse, Euro-quol, Vittorio Test, SPPB, ecc. Presentazione del paziente cardiologico con comorbilità e fragilità. Il problema delle cadute: valutazione, prevenzione e trattamento. La riabilitazione del paziente cardio-operato, le complicanze post intervento. Il trattamento in fase acuta, le tecniche di riabilitazione respiratoria e gli incentivatori al trattamento. Modalità di prosecuzione del programma di trainig fisico in strutture riabilitative degenziali e/o aubulatoriali. Presentazione de diverse tipologie di esercizi calistenici e respiratori. Nuove tipologie di interventi cardiochirurgici: il trapianto cardiaco e l'impianto di VAD ( Ventricular Assist Devise). il monitoraggio elettrocardiografico, interpretazione ed esecuzione. addestramento al riconoscimento delle principali aritmie cardiache, alla fibrillazione atriale, al flutter atriale. Il paziente con AOCP e il suo trattamento. La comunicazione con il paziente, le tecniche di couselling e di compliance. La valutazione finale, la compilazione della cartella fisioterapica e le indicazione al paziente alla dimissione. Consigli pratici per la prosecuzione a domicilio degli esercizi appresi durante la riabilitazione.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione cardio-respiratoria
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiMARENGO Massimo
Anno3
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti• APPARATO RESPIRATORIO • RESPIRAZIONE • AUSILI CHE PERMETTONO DI INTERVENIRE SULLA FASE INSPIRATORIA ED ESPIRATORIA: descrizione, effetti e modalità di utilizzo • VALUTAZIONE CHINESIOLOGICA DELLA PARETE TORACICA • PATOLOGIE RESPIRATORIE TRATTATE : 1. bpco 2. asma bronchiale 3. bronchiettasie 4. fibrosi cistica 5. pneumotorace • UTILIZZO ED EFFETTI DELL’AEROSOL TERAPIA E DEGLI SPRAY PRE-DOSATI • LA DISPNEA: scale di valutazione e intervento fisioterapico • OSTRUZIONE BRONCHIALE • TECNICHE RIABILITATIVE • APPARATO CARDIO -CIRCOLATORIO • PATOLOGIE DI INTERESSE RIABILITATIVO: 1. infarto miocardico 2. scompenso cardiaco 3. intervento di chirurgia cardiaca coronarica 4. intervento di chirurgia valvolare 5. AOCP 6. trapianto cardiaco • VALUTAZIONE FUNZIONALE - SCALE DI VALUTAZIONE • FASI DEL TRATTAMENTO RIABILITATIVO E APPLICAZIONI • TECNICHE RIABILITATIVE
Testi di riferimentoTesti consigliati: Riabilitazione respiratoria nuovi orientamenti - A. Belloni - Midia Riabilitazione nelle malattie respiratorie - Ambrisini Corsico - Utet La disostruzione bronchiale - Arir Masson Linee guida ANMCO – SIC – GICR IACPR sulla Riabilitazione Cardiologica Manuale delle metodiche e delle procedure di riabilitazione fisica in Cardiologia - manuali FSM Riabilitazione Cardiologia – A..Galati – C.Vigorito -EdiErmes
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di dare allo studente le indicazioni di approccio, valutazione e trattamento del paziente con patologie cardio-respiratorie.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle nozioni di anatomia, fisiologia e patologia del sistema cardio-respiratorio.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point, CD-ROM.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a risposta multipla sugli argomenti svolti e lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato le nozioni e di essere pratico nell’utilizzo degli strumenti usati in riabilitazione respiratoria.
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoEtà evolutiva
CodiceMS0373
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoMAIURI Luigi
DocentiROSSI Giovanni, SCHIFFER Riccardo, STANGALINO Maurizio, SERINO Domenico, MAIURI Luigi, CARPANESE Gabriella
CFU6
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno3
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0339 Medicina riabilitativa in Età evolutiva MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA ROSSI Giovanni, SCHIFFER Riccardo
MS0279 Neuropsichiatria infantile MED/39 - NEUROPSICHIATRIA INFANTILE STANGALINO Maurizio, SERINO Domenico
MC107 PEDIATRIA MED/38 - PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA MAIURI Luigi
MS0358 Scienze della riabilitazione in età evolutiva MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE CARPANESE Gabriella
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMedicina riabilitativa in Età evolutiva
CodiceMS0339
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiROSSI Giovanni, SCHIFFER Riccardo
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMedicina riabilitativa in Età evolutiva
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiROSSI Giovanni
Anno3
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiLA RIABILITAZIONE : BASI NEUROFISIOLOGICHE. LO SVILUPPO NORMALE E PATOLOGICO. I dismorfismi dell’età evolutiva Le paralisi ostetriche. La displasia congenita dell’anca. Il piede torto congenito. Il torcicollo congenito. La scoliosi. La paralisi cerebrale infantile. La spina bifida. Le malattie neuromuscolari.
Testi di riferimentoLE INDICAZIONI BIBLIOGRAFICHE PER UN ULTERIORE APPROFONDIMENTO VERRANNO FORNITE DURANTE LE LEZIONI.
Obiettivi formativiIL MODULO HA L’OBIETTIVO DI FORNIRE AGLI STUDENTI UNA PREPARAZIONE DI BASE SULLE PATOLOGIE NEUROLOGICHE ED ORTOPEDICHE CHE RIGUARDANO L’ETÀ EVOLUTIVA E LO SVILUPPO DEL BAMBINO. SI FORNISCONO INOLTRE NOZIONI SULLO SVILUPPO NORMALE DEL NEONATO E SULLE PRINCIPALI TAPPE DELL’EVOLUZIONE MOTORIA.
PrerequisitiNOZIONI DI ANATOMIA UMANA NORMALE E DI NEUROFISIOLOGIA.
Metodi didatticiPRESENTAZIONI IN FORMATO POWER POINT
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’ESAME VERRA’ EFFETTUATO CON PROVA ORALE SUGLI ARGOMENTI TRATTATI DURANTE IL CORSO.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMedicina riabilitativa in Età evolutiva
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiSCHIFFER Riccardo
Anno3
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiLA RIABILITAZIONE : BASI NEUROFISIOLOGICHE. LO SVILUPPO NORMALE E PATOLOGICO. I dismorfismi dell’età evolutiva Le paralisi ostetriche. La displasia congenita dell’anca. Il piede torto congenito. Il torcicollo congenito. La scoliosi. La paralisi cerebrale infantile. La spina bifida. Le malattie neuromuscolari.
Testi di riferimentoLE INDICAZIONI BIBLIOGRAFICHE PER UN ULTERIORE APPROFONDIMENTO VERRANNO FORNITE DURANTE LE LEZIONI.
Obiettivi formativiIL MODULO HA L’OBIETTIVO DI FORNIRE AGLI STUDENTI UNA PREPARAZIONE DI BASE SULLE PATOLOGIE NEUROLOGICHE ED ORTOPEDICHE CHE RIGUARDANO L’ETÀ EVOLUTIVA E LO SVILUPPO DEL BAMBINO. SI FORNISCONO INOLTRE NOZIONI SULLO SVILUPPO NORMALE DEL NEONATO E SULLE PRINCIPALI TAPPE DELL’EVOLUZIONE MOTORIA
PrerequisitiNOZIONI DI ANATOMIA UMANA NORMALE E DI NEUROFISIOLOGIA.
Metodi didatticiPRESENTAZIONI IN FORMATO POWER POINT
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’ESAME VERRA’ EFFETTUATO CON PROVA ORALE SUGLI ARGOMENTI TRATTATI DURANTE IL CORSO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoNeuropsichiatria infantile
CodiceMS0279
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiSTANGALINO Maurizio, SERINO Domenico
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/39 - NEUROPSICHIATRIA INFANTILE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoNeuropsichiatria infantile
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiSTANGALINO Maurizio
Anno3
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiMetodologia specifica della neuropsichiatria infantile : si illustrano le peculiarità nel definire i concetti di patologia e fisiologia in età evolutiva e si forniscono cenni e nozioni di base utili all'interpretazione delle indagini diagnostiche più utilizzate sia in ambito neurologico che psichiatrico. Inquadramento globale dello sviluppo neuropsicomotorio del bambino:si forniscono strumenti metodologici e clinici per inquadrare il livello di sviluppo psicomotorio dei pazienti in età evolutiva in modo dinamico ed integrato. Principali patologie neuropsichiatriche dell'età evolutiva:si illustrano le caratteristiche cliniche delle principali patologie riscontrabili in ambito neuropsichiatrico infantile, rapportando le modalità di inquadramento diagnostico e di intervento terapeutico a quanto illustrato precedentemente in termini metodologici.
Testi di riferimentoM. De Negri “Manuale di Neuropsichiatria Infantile” - Piccin Editore J De Ajuraguerra - D. Marcelli “Psicopatologia del bambino” - Ed. Masson M.B. Fagiani- "Lineamenti di psicopatologia dell'età evolutiva" Carocci Editore L. Pavone,R.Ruggieri -"Neurologia pediatrica"-Ed. Masson
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di permettere la conoscenza e l’apprendimento delle principali tematiche cliniche di Neuropsichiatria Infantile in un’ottica globale comprendente gli aspetti organici e psichici delle patologie (ed i riflessi emotivo relazionali che le stesse attivano nei pazienti e nelle loro famiglie); si propone inoltre di delucidare alcune pratiche diagnostiche più comuni nella pratica clinica di NPI sia in ambito neurologico ed epilettologico che sul versante psicodinamico. Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di : - Riconoscere i principali elementi clinici delle patologie illustrate -Determinare in autonomia le situazioni che necessitano di segnalazione per ulteriori approfondimenti diagnostici -Modulare l'approccio riabilitativo alla luce delle peculiarità dei quadri clinici illustrati -Determinare l'evoluzione sia in termini positivi che negativi dei quadri clinici illustrati nel contesto riabilitativo -Comunicare in modo efficace le condizioni cliniche dei pazienti trattati nel contesto sanitario , alla luce del corretto utilizzo della metodologia e terminologia neuropsichiatrica infantile.
PrerequisitiSi richiede la conoscenza di elementi di base di anatomia del sistema nervoso centrale e periferico
Metodi didattici-Lezioni frontali sugli argomenti trattati con il supporto di slide, video e materiale cartaceo -Verifica di comprensione degli argomenti trattati con spazio dedicato ai quesiti sulle lezioni già effettuate Discussioni interattive di casi clinici durante le quali gli studenti saranno chiamati ad effettuare : _ipotesi diagnostiche alla luce dei dati clinici forniti -Simulare l'impostazione di un intervento riabilitativo -Determinare gli elementi degni di segnalazione al personale medico -Sintetizzare in modo corretto il quadro clinico emergente
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame orale sugli argomenti trattati durante il corso
Programma esteso-Cenni sulla struttura e sull'organizzazione neurobiologica del SNC e SNP -Normalità e patologia in età evolutiva - Relazione madre-bambino e costruzione del mondo interno (modello psicodinamico di comprensione) -Disturbi generalizzati dello sviluppo -La psicopatologia in età evolutiva :disturbi depressivi-disturbi nevrotici -disturbi del comportamento-disturbi di personalità -disturbo da deficit dell'attenzione-iperattività -disturbi dell'apprendimento - Richiami di genetica e principali tematiche cliniche -Il ritardo mentale-psicopatologia dell'insufficienza mentale Le epilessie in età evolutiva -Lo sviluppo neuromotorio del bambino -Cenni di neuropsicologia del movimento -Il disturbo evolutivo della coordinazione motoria -Le paralisi cerebrali infantili -Strumenti diagnostici in NPI
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoNeuropsichiatria infantile
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiSERINO Domenico
Anno3
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiL’esame si avvale di una prova scritta con domande a scelta multipla sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali per valutare la capacità dello studente valutare le cause e le manifestazioni cliniche delle patologie in età pediatrica e di impostare una terapia in relazione alla patogenesi della malattia considerata e delle necessità specifiche del paziente pediatrico (individuo in accrescimento ed in evoluzione).
Testi di riferimentoM. De Negri “Manuale di Neuropsichiatria Infantile” - Piccin Editore J De Ajuraguerra - D. Marcelli “Psicopatologia del bambino” - Ed. Masson M.B. Fagiani- "Lineamenti di psicopatologia dell'età evolutiva" Carocci Editore
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di permettere la conoscenza e l’apprendimento delle principali tematiche cliniche di Neuropsichiatria Infantile in un’ottica globale comprendente gli aspetti organici e psichici delle patologie (ed i riflessi emotivo relazionali che le stesse attivano nei pazienti e nelle loro famiglie); si propone inoltre di delucidare alcune pratiche diagnostiche più comuni nella pratica clinica di NPI sia in ambito neurologico ed epilettologico che sul versante psicodinamico.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle indispensabili nozioni di Neurologia e Psichiatria dell’Età Evolutiva.
Metodi didatticiPresentazione in formato MS-Power Point , video VHS o lucidi con lavagna luminosa
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si compone di una prova orale con un argomento tra quelli oggetto delle lezioni, portato in modo approfondito dallo studente e da domande da parte del docente su altri temi del programma.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoPEDIATRIA
CodiceMC107
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiMAIURI Luigi
CFU1
Ore di lezione10
Ore di studio individuale15
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/38 - PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiSviluppo ed accrescimento del bambino. Eziologia, Patogenesi clinica e Terapia delle principali malattie dell’infanzia. Terapie dietetiche nelle patologie gastro-intestinali. Terapie di supporto.
Testi di riferimentoTesti consigliati: Bona G. Miniero R, et al. Pediatria Pratica
Obiettivi formativiPermettere l’apprendimento delle principali tappe di sviluppo del bambino e dell’accrescimento Saranno trattate inoltre le principali patologie del bambino (malattie infettive, genetiche e metaboliche) e dei principi da applicare al trattamento delle principali patologie pediatriche con particolare attenzione ai meccanismi d’azione dei trattamenti sia farmacologici sia dietetici in relazione alla patogenesi delle malattie. Particolare attenzione sarà data alle modalità di valutazione dei trial terapeutici della letteratura per rendere lo studente in grado di continuare l’aggiornamento.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle principali nozioni di Anatomia, Fisiologia, Anatomia Patologica e Patologia Clinica.
Metodi didatticiPresentazione in Power-Point di materiale usato per la didattica.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si avvale di una prova scritta con domande a scelta multipla sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali per valutare la capacità dello studente valutare le cause e le manifestazioni cliniche delle patologie in età pediatrica e di impostare una terapia in relazione alla patogenesi della malattia considerata e delle necessità specifiche del paziente pediatrico (individuo in accrescimento ed in evoluzione).
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione in età evolutiva
CodiceMS0358
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCARPANESE Gabriella
CFU2
Ore di lezione24
Ore di studio individuale26
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione in età evolutiva
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCARPANESE Gabriella
Anno3
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIl bambino come soggetto del processo rieducativo: il bambino il suo sviluppo-organizzazione delle funzioni adattive La rieducazione motoria ed i suoi strumenti: osservazione, valutazione e trattamento in età evolutiva. Il ruolo del fisioterapista e le sue competenze. La seduta in Età Evolutiva. Il bambino prematuro: presentazione, problematiche : il ruolo del fisioterapista in terapia intensiva neonatale (T.I.N.). Il neonato: strumenti della riabilitazione e trattamento nelle principali patologie : torcicollo, piede torto congenito, lesione ostetrica del plesso brachiale. La paralisi cerebrale infantile: identificazione degli obiettivi e degli strumenti del percorso riabilitativo nei principali quadri. Proposte di trattamento. Il mielomeningocele: identificazione degli obiettivi e degli strumenti del percorso riabilitativo in alcuni livelli lesionali. Proposte di trattamento. Le malattie neuromuscolari: identificazione degli obiettivi e degli strumenti del percorso terapeutico. Proposte di trattamento. Il counseling: cenni dell’importanza di questo come strumento per il lavoro con il bambino e la sua famiglia.
Testi di riferimento Bertozzi, Montanari, Mora: “Architettura delle funzioni. Lo sviluppo neuromotorio del bambino fra normalità e patologia” Ed. Springer, 2002   B.e K. Bobath: “Lo sviluppo motorio nei diversi tipi di paralisi cerebrale” Libreria Scientifica già Ghedini, 1976  Ferrari, Cioni “Le forme spastiche della paralisi cerebrale infantile” Ed. Springer, 2005  N.Finnie “Il bambino spastico. Istruzioni ai genitori” La Nuova Italia, 1972  Giannoni, Zerbino “Fuori schema. Manuale per il trattamento delle paralisi cerebrali infantili” Ed. Springer, 2000   GIPCI (a cura di): ”La riabilitazione precoce nel bambino con danno cerebrale” Franco Angeli ed., 2   M.Le Métayer “Rieducazione cerebro-motoria del bambino” Ed. Speciale Riabilitazione  Milano, 1998  G.Polletta “Educazione e abilitazione nel bambino a rischio di handicap” Ed. N.I.S., 1982  H.F.R. Prechtl “GM Trust Medical Guide” Ed. Speciale Riabilitazione Milano  Puccini, Perfetti “L’intervento riabilitativo nel bambino affetto da PCI” Ed. Marrapese Roma, 1987 - G.Rapisardi “La valutazione dello sviluppo psicomotorio nel primo anno di vita” Medico e Bambino 1/1999 - G.Sabbadini “Dialogo con il neonato al terzo mese di vita” Ed. Bulzoni, 1980 - A.Ferrari:”malattie neuromuscolari;appunti di clinica e riabilitazione”Già Ghedini editore - G.I.P.C.I.(Gruppo italiano studio paralisi cerbarle infantile)”la valutazione delle funzioni adattive nel b/o con P.C.I.” Franco Angeli Editore - E.Fedrizzi:”I disordini dello sviluppo motorio. Fisiopatologia-valutazione diagnostica-quadri clinici -riabilitazione”II edizione Piccin - A.Ferrari-G.Cioni “Le forme Spastiche della P.C.I.:guida all’esplorazione delle funzioni adattive “ Ed.Springer - G.Borelli e coll:’’ La fisioterapia nella P.C.I. Principi ed esperienze-posizione seduta’’Ed.Springer - G.Borelli e coll:’’ La fisioterapia nella P.C.I. La funzione cammino seduta’’Ed.Springer - Campbell, Palisano,Orlin “Physical Therapy for children “ 4° edizione- ELSEVIE
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obbiettivo di accompagnare l’allievo: - a comprendere la particolare specificità dell’intervento del fisioterapista con l’età evolutiva ed il suo significato; - ad acquisire gli strumenti principali per l’osservazione,la valutazione e l’impostazione di un piano di trattamento nelle principali patologie di interesse pediatrico;; - a comprendere la fondamentale importanza del lavoro di equipe e del counseling.
PrerequisitiLo sviluppo motorio del bambino normale. Clinica delle patologie di interesse pediatrico
Metodi didatticiSlide in Power point, videocassette , video CD, lucidi.
Modalità di verifica dell'apprendimentoLa verifica finale viene effettuata tramite una prova orale con domande inerenti tutto il programma del corso con richiesta anche di simulare delle situazioni terapeutiche. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato quanto appreso durante le lezioni e le esercitazioni in aula.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione in età evolutiva
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCARPANESE Gabriella
Anno3
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIl bambino come soggetto del processo rieducativo: il bambino il suo sviluppo-organizzazione delle funzioni adattive La rieducazione motoria ed i suoi strumenti: osservazione, valutazione e trattamento in età evolutiva. Il ruolo del fisioterapista e le sue competenze. La seduta in Età Evolutiva. Il bambino prematuro: presentazione, problematiche : il ruolo del fisioterapista in terapia intensiva neonatale (T.I.N.). Il neonato: strumenti della riabilitazione e trattamento nelle principali patologie : torcicollo, piede torto congenito, lesione ostetrica del plesso brachiale. La paralisi cerebrale infantile: identificazione degli obiettivi e degli strumenti del percorso riabilitativo nei principali quadri. Proposte di trattamento. Il mielomeningocele: identificazione degli obiettivi e degli strumenti del percorso riabilitativo in alcuni livelli lesionali. Proposte di trattamento. Le malattie neuromuscolari: identificazione degli obiettivi e degli strumenti del percorso terapeutico. Proposte di trattamento. Il counseling: cenni dell’importanza di questo come strumento per il lavoro con il bambino e la sua famiglia.
Testi di riferimento- Bertozzi, Montanari, Mora: “Architettura delle funzioni. Lo sviluppo neuromotorio del bambino fra normalità e patologia” Ed. Springer, 2002 - - B.e K. Bobath: “Lo sviluppo motorio nei diversi tipi di paralisi cerebrale” Libreria Scientifica già Ghedini, 1976 - Ferrari, Cioni “Le forme spastiche della paralisi cerebrale infantile” Ed. Springer, 2005 - N.Finnie “Il bambino spastico. Istruzioni ai genitori” La Nuova Italia, 1972 - Giannoni, Zerbino “Fuori schema. Manuale per il trattamento delle paralisi cerebrali infantili” Ed. Springer, 2000 - - GIPCI (a cura di): ”La riabilitazione precoce nel bambino con danno cerebrale” Franco Angeli ed., 2 - - M.Le Métayer “Rieducazione cerebro-motoria del bambino” Ed. Speciale Riabilitazione - Milano, 1998 - G.Polletta “Educazione e abilitazione nel bambino a rischio di handicap” Ed. N.I.S., 1982 - H.F.R. Prechtl “GM Trust Medical Guide” Ed. Speciale Riabilitazione Milano - Puccini, Perfetti “L’intervento riabilitativo nel bambino affetto da PCI” Ed. Marrapese Roma, 1987 - G.Rapisardi “La valutazione dello sviluppo psicomotorio nel primo anno di vita” Medico e Bambino 1/1999 - G.Sabbadini “Dialogo con il neonato al terzo mese di vita” Ed. Bulzoni, 1980 - A.Ferrari:”malattie neuromuscolari;appunti di clinica e riabilitazione”Già Ghedini editore - G.I.P.C.I.(Gruppo italiano studio paralisi cerbarle infantile)”la valutazione delle funzioni adattive nel b/o con P.C.I.” Franco Angeli Editore - E.Fedrizzi:”I disordini dello sviluppo motorio. Fisiopatologia-valutazione diagnostica-quadri clinici -riabilitazione”II edizione Piccin - A.Ferrari-G.Cioni “Le forme Spastiche della P.C.I.:guida all’esplorazione delle funzioni adattive “ Ed.Springer - G.Borelli e coll:’’ La fisioterapia nella P.C.I. Principi ed esperienze-posizione seduta’’Ed.Springer - G.Borelli e coll:’’ La fisioterapia nella P.C.I. La funzione cammino seduta’’Ed.Springer - Campbell, Palisano,Orlin “Physical Therapy for children “ 4° edizione- ELSEVIE
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obbiettivo di accompagnare l’allievo: - a comprendere la particolare specificità dell’intervento del fisioterapista con l’età evolutiva ed il suo significato; - ad acquisire gli strumenti principali per l’osservazione,la valutazione e l’impostazione di un piano di trattamento nelle principali patologie di interesse pediatrico;; - a comprendere la fondamentale importanza del lavoro di equipe e del counseling.
PrerequisitiLo sviluppo motorio del bambino normale. Clinica delle patologie di interesse pediatrico.
Metodi didatticiSlide in Power point, videocassette , video CD, lucidi
Modalità di verifica dell'apprendimentoLa verifica finale viene effettuata tramite una prova orale con domande inerenti tutto il programma del corso con richiesta anche di simulare delle situazioni terapeutiche. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato quanto appreso durante le lezioni e le esercitazioni in aula.
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoLABORATORI PROFESSIONALI
CodiceMS0086
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoSARTORE Barbara
DocentiSARTORE Barbara, FORNARA Patrizia
CFU3
Ore di studio individuale45
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE
Tipo di insegnamentoAttività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoF - Stage e altre attività formative
Anno3
PeriodoAnnuale
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiDefinizione del concetto di osservazione. Come osservare e descrivere la postura statica e dinamica, le caratteristiche e le qualità del movimento nel soggetto sano e patologico adulto. Spiegazione e modalità di compilazione della scheda di osservazione del soggetto sano e patologico adulto.
Obiettivi formativiL’obiettivo del modulo è di sviluppare negli studenti la capacità di osservare il soggetto sano adulto, (I semestre) e il soggetto patologico (II semestre). L’osservazione è lo strumento di base a cui seguono la valutazione e il trattamento che costituiscono la pratica clinica del fisioterapista.
PrerequisitiAttraverso la compilazione di elaborati lo studente deve conseguire la capacità di osservare la postura e il movimento normale e patologico del soggetto adulto per saperne cogliere le caratteristiche e le differenze.
Metodi didatticiLezioni frontali con il supporto di presentazioni in Power Point.
Modalità di verifica dell'apprendimentoLe competenze acquisite dallo studente verranno verificate nella correzione degli elaborati individuali presentati e nell’esame di tirocinio del primo anno.
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoMedicina legale e Bioetica
CodiceMS0379
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoDESTRO Anna Maria
DocentiZULIAN Gianfranco, DESTRO Anna Maria, STECCO Alessandro, PRIOTTO Roberto, CANCELLIERE Francesco, MELI Massimiliano, CENTONZE Anna Adriana, TODARO Maria Assunta
CFU5
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno3
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0300 BIOETICA M-FIL/02 - LOGICA E FILOSOFIA DELLA SCIENZA ZULIAN Gianfranco, DESTRO Anna Maria
MS0049 Diagnostica per immagini e radioterapia MED/36 - DIAGNOSTICA PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA STECCO Alessandro, PRIOTTO Roberto
MC094 MEDICINA LEGALE MED/43 - MEDICINA LEGALE CANCELLIERE Francesco, MELI Massimiliano
MC093 MEDICINA DEL LAVORO MED/44 - MEDICINA DEL LAVORO CENTONZE Anna Adriana, TODARO Maria Assunta
MS0361 Sociologia generale SPS/07 - SOCIOLOGIA GENERALE DESTRO Anna Maria
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoBIOETICA
CodiceMS0300
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiZULIAN Gianfranco, DESTRO Anna Maria
CFU1
Ore di lezione10
Ore di studio individuale15
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)M-FIL/02 - LOGICA E FILOSOFIA DELLA SCIENZA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno3
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoBIOETICA
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiZULIAN Gianfranco
Anno3
SedeNOVARA
Frequenza obbligatoriaSi
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti- Origini e caratteristiche dell’etica medica occidentale e la relazione di cura. - I principi di beneficialità, autonomia e giustizia: prospettive e limiti nelle diverse interpretazioni teoretiche. - Etica di inizio e fine vita, principali nodi tematici ed interpretazioni - Il processo di umanizzazione della medicina, indicazioni e suggerimenti dell’WHO per una bioetica laica e condivisibile. - Comitati etici, finalità, composizione e campo di applicazione. Advocacy applicata ai diritti umani. - Il futuro della bioetica
Testi di riferimentoBioetica e laicità. Nuove dimensioni della persona a cura di Rodotà, Rimoli. Ed.Carocci A.M. Destro – Grief, mourning and bereavement in cross-cultural perspective – Sage 2010 A.M. Destro – National Right to Life Committee – Stem Cell Research Encyclopedia – Sage 2009 A.M. Destro – Rethinking disability: the autonomous body – UCL/S-Mary Twickenham Univ., maggio 2014
Obiettivi formativiSviluppare le competenze necessarie alla gestione di strategie assistenziali di elevata qualità che valorizzino l’aspetto etico nei processi di presa in carico e cura.
PrerequisitiCostruzione di un lessico di base dell’etica pratica e della bioetica, analisi dei modelli sperimentali, comprensione alla funzione di advocacy secondo le indicazioni dell’WHO.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point, testi ed abstracts sugli argomenti trattati a lezione
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame consiste in una prova scritta con domande aperte sulle questioni trattate. Previo appuntamento via e-mail o telefonico 0321 3732912 (ore ufficio) è possibile concordare il ricevimento studenti.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoBIOETICA
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoDESTRO Anna Maria
DocentiDESTRO Anna Maria
Anno3
SedeFOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti- Origini e caratteristiche dell’etica medica occidentale e la relazione di cura. - I principi di beneficialità, autonomia e giustizia: prospettive e limiti nelle diverse interpretazioni teoretiche. - Etica di inizio e fine vita, principali nodi tematici ed interpretazioni - Il processo di umanizzazione della medicina, indicazioni e suggerimenti dell’WHO per una bioetica laica e condivisibile. - Comitati etici, finalità, composizione e campo di applicazione. Advocacy applicata ai diritti umani. - Il futuro della bioetica
Testi di riferimentoBioetica e laicità. Nuove dimensioni della persona a cura di Rodotà, Rimoli. Ed.Carocci A.M. Destro – Grief, mourning and bereavement in cross-cultural perspective – Sage 2010 A.M. Destro – National Right to Life Committee – Stem Cell Research Encyclopedia – Sage 2009 A.M. Destro – Rethinking disability: the autonomous body – UCL/S-Mary Twickenham Univ., maggio 2014
Obiettivi formativiSviluppare le competenze necessarie alla gestione di strategie assistenziali di elevata qualità che valorizzino l’aspetto etico nei processi di presa in carico e cura.
PrerequisitiCostruzione di un lessico di base dell’etica pratica e della bioetica, analisi dei modelli sperimentali, comprensione alla funzione di advocacy secondo le indicazioni dell’WHO.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point, testi ed abstracts sugli argomenti trattati a lezione
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame consiste in una prova scritta con domande aperte sulle questioni trattate. Previo appuntamento via e-mail o telefonico 0321 3732912 (ore ufficio) è possibile concordare il ricevimento studenti.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoDiagnostica per immagini e radioterapia
CodiceMS0049
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiSTECCO Alessandro, PRIOTTO Roberto
CFU1
Ore di lezione10
Ore di studio individuale15
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/36 - DIAGNOSTICA PER IMMAGINI E RADIOTERAPIA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoDiagnostica per immagini e radioterapia
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiSTECCO Alessandro
Anno3
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiDIAGNOSTICA PER IMMAGINI. - Radiodiagnostica Tradizionale - Storia - Principi Fisici - Apparecchiature - Applicazioni in Radiologia Tradizionale - Ecografia - Storia ed evoluzione tecnica - L’immagine ecografica - Apparecchiature - Applicazioni - Il Color- Doppler - Tomografia Assiale Computerizzata - Storia ed evoluzione tecnica - L’immagine tomografica - Apparecchiature - Applicazioni della TC - Risonanza Magnetica (RM) - Storia ed evoluzione tecnica - Principi Fisici - Apparecchiature - Applicazioni RM MEDICINA NUCLEARE E RADIOTERAPIA. - Medicina Nucleare - Principi fisici e aspetti tecnici - SPECT - PET - CT-PET - Applicazioni Cliniche - Radioterapia o Interazione della radiazione con la materia o Definizione di dose assorbita o Elementi di Radiobiologia o Applicazioni  Radioterapia per fasci esterni  Brachiterapia  Radioterapia Metabolica PROTEZIONISTICA. - Radioprotezionistica - Safety in RM
Testi di riferimentoDal Pozzo – Compendio di Risonanza Magnetica del sistema nervoso- Utet 2002 Passariello - Compendio di radiologia. Per studenti e medici di medicina generale. II Edizione – Gnocchi 2003
Obiettivi formativiFornire le nozioni di base per la comprensione del funzionamento, delle indicazioni e delle norme di sicurezza di tutte le tecniche Radiologiche sia di Diagnostica per Immagini che di Radioterapia.
PrerequisitiIl candidato dovrà conoscere come funzionano e vantaggi e svantaggi delle principali tecniche di Diagnostica per Immagini, nonché di Radioterapia.
Metodi didatticiStampati delle Presentazioni verranno distribuiti all’inizio di ogni lezione
Modalità di verifica dell'apprendimentoTest finale a scelta multipla, a partenza da casi e domande proiettati sullo schermo.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoDiagnostica per immagini e radioterapia
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiPRIOTTO Roberto
Anno3
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiDIAGNOSTICA PER IMMAGINI. - Radiodiagnostica Tradizionale - Storia - Principi Fisici - Apparecchiature - Applicazioni in Radiologia Tradizionale - Ecografia - Storia ed evoluzione tecnica - L’immagine ecografica - Apparecchiature - Applicazioni - Il Color- Doppler - Tomografia Assiale Computerizzata - Storia ed evoluzione tecnica - L’immagine tomografica - Apparecchiature - Applicazioni della TC - Risonanza Magnetica (RM) - Storia ed evoluzione tecnica - Principi Fisici - Apparecchiature - Applicazioni RM MEDICINA NUCLEARE E RADIOTERAPIA. - Medicina Nucleare - Principi fisici e aspetti tecnici - SPECT - PET - CT-PET - Applicazioni Cliniche - Radioterapia - Interazione della radiazione con la materia - Definizione di dose assorbita - Elementi di Radiobiologia - Applicazioni - Radioterapia per fasci esterni - Brachiterapia - Radioterapia Metabolica PROTEZIONISTICA. - Radioprotezionistica - Safety in RM
Testi di riferimentoDal Pozzo – Compendio di Risonanza Magnetica del sistema nervoso- Utet 2002 Passariello - Compendio di radiologia. Per studenti e medici di medicina generale. II Edizione – Gnocchi 2003
Obiettivi formativiFornire le nozioni di base per la comprensione del funzionamento, delle indicazioni e delle norme di sicurezza di tutte le tecniche Radiologiche sia di Diagnostica per Immagini che di Radioterapia.
PrerequisitiIl candidato dovrà conoscere come funzionano e vantaggi e svantaggi delle principali tecniche di Diagnostica per Immagini, nonché di Radioterapia.
Metodi didatticiStampati delle Presentazioni verranno distribuiti all’inizio di ogni lezione
Modalità di verifica dell'apprendimentoTest finale a scelta multipla, a partenza da casi e domande proiettati sullo schermo
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMEDICINA LEGALE
CodiceMC094
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCANCELLIERE Francesco, MELI Massimiliano
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/43 - MEDICINA LEGALE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMEDICINA LEGALE
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCANCELLIERE Francesco
Anno3
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti1) Introduzione: - La medicina legale come disciplina medica: origini e funzioni della medicina legale. La medicina giuridica e la medicina forense; - La metodologia medico-legale, la valutazione dei dati e la diagnosi in medicina legale, l’analisi del rapporto di causalità, il giudizio medico-legale e la sua rilevanza. 2) La medicina legale nella applicazione del codice penale: - La medicina legale nei delitti contro la vita e l’incolumità individuale: (aspetti applicativi); - La medicina legale nei delitti contro la persona; - La medicina legale nei delitti colposi: la colpa degli operatori sanitari e la loro responsabilità; - La medicina legale e la tutela nella scena del delitto: il sopralluogo, la identificazione, il laboratorio medico-legale. 3) La medicina legale nell’applicazione del codice civile: - La valutazione medico-legale del danno alla persona in responsabilità civile; - La valutazione della responsabilità degli operatori sanitari in responsabilità civile. 4) Medicina legale generale: - Referto, denuncia di reato e certificazioni; -Nozioni di Necroscopia medico-legale; - Nozioni di patologia medico-legale.
Testi di riferimentoil testo di riferimento sarà comunicato nel corso delle lezioni
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di permettere l'apprendimento dei principi costituzionali, deontologici e medico-legali che determinano e regolano l'attività professionale. Esso si propone, inoltre, di dare le basi informative delle principali leggi che regolano l’attività sanitaria del Servizio Sanitario Nazionale approfondendone la conoscenza sia degli aspetti teorici che pratici. Il corso sarà svolto con lezioni teoriche riguardanti gli aspetti generali di inquadramento di ciascuna sezione del programma. I singoli temi saranno affrontati con lezioni fondamentali e con esposizione di casi concreti, discussioni collegialmente.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle nozioni di base di etica e deontologia e di un minimo bagaglio di esperienza professionale conseguito nei tirocini
Metodi didatticiPresentazione in formato MS-Power Point e video VHS
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si compone di una prova scritta con quiz a risposta multipla inerente agli argomenti delle lezioni svolte
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMEDICINA LEGALE
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiMELI Massimiliano
Anno3
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti1) Introduzione: - La medicina legale come disciplina medica: origini e funzioni della medicina legale. La medicina giuridica e la medicina forense; - La metodologia medico-legale, la valutazione dei dati e la diagnosi in medicina legale, l’analisi del rapporto di causalità, il giudizio medico-legale e la sua rilevanza. 2) La medicina legale nella applicazione del codice penale: - La medicina legale nei delitti contro la vita e l’incolumità individuale: (aspetti applicativi); - La medicina legale nei delitti contro la persona; - La medicina legale nei delitti colposi: la colpa degli operatori sanitari e la loro responsabilità; - La medicina legale e la tutela nella scena del delitto: il sopralluogo, la identificazione, il laboratorio medico-legale. 3) La medicina legale nell’applicazione del codice civile: - La valutazione medico-legale del danno alla persona in responsabilità civile; - La valutazione della responsabilità degli operatori sanitari in responsabilità civile. 4) Medicina legale generale: - Referto, denuncia di reato e certificazioni; -Nozioni di Necroscopia medico-legale; - Nozioni di patologia medico-legale.
Testi di riferimentoil testo di riferimento sarà comunicato nel corso delle lezioni
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di permettere l'apprendimento dei principi costituzionali, deontologici e medico-legali che determinano e regolano l'attività professionale. Esso si propone, inoltre, di dare le basi informative delle principali leggi che regolano l’attività sanitaria del Servizio Sanitario Nazionale approfondendone la conoscenza sia degli aspetti teorici che pratici. Il corso sarà svolto con lezioni teoriche riguardanti gli aspetti generali di inquadramento di ciascuna sezione del programma. I singoli temi saranno affrontati con lezioni fondamentali e con esposizione di casi concreti, discussioni collegialmente.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle nozioni di base di etica e deontologia e di un minimo bagaglio di esperienza professionale conseguito nei tirocini
Metodi didatticiPresentazione in formato MS-Power Point e video VHS
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si compone di una prova scritta con quiz a risposta multipla inerente agli argomenti delle lezioni svolte
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMEDICINA DEL LAVORO
CodiceMC093
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCENTONZE Anna Adriana, TODARO Maria Assunta
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/44 - MEDICINA DEL LAVORO
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMEDICINA DEL LAVORO
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCENTONZE Anna Adriana
Anno3
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti- La Medicina del Lavoro: origini, evoluzione, normativa. - La Medicina del Lavoro: infortuni sul lavoro, malattie professionali, malattie correlate al lavoro, malattie aggravate dal lavoro, malattie interferenti con il lavoro, sorveglianza sanitaria, misure preventive. - Patologia da lavoro in ambito sanitario: patologia allergica, patologia da agenti biologici, rachialgie da sovraccarico. - Patologia da movimentazione manuale dei carichi. - Valutazione del rischio da movimentazione manuale dei carichi: modello NIOSH – modello MAPO. - Patologia da CTD. - Patologia da vibrazioni. - Videoterminali. - Patologia da rumore. - Mobbing – Burn out.
Testi di riferimento“Compendio di Medicina del Lavoro e Medicina Preventiva degli operatori sanitari”, G. Franco, PICCIN
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di permettere l’apprendimento delle principali patologie di origine professionale con particolare riferimento a quelle patologie che possono richiedere l’intervento riabilitativo del fisioterapista.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle nozioni di anatomia, fisica, fisiologia.
Metodi didatticiPresentazione in formato MS-Power Point.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla sugli argomenti del programma
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMEDICINA DEL LAVORO
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiTODARO Maria Assunta
Anno3
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti- La Medicina del Lavoro: origini, evoluzione, normativa. - La Medicina del Lavoro: infortuni sul lavoro, malattie professionali, malattie correlate al lavoro, malattie aggravate dal lavoro, malattie interferenti con il lavoro, sorveglianza sanitaria, misure preventive. - Patologia da lavoro in ambito sanitario: patologia allergica, patologia da agenti biologici, rachialgie da sovraccarico. - Patologia da movimentazione manuale dei carichi. - Valutazione del rischio da movimentazione manuale dei carichi: modello NIOSH – modello MAPO. - Patologia da CTD. - Patologia da vibrazioni. - Videoterminali. - Patologia da rumore. - Mobbing – Burn out.
Testi di riferimento“Compendio di Medicina del Lavoro e Medicina Preventiva degli operatori sanitari”, G. Franco, PICCIN
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di permettere l’apprendimento delle principali patologie di origine professionale con particolare riferimento a quelle patologie che possono richiedere l’intervento riabilitativo del fisioterapista.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle nozioni di anatomia, fisica, fisiologia.
Metodi didatticiPresentazione in formato MS-Power Point.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla sugli argomenti del programma.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoSociologia generale
CodiceMS0361
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiDESTRO Anna Maria
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)SPS/07 - SOCIOLOGIA GENERALE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoA - Base
Anno3
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti• Parte 1: Introduzione - Le basi della Sociologia. - Introduzione alla disciplina attraverso un breve excursus storico-sociale. - Fatti sociali e solidarietà: da Durkheim a Weber. - Strutturalismo e Funzionalismo. - Interazionismo simbolico e individualismo metodologico. • Parte 2: Approfondimento di Sociologia della Salute. - Salute, malattia, medicina: uno sguardo sociologico. - Le culture della salute. - La rappresentazione sociale del corpo e la sua lettura come testo. - Individuo e società di fronte alla morte. - La gravidanza e il parto in sociologia.
Testi di riferimentoBucchi-Neresini: Sociologia della Salute – Carocci A.M. Destro: Altrove, oltre la soglia – Unicopli Testi ed articoli forniti a lezione. Si rammenta che lo studio slides non è sufficiente alla preparazione dell’esame
Obiettivi formativiIntrodurre gli studenti alle nozioni di base della Sociologia. Fornire gli strumenti concettuali e metodologici organizzati in parole-chiave (corpo, comunicazione, organizzazione, cultura, gravidanza, morte,malattia) attraverso i quali accedere all’analisi del complesso intreccio tra salute e società.
PrerequisitiAl termine del corso ciascuno studente dovrà acquisire le competenze teoriche e le prospettive di visione sociologica utili ad intraprendere una professione nel campo sanitario.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point, CD-ROM interattivi e siti internet didattici.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame è costituito da una prova scritta con domande a risposta aperta su argomenti di Sociologia svolti a lezione, con particolare riferimento ai temi di Sociologia della Salute affrontati durante la seconda parte delle lezioni. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato le nozioni di base della Sociologia in maniera adeguata ad affrontare con efficacia i successivi corsi. La docente è disponibile al ricevimento studenti previo appuntamento via e-mail o telefonico 0321- 3732912 (ore ufficio
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoPROVA FINALE
CodiceMS0144
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
CFU6
Ore di studio individuale150
Tipo di insegnamentoAttività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoE - Prova finale e lingua straniera
Anno3
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneVoto finale
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoRiabilitazione del piano perineale-Sessuologia clinica
CodiceMS0395
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoVOLPE Alessandro
DocentiGIANA Michele, NATALE Giovanna, LAMBERTI Gianfranco, PALMISANO Maddalena, FERRARIS Sonia, VOLPE Alessandro
CFU5
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno3
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0074 Ginecologia e ostetricia MED/40 - GINECOLOGIA E OSTETRICIA GIANA Michele
MS0338 Medicina fisica e riabilitativa del piano perineale MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA NATALE Giovanna, LAMBERTI Gianfranco
MS0357 Scienze della riabilitazione del piano perineale MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE PALMISANO Maddalena, FERRARIS Sonia
MC101 UROLOGIA MED/24 - UROLOGIA VOLPE Alessandro
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoGinecologia e ostetricia
CodiceMS0074
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGIANA Michele
CFU1
Ore di lezione10
Ore di studio individuale15
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/40 - GINECOLOGIA E OSTETRICIA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiRichiami di anatomia dell’apparato genitale femminile; la sessualità femminile; le anomalie di posizione dell’utero e il prolasso genitale; l’incontinenza urinaria; le fistole genitali; traumi ostetrici da parto; l’incontinenza postpartum.
Testi di riferimentoTesti consigliati: Pescetto G., De Cecco L., Ginecologia e Ostetricia; Società Editrice Universo
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di permettere l’apprendimento degli aspetti della ginecologia legati alla sessualità e alla riproduzione, con particolare riguardo alla loro disfunzioni. Il corso si propone anche di fornire le nozioni essenziali sugli aspetti di uroginecologia. Verranno poi affrontati gli aspetti di fisioterapia, in particolare per quanto riguarda gli aspetti connessi all’incontinenza urinaria e alle problematiche postpartum.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle nozioni di anatomia umana normale.
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point, CD-ROM interattivi e siti internet didattici.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla sugli argomenti trattati durante il corso. Gli studenti che superano la prova scritta devono superare una prova orale sui medesimi argomenti, con particolare riguardo agli argomenti eventualmente non superati allo scritto. Lo studente deve dimostrare di aver assimilato le nozioni di base dell’uroginecologia e dei relativi aspetti fisioterapici
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMedicina fisica e riabilitativa del piano perineale
CodiceMS0338
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiNATALE Giovanna, LAMBERTI Gianfranco
CFU2
Ore di lezione20
Ore di studio individuale30
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/34 - MEDICINA FISICA E RIABILITATIVA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMedicina fisica e riabilitativa del piano perineale
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiNATALE Giovanna
Anno3
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiANATOMIA FUNZIONALE DEL SISTEMA NEUROMUSCOLARE, DEI VISCERI PELVICI E DEL PIANO PERINEALE. - Anatomia funzionale delle basse vie urinarie; - Anatomia funzionale del pavimento pelvico; - Funzione vescico-sfintero-perineale: cenni di fisiopatologia. DISFUNZIONI VESCICO-SFINTERO-PERINEALI. - Disfunzione muscolare perineale; - Prolasso uro-genitale; - Incontinenza urinaria; - Dolore cronico perineale. VALUTAZIONE CLINICA DEL PAVIMENTO PELVICO. - Esame muscolare perineale; - Cenni di studi urodinamici. FISIORIABILITAZIONE IN URO-GINECOLOGIA. - Generalità; - Storia della riabilitazione perineale; - Tecniche riabilitative perineali: - Biofeedback - Stimolazione elettrica funzionale - Chinesiterapia pelvi-perineale - Coni ed altre tecniche - Protocolli riabilitativi in Uro-ginecologia: - dopo il parto - prima e dopo chirurgia pelvica - nell’incontinenza urinaria - nel dolore cronico pelvico DISABILITA’ E HANDICAP PELVICO. - Qualità di vita e riabilitazione.
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di permettere l’apprendimento della rieducazione del pavimento pelvico e dei disturbi funzionali ad esso correlati.
PrerequisitiLo studente deve conoscere l’anatomia e la fisiologia.
Metodi didatticiPresentazioni in formato Power Point, CD ROM interattivi.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoMedicina fisica e riabilitativa del piano perineale
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiLAMBERTI Gianfranco
Anno3
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiANATOMIA FUNZIONALE DEL SISTEMA NEUROMUSCOLARE, DEI VISCERI PELVICI E DEL PIANO PERINEALE. - Anatomia funzionale delle basse vie urinarie; - Anatomia funzionale del pavimento pelvico; - Funzione vescico-sfintero-perineale: cenni di fisiopatologia. DISFUNZIONI VESCICO-SFINTERO-PERINEALI. - Disfunzione muscolare perineale; - Prolasso uro-genitale; - Incontinenza urinaria; - Dolore cronico perineale. VALUTAZIONE CLINICA DEL PAVIMENTO PELVICO. - Esame muscolare perineale; - Cenni di studi urodinamici. FISIORIABILITAZIONE IN URO-GINECOLOGIA. - Generalità; - Storia della riabilitazione perineale; - Tecniche riabilitative perineali: • Biofeedback • Stimolazione elettrica funzionale • Chinesiterapia pelvi-perineale • Coni ed altre tecniche - Protocolli riabilitativi in Uro-ginecologia: • dopo il parto • prima e dopo chirurgia pelvica • nell’incontinenza urinaria • nel dolore cronico pelvico DISABILITA’ E HANDICAP PELVICO. - Qualità di vita e riabilitazione.
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di permettere l’apprendimento della rieducazione del pavimento pelvico e dei disturbi funzionali ad esso correlati.
PrerequisitiLo studente deve conoscere l’anatomia e la fisiologia.
Metodi didatticiPresentazioni in formato Power Point, CD ROM interattivi.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione del piano perineale
CodiceMS0357
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiPALMISANO Maddalena, FERRARIS Sonia
CFU1
Ore di lezione10
Ore di studio individuale15
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoSecondo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione del piano perineale
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiPALMISANO Maddalena
Anno3
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiAnatomia funzionale del pavimento pelvico. La valutazione del pavimento pelvico Programmazione riabilitativa in uro-ginecologia. Il biofeedback. La stimolazione elettrica funzionale. Cinesiterapia pelvi-perineale. Auto-traing perineale.
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di dare allo studente le indicazioni di approccio, valutazione e trattamento del paziente con patologie uroginecologiche
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle nozioni di anatomia, fisiologia e patologia del sistema urologico e ginecologico.
Metodi didatticiPresentazione in formato MS-Power Point, CD-ROM interattivi.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla su argomenti trattati e domande a risposta libera. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato quanto appreso durante le lezioni
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoScienze della riabilitazione del piano perineale
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiFERRARIS Sonia
Anno3
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiAnatomia funzionale del pavimento pelvico. La valutazione del pavimento pelvico Programmazione riabilitativa in uro-ginecologia. Il biofeedback. La stimolazione elettrica funzionale. Cinesiterapia pelvi-perineale. Auto-traing perineale.
Obiettivi formativiIl modulo ha l'obiettivo di dare allo studente le indicazioni di approccio, valutazione e trattamento del paziente con patologie uroginecologiche.
PrerequisitiLo studente deve essere in possesso delle nozioni di anatomia, fisiologia e patologia del sistema urologico e ginecologico.
Metodi didatticiPresentazione in formato MS-Power Point, CD-ROM interattivi.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla su argomenti trattati e domande a risposta libera. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato quanto appreso durante le lezioni.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoUROLOGIA
CodiceMC101
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiVOLPE Alessandro
CFU1
Ore di lezione10
Ore di studio individuale15
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/24 - UROLOGIA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoSecondo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti- Richiami di anatomia dell’apparato urinario e genitale maschile. - Semeiotica clinica, di laboratorio e strumentale in urologia - Vescica neurologica. - Ritenzione d’urina (differenze rispetto all’anuria, ritenzione acuta e cronica, possibili ripercussioni sull’alta via escretrice, inquadramento diagnostico, impostazione terapeutica). - Presidi per l’incontinenza urinaria. - Disfunzione erettile (fisiologia dell’erezione, cause vascolari, psicogene, endocrine, neurologiche, diagnosi e terapia).
Testi di riferimentoA. Tizzani, B. Frea, P. Piana. Urologia. Ed. Minerva Medica
Obiettivi formativiApprendere le principali patologie di interesse urologico che possano causare disfunzioni sessuali, del pavimento pelvico e incontinenza urinaria. Far conoscere il ruolo del fisioterapista nella gestione di tali patologie; in particolare illustrare i meccanismi eziopatogenetici e fisiopatologici sia dell’incontinenza urinaria, maschile e femminile, che della disfunzione erettile, con le relative tecniche di riabilitazione
PrerequisitiNozioni di anatomia e fisiologia dell’apparato urinario
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-power point
Modalità di verifica dell'apprendimentoEsame scritto con domande aperte
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoScienze dell'organizzazione e del management
CodiceMS0397
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoPANELLA Massimiliano
DocentiGIUDICE Lorenzo, PEANO Martina, CASSISSA Gianfranco, PANELLA Massimiliano, GUIDO Andrea, CARENA Pinuccia
CFU5
Tipo di insegnamentoAttività formativa integrata
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Anno3
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti
MS0050 DIRITTO AMMINISTRATIVO IUS/10 - DIRITTO AMMINISTRATIVO GIUDICE Lorenzo, PEANO Martina
MS0052 Economia aziendale SECS-P/07 - ECONOMIA AZIENDALE CASSISSA Gianfranco
MS0349 Programmazione e Organizzazione dei servizi sanitari MED/42 - IGIENE GENERALE E APPLICATA PANELLA Massimiliano
MS0108 Sistemi di elaborazione delle informazioni ING-INF/05 - SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI GUIDO Andrea, CARENA Pinuccia
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoDIRITTO AMMINISTRATIVO
CodiceMS0050
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGIUDICE Lorenzo, PEANO Martina
CFU1
Ore di lezione10
Ore di studio individuale15
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)IUS/10 - DIRITTO AMMINISTRATIVO
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoDIRITTO AMMINISTRATIVO
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGIUDICE Lorenzo
Anno3
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiLa Costituzione, con particolare riferimento ai principi costituzionali della pubblica amministrazione. Il diritto amministrativo: Gerarchia delle fonti. La pubblica amministrazione. Diritti soggettivi ed interessi legittimi. Gli atti amministrativi. Il procedimento amministrativo e le Leggi n. 241 del 1990 e n. 15 del 2005. Il pubblico impiego. La tutela dei diritti. La giurisdizione ordinaria. La giurisdizione amministrativa. I decreti legislativi n. 502/1992 e n. 229/1999.
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di consentire l’apprendimento dei principi ed elementi fondamentali del diritto amministrativo , con particolare riferimento alla struttura della pubblica amministrazione , al procedimento amministrativo ed al pubblico impiego.
Prerequisitinon previste
Metodi didatticiAgli studenti potranno essere consegnate copie di leggi o regolamenti oggetto del programma del corso.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame consisterà in una prova scritta con domande a scelta multipla sugli argomenti oggetto del programma. Lo studente dovrà dare prova di aver appreso le nozioni fondamentali del diritto amministrativo.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoDIRITTO AMMINISTRATIVO
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiPEANO Martina
Anno3
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiLa Costituzione, con particolare riferimento ai principi costituzionali della pubblica amministrazione. Il diritto amministrativo: Gerarchia delle fonti. La pubblica amministrazione. Diritti soggettivi ed interessi legittimi. Gli atti amministrativi. Il procedimento amministrativo e le Leggi n. 241 del 1990 e n. 15 del 2005. Il pubblico impiego. La tutela dei diritti. La giurisdizione ordinaria. La giurisdizione amministrativa. I decreti legislativi n. 502/1992 e n. 229/1999.
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di consentire l’apprendimento dei principi ed elementi fondamentali del diritto amministrativo , con particolare riferimento alla struttura della pubblica amministrazione , al procedimento amministrativo ed al pubblico impiego.
Prerequisitinon previste
Metodi didatticiAgli studenti potranno essere consegnate copie di leggi o regolamenti oggetto del programma del corso.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL’esame consisterà in una prova scritta con domande a scelta multipla sugli argomenti oggetto del programma. Lo studente dovrà dare prova di aver appreso le nozioni fondamentali del diritto amministrativo
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoEconomia aziendale
CodiceMS0052
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCASSISSA Gianfranco
CFU1
Ore di lezione12
Ore di studio individuale13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)SECS-P/07 - ECONOMIA AZIENDALE
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti Gli “istituti” e le loro caratteristiche  Il “sistema impresa”  La gestione dell’impresa  Gli equilibri da perseguire  L’ambiente in cui si opera  I principi fondamentali dell’economia - Introduzione all’economia sanitaria - Il diritto alla salute e l’evoluzione del S.S.N. - L’organizzazione dell’Azienda Sanitaria - I Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) - Il finanziamento delle attività sanitarie pubbliche - Il processo di tariffazione delle prestazioni sanitarie : SDO, DRG, ICD9CM dalla teoria alla pratica - Analisi di costi e ricavi della struttura sanitaria - I centri di costo della struttura sanitaria - La scheda di report
Obiettivi formativiIl modulo ha l’obiettivo di permettere l’apprendimento di alcuni dei principi di base dell’economia aziendale applicati ai sistemi sanitari ed alle aziende sanitarie, così come richiesto dal D.Lgs. 502 del 1992 e successive modifiche.
Prerequisitinon previste
Metodi didatticiPresentazioni in formato MS-Power Point.
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla e/o aperte sugli argomenti sviluppati a lezione.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoProgrammazione e Organizzazione dei servizi sanitari
CodiceMS0349
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiPANELLA Massimiliano
CFU1
Ore di lezione10
Ore di studio individuale15
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/42 - IGIENE GENERALE E APPLICATA
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoPrimo Semestre
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiDescrivere i principali macro modelli organizzativi sanitari e delle loro caratteristiche differenziali; discutere il concetto e conoscere le attribuzioni del management, con particolare riferimento ai servizi, alle aziende ed alle professioni sanitarie; analizzare l’organizzazione sanitaria a livello locale; saper riconoscere, all’interno del quadro concettuale dell’economia aziendale, la dimensione economica propria delle istituzioni sanitarie e socio-assistenziali; acquisire i concetti fondamentali e le caratteristiche proprie dei sistemi di governo-gestione delle istituzioni sanitarie e socio-assistenziali.
Testi di riferimentoBergamaschi M. (a cura di) (2000), L'organizzazione nelle aziende sanitarie; McGraw Hill libri Italia Rugiadini A. (1978),Organizzazione d’impresa, Giuffrè editore.
Obiettivi formativiFar acquisire le conoscenze e la capacità di applicare le conoscenze riguardo a tre grandi aree tematiche: la prima è volta a presentare l’oggetto di studio “organizzazione”, per far sì che lo studente inizi a padroneggiare la terminologia e i principali contenuti ad essa relativi; lo stato dell’arte del settore sanitario nazionale e delle organizzazioni in esso operanti al fine di aiutare lo studente a comprendere il significato di regionalizzazione del SSN, a leggere autonomamente il proprio contesto di riferimento e fornire delle chiavi di lettura per una più approfondita capacità di apprendimento delle dinamiche organizzative; la terza, più peculiare, rappresenta come le professioni sanitarie si collocano nell’attuale settore, per evidenziare le modalità di espressione della componente professionale a livello nazionale e di singola azienda. Lo studente inoltre dovrà sviluppare la capacità di comunicare con chiarezza su problematiche di tipo organizzativo e sanitario con i propri collaboratori e con gli utenti.
PrerequisitiNessuno
Metodi didatticiLezione frontale interattiva. Presentazioni in formato MS-Power Point e siti internet. Lavoro di gruppo e presentazione analisi del piano sanitario regionale PSR.
Altre informazioniNessuna
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla (una per ogni ora di lezione) sugli argomenti trattati. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato le nozioni di base di organizzazione apprese durante le lezioni. La valutazione complessiva terrà conto delle risposte corrette riportate
Programma estesoIl significato di istituto, azienda e organizzazione; il sistema aziendale: l’azienda come sistema sociale aperto le principali teorie organizzative; un modello di analisi delle organizzazioni sanitarie: il modello sistemico; la struttura organizzativa, i sistemi operativi, il potere organizzativo e la cultura; Il Servizio Sanitario Nazionale (le tre Riforme); il dipartimento ospedaliero; il distretto; la gestione per processi; l’organizzazione manageriale delle professioni sanitarie; il servizio per le professioni sanitarie; la logica della contabilità aziendale, la contabilità analitica e il processo di budget.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoSistemi di elaborazione delle informazioni
CodiceMS0108
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGUIDO Andrea, CARENA Pinuccia
CFU2
Ore di lezione20
Ore di studio individuale30
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)ING-INF/05 - SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI
Tipo di insegnamentoModulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoPrimo Semestre
SedeNOVARA, FOSSANO
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneGiudizio finale
Sedi e/o partizioni
NOVARA
FOSSANO
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoSistemi di elaborazione delle informazioni
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiGUIDO Andrea
Anno3
SedeNOVARA
Lingua di insegnamentoITALIANO
Contenuti0.I DATABASE - database relazionali - logica booleana e linguaggio SQL - concetto di DBMS inteso come servizio, con le implicazioni su distribuzione, utilità e sicurezza 1.SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO - il sistema informativo - una definizione - caratteristiche del sistema informativo - informazioni e dati - informatica, la scienza dell'informazione - il sistema informativo sanitario - una definizione 2. DAL SISTEMA SANITARIO AL SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO - L'aziendalizzazione della sanità - un po' di storia - i DRG - le prestazioni ambulatoriali - la programmazione sanitaria - la necessità di un sistema informativo 3. CARATTERISTICHE DEL SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO - Caratteristiche del S.I.S. - i livelli del S.I.S. (ministeriale, regionale, aziendale) - i processi gestiti dal S.i.S. in ospedale CARTELLA CLINICA AUTOMATIZZA - Evoluzione - Supporto alle decisioni - Livelli di gestione del dato clinico con mezzi informatici RIS & Pacs - Definizioni - Funzionalità - Tipologie 4. ARCHITETTURA DEI SISTEMI INFORMATIVI SANITARI - Perchè l'architettura - schema di riferimento - S.I.S. sistema integrato - L'archivio centrale degli assistibili - interoperabilità - Codifica delle informazioni - HL7 5. SICUREZZA E PRIVACY.
Testi di riferimentoPer gli allievi non sarà necessario comprare nessun testo, ma sarà sufficiente utilizzare le diapositive. Belski V, Breschi R., Pigni F., Zocchi M.T. "Dati e base di dati: il modello relazionale" dal sito del ministero della salute: nsis e mattoni Dirindin N. (2001), a cura di, Governare il federalismo, Il pensiero sc. Ed Brenna A. (2003), manuale di economia sanitaria, CIS ed. Milano Nante N. (2000), materiale didattico del corso "Sistema informativo sanitario" c/o Corso di Perfezionamento in Programmazione ed Organizzazione dei Servizi Sanitari - Università di Siena Ministero della salute, Decreto 12/12/2001 Regione Piemonte "Costruzione e sperimentazione di un sistema regionale di controllo sulle attività delle aziende sanitarie" Relazione finale 1998-1999 Bondonio P., Osella B., Carena P., “Un buon budget aziendale all’opera: discussione di un caso”, nel numero di ottobre-dicembre 2004 di “POLITICHE SANITARIE” Tecniche Nuove “ECDL EALTH” Buccoliero, Mattavelli 2008 Materiale consigliato e disponibile su siti internet citati.
Obiettivi formativiIl modulo parte dalla trattazione dei Data Base, elemento base per la raccolta e l’organizzazione dei dati, ed attraverso un percorso che passa dalla cartella clinica e dai sistemi informativi ai vari livelli, consente di capire come vengono trattate le informazioni in ambito sanitario partendo dall’esperienza locale fino a quella nazionale. A conclusione del percorso vengono trattati argomenti inerenti la sicurezza dei dati e la privacy
PrerequisitiLe conoscenze di base di informatica e della gestione delle informazioni con il calcolatore. Conoscenze di base di Internet e della ricerca.
Metodi didatticiPresentazione in formato MS-Power Point
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla su argomenti trattati durante il corso. Trattandosi di una disciplina all’interno di un corso integrato, la modalità dell’esame verrà concordata con il coordinatore del corso integrato e con gli altri docenti. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato le nozioni di base, apprese durante le lezioni e lo studio personale, in maniera adeguata per un utilizzo nell’ambito della propria professione.
Chiudi scheda insegnamento
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
InsegnamentoSistemi di elaborazione delle informazioni
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
DocentiCARENA Pinuccia
Anno3
SedeFOSSANO
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiIl modulo intende completare il corso di informatica con l'applicazione delle tecnologie al sistema informativo sanitario, anche in relazione all'organizzazione sanitaria italiana.
Testi di riferimentoPer gli allievi non sarà necessario comprare nessun testo, ma sarà sufficiente utilizzare le diapositive. Belski V, Breschi R., Pigni F., Zocchi M.T. "Dati e base di dati: il modello relazionale" dal sito del ministero della salute: nsis e mattoni Dirindin N. (2001), a cura di, Governare il federalismo, Il pensiero sc. Ed Brenna A. (2003), manuale di economia sanitaria, CIS ed. Milano Nante N. (2000), materiale didattico del corso "Sistema informativo sanitario" c/o Corso di Perfezionamento in Programmazione ed Organizzazione dei Servizi Sanitari - Università di Siena Ministero della salute, Decreto 12/12/2001 Regione Piemonte "Costruzione e sperimentazione di un sistema regionale di controllo sulle attività delle aziende sanitarie" Relazione finale 1998-1999 Bondonio P., Osella B., Carena P., “Un buon budget aziendale all’opera: discussione di un caso”, nel numero di ottobre-dicembre 2004 di “POLITICHE SANITARIE” Tecniche Nuove “ECDL EALTH” Buccoliero, Mattavelli 2008 Materiale consigliato e disponibile su siti internet citati.
Obiettivi formativiIl modulo parte dalla trattazione dei Data Base, elemento base per la raccolta e l’organizzazione dei dati, ed attraverso un percorso che passa dalla cartella clinica e dai sistemi informativi ai vari livelli, consente di capire come vengono trattate le informazioni in ambito sanitario partendo dall’esperienza locale fino a quella nazionale. A conclusione del percorso vengono trattati argomenti inerenti la sicurezza dei dati e la privacy.
PrerequisitiLe conoscenze di base di informatica e della gestione delle informazioni con il calcolatore. Conoscenze di base di Internet e della ricerca.
Metodi didatticiPresentazione in formato MS-Power Point
Modalità di verifica dell'apprendimentoL'esame si compone di una prova scritta con domande a scelta multipla su argomenti trattati durante il corso. Trattandosi di una disciplina all’interno di un corso integrato, la modalità dell’esame verrà concordata con il coordinatore del corso integrato e con gli altri docenti. Lo studente dovrà dimostrare di aver assimilato le nozioni di base, apprese durante le lezioni e lo studio personale, in maniera adeguata per un utilizzo nell’ambito della propria professione.
Programma esteso0.I DATABASE - database relazionali - logica booleana e linguaggio SQL - concetto di DBMS inteso come servizio, con le implicazioni su distribuzione, utilità e sicurezza 1.SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO - il sistema informativo - una definizione - caratteristiche del sistema informativo - informazioni e dati - informatica, la scienza dell'informazione - il sistema informativo sanitario - una definizione 2. DAL SISTEMA SANITARIO AL SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO - L'aziendalizzazione della sanità - un po' di storia - i DRG - le prestazioni ambulatoriali - la programmazione sanitaria - la necessità di un sistema informativo 3. CARATTERISTICHE DEL SISTEMA INFORMATIVO SANITARIO - Caratteristiche del S.I.S. - i livelli del S.I.S. (ministeriale, regionale, aziendale) - i processi gestiti dal S.i.S. in ospedale CARTELLA CLINICA AUTOMATIZZA - Evoluzione - Supporto alle decisioni - Livelli di gestione del dato clinico con mezzi informatici RIS & Pacs - Definizioni - Funzionalità - Tipologie 4. ARCHITETTURA DEI SISTEMI INFORMATIVI SANITARI - Perchè l'architettura - schema di riferimento - S.I.S. sistema integrato - L'archivio centrale degli assistibili - interoperabilità - Codifica delle informazioni - HL7 5. SICUREZZA E PRIVACY.
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoTirocinio III anno
CodiceMS0119
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
Responsabile didatticoDI CONCILIO Ersilia
CFU22
Ore di studio individuale110
Settore Scientifico Disciplinare (SSD)MED/48 - SCIENZE INFERMIERISTICHE E TECNICHE NEURO-PSICHIATRICHE E RIABILITATIVE
Tipo di insegnamentoAttività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoB - Caratterizzante
Anno3
PeriodoAnnuale
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneVoto finale
Lingua di insegnamentoITALIANO
ContenutiPreparazione pratica a turnazione nei servizi ove previsto il recupero di rieducazione funzionale neuromotorio.
Testi di riferimentoProposte riabilitative nella paralisi cerebrale infantile. A.Ferrari, Edizioni del Cerro. Il medico e il management, a cura di M. Zanetti et al., Accademia Nazionale di Medicina. M.De Negri “Manuale di Neuropsichiatria Infantile”. Piccin Editore. J De Ajuraguerra - D.Marcelli. “Psicopatologia del bambino”. Ed. Masson.
Obiettivi formativiIl tirocinio tecnico-pratico del III anno è finalizzato all’acquisizione di autonomia e responsabilità professionale nella gestione dell’attività terapeutica rivolta al paziente. Il fisioterapista in questa fase interverrà solo come riferimento/supervisore; lo studente dovrà quindi:  procedere nella valutazione del paziente e nella presentazione del caso clinico anche attraverso relazione scritta;  individuare gli obiettivi e pianificare il programma di trattamento;  attuare il programma riabilitativo utilizzando le tecniche apprese ed individuando l’utilizzo di ausili;  verificare i risultati ottenuti;  saper instaurare un adeguato rapporto relazionale nei confronti del paziente, familiari ed altre figure professionali;  approfondire le ricerche scientifiche;  saper programmare ed attuare un proprio piano di lavoro (ore di lavoro, ore di tesi, ricerca) durante l’intero periodo di tirocinio.
PrerequisitiLo studente deve saper autonomamente individuare e pianificare il programma e svolgere il trattamento riabilitativo
Metodi didatticiStrumenti tecnologici audiovisivi, ausili e attrezzature utilizzate nelle palestre riabilitative.
Modalità di verifica dell'apprendimentoVerifiche: - il coordinatore dell’insegnamento Tecnico-pratico e di Tirocinio è costantemente informato del procedere e degli esiti delle fasi di apprendimento degli studenti attraverso incontri periodici con i tutor; - due schede di valutazione con domande predisposte, che valutano il saper fare e il saper essere dello studente, compilate dai tutor dei servizi riabilitativi, dopo aver sentito il parere di tutto il personale tecnico (della propria struttura) che ha affiancato lo studente durante il tirocinio tecnico-pratico. L’esame di tirocinio tecnico-pratico consiste nell’esecuzione di due prove pratiche in cui lo studente deve dimostrare di aver acquisito, in maniera adeguata, le nozioni e le abilità manuali di base apprese durante le esercitazioni e il percorso formativo pratico.
Chiudi scheda insegnamento
Stampa
InsegnamentoUlteriori attività formative
CodiceMS0120
Anno Accademico2015/2016
Anno regolamento2013/2014
Corso di studio1846 - Fisioterapia (abilitante alla professione sanitaria di Fisioterapista)
CurriculumCORSO GENERICO
CFU6
Ore di studio individuale90
Tipo di insegnamentoAttività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamentoInsegnamento obbligatorio
Categoria insegnamentoF - Stage e altre attività formative
Anno3
PeriodoAnnuale
Frequenza obbligatoriaSi
Tipo di valutazioneVoto finale
Chiudi scheda insegnamento
Dati aggiornati al: 21/10/2018, 05:43