Laurea Magistrale in Economia, Management E Istituzioni

Didattica erogata

Stampa
Insegnamento Storia economica
Codice GS0116
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2017/2018
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico BARBERIS Giorgio
Docenti Barberis Giorgio
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/12 - STORIA ECONOMICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento C
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi L'obiettivo atteso da parte degli studenti consiste nell'assimilazione del contenuto dei testi e nella capacità di rielaborazione critica degli argomenti trattati a lezione, con particolare attenzione alla Storia economica.
Contenuti Il corso intende fornire conoscenze di base sulla storia economica e sui principali filoni del pensiero politico ed economico contemporaneo. Approfondimenti specifici saranno dedicati alla globalizzazione e alla contestuale evoluzione della teoria politica, al concetto di Potere, alle forme di democrazia e alla crisi della rappresentanza.
Testi di riferimento Il testo di riferimento per la parte istituzionale, sia per gli studenti frequentanti sia per i non frequentanti (con la precisazione che la fequenza è consigliata e agevola certamente la preparazione dell'esame), è il seguente: - V. Zamagni, "Perché l'Europa ha cambiato il mondo. Una storia economica", il Mulino, Bologna 2015. Inoltre, gli studenti dovranno studiare UN testo a scelta tra i seguenti: - J. Stiglitz, "La grande frattura. La disuguaglianza e i modi per sconfiggerla", Einaudi, Torino 2016. - L. Gallino, "Il denaro, il debito e la doppia crisi spiegati ai nostri nipoti", Einaudi, Torino 2015. - I. Illich, "La convivialità", Boroli, Milano 2005 (1973). - R. Lasagna, "Da Chaplin a Loach. Scenari e prospettive della psicologia del lavoro attraverso il cinema", Mimesis, Milano-Udine 2019. - L. Bruni, "Il capitalismo e il sacro", Vita e pensiero, Milano 2019.
Obiettivi formativi Fornire alcuni strumenti interpretativi utili a comprendere le categorie fondamentali della filosofia politica e del pensiero politico ed economico contemporaneo, con un approccio storico-teorico ma anche con un'attenzione particolare alle attuali dinamiche politico-economiche.
Prerequisiti Non sono previste propedeuticità.
Metodi didattici Lezioni, esercitazioni, seminari.
Altre informazioni Ulteriori informazioni, in particolare relative alla didattica a distanza, saranno fornite a inizio corso. Si può inoltre prevedere l'organizzazione di seminari e incontri di approfondimento per la comprensione dei testi e la discussione delle tematiche affrontate a lezione (anche con l'eventuale ricorso a documenti audiovisivi sugli argomenti trattati).
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame orale.
Programma esteso Il corso intende anzitutto fornire conoscenze di base sui principali filoni del pensiero politico ed economico contemporaneo (liberalismo, socialismo, comunismo, fascismi, anarchismo) e della filosofia politica (dai classici alla modernità e alla post-modernità). Approfondimenti specifici saranno dedicati alla globalizzazione e alla contestuale evoluzione della teoria politica, al concetto di Potere, alle forme di democrazia e alla crisi della rappresentanza.
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0116 Storia economica - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento TIROCINIO
Codice P1024
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2017/2018
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico BONDONIO Daniele
Docenti Bondonio Daniele
CFU 1
Ore di studio individuale 13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) NN -
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento F
Anno 2
Periodo Annuale
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - P1024 TIROCINIO - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Economia Cognitiva
Codice GS0206
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2017/2018
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico NOVARESE Marco
Docenti Novarese Marco
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/01 - ECONOMIA POLITICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento C
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Compendere le principali caratteristiche dell'economia comportamentale; saper disegnare un esperimento; sviluppare la capacità di ragionamento critico
Contenuti La percezione; la memoria; la razionalità, l’apprendimento; la motivazione; il comportamento del consumatore; approfondimenti a scelta: il comportamento del turista, il comportamento delle giurie., dei testi e dei giudici; il comportamento organizzativo
Testi di riferimento dispense del docente; tutte le lezioni sono registrate e disponibili sulla pagina DIR del corso
Obiettivi formativi Fornire le basi dell’economia cognitiva e comportamentale, proporre alcune applicazioni per l'impresa il consumatore e per il diritto; stimolare la capacità di ragionare su razionalità, errori cognitivi, responsabilità individuale e tutela statale; stimolare la capacità di ragionare sulla conoscenza, sull'apprendimento, sulle decisioni e sulle diverse forme di motivazione Conoscere i principali temi dell’economia cognitivo e comportamentale , e riuscire ad applicarli a casi concreti; saper ragionare sulle proprie conoscenze
Prerequisiti nessuno
Metodi didattici lezioni frontali
Altre informazioni Le lezioni sono trasmesse anche in streaming e disponibili registrate Le lezioni sono accompagnate da esercitazioni da svolgere al computer
Modalità di verifica dell'apprendimento Quiz a risposta multipla con 34 domande complessive
Programma esteso La percezione, i sensi, la memoria La razionalità e le distorsioni cognitive L’apprendimento e le regole Decisioni e soddisfazione del consumatore. Economia dell'educazione e dello studio; il nudge; paternalismo e razionalità Approfondimenti a scelta: - L’approccio cognitivo e comportamentale all’analisi economica del diritto (overconfidence e tutela dell’individuo, il paternalismo, la protezione del consumatore, le distorsioni cognitive nei processi, l’educazione finanziaria, il ruolo dei pensieri di secondo livello nel comportamento normativo .) - La psicologia e l’economia cognitiva del turismo (beni ed esperienze; le aspettative; il rischio; il ricordo) - Il comportamento organizzativo (motivazione; routine e mentalità comune)
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0206 Economia Cognitiva - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Istituzioni politiche europee
Codice GS0231
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2017/2018
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico INGRAVALLE Francesco
Docenti Ingravalle Francesco
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) M-GGR/02 - GEOGRAFIA ECONOMICO-POLITICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Conoscenza del funzionamento dell'UE in prospettiva storico-politica
Contenuti Le origini dell'integrazione europea. O. Neurath, D. Mitrany, J. Monnet. 1. Il sistema di governo dell'UE 2. Il metodo di governo comunitario: il triangolo istituzionale 3. Il metodo di governo: processi, esecuzione, controlli 4. La frammentazione del potere esecutivo 5. La parlamentarizzazione del sistema comunitario 6. La crisi del sistema dell'UE
Testi di riferimento O, Neurath, "Pianificazione internazionale per la libertà2 in Id. "L'utopia realmente possibile", Milano, Mimesis, 2016 D. Mitrany, "Le basi pratiche della pace2, Firenze, 2013 S. Gozi, "Il governo dell'Europa", Bologna, Il Mulino, 2011
Obiettivi formativi Conoscenza del funzionamento dell'UE in chiave storico-politica.
Prerequisiti Nessuno
Metodi didattici Lezione frontale
Modalità di verifica dell'apprendimento A scelta. esame scritto, oppure orale
Programma esteso Vedi "Contenuti"
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0231 Istituzioni politiche europee - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento LAW AND ECONOMICS OF CRIME
Codice GS0314
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2017/2018
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico RAMELLO GIOVANNI BATTISTA
Docenti Ramello Giovanni Battista
CFU 9
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 165
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi comprendere il significato delle diverse forme di comportamento basato su regole, e collegarlo al tema della razionalità e della prevedibilità
Contenuti Il corso si occuperà dell'analisi economica del crimine e del suo impatto nel contesto economico
Testi di riferimento Il materiale verrà indicato durante il corso
Obiettivi formativi Comprendere la relazione tra razionalità, crimine ed economia
Prerequisiti corso di Economia Politica
Metodi didattici lezioni seminariali
Altre informazioni -
Modalità di verifica dell'apprendimento esame orale
Programma esteso razionalità e comportamento economico; razionalità; comportamento criminale
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0314 LAW AND ECONOMICS OF CRIME - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento TIROCINIO
Codice P1024
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico BONDONIO Daniele
Docenti Bondonio Daniele
CFU 1
Ore di studio individuale 13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) NN -
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento F
Anno 2
Periodo Annuale
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - P1024 TIROCINIO - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Storia economica
Codice GS0116
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico BARBERIS Giorgio
Docenti Barberis Giorgio
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/12 - STORIA ECONOMICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento C
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi L'obiettivo atteso da parte degli studenti consiste nell'assimilazione del contenuto dei testi e nella capacità di rielaborazione critica degli argomenti trattati a lezione, con particolare attenzione alla Storia economica.
Contenuti Il corso intende fornire conoscenze di base sulla storia economica e sui principali filoni del pensiero politico ed economico contemporaneo. Approfondimenti specifici saranno dedicati alla globalizzazione e alla contestuale evoluzione della teoria politica, al concetto di Potere, alle forme di democrazia e alla crisi della rappresentanza.
Testi di riferimento Il testo di riferimento per la parte istituzionale, sia per gli studenti frequentanti sia per i non frequentanti (con la precisazione che la fequenza è consigliata e agevola certamente la preparazione dell'esame), è il seguente: - V. Zamagni, "Perché l'Europa ha cambiato il mondo. Una storia economica", il Mulino, Bologna 2015. Inoltre, gli studenti dovranno studiare UN testo a scelta tra i seguenti: - J. Stiglitz, "La grande frattura. La disuguaglianza e i modi per sconfiggerla", Einaudi, Torino 2016. - L. Gallino, "Il denaro, il debito e la doppia crisi spiegati ai nostri nipoti", Einaudi, Torino 2015. - I. Illich, "La convivialità", Boroli, Milano 2005 (1973). - R. Lasagna, "Da Chaplin a Loach. Scenari e prospettive della psicologia del lavoro attraverso il cinema", Mimesis, Milano-Udine 2019. - L. Bruni, "Il capitalismo e il sacro", Vita e pensiero, Milano 2019.
Obiettivi formativi Fornire alcuni strumenti interpretativi utili a comprendere le categorie fondamentali della filosofia politica e del pensiero politico ed economico contemporaneo, con un approccio storico-teorico ma anche con un'attenzione particolare alle attuali dinamiche politico-economiche.
Prerequisiti Non sono previste propedeuticità.
Metodi didattici Lezioni, esercitazioni, seminari.
Altre informazioni Ulteriori informazioni, in particolare relative alla didattica a distanza, saranno fornite a inizio corso. Si può inoltre prevedere l'organizzazione di seminari e incontri di approfondimento per la comprensione dei testi e la discussione delle tematiche affrontate a lezione (anche con l'eventuale ricorso a documenti audiovisivi sugli argomenti trattati).
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame orale.
Programma esteso Il corso intende anzitutto fornire conoscenze di base sui principali filoni del pensiero politico ed economico contemporaneo (liberalismo, socialismo, comunismo, fascismi, anarchismo) e della filosofia politica (dai classici alla modernità e alla post-modernità). Approfondimenti specifici saranno dedicati alla globalizzazione e alla contestuale evoluzione della teoria politica, al concetto di Potere, alle forme di democrazia e alla crisi della rappresentanza.
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0116 Storia economica - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Economia Cognitiva
Codice GS0206
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico NOVARESE Marco
Docenti Novarese Marco
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/01 - ECONOMIA POLITICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento C
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Compendere le principali caratteristiche dell'economia comportamentale; saper disegnare un esperimento; sviluppare la capacità di ragionamento critico
Contenuti La percezione; la memoria; la razionalità, l’apprendimento; la motivazione; il comportamento del consumatore; approfondimenti a scelta: il comportamento del turista, il comportamento delle giurie., dei testi e dei giudici; il comportamento organizzativo
Testi di riferimento dispense del docente; tutte le lezioni sono registrate e disponibili sulla pagina DIR del corso
Obiettivi formativi Fornire le basi dell’economia cognitiva e comportamentale, proporre alcune applicazioni per l'impresa il consumatore e per il diritto; stimolare la capacità di ragionare su razionalità, errori cognitivi, responsabilità individuale e tutela statale; stimolare la capacità di ragionare sulla conoscenza, sull'apprendimento, sulle decisioni e sulle diverse forme di motivazione Conoscere i principali temi dell’economia cognitivo e comportamentale , e riuscire ad applicarli a casi concreti; saper ragionare sulle proprie conoscenze
Prerequisiti nessuno
Metodi didattici lezioni frontali
Altre informazioni Le lezioni sono trasmesse anche in streaming e disponibili registrate Le lezioni sono accompagnate da esercitazioni da svolgere al computer
Modalità di verifica dell'apprendimento Quiz a risposta multipla con 34 domande complessive
Programma esteso La percezione, i sensi, la memoria La razionalità e le distorsioni cognitive L’apprendimento e le regole Decisioni e soddisfazione del consumatore. Economia dell'educazione e dello studio; il nudge; paternalismo e razionalità Approfondimenti a scelta: - L’approccio cognitivo e comportamentale all’analisi economica del diritto (overconfidence e tutela dell’individuo, il paternalismo, la protezione del consumatore, le distorsioni cognitive nei processi, l’educazione finanziaria, il ruolo dei pensieri di secondo livello nel comportamento normativo .) - La psicologia e l’economia cognitiva del turismo (beni ed esperienze; le aspettative; il rischio; il ricordo) - Il comportamento organizzativo (motivazione; routine e mentalità comune)
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0206 Economia Cognitiva - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento DIRITTO AMMINISTRATIVO EUROPEO
Codice GS0140
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Docenti Mameli Barbara
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) IUS/10 - DIRITTO AMMINISTRATIVO
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OPZ
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Lo studente è chiamato, nelle prove intermedie e al termine del corso, a dimostrare di possedere una conoscenza adeguata dei principi e degli istituti del diritto amministrativo, degli atti normativi fondamentali e la capacità di risolvere singole questioni problematiche.
Contenuti Il corso ha per oggetto i principi e gli istituti fondamentali del diritto amministrativo che verranno trattati alla luce della prassi e degli orientamenti della giurisprudenza. Particolare attenzione sarà dedicata all'attività della pubblica amministrazione di diritto pubblico e di diritto privato. La trattazione degli argomenti avverrà attraverso l’analisi e l’approfondimento degli istituti giuridici cui sarà affiancata l’illustrazione e discussione di casi pratici (sentenze, atti normativi, provvedimenti amministrativi, accordi, ecc.).
Testi di riferimento E’ indispensabile il testo delle norme generali sull’azione amministrativa. E’ consigliato uno a scelta tra i seguenti manuali: - Clarich, Manuale di diritto amministrativo, Il Mulino, ultima edizione. Sono esclusi, parte seconda, cap. VI I controlli, parte terza, cap. X "Il personale", cap. XIII "La finanza", parte quarta; - Greco, Argomenti di diritto amministrativo – vol. I - Lezioni, Milano, Giuffrè, ultima edizione. E' escluso il cap. VI "Cenni di giustizia amministrativa"; - D’Alberti, Lezioni di diritto amministrativo, Giappichelli, ultima edizione. E' esclusa parte II, cap. IV "Il personale delle pubbliche amministrazioni", cap. V "I beni pubblici", parte IV, cap. XI "Le disfunzioni"; - Scoca, Diritto amministrativo, Giappichelli, ultima edizione. Torino. Sono escluse la parte 6, la parte 8, cap. 1, la parte 9.
Obiettivi formativi Il corso si pone l’obiettivo di sviluppare la capacità dello studente di utilizzare e comprendere la terminologia giuridico-amministrativistica, di interpretare gli atti normativi ed argomentare con autonomia di giudizio. Lo studente è chiamato, nelle prove intermedie e al termine del corso, a dimostrare di possedere una conoscenza adeguata dei principi e degli istituti del diritto amministrativo, degli atti normativi fondamentali e la capacità di risolvere singole questioni problematiche.
Prerequisiti E’ indispensabile aver sostenuto con esito positivo l’esame di Diritto pubblico
Metodi didattici Le modalità didattiche consisteranno in lezioni teoriche volte ad illustrare i principi e gli istituti del diritto amministrativo; nello studio di casi giurisprudenziali al fine di promuovere l’acquisizione del lessico giuridico e delle tecniche di interpretazione ed argomentazione giuridica; in esercitazioni concernenti le tematiche affrontate durante le lezioni. Eventuali altre iniziative verranno segnalate durante le lezioni.
Altre informazioni E’ creato uno spazio sulla piattaforma DIR nel quale verranno caricati materiali utili per lo studio e la comprensione della materia (in particolare, sentenze rilevanti, articoli di dottrina e casi pratici da discutere).
Modalità di verifica dell'apprendimento La verifica dell’apprendimento avviene attraverso un esame orale sull’intero programma. E’ previsto lo svolgimento di prove scritte a metà ed al termine del corso. La partecipazione alle prove scritte è libera. Il voto è attribuito in trentesimi. Ai fini dell’attribuzione del voto verranno valutate in particolare: la conoscenza del programma; la capacità di collegare tra loro i vari istituti del diritto amministrativo, le tecniche argomentative e la capacità tecnico-espositiva. In sede di esame lo studente dovrà rispondere a più domande. L’esame verrà condotto partendo da domande di carattere generale, seguite da domande più specifiche. La frequenza del corso è libera.
Programma esteso In particolare il corso verterà sui seguenti temi: -la disciplina normativa della P.A. nella Costituzione e nella legge, i principi costituzionali e le fonti del diritto amministrativo; -la definizione di Amministrazione; - l’organizzazione della pubblica amministrazione; - le situazioni giuridiche soggettive e loro vicende; - il procedimento amministrativo; - il provvedimento amministrativo e la sua tipologia; - il silenzio della PA; - le invalidità; - l’accesso agli atti della PA; - l’autotutela; - l’attività di diritto comune della pubblica amministrazione; - la PA come imprenditore, la disciplina dell'attività contrattuale della P.A. (i contratti ad evidenza pubblica). - le imprese pubbliche; - la responsabilità della P.A. e dei suoi agenti; - cenni al sistema di giustizia amministrativa: principi e istituti fondamentali.
Insegnamento mutuato da SCIENZE POLITICHE, ECONOMICHE, SOCIALI E DELL'AMMINISTRAZIONE (2025) - GS0474 Diritto amministrativo - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Digital Marketing
Codice GS0207
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico PERA Rebecca
Docenti Pera Rebecca
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento C
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0207 Digital Marketing - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Strategie di pricing
Codice GS0208
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico ABRATE Graziano
Docenti Abrate Graziano
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento C
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0208 Strategie di pricing - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento STORIA E TEORIA POLITICA EUROPEA
Codice GS0137
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico BARBERIS Giorgio
Docenti Barberis Giorgio
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/12 - STORIA ECONOMICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi L'obiettivo atteso da parte degli studenti consiste nell'assimilazione del contenuto dei testi e nella capacità di rielaborazione critica degli argomenti trattati a lezione, con particolare attenzione alla Storia economica.
Contenuti Il corso intende fornire conoscenze di base sulla storia economica e sui principali filoni del pensiero politico ed economico contemporaneo. Approfondimenti specifici saranno dedicati alla globalizzazione e alla contestuale evoluzione della teoria politica, al concetto di Potere, alle forme di democrazia e alla crisi della rappresentanza.
Testi di riferimento Il testo di riferimento per la parte istituzionale, sia per gli studenti frequentanti sia per i non frequentanti (con la precisazione che la fequenza è consigliata e agevola certamente la preparazione dell'esame), è il seguente: - V. Zamagni, "Perché l'Europa ha cambiato il mondo. Una storia economica", il Mulino, Bologna 2015. Inoltre, gli studenti dovranno studiare UN testo a scelta tra i seguenti: - J. Stiglitz, "La grande frattura. La disuguaglianza e i modi per sconfiggerla", Einaudi, Torino 2016. - L. Gallino, "Il denaro, il debito e la doppia crisi spiegati ai nostri nipoti", Einaudi, Torino 2015. - I. Illich, "La convivialità", Boroli, Milano 2005 (1973). - R. Lasagna, "Da Chaplin a Loach. Scenari e prospettive della psicologia del lavoro attraverso il cinema", Mimesis, Milano-Udine 2019. - L. Bruni, "Il capitalismo e il sacro", Vita e pensiero, Milano 2019.
Obiettivi formativi Fornire alcuni strumenti interpretativi utili a comprendere le categorie fondamentali della filosofia politica e del pensiero politico ed economico contemporaneo, con un approccio storico-teorico ma anche con un'attenzione particolare alle attuali dinamiche politico-economiche.
Prerequisiti Non sono previste propedeuticità.
Metodi didattici Lezioni, esercitazioni, seminari.
Altre informazioni Ulteriori informazioni, in particolare relative alla didattica a distanza, saranno fornite a inizio corso. Si può inoltre prevedere l'organizzazione di seminari e incontri di approfondimento per la comprensione dei testi e la discussione delle tematiche affrontate a lezione (anche con l'eventuale ricorso a documenti audiovisivi sugli argomenti trattati).
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame orale.
Programma esteso Il corso intende anzitutto fornire conoscenze di base sui principali filoni del pensiero politico ed economico contemporaneo (liberalismo, socialismo, comunismo, fascismi, anarchismo) e della filosofia politica (dai classici alla modernità e alla post-modernità). Approfondimenti specifici saranno dedicati alla globalizzazione e alla contestuale evoluzione della teoria politica, al concetto di Potere, alle forme di democrazia e alla crisi della rappresentanza.
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0116 Storia economica - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Istituzioni politiche europee
Codice GS0231
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico INGRAVALLE Francesco
Docenti Ingravalle Francesco
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) M-GGR/02 - GEOGRAFIA ECONOMICO-POLITICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Conoscenza del funzionamento dell'UE in prospettiva storico-politica
Contenuti Le origini dell'integrazione europea. O. Neurath, D. Mitrany, J. Monnet. 1. Il sistema di governo dell'UE 2. Il metodo di governo comunitario: il triangolo istituzionale 3. Il metodo di governo: processi, esecuzione, controlli 4. La frammentazione del potere esecutivo 5. La parlamentarizzazione del sistema comunitario 6. La crisi del sistema dell'UE
Testi di riferimento O, Neurath, "Pianificazione internazionale per la libertà2 in Id. "L'utopia realmente possibile", Milano, Mimesis, 2016 D. Mitrany, "Le basi pratiche della pace2, Firenze, 2013 S. Gozi, "Il governo dell'Europa", Bologna, Il Mulino, 2011
Obiettivi formativi Conoscenza del funzionamento dell'UE in chiave storico-politica.
Prerequisiti Nessuno
Metodi didattici Lezione frontale
Modalità di verifica dell'apprendimento A scelta. esame scritto, oppure orale
Programma esteso Vedi "Contenuti"
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0231 Istituzioni politiche europee - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Economia e strategia delle imprese
Codice GS0222
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Docenti Fraquelli Giovanni, Bruno Clementina
CFU 12
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Attività formativa integrata
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti Agenda web
GS0223Economia e gestione delle imprese II SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Fraquelli Giovanni
GS0224Gestione dei progetti di investimento SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Bruno Clementina
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia e strategia delle imprese: Economia e gestione delle imprese II
Codice GS0223
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico FRAQUELLI Giovanni
Docenti Fraquelli Giovanni
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento italiano
Risultati di apprendimento attesi Al termine del corso, lo studente sarà in possesso di conoscenze teoriche relative a: - integrazione e ricadute sui costi: economie di scala e di scopo - definizione del concetto di produttività a livello di impresa e metodologie di calcolo della stessa Il percorso richiede agli studenti di sviluppare competenze nei seguenti ambiti: - interpretare informazioni contabili da un punto di vista economico - utilizzare le informazioni contabili, in particolare quelle relative ai costi, per le scelte operative dell'impresa - valutare le performance delle imprese in termini di produttività
Contenuti Il corso prende in esame alcuni strumenti utili all’impresa per coniugare l’attività produttiva e la crescita con le scelte d’investimento industriale. Il primo modulo è mirato all'approfondimento dei costi di gestione nel breve periodo; delle economie di costo connesse ai processi di crescita della scala e produttiva alla diversificazione; ricadute in tema di produttività
Testi di riferimento Giovanni Fraquelli (1997, 2001, 2003), Elementi di Economia Manageriale. Costi, produttività, investimenti, Utet, Torino, par. 1.9, 1.10, 2.3, 2.5, 2.8, 5.3.1, 5.4, 6.2,6.4, 6.5, 7.3, 7.4. Il testo è reperibile in biblioteca. Giovanni Fraquelli. “Impresa, mercato e gestione del valore.” Utet, 2006, Cap. 3, 4. Il testo è reperibile in biblioteca Lucidi esplicativi delle lezioni, Casi di studio e materiale integrativo a cura del docente. Il materiale è reperibile sulla piattaforma DIR (https://www.dir.uniupo.it/) Sarà messo a disposizione materiale didattico equivalente in lingua inglese, a cura del docente
Obiettivi formativi Il corso intende fornire conoscenze relative alla gestione della produzione nel breve termine e al processo di crescita dell’impresa, con riferimento prioritario alle ricadute sull’attività operativa e sulla produttività. Al termine del modulo, lo studente avrà competenze inerenti l’utilizzo dei costi in chiave decisionale
Prerequisiti Assenti
Metodi didattici Organizzazione del corso :Lezioni e Esercitazioni Modalità di erogazione : Tradizionale Si consiglia caldamente la frequenza
Modalità di verifica dell'apprendimento La verifica finale (al temine di ogni modulo) consiste in una prova scritta. L’esame consente di ottenere anche la lode. L’esame scritto si compone di due parti: - la parte teorica, che consente un punteggio massimo di 18 punti, è volta a verificare la comprensione delle tematiche affrontate ed è costituita da 12 domande a risposta chiusa (1.5 punti per ogni risposta esatta, 0 punti in caso di mancata risposta, -0.3 punti in caso di risposta errata). - la parte applicata, che consente un punteggio massimo di 15 punti, mira a verificare la capacità di applicare le conoscenze e trarre conclusioni, attraverso un esercizio suddiviso in tre punti, o tre distinti esercizi. Il voto finale relativo al corso integrato è costituito dalla media semplice dei risultati delle prove relative ai due moduli. Lo studente deve superare entrambe le prove. E' possibile scegliere di sostenere l'esame in lingua inglese.
Programma esteso Il bilancio dell’impresa quale supporto per le informazioni economiche, strutturali e finanziarie La gestione dei costi nel breve termine Le ricadute sui costi della crescita, della diversificazione e dell'integrazione verticale Utilizzo dei costi per le scelte operative di breve termine e nell’ambito delle decisioni di sviluppo dell’attività produttiva. Analisi della produttività a livello di impresa.
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0226 Economia e gestione delle imprese II - ALESSANDRIA
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia e strategia delle imprese: Gestione dei progetti di investimento
Codice GS0224
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico BRUNO CLEMENTINA
Docenti Bruno Clementina
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento Italiano
Risultati di apprendimento attesi Al termine del corso, lo studente sarà in possesso di conoscenze teoriche relative a: - utilità delle informazioni contabili da un punto di vista finanziario - definizioni, analogie e differenze tra le principali tecniche di capital budegeting - metodi per la determinazione del costo del capitale Il percorso richiede agli studenti di sviluppare competenze nei seguenti ambiti: - interpretare informazioni contabili da un punto di vista finanziario - valutare in un'ottica finanziaria scelte di investimento industriale sulla base di tecniche di capital budgeting - comprendere e interpretare le informazioni rilevanti per la determinazione del costo del capitale
Contenuti Il corso si propone di introdurre alcuni strumenti utili a supporto delle scelte di crescita delle imprese, in un'ottica basata sulla valutazione degli investimenti industriali. In particolare, il concetto di flussi finanziari verrà introdotto partendo dai documenti contabili ed evolvendo verso una prospettiva finanziaria. Questi concetti, inizialmente sviluppati a livello di impresa, verranno successivamente utilizzati a supporto della valutazione di specifici investimenti industriali basata su logiche finanziarie. Il corso si concluderà con un'introduzione alla determinazione del costo del capitale.
Testi di riferimento Erbetta F. Fraquelli G., Finanza aziendale- Strumenti per le scelte di investimento, CEA, 2007, Cap. 1,2,3,5. Costituisce parte integrante del programma tutto il materiale (slides, esercitazioni, eventuali approfondimenti) messo a disposizione sulla pagina D.I.R. del corso Sarà messo a disposizione materiale didattico equivalente, in lingua inglese, a cura del docente.
Obiettivi formativi Il corso vuole fornire strumenti utili a supporto, nell'ambito di impresa, nella valutazione della convenienza delle scelte di investimento. In particolare, il corso vuole mettere lo studente in condizione di interpretare dati contabili in una prospettiva finanziaria, applicare di tecniche di capital budgeting per la valutazione di investimenti specifici, sapendo gestire a livello base il problema della determinazione del costo del capitale.
Prerequisiti Nessuno
Metodi didattici Lezioni frontali ed esercizi
Altre informazioni Nessuna
Modalità di verifica dell'apprendimento L’esame è scritto e consente di ottenere anche la lode. L’esame scritto si compone di due parti: - la parte teorica, che consente un punteggio massimo di 18 punti, è volta a verificare la comprensione delle tematiche affrontate ed è costituita da 12 domande a risposta chiusa (1.5 punti per ogni risposta esatta, 0 punti in caso di mancata risposta, -0.3 punti in caso di risposta errata). - la parte applicata, che consente un punteggio massimo di 15 punti, mira a verificare la capacità di applicare le conoscenze e trarre conclusioni, attraverso un esercizio suddiviso in tre punti, o tre distinti esercizi. Il voto finale relativo al corso integrato è costituito dalla media semplice dei risultati delle prove relative ai due moduli. Lo studente deve superare entrambe le prove. E' possibile scegliere di sostenere l'esame in lingua inglese.
Programma esteso Quale contenuto del modulo in oggetto, si propone, dopo un adeguato richiamo delle principali grandezze economico-finanziarie, di approfondire l’analisi dei flussi di cassa e delle tecniche di capital budgeting. Argomenti: - I flussi finanziari: stato patrimoniale, conto economico, funds flow statement, cash flow statement; - Tecniche di valutazione dei progetti di investimento industriali: * Il concetto di attualizzazione: significato del valore attuale e relazione tra rendimento e rischio * I flussi di cassa di progetto * Metodo del valore attuale netto (VAN) * Indice di profittabilità (IP) * Tasso interno di rendimento (TIR) * Periodo di recupero (Pay-back period) - introduzione alla determinazione del costo del capitale e relazione con il valore dei progetti
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0224 Gestione dei progetti di investimento - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Diritto del lavoro
Codice GS0230
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Docenti Santini Fabrizia
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 90
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) IUS/07 - DIRITTO DEL LAVORO
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OPZ
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento italiano
Risultati di apprendimento attesi Al termine del corso lo studente saprà individuare correttamente le fonti di disciplina (contratto collettivo o legge) dei singoli istituti e saprà darne corretta interpretazione e applicazione. Saprà individuare gli spazi di competenza riservati alla contrattazione collettiva ed i limiti di intervento in relazione alla legge ed agli altri livelli di contrattazione collettiva.
Contenuti Il corso si propone la completa analisi del diritto del lavoro nella sua duplice articolazione: disciplina del rapporto di lavoro subordinato e diritto sindacale. Si avrà cura di mettere in evidenza in quali istituti il settore del pubblico impiego ancora si differenzia dal settore privato, non tralasciando di effettuare una analisi economica della normativa di alcuni specifici istituti.
Testi di riferimento - F. Carinci, R. De Luca Tamajo, P. Tosi, T. Treu, Il diritto del lavoro. Il rapporto di lavoro subordinato, Utet, Torino, ult. ed. - M. Persiani, F. Lunardon, Fondamenti di diritto sindacale, Giappichelli, ult. ed.
Obiettivi formativi Al termine del corso lo studente avrà una conoscenza della normativa che disciplina il rapporto di lavoro alle dipendenze del settore privato e dell'impiego nelle pubbliche amministrazioni, del diritto sindacale e saprà applicare le regole e gli istituti a casi pratici.
Prerequisiti Valgono le propedeuticità generali. E' richiesto il superamento di almeno due tra i seguenti esami: Istituzioni di diritto privato - Istituzioni di diritto romano - Diritto costituzionale
Metodi didattici Il corso è organizzato in lezioni frontali. La frequenza non è obbligatoria ma è caldamente consigliata al fine di acquisire, anche tramite l’attività in aula, una maggior padronanza della materia, del lessico giuridico e della tecnica di comprensione dei testi normativi che di volta in volta vengono analizzati.
Altre informazioni Gli studenti sono invitati a far riferimento alla pagina del corso su Dir per il materiale integrativo ed a supporto delle lezioni oltrechè per il programma dettagliato.
Modalità di verifica dell'apprendimento Come da regolamento del CCL, è prevista una prova intermedia avente ad oggetto la prima parte del corso, in forma scritta, riservata agli studenti frequentanti. Prova finale scritta - La prova - scritta - avrà la durata di 45 minuti. Si articolerà in una serie di domande "aperte". Si intende verificare la conoscenza della normativa , la capacità di elaborare ed organizzare dati e nozioni apprese, applicare la disciplina nella soluzione di casi pratici.
Programma esteso Oggetto del corso saranno il diritto sindacale e il diritto dei rapporti di lavoro subordinato ed, in particolare: - Per il diritto sindacale: l’evoluzione storica del diritto sindacale italiano; l’organizzazione sindacale; la libertà sindacale; la rappresentanza e la rappresentatività sindacale; la rappresentanza sindacale aziendale (nel settore privato e nel pubblico impiego) e i diritti sindacali nei luoghi di lavoro; il contratto collettivo (modelli, struttura, efficacia, inderogabilità); i rapporti fra contratti collettivi e fra contrattazione collettiva e legge; la contrattazione collettiva nell’impiego pubblico “privatizzato”; il conflitto collettivo (il diritto di sciopero nei suoi profili generali –natura giuridica, titolarità, limiti – e le altre forme di lotta sindacale); lo sciopero nei servizi pubblici essenziali; la serrata; la repressione della condotta antisindacale; - Per il diritto del rapporto di lavoro subordinato: le fonti del diritto del lavoro; le nozioni di subordinazione, autonomia e parasubordinazione; l’organizzazione del mercato del lavoro e la costituzione dei rapporti; la tipologia dei contratti di lavoro subordinato (contratto a termine, part-time, lavoro somministrato, ecc.); il potere direttivo del datore di lavoro (profili generali, la disciplina delle mansioni e del trasferimento del lavoratore, la gestione dell’orario di lavoro); il potere di controllo e il potere disciplinare; la tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro; la retribuzione (profili costituzionali, nozione e struttura, gli automatismi salariali); la sospensione del rapporto di lavoro; la cassa integrazione; la gestione delle eccedenze di personale; la disciplina dei licenziamenti. Particolare attenzione viene riservata allo sviluppo delle competenze nella comprensione e redazione di testi scritti. Gli studenti saranno chiamati a rielaborare, anche per iscritto, l'analisi di materiale giurisprudenziale e/o dottrinale. Anche le prove intermedie e finali sono in forma scritta. Al fine di arricchire l’offerta formativa del corso dando giusto spazio alla dimensione professionale, è prevista la testimonianza di un avvocato, un consulente del lavoro od un giurista di impresa che illustrerà in termini pratici cosa significhi oggi essere operatore del diritto. Gli studenti sono invitati a verificare il programma dettagliato delle lezioni pubblicato su DIR per i riferimenti agli argomenti delle singole lezioni.
Insegnamento mutuato da GIURISPRUDENZA (1602) - GM016 DIRITTO DEL LAVORO - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Economia e gestione delle imprese
Codice GS0225
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Docenti Fraquelli Giovanni, Abrate Graziano
CFU 12
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Attività formativa integrata
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti Agenda web
GS0226Economia e gestione delle imprese II SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Fraquelli Giovanni
GS0227Strategie di pricing SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Abrate Graziano
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia e gestione delle imprese II
Codice GS0226
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico FRAQUELLI Giovanni
Docenti Fraquelli Giovanni
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento italiano
Risultati di apprendimento attesi Al termine del corso, lo studente sarà in possesso di conoscenze teoriche relative a: - integrazione e ricadute sui costi: economie di scala e di scopo - definizione del concetto di produttività a livello di impresa e metodologie di calcolo della stessa Il percorso richiede agli studenti di sviluppare competenze nei seguenti ambiti: - interpretare informazioni contabili da un punto di vista economico - utilizzare le informazioni contabili, in particolare quelle relative ai costi, per le scelte operative dell'impresa - valutare le performance delle imprese in termini di produttività
Contenuti Il corso prende in esame alcuni strumenti utili all’impresa per coniugare l’attività produttiva e la crescita con le scelte d’investimento industriale. Il primo modulo è mirato all'approfondimento dei costi di gestione nel breve periodo; delle economie di costo connesse ai processi di crescita della scala e produttiva alla diversificazione; ricadute in tema di produttività
Testi di riferimento Giovanni Fraquelli (1997, 2001, 2003), Elementi di Economia Manageriale. Costi, produttività, investimenti, Utet, Torino, par. 1.9, 1.10, 2.3, 2.5, 2.8, 5.3.1, 5.4, 6.2,6.4, 6.5, 7.3, 7.4. Il testo è reperibile in biblioteca. Giovanni Fraquelli. “Impresa, mercato e gestione del valore.” Utet, 2006, Cap. 3, 4. Il testo è reperibile in biblioteca Lucidi esplicativi delle lezioni, Casi di studio e materiale integrativo a cura del docente. Il materiale è reperibile sulla piattaforma DIR (https://www.dir.uniupo.it/) Sarà messo a disposizione materiale didattico equivalente in lingua inglese, a cura del docente
Obiettivi formativi Il corso intende fornire conoscenze relative alla gestione della produzione nel breve termine e al processo di crescita dell’impresa, con riferimento prioritario alle ricadute sull’attività operativa e sulla produttività. Al termine del modulo, lo studente avrà competenze inerenti l’utilizzo dei costi in chiave decisionale
Prerequisiti Assenti
Metodi didattici Organizzazione del corso :Lezioni e Esercitazioni Modalità di erogazione : Tradizionale Si consiglia caldamente la frequenza
Modalità di verifica dell'apprendimento La verifica finale (al temine di ogni modulo) consiste in una prova scritta. L’esame consente di ottenere anche la lode. L’esame scritto si compone di due parti: - la parte teorica, che consente un punteggio massimo di 18 punti, è volta a verificare la comprensione delle tematiche affrontate ed è costituita da 12 domande a risposta chiusa (1.5 punti per ogni risposta esatta, 0 punti in caso di mancata risposta, -0.3 punti in caso di risposta errata). - la parte applicata, che consente un punteggio massimo di 15 punti, mira a verificare la capacità di applicare le conoscenze e trarre conclusioni, attraverso un esercizio suddiviso in tre punti, o tre distinti esercizi. Il voto finale relativo al corso integrato è costituito dalla media semplice dei risultati delle prove relative ai due moduli. Lo studente deve superare entrambe le prove. E' possibile scegliere di sostenere l'esame in lingua inglese.
Programma esteso Il bilancio dell’impresa quale supporto per le informazioni economiche, strutturali e finanziarie La gestione dei costi nel breve termine Le ricadute sui costi della crescita, della diversificazione e dell'integrazione verticale Utilizzo dei costi per le scelte operative di breve termine e nell’ambito delle decisioni di sviluppo dell’attività produttiva. Analisi della produttività a livello di impresa.
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0226 Economia e gestione delle imprese II - ALESSANDRIA
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia e gestione delle imprese: Strategie di pricing
Codice GS0227
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico ABRATE Graziano
Docenti Abrate Graziano
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento ITALIANO
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0208 Strategie di pricing - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Codice P1107
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Docenti Ponzano Ferruccio, Faralla Valeria
CFU 12
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Attività formativa integrata
Anno 2
Periodo Annuale
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti Agenda web
GS0220Competition policy SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Ponzano Ferruccio
GS0221Behavioral and experimental economics SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Faralla Valeria
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE: Competition policy
Codice GS0220
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Docenti Ponzano Ferruccio
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Ci si aspetta che gli studenti sappiano destreggiarsi sia nella comprensione teorica che nell'analizzare casi concreti di mercato
Contenuti Monopolio, regolamentazione, discriminazione del prezzo, oligopolio, collusione, cartelli, merger, concentrazione di mercato, potere di mercato
Testi di riferimento Approfondimenti forniti dal docente
Obiettivi formativi Approfondire la conoscenza dei mercati ed il loro funzionamento nei diversi contesti che si possono presentare nella realtà
Prerequisiti Conoscenze di base di microeconomia
Metodi didattici Lezioni frontali
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame scritto
Programma esteso Introduzione al monopolio, equilibrio in monopolio, le tre discriminazioni di prezzo. L'oligopolio: competizione sulla quantità (Cournot e Stackelberg), competizione sul prezzo (Bertrand). Differenziazione del prodotto: concorrenza monopolistica. Barriere all'entrata. Collusione e potenziali cartelli. Acquisizioni. Potere di mercato e concentrazione di mercato. Valutazione.
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0220 Competition policy - ALESSANDRIA
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE: Behavioral and experimental economics
Codice GS0221
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Docenti Faralla Valeria
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Il corso è rivolto a fare acquisire le conoscenze dei principali concetti e degli strumenti che del contesto dell’economia comportamentale. Il corso ha il fine di favorire competenze di tipo teorico, discutendo i modelli e le teorie economiche fondate sull’analisi empirica e sperimentale rispetto a quelle più tradizionali, ma anche di tipo pratico, tramite attività seminariali e di laboratorio che favoriranno la capacità di utilizzare strumenti sperimentali di base (dal progetto sperimentale alla presentazione dei risultati).
Contenuti Il corso ha per oggetto i principi e le applicazioni dell’economia comportamentale e sperimentale seguendo un approccio interdisciplinare. Il corso analizza i processi che portano alla formazione delle preferenze, inquadra l’economia comportamentale e sperimentale rispetto ai modelli dell’economia razionale tradizionale e ne discute l’applicabilità rispetto alle politiche economiche e sociali. Il corso prevede altresì lo svolgimento di attività seminariali e di laboratorio che richiedono la partecipazione attiva degli studenti.
Testi di riferimento Daniel Kahneman, Pensieri lenti e veloci, Mondadori, Milano, 2012. Richard Thaler e Cass R. Sunstein, Nudge. La spinta gentile, Feltrinelli, Milano, 2014. Altri materiali (e.g., file di presentazioni, articoli, etc.) saranno indicati durante il corso e resi disponili su dir.uniupo.it.
Obiettivi formativi Gli obiettivi principali del corso: 1) offrire agli studenti un’introduzione all’economia comportamentale e sperimentale seguendo un approccio interdisciplinare; 2) inquadrare l’economia comportamentale e sperimentale rispetto ai modelli dell’economia razionale tradizionale; 3) discutere l’applicabilità dell’economia comportamentale e sperimentale alle politiche economiche e sociali; 4) fornire un’introduzione all’impiego degli strumenti sperimentali nelle scienze economiche e sociali tramite attività seminariale e di laboratorio.
Prerequisiti nessuno
Metodi didattici Il corso è organizzato con lezioni e attività, in particolare seminariali e di laboratorio. Benché non obbligatoria, la frequenza al corso è caldamente consigliata.
Altre informazioni -
Modalità di verifica dell'apprendimento Le attività seminariali e di laboratorio previste durante lo svolgimento del corso sono oggetto di valutazione e concorrono quindi a determinare il voto finale. Ci sarà anche un esame finale che consisterà in un test scritto con domande a risposta multipla e/o aperta.
Programma esteso 1. Introduzione all’economia comportamentale e sperimentale Introduzione al corso: obiettivi e contenuti. Illustrare i principi fondamentali dell’economia comportamentale e sperimentale. Presentazione di un esperimento. 2. Metodi e principi dell’economia sperimentale Introduzione agli esperimenti di laboratorio (dal design alla presentazione dei risultati). 3. La teoria della scelta razionale Illustrare i principi fondamentali di scelta razionale e le sue implicazioni nel processo decisionale. Discutere le critiche alla teoria della scelta razionale. 4. La teoria dei sistemi duali Illustrare i principi della teoria dei sistemi duali e le sue implicazioni nel processo decisionale. Analizzare il ruolo delle emozioni nelle decisioni. Discutere esempi di euristiche e bias cognitivi che influenzano le decisioni individuali e di gruppo. 5. Architetture delle scelte e pungoli Introdurre il concetto di architettura delle scelte e di pungoli nei processi decisionali. Illustrare alcuni esempi di architettura delle scelte e pungoli, analizzandone i punti di forza e i punti critici. 6. Ambiente e salute Discutere i processi decisionali in tema di ambiente e salute in termini di architettura delle scelte e utilizzo dei pungoli. 7. Decisioni e benessere Discutere ed analizzare il legame tra decisioni e benessere. 8. Decisioni di gruppo Discutere i processi decisionali di gruppo. 9. Attività seminariale (1) Presentazione e discussione di esperimenti di laboratorio su temi di economia comportamentale e sperimentale. 10. Attività seminariale (2) Presentazione e discussione di esperimenti di laboratorio su temi di economia comportamentale e sperimentale.
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0221 Behavioral and experimental economics - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento ORGANISATIONS, MARKET AND BEHAVIOURS
Codice GS0289
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Docenti Mariuzzo Franco, Faralla Valeria
CFU 12
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Attività formativa integrata
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Annuale
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti Agenda web
GS0290COMPETITION POLICY SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Mariuzzo Franco
GS0291ORGANISATIONS AND INSTITUTIONS SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Faralla Valeria
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento ORGANISATIONS, MARKET AND BEHAVIOURS: COMPETITION POLICY
Codice GS0290
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico MARIUZZO FRANCO
Docenti Mariuzzo Franco
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi Ci si aspetta che gli studenti sappiano destreggiarsi sia nella comprensione teorica che nell'analizzare casi concreti di mercato
Contenuti Monopolio, regolamentazione, discriminazione del prezzo, oligopolio, collusione, cartelli, merger, concentrazione di mercato, potere di mercato
Testi di riferimento Approfondimenti forniti dal docente
Obiettivi formativi Approfondire la conoscenza dei mercati ed il loro funzionamento nei diversi contesti che si possono presentare nella realtà
Prerequisiti Conoscenze di base di microeconomia
Metodi didattici Lezioni frontali
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame scritto
Programma esteso Introduzione al monopolio, equilibrio in monopolio, le tre discriminazioni di prezzo. L'oligopolio: competizione sulla quantità (Cournot e Stackelberg), competizione sul prezzo (Bertrand). Differenziazione del prodotto: concorrenza monopolistica. Barriere all'entrata. Collusione e potenziali cartelli. Acquisizioni. Potere di mercato e concentrazione di mercato. Valutazione.
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0446 Competition policy - ALESSANDRIA
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento ORGANISATIONS, MARKET AND BEHAVIOURS: ORGANISATIONS AND INSTITUTIONS
Codice GS0291
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico FARALLA VALERIA
Docenti Faralla Valeria
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi Il corso è rivolto a comprendere le strategie comportamentali dell’attore sociale nelle interazioni organizzative ed istituzionali. Il corso ha il fine di favorire competenze di tipo sia teorico, discutendo i modelli e le teorie economiche sia tradizionali che fondate sull’analisi empirica e sperimentale, che pratico, tramite attività seminariali e di laboratorio.
Contenuti Il corso ha per oggetto lo studio delle organizzazioni e delle istituzioni seguendo un approccio interdisciplinare. In particolare, il corso analizza i processi decisionali di organizzazioni ed istituzioni attraverso l’uso dell’economia comportamentale e sperimentale e ne discute gli effetti sulle politiche economiche e sociali con casi pratici. Il corso prevede lo svolgimento di attività seminariali e di laboratorio che richiedono la partecipazione attiva degli studenti.
Testi di riferimento Daniel Kahneman, Pensieri lenti e veloci, Mondadori, Milano, 2012. Richard Thaler e Cass R. Sunstein, Nudge. La spinta gentile, Feltrinelli, Milano, 2014. Altri materiali (e.g., file di presentazioni, articoli, etc.) saranno indicati durante il corso e resi disponili su dir.uniupo.it.
Obiettivi formativi Gli obiettivi principali del corso: 1) offrire agli studenti un’introduzione alle analisi dei comportamenti e del funzionamento delle organizzazioni e delle istituzioni seguendo un approccio interdisciplinare; 2) analizzare le dinamiche interne di organizzazioni ed istituzioni rispetto alla violazione dei modelli dell’economia razionale tradizionale; 3) analizzare alcune funzioni tipiche di organizzazioni ed istituzioni come la comunicazione, la leadership, la cooperazione; 4) discutere gli effetti dei processi decisionali di organizzazioni ed istituzioni sulle politiche economiche e sociali; 5) fornire un’introduzione all’impiego degli strumenti sperimentali nelle scienze economiche e sociali tramite attività seminariale e di laboratorio.
Prerequisiti nessuno
Metodi didattici Il corso è organizzato con lezioni e attività, in particolare seminariali e di laboratorio. Benché non obbligatoria, la frequenza al corso è caldamente consigliata.
Altre informazioni -
Modalità di verifica dell'apprendimento Le attività seminariali e di laboratorio previste durante lo svolgimento del corso sono oggetto di valutazione e concorrono quindi a determinare il voto finale. Ci sarà anche un esame finale che consisterà in un test scritto con domande a risposta multipla e/o aperta.
Programma esteso 1. Introduzione allo studio delle organizzazioni e delle istituzioni Introduzione al corso: obiettivi e contenuti. Illustrare i principi fondamentali dello studio delle organizzazioni e delle istituzioni. 2. Metodi e principi dell’economia sperimentale Introduzione all’utilizzo degli esperimenti di laboratorio nello studio delle organizzazioni e delle istituzioni. 3. La teoria della scelta razionale Illustrare i principi fondamentali di scelta razionale e le sue implicazioni nel processo decisionale. Discutere le critiche alla teoria della scelta razionale. 4. La teoria dei sistemi duali Illustrare i principi della teoria dei sistemi duali e le sue implicazioni nel processo decisionale. Analizzare il ruolo delle emozioni dell’attore sociale nella dinamica organizzativa ed istituzionale. Discutere esempi di euristiche e bias cognitivi. 5. Decisioni in condizioni di rischio ed incertezza Illustrare come gli attori sociali elaborano l’informazione e prendono decisioni in condizioni di rischio ed incertezza. Aspetti teorici ed applicazioni empiriche. 6. Teoria dei giochi Illustrare i principi fondamentali della teoria dei giochi. Illustrare i principali concetti di interazione sociale utilizzando applicazioni empiriche quali equità e fiducia. 7. Architetture delle scelte e pungoli Introdurre il concetto di architettura delle scelte e di pungoli nello studio delle organizzazioni e delle istituzioni. Illustrare alcuni esempi di architettura delle scelte e pungoli, analizzandone i punti di forza e i punti critici. 8. Decisioni di gruppo Discutere i processi decisionali di gruppo e la loro influenza sui processi organizzativi. In particolare, analizzare alcune funzioni tipiche di organizzazioni ed istituzioni come la comunicazione, la leadership, la cooperazione. 9. Attività seminariale (1) Presentazione e discussione di esperimenti di laboratorio su temi di economia sperimentale applicata allo studio di organizzazioni e istituzioni. 10. Attività seminariale (2) Presentazione e discussione di esperimenti di laboratorio su temi di economia sperimentale applicata allo studio di organizzazioni e istituzioni.
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0447 Organisations and institutions - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento LAW AND ECONOMICS OF CRIME
Codice GS0314
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico RAMELLO GIOVANNI BATTISTA
Docenti Ramello Giovanni Battista
CFU 9
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 165
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi comprendere il significato delle diverse forme di comportamento basato su regole, e collegarlo al tema della razionalità e della prevedibilità
Contenuti Il corso si occuperà dell'analisi economica del crimine e del suo impatto nel contesto economico
Testi di riferimento Il materiale verrà indicato durante il corso
Obiettivi formativi Comprendere la relazione tra razionalità, crimine ed economia
Prerequisiti corso di Economia Politica
Metodi didattici lezioni seminariali
Altre informazioni -
Modalità di verifica dell'apprendimento esame orale
Programma esteso razionalità e comportamento economico; razionalità; comportamento criminale
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0314 LAW AND ECONOMICS OF CRIME - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento ECONOMIA DELLA CULTURA
Codice P0074
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Docenti Novarese Marco
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OPZ
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - P0074 ECONOMIA DELLA CULTURA - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento COMPARATIVE LAW & CHINESE AND ASIAN LEGAL SYSTEM
Codice GS0296
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico SERAFINO Andrea
Docenti Serafino Andrea, Liu Guanghua
CFU 9
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) IUS/13 - DIRITTO INTERNAZIONALE
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento Inglese
Risultati di apprendimento attesi Conoscenza di base dei diversi sistemi giuridici e della metodologia comparatistica. Capacità di analisi critica nei confronti delle categorie ordinanti della propria tradizione giuridica. Conoscenza approfondita della tradizione giuridica asiatica e in particolare del diritto cinese.
Contenuti Il corso offe un’introduzione al diritto comparato nell’era della globalizzazione, con particolare riferimento al sistema giuridico cinese e a quelli asiatici.
Testi di riferimento Materiale fornito durante il corso e pubblicato sulla piattaforma DIR.
Obiettivi formativi Acquisizione di competenze di base per la comprensione dei diversi sistemi giuridici. Acquisizione di familiarità con la metodologia del diritto comparato. Sviluppo di capacità critiche di discernimento delle categorie giuridiche tipiche della modernità occidentale a confronto con altre tradizioni. Conoscenza approfondita della tradizione giuridica asiatica e in particolare del diritto cinese.
Prerequisiti Buona conoscenza della lingua inglese.
Metodi didattici In base al numero di studenti iscritti e frequentanti, il corso si articolerà in una serie di lezioni frontali, di incontri a carattere seminariale (analisi e discussione del materiale didattico) e di attività di redazione di brevi saggi da parte degli studenti sotto la supervisione dei docenti (tutoring).
Altre informazioni -
Modalità di verifica dell'apprendimento La verifica dell’apprendimento sarà basata sulla valutazione di alcuni saggi redatti durante il corso.
Programma esteso Il corso offe un’introduzione al diritto comparato nell’era della globalizzazione, con particolare riferimento al sistema giuridico cinese e a quelli asiatici. Una prima parte sarà dedicata alle funzioni e ai metodi della comparazione giuridica. Verranno poi affrontati i temi della classificazione dei sistemi giuridici in “famiglie” e della circolazione dei modelli giuridici. Particolare attenzione verrà dedicata, da un lato, alle dinamiche di globalizzazione del diritto (WTO, diritti umani, sviluppo), dall’altra alle tradizioni giuridiche non occidentali (diritto locale). La seconda parte del corso sarà dedicata al diritto cinese nel contesto della tradizione giuridica dei paesi asiatici.
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0296 COMPARATIVE LAW & CHINESE AND ASIAN LEGAL SYSTEM - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento ENVIRONMENTAL EUROPEAN LAW AND ENERGY REGULATION
Codice GS0293
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2018/2019
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico BRUTI LIBERATI Eugenio
Docenti Bruti Liberati Eugenio
CFU 9
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 165
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) IUS/10 - DIRITTO AMMINISTRATIVO
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi Il risultato atteso è una conoscenza buona e non nozionistica dei principali istituti di tutela ambientale, di regolazione dell'energia e di promozione di uno sviluppo sostenibile
Contenuti Il Corso ad oggetto la disciplina europea e italiana in tema di tutela dell'ambiente e regolazione dell'energia
Testi di riferimento Kingston, V. Heyvaert, A. Cavoski, European Environmental Law, Cambridge University Press, 2017
Obiettivi formativi Il Corso mira a fornire una conoscenza approfondita dei principali istituti in cui si concreta la disciplina di tutela dell'ambiente nonché la regolazione della produzione, del trasporto e della vendita di energia
Prerequisiti Nessuno
Metodi didattici Il Corso, dopo l'esposizione dei principi fondamentali dettati dalle norme europee e nazionali, avrà un'impostazione essenzialmente seminariale, con l'approfondimento dei principali istituti di tutela ambientale attraverso l'analisi di casi e problemi
Modalità di verifica dell'apprendimento La verifica avverrà sulla base di un colloquio orale
Programma esteso Le fonti del diritto ambientale e dell'energia; il riparto di competenze tra UE e Stati membri; i procedimenti in materia ambientale; la disciplina in tema di tutela dell'acqua, dell'aria, del suolo; la disciplina sui rifiuti; il danno ambientale; il climate change; la promozione delle fonti rinnovabili di energia e dell'efficienza nell'uso dell'energia;l'emission trading scheme
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0293 ENVIRONMENTAL EUROPEAN LAW AND ENERGY REGULATION - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento European political institutions
Codice GS0449
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico INGRAVALLE Francesco
Docenti Ingravalle Francesco
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) M-GGR/02 - GEOGRAFIA ECONOMICO-POLITICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi Conoscenza del "triangolo istituzionale" europeo; degli elementi di base della storia dell'integrazione europea; del funzionamento di base dell'UE
Contenuti 1. Risolvere l'enigma dell'UE 2. Chi governa l'UE? 3. Le origini dell'UE. 4. L'UE è un club capitalista? 5. Chi si schiera contro l'Europa? 6. Si espanderà l'UE? 7. L'UE: un "super-potere"? 8. L'UE contro la democrazia
Testi di riferimento Chris Bickerton, "The European Union: a citizen's Guide", Penguin Books, 2016 O. Neurath, "Pianificazione internazionale per la libertà" in Id. "L'utopia realmente possibile", Milano, Mimesis, 2016
Obiettivi formativi Conoscenza dei meccanismi di funzionamento dell'UE nella loro dimensione storico-politica. Delineazione delle prospettive attuali dell'UE
Prerequisiti Nessuno
Metodi didattici Lezione frontale
Modalità di verifica dell'apprendimento A scelta: prova scritta o prova orale
Programma esteso Vedere "Contenuti"
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0449 European political institutions - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Economia Cognitiva
Codice GS0206
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico NOVARESE Marco
Docenti Novarese Marco
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/01 - ECONOMIA POLITICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento C
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Compendere le principali caratteristiche dell'economia comportamentale; saper disegnare un esperimento; sviluppare la capacità di ragionamento critico
Contenuti La percezione; la memoria; la razionalità, l’apprendimento; la motivazione; il comportamento del consumatore; approfondimenti a scelta: il comportamento del turista, il comportamento delle giurie., dei testi e dei giudici; il comportamento organizzativo
Testi di riferimento dispense del docente; tutte le lezioni sono registrate e disponibili sulla pagina DIR del corso
Obiettivi formativi Fornire le basi dell’economia cognitiva e comportamentale, proporre alcune applicazioni per l'impresa il consumatore e per il diritto; stimolare la capacità di ragionare su razionalità, errori cognitivi, responsabilità individuale e tutela statale; stimolare la capacità di ragionare sulla conoscenza, sull'apprendimento, sulle decisioni e sulle diverse forme di motivazione Conoscere i principali temi dell’economia cognitivo e comportamentale , e riuscire ad applicarli a casi concreti; saper ragionare sulle proprie conoscenze
Prerequisiti nessuno
Metodi didattici lezioni frontali
Altre informazioni Le lezioni sono trasmesse anche in streaming e disponibili registrate Le lezioni sono accompagnate da esercitazioni da svolgere al computer
Modalità di verifica dell'apprendimento Quiz a risposta multipla con 34 domande complessive
Programma esteso La percezione, i sensi, la memoria La razionalità e le distorsioni cognitive L’apprendimento e le regole Decisioni e soddisfazione del consumatore. Economia dell'educazione e dello studio; il nudge; paternalismo e razionalità Approfondimenti a scelta: - L’approccio cognitivo e comportamentale all’analisi economica del diritto (overconfidence e tutela dell’individuo, il paternalismo, la protezione del consumatore, le distorsioni cognitive nei processi, l’educazione finanziaria, il ruolo dei pensieri di secondo livello nel comportamento normativo .) - La psicologia e l’economia cognitiva del turismo (beni ed esperienze; le aspettative; il rischio; il ricordo) - Il comportamento organizzativo (motivazione; routine e mentalità comune)
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0206 Economia Cognitiva - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento DIRITTO AMMINISTRATIVO EUROPEO
Codice GS0140
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Docenti Mameli Barbara
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) IUS/10 - DIRITTO AMMINISTRATIVO
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OPZ
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Lo studente è chiamato, nelle prove intermedie e al termine del corso, a dimostrare di possedere una conoscenza adeguata dei principi e degli istituti del diritto amministrativo, degli atti normativi fondamentali e la capacità di risolvere singole questioni problematiche.
Contenuti Il corso ha per oggetto i principi e gli istituti fondamentali del diritto amministrativo che verranno trattati alla luce della prassi e degli orientamenti della giurisprudenza. Particolare attenzione sarà dedicata all'attività della pubblica amministrazione di diritto pubblico e di diritto privato. La trattazione degli argomenti avverrà attraverso l’analisi e l’approfondimento degli istituti giuridici cui sarà affiancata l’illustrazione e discussione di casi pratici (sentenze, atti normativi, provvedimenti amministrativi, accordi, ecc.).
Testi di riferimento E’ indispensabile il testo delle norme generali sull’azione amministrativa. E’ consigliato uno a scelta tra i seguenti manuali: - Clarich, Manuale di diritto amministrativo, Il Mulino, ultima edizione. Sono esclusi, parte seconda, cap. VI I controlli, parte terza, cap. X "Il personale", cap. XIII "La finanza", parte quarta; - Greco, Argomenti di diritto amministrativo – vol. I - Lezioni, Milano, Giuffrè, ultima edizione. E' escluso il cap. VI "Cenni di giustizia amministrativa"; - D’Alberti, Lezioni di diritto amministrativo, Giappichelli, ultima edizione. E' esclusa parte II, cap. IV "Il personale delle pubbliche amministrazioni", cap. V "I beni pubblici", parte IV, cap. XI "Le disfunzioni"; - Scoca, Diritto amministrativo, Giappichelli, ultima edizione. Torino. Sono escluse la parte 6, la parte 8, cap. 1, la parte 9.
Obiettivi formativi Il corso si pone l’obiettivo di sviluppare la capacità dello studente di utilizzare e comprendere la terminologia giuridico-amministrativistica, di interpretare gli atti normativi ed argomentare con autonomia di giudizio. Lo studente è chiamato, nelle prove intermedie e al termine del corso, a dimostrare di possedere una conoscenza adeguata dei principi e degli istituti del diritto amministrativo, degli atti normativi fondamentali e la capacità di risolvere singole questioni problematiche.
Prerequisiti E’ indispensabile aver sostenuto con esito positivo l’esame di Diritto pubblico
Metodi didattici Le modalità didattiche consisteranno in lezioni teoriche volte ad illustrare i principi e gli istituti del diritto amministrativo; nello studio di casi giurisprudenziali al fine di promuovere l’acquisizione del lessico giuridico e delle tecniche di interpretazione ed argomentazione giuridica; in esercitazioni concernenti le tematiche affrontate durante le lezioni. Eventuali altre iniziative verranno segnalate durante le lezioni.
Altre informazioni E’ creato uno spazio sulla piattaforma DIR nel quale verranno caricati materiali utili per lo studio e la comprensione della materia (in particolare, sentenze rilevanti, articoli di dottrina e casi pratici da discutere).
Modalità di verifica dell'apprendimento La verifica dell’apprendimento avviene attraverso un esame orale sull’intero programma. E’ previsto lo svolgimento di prove scritte a metà ed al termine del corso. La partecipazione alle prove scritte è libera. Il voto è attribuito in trentesimi. Ai fini dell’attribuzione del voto verranno valutate in particolare: la conoscenza del programma; la capacità di collegare tra loro i vari istituti del diritto amministrativo, le tecniche argomentative e la capacità tecnico-espositiva. In sede di esame lo studente dovrà rispondere a più domande. L’esame verrà condotto partendo da domande di carattere generale, seguite da domande più specifiche. La frequenza del corso è libera.
Programma esteso In particolare il corso verterà sui seguenti temi: -la disciplina normativa della P.A. nella Costituzione e nella legge, i principi costituzionali e le fonti del diritto amministrativo; -la definizione di Amministrazione; - l’organizzazione della pubblica amministrazione; - le situazioni giuridiche soggettive e loro vicende; - il procedimento amministrativo; - il provvedimento amministrativo e la sua tipologia; - il silenzio della PA; - le invalidità; - l’accesso agli atti della PA; - l’autotutela; - l’attività di diritto comune della pubblica amministrazione; - la PA come imprenditore, la disciplina dell'attività contrattuale della P.A. (i contratti ad evidenza pubblica). - le imprese pubbliche; - la responsabilità della P.A. e dei suoi agenti; - cenni al sistema di giustizia amministrativa: principi e istituti fondamentali.
Insegnamento mutuato da SCIENZE POLITICHE, ECONOMICHE, SOCIALI E DELL'AMMINISTRAZIONE (2025) - GS0474 Diritto amministrativo - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Storia economica
Codice GS0116
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico BARBERIS Giorgio
Docenti Barberis Giorgio
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/12 - STORIA ECONOMICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento C
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi L'obiettivo atteso da parte degli studenti consiste nell'assimilazione del contenuto dei testi e nella capacità di rielaborazione critica degli argomenti trattati a lezione, con particolare attenzione alla Storia economica.
Contenuti Il corso intende fornire conoscenze di base sulla storia economica e sui principali filoni del pensiero politico ed economico contemporaneo. Approfondimenti specifici saranno dedicati alla globalizzazione e alla contestuale evoluzione della teoria politica, al concetto di Potere, alle forme di democrazia e alla crisi della rappresentanza.
Testi di riferimento Il testo di riferimento per la parte istituzionale, sia per gli studenti frequentanti sia per i non frequentanti (con la precisazione che la fequenza è consigliata e agevola certamente la preparazione dell'esame), è il seguente: - V. Zamagni, "Perché l'Europa ha cambiato il mondo. Una storia economica", il Mulino, Bologna 2015. Inoltre, gli studenti dovranno studiare UN testo a scelta tra i seguenti: - J. Stiglitz, "La grande frattura. La disuguaglianza e i modi per sconfiggerla", Einaudi, Torino 2016. - L. Gallino, "Il denaro, il debito e la doppia crisi spiegati ai nostri nipoti", Einaudi, Torino 2015. - I. Illich, "La convivialità", Boroli, Milano 2005 (1973). - R. Lasagna, "Da Chaplin a Loach. Scenari e prospettive della psicologia del lavoro attraverso il cinema", Mimesis, Milano-Udine 2019. - L. Bruni, "Il capitalismo e il sacro", Vita e pensiero, Milano 2019.
Obiettivi formativi Fornire alcuni strumenti interpretativi utili a comprendere le categorie fondamentali della filosofia politica e del pensiero politico ed economico contemporaneo, con un approccio storico-teorico ma anche con un'attenzione particolare alle attuali dinamiche politico-economiche.
Prerequisiti Non sono previste propedeuticità.
Metodi didattici Lezioni, esercitazioni, seminari.
Altre informazioni Ulteriori informazioni, in particolare relative alla didattica a distanza, saranno fornite a inizio corso. Si può inoltre prevedere l'organizzazione di seminari e incontri di approfondimento per la comprensione dei testi e la discussione delle tematiche affrontate a lezione (anche con l'eventuale ricorso a documenti audiovisivi sugli argomenti trattati).
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame orale.
Programma esteso Il corso intende anzitutto fornire conoscenze di base sui principali filoni del pensiero politico ed economico contemporaneo (liberalismo, socialismo, comunismo, fascismi, anarchismo) e della filosofia politica (dai classici alla modernità e alla post-modernità). Approfondimenti specifici saranno dedicati alla globalizzazione e alla contestuale evoluzione della teoria politica, al concetto di Potere, alle forme di democrazia e alla crisi della rappresentanza.
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0116 Storia economica - ALESSANDRIA
ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0137 STORIA E TEORIA POLITICA EUROPEA - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento TIROCINIO
Codice P1024
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico BONDONIO Daniele
Docenti Bondonio Daniele
CFU 1
Ore di studio individuale 13
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) NN -
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento F
Anno 2
Periodo Annuale
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - P1024 TIROCINIO - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Economia e politica industriale
Codice GS0209
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Docenti Ramello Giovanni Battista, Faralla Valeria
CFU 12
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA
Tipo di insegnamento Attività formativa integrata
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Annuale
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti Agenda web
GS0210Economia e organizzazione industriale SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA Ramello Giovanni Battista
GS0211Law, economics and institutions SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA Faralla Valeria
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia e politica industriale: Economia e organizzazione industriale
Codice GS0210
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico RAMELLO GIOVANNI BATTISTA
Docenti Ramello Giovanni Battista
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OPZ
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento italiano
Contenuti Le imprese nascono e competono in settori industriali in cui le caratteristiche sono determinate da precisi fattori. Pertanto chi opera nelle imprese deve maturare una sensibilità specifica che gli permetta di prendere decisioni coerenti con il contesto e le opportunità che questo offre. Il corso cerca di sviluppare tale sensibilità oltre a fornire naturalmente gli strumenti standard usati in economia industriale.
Testi di riferimento Lipczynski, J., Wilson, J.O.S. e Goddard, J., Economia Industriale, Pearson, Milano-Torino.
Obiettivi formativi Alla fine del corso lo studente avrà acquisito varie nozioni utili a comprendere il contesto produttivo e competitivo nel quale le imprese operano (ad esempio la concentrazione) ma anche una sensibilità specifica per potere prendere scelte operative nella qualità di attori che operano in un contesto economico allargato. L'imprenditore fa' scelte che sono condizionate rispetto all'organizzazione dell'industria nella quale si trova o sceglie di entrare. L'economia industriale fornisce la capacità di sviluppare tale sensibilità.
Prerequisiti Lo studente deve conoscere gli strumenti standard della microeconomia
Metodi didattici Lezione frontale in presenza o online
Modalità di verifica dell'apprendimento Eame orale
Programma esteso • Produzione, costi, domanda e massimizzazione del profitto • La teoria neoclassica dell’impresa • Teoria d’impresa • I modelli di oligopolio non cooperativo • L’oligopolio cooperativo. Modelli di comportamento collusivo • La concentrazione del mercato: determinanti e misurazione • Le barriere all’entrata • Le strategie di prezzo • La differenziazione del prodotto • Ricerca e sviluppo • Fusione e alleanze strategiche • L’integrazione verticale • Le restrizioni verticali • Risultati economici e politiche pubbliche • Le politiche per la tutela della concorrenza e la regolazione dei mercati
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0216 Economia e organizzazione industriale - ALESSANDRIA
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia e politica industriale: Law, economics and institutions
Codice GS0211
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Docenti Faralla Valeria
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OPZ
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Il corso è finalizzato a raggiungere competenza e padronanza dei contenuti illustrati nel corso delle lezioni. Il corso è rivolto ad analizzare, discutere e comprendere le strategie comportamentali che individui e istituzioni affrontano nel processo decisionale sia dal punto di vista teorico che pratico tramite attività seminariali e di laboratorio.
Contenuti Il corso ha per oggetto lo studio del ruolo economico delle istituzioni e dell’analisi economica del diritto seguendo un approccio interdisciplinare. Il corso prevede lo svolgimento di attività seminariali e di laboratorio che richiedono la partecipazione attiva degli studenti.
Testi di riferimento Daniel Kahneman, Pensieri lenti e veloci, Mondadori, Milano, 2012. Richard Thaler e Cass R. Sunstein, Nudge. La spinta gentile, Feltrinelli, Milano, 2014. Altri materiali (e.g., file di presentazioni, articoli, etc.) saranno indicati durante il corso e resi disponili su dir.uniupo.it.
Obiettivi formativi Gli obiettivi principali del corso: 1) offrire agli studenti un’introduzione al ruolo economico delle istituzioni e all’analisi economica del diritto seguendo un approccio interdisciplinare; 2) applicare gli strumenti teorici ed empirici di analisi economica al diritto e alle istituzioni tramite esempi concreti; 3) discutere il contributo dell’economia comportamentale e sperimentale alla tutela di vari soggetti (consumatori, investitori, istituzioni, etc.) a diversi livelli (locale, europeo, globale); 4) fornire un’introduzione all’impiego degli strumenti sperimentali nelle scienze economiche e sociali tramite attività seminariale e di laboratorio.
Prerequisiti nessuno
Metodi didattici Il corso è organizzato con lezioni e attività, in particolare seminariali e di laboratorio. Benché non obbligatoria, la frequenza al corso è caldamente consigliata.
Altre informazioni -
Modalità di verifica dell'apprendimento Le attività seminariali e di laboratorio previste durante lo svolgimento del corso sono oggetto di valutazione e concorrono quindi a determinare il voto finale. Ci sarà anche un esame finale che consisterà in un test scritto con domande a risposta multipla e/o aperta.
Programma esteso 1. Introduzione allo studio del ruolo economico delle istituzioni e dell’analisi economica del diritto Introduzione al corso: obiettivi e contenuti. Illustrare i principi fondamentali dello studio del ruolo economico delle istituzioni e dell’analisi economica del diritto. 2. Metodi e principi dell’economia sperimentale Introduzione all’utilizzo degli esperimenti di laboratorio nell’analisi economica del diritto e delle istituzioni. 3. La teoria della scelta razionale Illustrare i principi fondamentali di scelta razionale e le sue implicazioni nel processo decisionale. Discutere le critiche alla teoria della scelta razionale. 4. La teoria dei sistemi duali Illustrare i principi della teoria dei sistemi duali e le sue implicazioni nel processo decisionale. Analizzare il ruolo delle emozioni. Discutere esempi di euristiche e bias cognitivi. 5. Decisioni in condizioni di rischio ed incertezza Illustrare come individui ed istituzioni elaborano l’informazione e prendono decisioni in condizioni di rischio ed incertezza. Aspetti teorici ed applicazioni empiriche. 6. Teoria dei giochi Illustrare i principi fondamentali della teoria dei giochi. Illustrare i principali concetti di interazione sociale utilizzando applicazioni empiriche. 7. Architetture delle scelte e pungoli Introdurre il concetto di architettura delle scelte e di pungoli all’analisi economica del diritto. Discutere il contributo dell’economia comportamentale e sperimentale alla tutela di vari soggetti (consumatori, investitori, istituzioni, etc.) a diversi livelli (locale, europeo, globale). 8. Decisioni di gruppo Discutere i processi decisionali di gruppo e la loro influenza sui processi decisionali attraverso l’uso di esempi concreti. 9. Attività seminariale (1) Presentazione e discussione di esperimenti di laboratorio su temi di economia sperimentale applicata allo studio del ruolo economico delle istituzioni e dell’analisi economica del diritto. 10. Attività seminariale (2) Presentazione e discussione di esperimenti di laboratorio su temi di economia sperimentale applicata allo studio del ruolo economico delle istituzioni e dell’analisi economica del diritto.
Stampa
Insegnamento Law and economics
Codice GS0442
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Docenti Song Judy Yueh Ling, Ramello Giovanni Battista
CFU 12
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA
Tipo di insegnamento Attività formativa integrata
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Annuale
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti Agenda web
GS0443Property, liability and contracts SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA Song Judy Yueh Ling
GS0444Economic analysis of litigation SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA Ramello Giovanni Battista
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Law and economics: Property, liability and contracts
Codice GS0443
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Docenti Song Judy Yueh Ling
CFU 6
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0443 Property, liability and contracts - ALESSANDRIA
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Law and economics: Economic analysis of litigation
Codice GS0444
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Docenti Ramello Giovanni Battista
CFU 6
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi Alla conclusione del corso gli studenti – avranno approfondito la conoscenza delle deviazioni sistematiche dalle assunzioni della teoria della scelta razionale (CONOSCENZE) - Avranno accresciuto la capacità di applicare l’analisi comportamentale alle questioni legali (ABILITA’) - Saranno in grado di distinguere e comparare diversi concetti e standard di ragionamento (logico, causale, probabilistico, .) riguardo a diversi campi di applicazione. (COMPETENZE) - Avranno rafforzato la loro capacità di ragionare sulla razionalità, gli errori cognitivi, la responsabilità, la teoria delle decisioni. (ABILITA’)
Contenuti L'analisi economica del diritto applica strumenti e concetti della microeconomia all’analisi delle norme, delle istituzioni e delle pratiche legali. Un corpo crescente di studi sperimentali effettuati in anni recenti sembra mostrare che i nostri giudizi e i nostri comportamenti di scelta deviano sistematicamente da quelli conformi al modello classico della scelta razionale. Questo corso si propone come un’introduzione all’approccio comportamentale all’analisi economica del diritto. Presenteremo la letteratura recente sui processi decisionali e sulle loro distorsioni in ambito legale. Particolare risalto verrà assegnato ai comportamenti tipici delle parti in un contenzioso ed alla valutazione degli elementi probatori nell'assunzione di decisioni processuali.
Testi di riferimento Indicati durante il corso
Obiettivi formativi Al termine del corso si otterrà una conoscenza aggiornata della ricerca sui processi decisionali e sulle loro distorsioni in ambito legale, con particolare riguardo ai comportamenti delle parti coinvolte in un contenzioso, ai ragionamenti inerenti al valutazione degli elementi probatori, e deile tipiche distorsioni cognitive e deviazioni dalla razionalità on questi settori.
Prerequisiti Inglese elementare.
Metodi didattici Il corso si articola principalmente in lezioni frontali, seguite dalla discussione di argomenti e dei testi precedentemente indicati.
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame orale
Programma esteso 1. Parte generale Il corso prevede una parte generale, che consiste in una breve introduzione all’analisi economica del diritto, una introduzione generale alla teoria della razionalità ed una introduzione alla ricerca sulle distorsioni del giudizio e gli errori sistematici messi in luce a partire del filone di ricerca ‘heuristics and biases’ Si sottolineano le conseguenze dei risultati ottenuti in questo ambito rispetto alla nozione di razionalità, sia dal punto di vista generale, sia dal punto di vista economico. Si introducono i principali biases cognitivi. Successivamente, di introduce la ‘prospect theory’ di Kahneman e Tversky. 2. Parte monografica 1. Il processo (analisi economica standard delle controversie; fattori comportamentali e distorsioni cognitive favorevoli e sfavorevoli alle risoluzioni delle dispute, la relazione avvocato-cliente, il patteggiamento). 1.1. il comportamento delle parti in causa 1.2 L'assunzione di decisioni nel processo (modelli e tipi di ragionamento, euristiche e distorsioni cognitive , tipi di evidenza, effetto priming e pregiudizi, certezza e prevedibilità, decisioni di gruppo, ulteriori considerazioni). 1.3 Evidenza probatoria (tipi di evidenza e biases cognitivi, ruolo degli esperti, la scienza in tribunale, l'onere della prova, considerazioni finali).
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0444 Economic analysis of litigation - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Management e organizzazione aziendale
Codice GS0112
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico FALDUTO Leonardo
Docenti Falduto Leonardo
CFU 9
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 165
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/07 - ECONOMIA AZIENDALE
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0112 Management e organizzazione aziendale - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Statistics for economics and program evaluation
Codice GS0448
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico BONDONIO Daniele
Docenti Bondonio Daniele
CFU 12
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 240
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-S/03 - STATISTICA ECONOMICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0448 Statistics for economics and program evaluation - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Statistica economica
Codice SP0037
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico BONDONIO Daniele
Docenti Bondonio Daniele
CFU 12
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 240
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-S/03 - STATISTICA ECONOMICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OPZ
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - SP0037 Statistica economica - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Diritto del lavoro
Codice GS0230
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Docenti Santini Fabrizia
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 90
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) IUS/07 - DIRITTO DEL LAVORO
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OPZ
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento italiano
Risultati di apprendimento attesi Al termine del corso lo studente saprà individuare correttamente le fonti di disciplina (contratto collettivo o legge) dei singoli istituti e saprà darne corretta interpretazione e applicazione. Saprà individuare gli spazi di competenza riservati alla contrattazione collettiva ed i limiti di intervento in relazione alla legge ed agli altri livelli di contrattazione collettiva.
Contenuti Il corso si propone la completa analisi del diritto del lavoro nella sua duplice articolazione: disciplina del rapporto di lavoro subordinato e diritto sindacale. Si avrà cura di mettere in evidenza in quali istituti il settore del pubblico impiego ancora si differenzia dal settore privato, non tralasciando di effettuare una analisi economica della normativa di alcuni specifici istituti.
Testi di riferimento - F. Carinci, R. De Luca Tamajo, P. Tosi, T. Treu, Il diritto del lavoro. Il rapporto di lavoro subordinato, Utet, Torino, ult. ed. - M. Persiani, F. Lunardon, Fondamenti di diritto sindacale, Giappichelli, ult. ed.
Obiettivi formativi Al termine del corso lo studente avrà una conoscenza della normativa che disciplina il rapporto di lavoro alle dipendenze del settore privato e dell'impiego nelle pubbliche amministrazioni, del diritto sindacale e saprà applicare le regole e gli istituti a casi pratici.
Prerequisiti Valgono le propedeuticità generali. E' richiesto il superamento di almeno due tra i seguenti esami: Istituzioni di diritto privato - Istituzioni di diritto romano - Diritto costituzionale
Metodi didattici Il corso è organizzato in lezioni frontali. La frequenza non è obbligatoria ma è caldamente consigliata al fine di acquisire, anche tramite l’attività in aula, una maggior padronanza della materia, del lessico giuridico e della tecnica di comprensione dei testi normativi che di volta in volta vengono analizzati.
Altre informazioni Gli studenti sono invitati a far riferimento alla pagina del corso su Dir per il materiale integrativo ed a supporto delle lezioni oltrechè per il programma dettagliato.
Modalità di verifica dell'apprendimento Come da regolamento del CCL, è prevista una prova intermedia avente ad oggetto la prima parte del corso, in forma scritta, riservata agli studenti frequentanti. Prova finale scritta - La prova - scritta - avrà la durata di 45 minuti. Si articolerà in una serie di domande "aperte". Si intende verificare la conoscenza della normativa , la capacità di elaborare ed organizzare dati e nozioni apprese, applicare la disciplina nella soluzione di casi pratici.
Programma esteso Oggetto del corso saranno il diritto sindacale e il diritto dei rapporti di lavoro subordinato ed, in particolare: - Per il diritto sindacale: l’evoluzione storica del diritto sindacale italiano; l’organizzazione sindacale; la libertà sindacale; la rappresentanza e la rappresentatività sindacale; la rappresentanza sindacale aziendale (nel settore privato e nel pubblico impiego) e i diritti sindacali nei luoghi di lavoro; il contratto collettivo (modelli, struttura, efficacia, inderogabilità); i rapporti fra contratti collettivi e fra contrattazione collettiva e legge; la contrattazione collettiva nell’impiego pubblico “privatizzato”; il conflitto collettivo (il diritto di sciopero nei suoi profili generali –natura giuridica, titolarità, limiti – e le altre forme di lotta sindacale); lo sciopero nei servizi pubblici essenziali; la serrata; la repressione della condotta antisindacale; - Per il diritto del rapporto di lavoro subordinato: le fonti del diritto del lavoro; le nozioni di subordinazione, autonomia e parasubordinazione; l’organizzazione del mercato del lavoro e la costituzione dei rapporti; la tipologia dei contratti di lavoro subordinato (contratto a termine, part-time, lavoro somministrato, ecc.); il potere direttivo del datore di lavoro (profili generali, la disciplina delle mansioni e del trasferimento del lavoratore, la gestione dell’orario di lavoro); il potere di controllo e il potere disciplinare; la tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro; la retribuzione (profili costituzionali, nozione e struttura, gli automatismi salariali); la sospensione del rapporto di lavoro; la cassa integrazione; la gestione delle eccedenze di personale; la disciplina dei licenziamenti. Particolare attenzione viene riservata allo sviluppo delle competenze nella comprensione e redazione di testi scritti. Gli studenti saranno chiamati a rielaborare, anche per iscritto, l'analisi di materiale giurisprudenziale e/o dottrinale. Anche le prove intermedie e finali sono in forma scritta. Al fine di arricchire l’offerta formativa del corso dando giusto spazio alla dimensione professionale, è prevista la testimonianza di un avvocato, un consulente del lavoro od un giurista di impresa che illustrerà in termini pratici cosa significhi oggi essere operatore del diritto. Gli studenti sono invitati a verificare il programma dettagliato delle lezioni pubblicato su DIR per i riferimenti agli argomenti delle singole lezioni.
Insegnamento mutuato da GIURISPRUDENZA (1602) - GM016 DIRITTO DEL LAVORO - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Digital Marketing
Codice GS0207
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico PERA Rebecca
Docenti Pera Rebecca
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento C
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0207 Digital Marketing - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Strategie d'impresa e organizzazione industriale
Codice GS0215
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Docenti Ramello Giovanni Battista
CFU 12
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA
Tipo di insegnamento Attività formativa integrata
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Annuale
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti Agenda web
GS0216Economia e organizzazione industriale SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA Ramello Giovanni Battista
GS0217Strategie d'impresa SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA Ramello Giovanni Battista
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Strategie d'impresa e organizzazione industriale: Economia e organizzazione industriale
Codice GS0216
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico RAMELLO GIOVANNI BATTISTA
Docenti Ramello Giovanni Battista
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento italiano
Contenuti Le imprese nascono e competono in settori industriali in cui le caratteristiche sono determinate da precisi fattori. Pertanto chi opera nelle imprese deve maturare una sensibilità specifica che gli permetta di prendere decisioni coerenti con il contesto e le opportunità che questo offre. Il corso cerca di sviluppare tale sensibilità oltre a fornire naturalmente gli strumenti standard usati in economia industriale.
Testi di riferimento Lipczynski, J., Wilson, J.O.S. e Goddard, J., Economia Industriale, Pearson, Milano-Torino.
Obiettivi formativi Alla fine del corso lo studente avrà acquisito varie nozioni utili a comprendere il contesto produttivo e competitivo nel quale le imprese operano (ad esempio la concentrazione) ma anche una sensibilità specifica per potere prendere scelte operative nella qualità di attori che operano in un contesto economico allargato. L'imprenditore fa' scelte che sono condizionate rispetto all'organizzazione dell'industria nella quale si trova o sceglie di entrare. L'economia industriale fornisce la capacità di sviluppare tale sensibilità.
Prerequisiti Lo studente deve conoscere gli strumenti standard della microeconomia
Metodi didattici Lezione frontale in presenza o online
Modalità di verifica dell'apprendimento Eame orale
Programma esteso • Produzione, costi, domanda e massimizzazione del profitto • La teoria neoclassica dell’impresa • Teoria d’impresa • I modelli di oligopolio non cooperativo • L’oligopolio cooperativo. Modelli di comportamento collusivo • La concentrazione del mercato: determinanti e misurazione • Le barriere all’entrata • Le strategie di prezzo • La differenziazione del prodotto • Ricerca e sviluppo • Fusione e alleanze strategiche • L’integrazione verticale • Le restrizioni verticali • Risultati economici e politiche pubbliche • Le politiche per la tutela della concorrenza e la regolazione dei mercati
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0210 Economia e organizzazione industriale - ALESSANDRIA
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Strategie d'impresa e organizzazione industriale: Strategie d'impresa
Codice GS0217
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico RAMELLO GIOVANNI BATTISTA
Docenti Ramello Giovanni Battista
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Competenza nel ragionamento strategico
Contenuti L'obiettivo dell'insegnamento è insegnare allo studente il ragionamento strategico che permette di risolvere problemi economici complessi, al di là delle mere apparenze che caratterizzano le attività economiche. Il concetto di strategia implica infatti necessariamente la considerazione di interazione tra più agenti economici, per cui la scelta richiede una sensibilità e strumenti che insegnino a cogliere le possibilità nel loro complesso. Ciò vuol dire che è necessario distinguere tra obiettivi assoluti e obiettivi possibili. In particolar modo per applicare il metodo si utilizzerà il contesto delle industrie a rete dove le interazioni strategiche implicano anche caratteristiche peculiari della domanda che rendono i problemi economici più ricchi, vicini alla realtà e meno ovvi.
Testi di riferimento Materiale vario indicato durante il corso
Obiettivi formativi Lo studente oltre ad acquisire una buona padronanza di alcuni strumenti avrà acquisito un metodo di problem solving da applicare in tutte le occasioni in cui è necessario avere una visione strategica.
Prerequisiti E' importante che lo studente abbia studiato un corso di microeconomia e possibilmente un corso di Economia Industriale o Organizzazione Industriale.
Metodi didattici Lezioni a distanza o in presenza come sarà opportuno
Altre informazioni No
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame finale
Programma esteso Il programma del''insegnamento include la conoscenza di base della teoria dei giochi e dell'approccio delle demand network extenralities. IL dettaglio verrà fornito a lezione.
Stampa
Insegnamento Istituzioni politiche europee
Codice GS0231
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico INGRAVALLE Francesco
Docenti Ingravalle Francesco
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) M-GGR/02 - GEOGRAFIA ECONOMICO-POLITICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OPZ
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Conoscenza del funzionamento dell'UE in prospettiva storico-politica
Contenuti Le origini dell'integrazione europea. O. Neurath, D. Mitrany, J. Monnet. 1. Il sistema di governo dell'UE 2. Il metodo di governo comunitario: il triangolo istituzionale 3. Il metodo di governo: processi, esecuzione, controlli 4. La frammentazione del potere esecutivo 5. La parlamentarizzazione del sistema comunitario 6. La crisi del sistema dell'UE
Testi di riferimento O, Neurath, "Pianificazione internazionale per la libertà2 in Id. "L'utopia realmente possibile", Milano, Mimesis, 2016 D. Mitrany, "Le basi pratiche della pace2, Firenze, 2013 S. Gozi, "Il governo dell'Europa", Bologna, Il Mulino, 2011
Obiettivi formativi Conoscenza del funzionamento dell'UE in chiave storico-politica.
Prerequisiti Nessuno
Metodi didattici Lezione frontale
Modalità di verifica dell'apprendimento A scelta. esame scritto, oppure orale
Programma esteso Vedi "Contenuti"
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0231 Istituzioni politiche europee - ALESSANDRIA
SCIENZE POLITICHE, ECONOMICHE, SOCIALI E DELL'AMMINISTRAZIONE (2025) - GS0302 Istituzioni giuridiche e politiche europee - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento STORIA E TEORIA POLITICA EUROPEA
Codice GS0137
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico BARBERIS Giorgio
Docenti Barberis Giorgio
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/12 - STORIA ECONOMICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi L'obiettivo atteso da parte degli studenti consiste nell'assimilazione del contenuto dei testi e nella capacità di rielaborazione critica degli argomenti trattati a lezione, con particolare attenzione alla Storia economica.
Contenuti Il corso intende fornire conoscenze di base sulla storia economica e sui principali filoni del pensiero politico ed economico contemporaneo. Approfondimenti specifici saranno dedicati alla globalizzazione e alla contestuale evoluzione della teoria politica, al concetto di Potere, alle forme di democrazia e alla crisi della rappresentanza.
Testi di riferimento Il testo di riferimento per la parte istituzionale, sia per gli studenti frequentanti sia per i non frequentanti (con la precisazione che la fequenza è consigliata e agevola certamente la preparazione dell'esame), è il seguente: - V. Zamagni, "Perché l'Europa ha cambiato il mondo. Una storia economica", il Mulino, Bologna 2015. Inoltre, gli studenti dovranno studiare UN testo a scelta tra i seguenti: - J. Stiglitz, "La grande frattura. La disuguaglianza e i modi per sconfiggerla", Einaudi, Torino 2016. - L. Gallino, "Il denaro, il debito e la doppia crisi spiegati ai nostri nipoti", Einaudi, Torino 2015. - I. Illich, "La convivialità", Boroli, Milano 2005 (1973). - R. Lasagna, "Da Chaplin a Loach. Scenari e prospettive della psicologia del lavoro attraverso il cinema", Mimesis, Milano-Udine 2019. - L. Bruni, "Il capitalismo e il sacro", Vita e pensiero, Milano 2019.
Obiettivi formativi Fornire alcuni strumenti interpretativi utili a comprendere le categorie fondamentali della filosofia politica e del pensiero politico ed economico contemporaneo, con un approccio storico-teorico ma anche con un'attenzione particolare alle attuali dinamiche politico-economiche.
Prerequisiti Non sono previste propedeuticità.
Metodi didattici Lezioni, esercitazioni, seminari.
Altre informazioni Ulteriori informazioni, in particolare relative alla didattica a distanza, saranno fornite a inizio corso. Si può inoltre prevedere l'organizzazione di seminari e incontri di approfondimento per la comprensione dei testi e la discussione delle tematiche affrontate a lezione (anche con l'eventuale ricorso a documenti audiovisivi sugli argomenti trattati).
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame orale.
Programma esteso Il corso intende anzitutto fornire conoscenze di base sui principali filoni del pensiero politico ed economico contemporaneo (liberalismo, socialismo, comunismo, fascismi, anarchismo) e della filosofia politica (dai classici alla modernità e alla post-modernità). Approfondimenti specifici saranno dedicati alla globalizzazione e alla contestuale evoluzione della teoria politica, al concetto di Potere, alle forme di democrazia e alla crisi della rappresentanza.
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0116 Storia economica - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Strategie di pricing
Codice GS0208
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico ABRATE Graziano
Docenti Abrate Graziano
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento C
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0208 Strategie di pricing - ALESSANDRIA
ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0227 Strategie di pricing - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Economia e strategia delle imprese
Codice GS0222
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Docenti Fraquelli Giovanni, Bruno Clementina
CFU 12
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Attività formativa integrata
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti Agenda web
GS0223Economia e gestione delle imprese II SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Fraquelli Giovanni
GS0224Gestione dei progetti di investimento SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Bruno Clementina
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia e strategia delle imprese: Economia e gestione delle imprese II
Codice GS0223
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico FRAQUELLI Giovanni
Docenti Fraquelli Giovanni
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento italiano
Risultati di apprendimento attesi Al termine del corso, lo studente sarà in possesso di conoscenze teoriche relative a: - integrazione e ricadute sui costi: economie di scala e di scopo - definizione del concetto di produttività a livello di impresa e metodologie di calcolo della stessa Il percorso richiede agli studenti di sviluppare competenze nei seguenti ambiti: - interpretare informazioni contabili da un punto di vista economico - utilizzare le informazioni contabili, in particolare quelle relative ai costi, per le scelte operative dell'impresa - valutare le performance delle imprese in termini di produttività
Contenuti Il corso prende in esame alcuni strumenti utili all’impresa per coniugare l’attività produttiva e la crescita con le scelte d’investimento industriale. Il primo modulo è mirato all'approfondimento dei costi di gestione nel breve periodo; delle economie di costo connesse ai processi di crescita della scala e produttiva alla diversificazione; ricadute in tema di produttività
Testi di riferimento Giovanni Fraquelli (1997, 2001, 2003), Elementi di Economia Manageriale. Costi, produttività, investimenti, Utet, Torino, par. 1.9, 1.10, 2.3, 2.5, 2.8, 5.3.1, 5.4, 6.2,6.4, 6.5, 7.3, 7.4. Il testo è reperibile in biblioteca. Giovanni Fraquelli. “Impresa, mercato e gestione del valore.” Utet, 2006, Cap. 3, 4. Il testo è reperibile in biblioteca Lucidi esplicativi delle lezioni, Casi di studio e materiale integrativo a cura del docente. Il materiale è reperibile sulla piattaforma DIR (https://www.dir.uniupo.it/) Sarà messo a disposizione materiale didattico equivalente in lingua inglese, a cura del docente
Obiettivi formativi Il corso intende fornire conoscenze relative alla gestione della produzione nel breve termine e al processo di crescita dell’impresa, con riferimento prioritario alle ricadute sull’attività operativa e sulla produttività. Al termine del modulo, lo studente avrà competenze inerenti l’utilizzo dei costi in chiave decisionale
Prerequisiti Assenti
Metodi didattici Organizzazione del corso :Lezioni e Esercitazioni Modalità di erogazione : Tradizionale Si consiglia caldamente la frequenza
Modalità di verifica dell'apprendimento La verifica finale (al temine di ogni modulo) consiste in una prova scritta. L’esame consente di ottenere anche la lode. L’esame scritto si compone di due parti: - la parte teorica, che consente un punteggio massimo di 18 punti, è volta a verificare la comprensione delle tematiche affrontate ed è costituita da 12 domande a risposta chiusa (1.5 punti per ogni risposta esatta, 0 punti in caso di mancata risposta, -0.3 punti in caso di risposta errata). - la parte applicata, che consente un punteggio massimo di 15 punti, mira a verificare la capacità di applicare le conoscenze e trarre conclusioni, attraverso un esercizio suddiviso in tre punti, o tre distinti esercizi. Il voto finale relativo al corso integrato è costituito dalla media semplice dei risultati delle prove relative ai due moduli. Lo studente deve superare entrambe le prove. E' possibile scegliere di sostenere l'esame in lingua inglese.
Programma esteso Il bilancio dell’impresa quale supporto per le informazioni economiche, strutturali e finanziarie La gestione dei costi nel breve termine Le ricadute sui costi della crescita, della diversificazione e dell'integrazione verticale Utilizzo dei costi per le scelte operative di breve termine e nell’ambito delle decisioni di sviluppo dell’attività produttiva. Analisi della produttività a livello di impresa.
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0226 Economia e gestione delle imprese II - ALESSANDRIA
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia e strategia delle imprese: Gestione dei progetti di investimento
Codice GS0224
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico BRUNO CLEMENTINA
Docenti Bruno Clementina
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento Italiano
Risultati di apprendimento attesi Al termine del corso, lo studente sarà in possesso di conoscenze teoriche relative a: - utilità delle informazioni contabili da un punto di vista finanziario - definizioni, analogie e differenze tra le principali tecniche di capital budegeting - metodi per la determinazione del costo del capitale Il percorso richiede agli studenti di sviluppare competenze nei seguenti ambiti: - interpretare informazioni contabili da un punto di vista finanziario - valutare in un'ottica finanziaria scelte di investimento industriale sulla base di tecniche di capital budgeting - comprendere e interpretare le informazioni rilevanti per la determinazione del costo del capitale
Contenuti Il corso si propone di introdurre alcuni strumenti utili a supporto delle scelte di crescita delle imprese, in un'ottica basata sulla valutazione degli investimenti industriali. In particolare, il concetto di flussi finanziari verrà introdotto partendo dai documenti contabili ed evolvendo verso una prospettiva finanziaria. Questi concetti, inizialmente sviluppati a livello di impresa, verranno successivamente utilizzati a supporto della valutazione di specifici investimenti industriali basata su logiche finanziarie. Il corso si concluderà con un'introduzione alla determinazione del costo del capitale.
Testi di riferimento Erbetta F. Fraquelli G., Finanza aziendale- Strumenti per le scelte di investimento, CEA, 2007, Cap. 1,2,3,5. Costituisce parte integrante del programma tutto il materiale (slides, esercitazioni, eventuali approfondimenti) messo a disposizione sulla pagina D.I.R. del corso Sarà messo a disposizione materiale didattico equivalente, in lingua inglese, a cura del docente.
Obiettivi formativi Il corso vuole fornire strumenti utili a supporto, nell'ambito di impresa, nella valutazione della convenienza delle scelte di investimento. In particolare, il corso vuole mettere lo studente in condizione di interpretare dati contabili in una prospettiva finanziaria, applicare di tecniche di capital budgeting per la valutazione di investimenti specifici, sapendo gestire a livello base il problema della determinazione del costo del capitale.
Prerequisiti Nessuno
Metodi didattici Lezioni frontali ed esercizi
Altre informazioni Nessuna
Modalità di verifica dell'apprendimento L’esame è scritto e consente di ottenere anche la lode. L’esame scritto si compone di due parti: - la parte teorica, che consente un punteggio massimo di 18 punti, è volta a verificare la comprensione delle tematiche affrontate ed è costituita da 12 domande a risposta chiusa (1.5 punti per ogni risposta esatta, 0 punti in caso di mancata risposta, -0.3 punti in caso di risposta errata). - la parte applicata, che consente un punteggio massimo di 15 punti, mira a verificare la capacità di applicare le conoscenze e trarre conclusioni, attraverso un esercizio suddiviso in tre punti, o tre distinti esercizi. Il voto finale relativo al corso integrato è costituito dalla media semplice dei risultati delle prove relative ai due moduli. Lo studente deve superare entrambe le prove. E' possibile scegliere di sostenere l'esame in lingua inglese.
Programma esteso Quale contenuto del modulo in oggetto, si propone, dopo un adeguato richiamo delle principali grandezze economico-finanziarie, di approfondire l’analisi dei flussi di cassa e delle tecniche di capital budgeting. Argomenti: - I flussi finanziari: stato patrimoniale, conto economico, funds flow statement, cash flow statement; - Tecniche di valutazione dei progetti di investimento industriali: * Il concetto di attualizzazione: significato del valore attuale e relazione tra rendimento e rischio * I flussi di cassa di progetto * Metodo del valore attuale netto (VAN) * Indice di profittabilità (IP) * Tasso interno di rendimento (TIR) * Periodo di recupero (Pay-back period) - introduzione alla determinazione del costo del capitale e relazione con il valore dei progetti
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0224 Gestione dei progetti di investimento - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Economia e gestione delle imprese
Codice GS0225
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Docenti Fraquelli Giovanni, Abrate Graziano
CFU 12
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Attività formativa integrata
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti Agenda web
GS0226Economia e gestione delle imprese II SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Fraquelli Giovanni
GS0227Strategie di pricing SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Abrate Graziano
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia e gestione delle imprese II
Codice GS0226
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico FRAQUELLI Giovanni
Docenti Fraquelli Giovanni
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento italiano
Risultati di apprendimento attesi Al termine del corso, lo studente sarà in possesso di conoscenze teoriche relative a: - integrazione e ricadute sui costi: economie di scala e di scopo - definizione del concetto di produttività a livello di impresa e metodologie di calcolo della stessa Il percorso richiede agli studenti di sviluppare competenze nei seguenti ambiti: - interpretare informazioni contabili da un punto di vista economico - utilizzare le informazioni contabili, in particolare quelle relative ai costi, per le scelte operative dell'impresa - valutare le performance delle imprese in termini di produttività
Contenuti Il corso prende in esame alcuni strumenti utili all’impresa per coniugare l’attività produttiva e la crescita con le scelte d’investimento industriale. Il primo modulo è mirato all'approfondimento dei costi di gestione nel breve periodo; delle economie di costo connesse ai processi di crescita della scala e produttiva alla diversificazione; ricadute in tema di produttività
Testi di riferimento Giovanni Fraquelli (1997, 2001, 2003), Elementi di Economia Manageriale. Costi, produttività, investimenti, Utet, Torino, par. 1.9, 1.10, 2.3, 2.5, 2.8, 5.3.1, 5.4, 6.2,6.4, 6.5, 7.3, 7.4. Il testo è reperibile in biblioteca. Giovanni Fraquelli. “Impresa, mercato e gestione del valore.” Utet, 2006, Cap. 3, 4. Il testo è reperibile in biblioteca Lucidi esplicativi delle lezioni, Casi di studio e materiale integrativo a cura del docente. Il materiale è reperibile sulla piattaforma DIR (https://www.dir.uniupo.it/) Sarà messo a disposizione materiale didattico equivalente in lingua inglese, a cura del docente
Obiettivi formativi Il corso intende fornire conoscenze relative alla gestione della produzione nel breve termine e al processo di crescita dell’impresa, con riferimento prioritario alle ricadute sull’attività operativa e sulla produttività. Al termine del modulo, lo studente avrà competenze inerenti l’utilizzo dei costi in chiave decisionale
Prerequisiti Assenti
Metodi didattici Organizzazione del corso :Lezioni e Esercitazioni Modalità di erogazione : Tradizionale Si consiglia caldamente la frequenza
Modalità di verifica dell'apprendimento La verifica finale (al temine di ogni modulo) consiste in una prova scritta. L’esame consente di ottenere anche la lode. L’esame scritto si compone di due parti: - la parte teorica, che consente un punteggio massimo di 18 punti, è volta a verificare la comprensione delle tematiche affrontate ed è costituita da 12 domande a risposta chiusa (1.5 punti per ogni risposta esatta, 0 punti in caso di mancata risposta, -0.3 punti in caso di risposta errata). - la parte applicata, che consente un punteggio massimo di 15 punti, mira a verificare la capacità di applicare le conoscenze e trarre conclusioni, attraverso un esercizio suddiviso in tre punti, o tre distinti esercizi. Il voto finale relativo al corso integrato è costituito dalla media semplice dei risultati delle prove relative ai due moduli. Lo studente deve superare entrambe le prove. E' possibile scegliere di sostenere l'esame in lingua inglese.
Programma esteso Il bilancio dell’impresa quale supporto per le informazioni economiche, strutturali e finanziarie La gestione dei costi nel breve termine Le ricadute sui costi della crescita, della diversificazione e dell'integrazione verticale Utilizzo dei costi per le scelte operative di breve termine e nell’ambito delle decisioni di sviluppo dell’attività produttiva. Analisi della produttività a livello di impresa.
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0226 Economia e gestione delle imprese II - ALESSANDRIA
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia e gestione delle imprese: Strategie di pricing
Codice GS0227
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico ABRATE Graziano
Docenti Abrate Graziano
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento ITALIANO
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0208 Strategie di pricing - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Metodi statistici per le scelte d’impresa
Codice GS0114
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico BONDONIO Daniele
Docenti Bondonio Daniele
CFU 12
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 240
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-S/03 - STATISTICA ECONOMICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OPZ
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - SP0037 Statistica economica - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento ECONOMIA DELLA CULTURA
Codice P0074
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Docenti Novarese Marco
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OPZ
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - P0074 ECONOMIA DELLA CULTURA - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento CRIMINAL INVESTIGATION AND EUROPEAN LAW
Codice GS0297
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico QUATTROCOLO Serena
Docenti Quattrocolo Serena
CFU 9
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 165
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) IUS/14 - DIRITTO DELL'UNIONE EUROPEA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OPZ
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Insegnamento mutuante in GIURISPRUDENZA (1602) - GS0297 CRIMINAL INVESTIGATION AND EUROPEAN LAW - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento ENVIRONMENTAL EUROPEAN LAW AND ENERGY REGULATION
Codice GS0293
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico BRUTI LIBERATI Eugenio
Docenti Bruti Liberati Eugenio
CFU 9
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 165
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) IUS/10 - DIRITTO AMMINISTRATIVO
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi Il risultato atteso è una conoscenza buona e non nozionistica dei principali istituti di tutela ambientale, di regolazione dell'energia e di promozione di uno sviluppo sostenibile
Contenuti Il Corso ad oggetto la disciplina europea e italiana in tema di tutela dell'ambiente e regolazione dell'energia
Testi di riferimento Kingston, V. Heyvaert, A. Cavoski, European Environmental Law, Cambridge University Press, 2017
Obiettivi formativi Il Corso mira a fornire una conoscenza approfondita dei principali istituti in cui si concreta la disciplina di tutela dell'ambiente nonché la regolazione della produzione, del trasporto e della vendita di energia
Prerequisiti Nessuno
Metodi didattici Il Corso, dopo l'esposizione dei principi fondamentali dettati dalle norme europee e nazionali, avrà un'impostazione essenzialmente seminariale, con l'approfondimento dei principali istituti di tutela ambientale attraverso l'analisi di casi e problemi
Modalità di verifica dell'apprendimento La verifica avverrà sulla base di un colloquio orale
Programma esteso Le fonti del diritto ambientale e dell'energia; il riparto di competenze tra UE e Stati membri; i procedimenti in materia ambientale; la disciplina in tema di tutela dell'acqua, dell'aria, del suolo; la disciplina sui rifiuti; il danno ambientale; il climate change; la promozione delle fonti rinnovabili di energia e dell'efficienza nell'uso dell'energia;l'emission trading scheme
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0293 ENVIRONMENTAL EUROPEAN LAW AND ENERGY REGULATION - ALESSANDRIA
GIURISPRUDENZA (1602) - GS0293 ENVIRONMENTAL EUROPEAN LAW AND ENERGY REGULATION - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento LAW AND ECONOMICS OF CRIME
Codice GS0314
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico RAMELLO GIOVANNI BATTISTA
Docenti Ramello Giovanni Battista
CFU 9
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 165
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi comprendere il significato delle diverse forme di comportamento basato su regole, e collegarlo al tema della razionalità e della prevedibilità
Contenuti Il corso si occuperà dell'analisi economica del crimine e del suo impatto nel contesto economico
Testi di riferimento Il materiale verrà indicato durante il corso
Obiettivi formativi Comprendere la relazione tra razionalità, crimine ed economia
Prerequisiti corso di Economia Politica
Metodi didattici lezioni seminariali
Altre informazioni -
Modalità di verifica dell'apprendimento esame orale
Programma esteso razionalità e comportamento economico; razionalità; comportamento criminale
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0314 LAW AND ECONOMICS OF CRIME - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Codice P1107
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Docenti Ponzano Ferruccio, Faralla Valeria
CFU 12
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Attività formativa integrata
Fruizione insegnamento OPZ
Anno 2
Periodo Annuale
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti Agenda web
GS0220Competition policy SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Ponzano Ferruccio
GS0221Behavioral and experimental economics SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Faralla Valeria
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE: Competition policy
Codice GS0220
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Docenti Ponzano Ferruccio
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Ci si aspetta che gli studenti sappiano destreggiarsi sia nella comprensione teorica che nell'analizzare casi concreti di mercato
Contenuti Monopolio, regolamentazione, discriminazione del prezzo, oligopolio, collusione, cartelli, merger, concentrazione di mercato, potere di mercato
Testi di riferimento Approfondimenti forniti dal docente
Obiettivi formativi Approfondire la conoscenza dei mercati ed il loro funzionamento nei diversi contesti che si possono presentare nella realtà
Prerequisiti Conoscenze di base di microeconomia
Metodi didattici Lezioni frontali
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame scritto
Programma esteso Introduzione al monopolio, equilibrio in monopolio, le tre discriminazioni di prezzo. L'oligopolio: competizione sulla quantità (Cournot e Stackelberg), competizione sul prezzo (Bertrand). Differenziazione del prodotto: concorrenza monopolistica. Barriere all'entrata. Collusione e potenziali cartelli. Acquisizioni. Potere di mercato e concentrazione di mercato. Valutazione.
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0220 Competition policy - ALESSANDRIA
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE: Behavioral and experimental economics
Codice GS0221
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Docenti Faralla Valeria
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OPZ
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Il corso è rivolto a fare acquisire le conoscenze dei principali concetti e degli strumenti che del contesto dell’economia comportamentale. Il corso ha il fine di favorire competenze di tipo teorico, discutendo i modelli e le teorie economiche fondate sull’analisi empirica e sperimentale rispetto a quelle più tradizionali, ma anche di tipo pratico, tramite attività seminariali e di laboratorio che favoriranno la capacità di utilizzare strumenti sperimentali di base (dal progetto sperimentale alla presentazione dei risultati).
Contenuti Il corso ha per oggetto i principi e le applicazioni dell’economia comportamentale e sperimentale seguendo un approccio interdisciplinare. Il corso analizza i processi che portano alla formazione delle preferenze, inquadra l’economia comportamentale e sperimentale rispetto ai modelli dell’economia razionale tradizionale e ne discute l’applicabilità rispetto alle politiche economiche e sociali. Il corso prevede altresì lo svolgimento di attività seminariali e di laboratorio che richiedono la partecipazione attiva degli studenti.
Testi di riferimento Daniel Kahneman, Pensieri lenti e veloci, Mondadori, Milano, 2012. Richard Thaler e Cass R. Sunstein, Nudge. La spinta gentile, Feltrinelli, Milano, 2014. Altri materiali (e.g., file di presentazioni, articoli, etc.) saranno indicati durante il corso e resi disponili su dir.uniupo.it.
Obiettivi formativi Gli obiettivi principali del corso: 1) offrire agli studenti un’introduzione all’economia comportamentale e sperimentale seguendo un approccio interdisciplinare; 2) inquadrare l’economia comportamentale e sperimentale rispetto ai modelli dell’economia razionale tradizionale; 3) discutere l’applicabilità dell’economia comportamentale e sperimentale alle politiche economiche e sociali; 4) fornire un’introduzione all’impiego degli strumenti sperimentali nelle scienze economiche e sociali tramite attività seminariale e di laboratorio.
Prerequisiti nessuno
Metodi didattici Il corso è organizzato con lezioni e attività, in particolare seminariali e di laboratorio. Benché non obbligatoria, la frequenza al corso è caldamente consigliata.
Altre informazioni -
Modalità di verifica dell'apprendimento Le attività seminariali e di laboratorio previste durante lo svolgimento del corso sono oggetto di valutazione e concorrono quindi a determinare il voto finale. Ci sarà anche un esame finale che consisterà in un test scritto con domande a risposta multipla e/o aperta.
Programma esteso 1. Introduzione all’economia comportamentale e sperimentale Introduzione al corso: obiettivi e contenuti. Illustrare i principi fondamentali dell’economia comportamentale e sperimentale. Presentazione di un esperimento. 2. Metodi e principi dell’economia sperimentale Introduzione agli esperimenti di laboratorio (dal design alla presentazione dei risultati). 3. La teoria della scelta razionale Illustrare i principi fondamentali di scelta razionale e le sue implicazioni nel processo decisionale. Discutere le critiche alla teoria della scelta razionale. 4. La teoria dei sistemi duali Illustrare i principi della teoria dei sistemi duali e le sue implicazioni nel processo decisionale. Analizzare il ruolo delle emozioni nelle decisioni. Discutere esempi di euristiche e bias cognitivi che influenzano le decisioni individuali e di gruppo. 5. Architetture delle scelte e pungoli Introdurre il concetto di architettura delle scelte e di pungoli nei processi decisionali. Illustrare alcuni esempi di architettura delle scelte e pungoli, analizzandone i punti di forza e i punti critici. 6. Ambiente e salute Discutere i processi decisionali in tema di ambiente e salute in termini di architettura delle scelte e utilizzo dei pungoli. 7. Decisioni e benessere Discutere ed analizzare il legame tra decisioni e benessere. 8. Decisioni di gruppo Discutere i processi decisionali di gruppo. 9. Attività seminariale (1) Presentazione e discussione di esperimenti di laboratorio su temi di economia comportamentale e sperimentale. 10. Attività seminariale (2) Presentazione e discussione di esperimenti di laboratorio su temi di economia comportamentale e sperimentale.
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0221 Behavioral and experimental economics - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento COMPARATIVE LAW & CHINESE AND ASIAN LEGAL SYSTEM
Codice GS0296
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico SERAFINO Andrea
Docenti Serafino Andrea, Liu Guanghua
CFU 9
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) IUS/13 - DIRITTO INTERNAZIONALE
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento Inglese
Risultati di apprendimento attesi Conoscenza di base dei diversi sistemi giuridici e della metodologia comparatistica. Capacità di analisi critica nei confronti delle categorie ordinanti della propria tradizione giuridica. Conoscenza approfondita della tradizione giuridica asiatica e in particolare del diritto cinese.
Contenuti Il corso offe un’introduzione al diritto comparato nell’era della globalizzazione, con particolare riferimento al sistema giuridico cinese e a quelli asiatici.
Testi di riferimento Materiale fornito durante il corso e pubblicato sulla piattaforma DIR.
Obiettivi formativi Acquisizione di competenze di base per la comprensione dei diversi sistemi giuridici. Acquisizione di familiarità con la metodologia del diritto comparato. Sviluppo di capacità critiche di discernimento delle categorie giuridiche tipiche della modernità occidentale a confronto con altre tradizioni. Conoscenza approfondita della tradizione giuridica asiatica e in particolare del diritto cinese.
Prerequisiti Buona conoscenza della lingua inglese.
Metodi didattici In base al numero di studenti iscritti e frequentanti, il corso si articolerà in una serie di lezioni frontali, di incontri a carattere seminariale (analisi e discussione del materiale didattico) e di attività di redazione di brevi saggi da parte degli studenti sotto la supervisione dei docenti (tutoring).
Altre informazioni -
Modalità di verifica dell'apprendimento La verifica dell’apprendimento sarà basata sulla valutazione di alcuni saggi redatti durante il corso.
Programma esteso Il corso offe un’introduzione al diritto comparato nell’era della globalizzazione, con particolare riferimento al sistema giuridico cinese e a quelli asiatici. Una prima parte sarà dedicata alle funzioni e ai metodi della comparazione giuridica. Verranno poi affrontati i temi della classificazione dei sistemi giuridici in “famiglie” e della circolazione dei modelli giuridici. Particolare attenzione verrà dedicata, da un lato, alle dinamiche di globalizzazione del diritto (WTO, diritti umani, sviluppo), dall’altra alle tradizioni giuridiche non occidentali (diritto locale). La seconda parte del corso sarà dedicata al diritto cinese nel contesto della tradizione giuridica dei paesi asiatici.
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0296 COMPARATIVE LAW & CHINESE AND ASIAN LEGAL SYSTEM - ALESSANDRIA
GIURISPRUDENZA (1602) - GS0296 COMPARATIVE LAW & CHINESE AND ASIAN LEGAL SYSTEM - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Organisations, market and behaviours
Codice GS0445
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Docenti Mariuzzo Franco, Faralla Valeria
CFU 12
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Attività formativa integrata
Fruizione insegnamento OBB
Anno 2
Periodo Annuale
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti Agenda web
GS0446Competition policy SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Mariuzzo Franco
GS0447Organisations and institutions SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Faralla Valeria
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Organisations, market and behaviours: Competition policy
Codice GS0446
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico MARIUZZO FRANCO
Docenti Mariuzzo Franco
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi Ci si aspetta che gli studenti sappiano destreggiarsi sia nella comprensione teorica che nell'analizzare casi concreti di mercato
Contenuti Monopolio, regolamentazione, discriminazione del prezzo, oligopolio, collusione, cartelli, merger, concentrazione di mercato, potere di mercato
Testi di riferimento Approfondimenti forniti dal docente
Obiettivi formativi Approfondire la conoscenza dei mercati ed il loro funzionamento nei diversi contesti che si possono presentare nella realtà
Prerequisiti Conoscenze di base di microeconomia
Metodi didattici Lezioni frontali
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame scritto
Programma esteso Introduzione al monopolio, equilibrio in monopolio, le tre discriminazioni di prezzo. L'oligopolio: competizione sulla quantità (Cournot e Stackelberg), competizione sul prezzo (Bertrand). Differenziazione del prodotto: concorrenza monopolistica. Barriere all'entrata. Collusione e potenziali cartelli. Acquisizioni. Potere di mercato e concentrazione di mercato. Valutazione.
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0290 COMPETITION POLICY - ALESSANDRIA
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Organisations, market and behaviours: Organisations and institutions
Codice GS0447
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico FARALLA VALERIA
Docenti Faralla Valeria
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 2
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi Il corso è rivolto a comprendere le strategie comportamentali dell’attore sociale nelle interazioni organizzative ed istituzionali. Il corso ha il fine di favorire competenze di tipo sia teorico, discutendo i modelli e le teorie economiche sia tradizionali che fondate sull’analisi empirica e sperimentale, che pratico, tramite attività seminariali e di laboratorio.
Contenuti Il corso ha per oggetto lo studio delle organizzazioni e delle istituzioni seguendo un approccio interdisciplinare. In particolare, il corso analizza i processi decisionali di organizzazioni ed istituzioni attraverso l’uso dell’economia comportamentale e sperimentale e ne discute gli effetti sulle politiche economiche e sociali con casi pratici. Il corso prevede lo svolgimento di attività seminariali e di laboratorio che richiedono la partecipazione attiva degli studenti.
Testi di riferimento Daniel Kahneman, Pensieri lenti e veloci, Mondadori, Milano, 2012. Richard Thaler e Cass R. Sunstein, Nudge. La spinta gentile, Feltrinelli, Milano, 2014. Altri materiali (e.g., file di presentazioni, articoli, etc.) saranno indicati durante il corso e resi disponili su dir.uniupo.it.
Obiettivi formativi Gli obiettivi principali del corso: 1) offrire agli studenti un’introduzione alle analisi dei comportamenti e del funzionamento delle organizzazioni e delle istituzioni seguendo un approccio interdisciplinare; 2) analizzare le dinamiche interne di organizzazioni ed istituzioni rispetto alla violazione dei modelli dell’economia razionale tradizionale; 3) analizzare alcune funzioni tipiche di organizzazioni ed istituzioni come la comunicazione, la leadership, la cooperazione; 4) discutere gli effetti dei processi decisionali di organizzazioni ed istituzioni sulle politiche economiche e sociali; 5) fornire un’introduzione all’impiego degli strumenti sperimentali nelle scienze economiche e sociali tramite attività seminariale e di laboratorio.
Prerequisiti nessuno
Metodi didattici Il corso è organizzato con lezioni e attività, in particolare seminariali e di laboratorio. Benché non obbligatoria, la frequenza al corso è caldamente consigliata.
Altre informazioni -
Modalità di verifica dell'apprendimento Le attività seminariali e di laboratorio previste durante lo svolgimento del corso sono oggetto di valutazione e concorrono quindi a determinare il voto finale. Ci sarà anche un esame finale che consisterà in un test scritto con domande a risposta multipla e/o aperta.
Programma esteso 1. Introduzione allo studio delle organizzazioni e delle istituzioni Introduzione al corso: obiettivi e contenuti. Illustrare i principi fondamentali dello studio delle organizzazioni e delle istituzioni. 2. Metodi e principi dell’economia sperimentale Introduzione all’utilizzo degli esperimenti di laboratorio nello studio delle organizzazioni e delle istituzioni. 3. La teoria della scelta razionale Illustrare i principi fondamentali di scelta razionale e le sue implicazioni nel processo decisionale. Discutere le critiche alla teoria della scelta razionale. 4. La teoria dei sistemi duali Illustrare i principi della teoria dei sistemi duali e le sue implicazioni nel processo decisionale. Analizzare il ruolo delle emozioni dell’attore sociale nella dinamica organizzativa ed istituzionale. Discutere esempi di euristiche e bias cognitivi. 5. Decisioni in condizioni di rischio ed incertezza Illustrare come gli attori sociali elaborano l’informazione e prendono decisioni in condizioni di rischio ed incertezza. Aspetti teorici ed applicazioni empiriche. 6. Teoria dei giochi Illustrare i principi fondamentali della teoria dei giochi. Illustrare i principali concetti di interazione sociale utilizzando applicazioni empiriche quali equità e fiducia. 7. Architetture delle scelte e pungoli Introdurre il concetto di architettura delle scelte e di pungoli nello studio delle organizzazioni e delle istituzioni. Illustrare alcuni esempi di architettura delle scelte e pungoli, analizzandone i punti di forza e i punti critici. 8. Decisioni di gruppo Discutere i processi decisionali di gruppo e la loro influenza sui processi organizzativi. In particolare, analizzare alcune funzioni tipiche di organizzazioni ed istituzioni come la comunicazione, la leadership, la cooperazione. 9. Attività seminariale (1) Presentazione e discussione di esperimenti di laboratorio su temi di economia sperimentale applicata allo studio di organizzazioni e istituzioni. 10. Attività seminariale (2) Presentazione e discussione di esperimenti di laboratorio su temi di economia sperimentale applicata allo studio di organizzazioni e istituzioni.
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0291 ORGANISATIONS AND INSTITUTIONS - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento HISTORY OF EUROPEAN INSTITUTIONS AND LAW
Codice GS0295
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico AIMERITO Francesco
Docenti Aimerito Francesco, Guigue Alexandre
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/12 - STORIA ECONOMICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi Accresimento della conoscenza delle radici storiche del diritto europeo
Contenuti Il diritto e le istituzioni in Europa dall'inizio del Medio Evo sino all'età contemporanea
Testi di riferimento Antonio Padoa-Schioppa , A History of Law in Europe, Cambridge University Press 2017
Obiettivi formativi Progresso nella comprensione della dimensione storica del diritto. Acquisizione degli elmenti fondamentali dello sviluppo storico del dirito in Italia e in Europa.
Prerequisiti Una buona conoscenza della storia risulterà di grande utilità ai fini dell'apprendimento
Metodi didattici didattica frontale, colloqui, esercitazioni, tests
Modalità di verifica dell'apprendimento L'insegnamento seguirà, in progressione cronologica ed a livello istituzionale, gli sviluppi degli ordinamenti giuridici europei dal Medioevo all'EtàContemporanea, con particolare attenzione alla realtà italiana. Eventuali attività seminariali saranno comunicate al principio del corso.
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0295 HISTORY OF EUROPEAN INSTITUTIONS AND LAW - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento BANKING AND INSURANCE
Codice GS0288
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2019/2020
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico CAPIZZI Vincenzo
Docenti Valletta Mario, Capizzi Vincenzo
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/07 - ECONOMIA AZIENDALE
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi Mediante una prova scritta, si chiede allo studente di dimostrare di: CONOSCENZE: - Conoscere gli elementi costitutivi del sistema finanziario (regolamentazione, strumenti, intermediari e mercati finanziari), le sue funzioni ed i relativi meccanismi di funzionamento; - conoscere le caratteristiche fondamentali del “meccanismo” dell’assicurazione e le caratteristiche distintive dei principali contratti di assicurazione (vita e non vita); - conoscere le logiche sottostanti alla definizione dei premi assicurativi e alla costruzione delle riserve tecniche. - conoscere le caratteristiche del modello di economicità delle imprese di assicurazione. COMPETENZE: - saper selezionare e valutare su base comparativa gli strumenti finanziari più adatti al soddisfacimento di uno specifico bisogno finanziario; - saper individuare l'intermediario finanziario o il segmento del mercato dei capitali cui accedere in relazione a una data esigenza finanziaria; - saper interpretare le caratteristiche tecniche ed economiche dei principali prodotti assicurativi dal punto di vista del contraente; - saper analizzare e valutare i principali margini gestionali delle imprese di assicurazione (rami vita e rami non vita). ABILITÀ TRASVERSALI: - saper stabilire le connessioni tra argomenti trattati in capitoli diversi del programma; - saper presentare un insieme chiaro e ben strutturato di considerazioni pertinenti alle differenti problematiche di gestione delle banche e delle imprese di assicurazione; - conoscere la terminologia domestica e internazionale comunemente adottata dai professionisti del settore bancario e assicurativo; - essere in grado di leggere, comprendere e commentare materiale tecnico tratto da libri, manuali o altra fonte.
Contenuti L’insegnamento è organizzato in due parti, dedicate rispettivamente all’attività bancaria e a quella assicurativa, ciascuna delle quali comprende 15 ore di didattica frontale. La prima parte del Corso, dedicata all’attività bancaria, è finalizzata a fornire agli studenti le conoscenze necessarie per comprendere la natura e la struttura di un sistema finanziario, così da consentire di individuare in modo approfondito 1) i bisogni finanziari e le opzioni di finanziamento disponibili per le imprese, e 2) le caratteristiche di funzionamento delle banche e delle altre tipologie di intermediari finanziari. Verranno altresì approfondite le metodologie di valutazione e pricing del merito creditizio adottate dalle banche e le relative basi informative a tal fine necessarie. Infine, si prenderanno in considerazione le differenti politiche di finanziamento caratterizzanti le grandi aziende e le PMI. La seconda parte del Corso, dedicata all’Assicurazione, fornisce innanzi tutto agli studenti agli studenti le conoscenze necessarie per comprendere le caratteristiche del meccanismo assicurativo quale tecnica di gestione dei rischi puri e le funzioni svolte dalle imprese di assicurazione nel sistema finanziario. Esso si prefigge inoltre di sviluppare la conoscenza delle caratteristiche tecniche ed economiche dei contratti di assicurazione, sia nei rami vita sia nei rami danni. Infine, sono spiegati i principali indicatori correntemente utilizzati per la valutazione della performance economica delle imprese di assicurazione.
Testi di riferimento Il materiale didattico comprende set di slide e altri documenti (articoli, working papers, report o altro materiale librario di consultazione) che sono resi disponibili nella pagina del Corso nella piattaforma DIR, all’indirizzo: https://www.dir.uniupo.it/course/view.php?id=12185 . L’accesso alla pagina richiede una password da richiedere ai docenti (vincenzo.capizzi@uniupo.it oppure mario.valletta@uniupo.it).
Obiettivi formativi 1. Conoscenza e capacità di comprensione. L’insegnamento si propone di fornire le conoscenze necessarie per comprendere: a) natura, struttura e finalità del sistema finanziario; b) tipologie, caratteristiche e operatività degli intermediari finanziari; c) principi di gestione bancaria; d) strategie e politiche di finanziamento delle imprese; e) le diverse modalità di gestione dei rischi puri e le caratteristiche del “meccanismo assicurativo”; f) le caratteristiche tecnico-economiche dei contratti assicurativi; g) le condizioni di equilibrio della gestione delle imprese di assicurazione. 2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione. La capacità di applicare le conoscenze acquisite per analizzare e valutare: a) la scelta dell’intermediario finanziario in relazione alla specificità dei bisogni finanziari; b) la derivazione e correttezza del pricing dei contratti di finanziamento; c) le caratteristiche e la specifica utilità di diversi tipi di prodotti assicurativi, le condizioni di equilibrio gestionale delle imprese di assicurazione. 3. Autonomia di giudizio. La capacità critica per: a) la scelta della modalità di copertura di un bisogno di finanziamento; b) scegliere il prodotto (o servizio) più adatto per soddisfare determinati bisogni assicurativo e per valutarne i rischi. 4. Abilità comunicative. L’insegnamento è anche mirato all’acquisizione del linguaggio tecnico utilizzato negli ambiti professionali in oggetto. La conoscenza delle principali fonti informative e di documentazione renderanno gli studenti in grado di supportare al meglio le proprie argomentazioni. 5. Capacità di apprendimento. Gli studenti impareranno a conoscere le principali fonti informative e bibliografiche, i principali siti web e i principali database pubblicamente disponibili. Essi svilupperanno la capacità di interpretare gli aspetti tecnici dei problemi di natura bancaria e assicurativa e di individuare gli strumenti più opportuni per la risoluzione degli stessi.
Prerequisiti Non previsti.
Metodi didattici 1. Acquisizione delle conoscenze: mediante lo svolgimento di lezioni frontali e lo studio autonomo da parte degli studenti sulla base del materiale didattico previsto dal corso. 2. Acquisizione della capacità di applicare le conoscenze: mediante lo svolgimento di esercitazioni da parte del docente durante il corso e l’autonomo svolgimento da parte degli studenti di esercizi tratti dalle precedenti prove d’esame rese disponibili dal docente sulla pagina web del corso. 3. Acquisizione dell’autonomia di giudizio: durante il corso gli studenti saranno stimolati a valutare autonomamente casi rilevanti, eventualmente anche tramite assignment su temi di attualità e relative presentazioni. 4. Acquisizione del linguaggio tecnico: durante l’insegnamento sarà illustrato il significato dei termini comunemente usati da parte degli operatori professionali. 5. Acquisizione delle capacità di apprendimento: per ogni argomento si partirà dalla descrizione del problema da risolvere, dei rischi da valutare e da gestire, e si analizzeranno criticamente le diverse possibili soluzioni.
Altre informazioni Si consiglia di consultare la pagina dell’Insegnamento su DIR (https://www.dir.uniupo.it/course/view.php?id=12185).
Modalità di verifica dell'apprendimento Una prova scritta obbligatoria della durata di sessanta minuti, comprendente sei domande, che potrà richiedere lo svolgimento di esercizi e applicazioni numeriche, in coerenza con i contenuti dell’insegnamento. Nel periodo di svolgimento dell’insegnamento, è prevista una prova scritta intermedia. 1. Conoscenza e capacità di comprensione: mediante domande a risposta aperta. 2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: mediante esercizi. 3. Autonomia di giudizio: mediante domande a risposta aperta. 4. Abilità comunicative: mediante domande a risposta aperta. 5. Capacità di apprendimento: la capacità di apprendimento potrà essere valutata mediante il sostenimento di una prova intermedia durante il corso.
Programma esteso BANKING (15 ore di didattica frontale) 1. L’architettura del Sistema finanziario − La struttura del Sistema finanziario − Pilastri e funzioni del Sistema finanziario − Tipologia di intermediari finanziari: banche e intermediari non bancari − Il ruolo della banca commerciale nel sistema finanziario − Circuiti diretti e indiretti di allocazione delle risorse 2. Gli intermediary finanziari: tipologie, funzioni, operatività: − Gli intermediari creditizi − Gli intermediari mobiliari − Fondi comuni di investimento e società di gestione del risparmio − Business angels altri tipi di investitori nel capitale di rischio − Merchant & Investment Banks 3. Principi di gestione bancaria − L’attività bancaria: principali aree di business − La gestione degli intermediari finanziari − L’equilibrio economico-finanziario degli intermediari finanziari − L’analisi della redditività e la scomposizione del ROE delle banche − L’identificazione e la gestione dei rischi bancari 4. L’attività di finanziamento alle imprese − La comprensione dei contratti finanziari − Il ruolo di collateral, covenant e garanzie − Disegnare strumenti finanziari innovativi − La relazione creditizia banca-impresa − Disegnare strategie e politiche di finanziamento sostenibili − La scelta degli strumenti finanziari secondo una prospettiva basata sul ciclo di vita delle imprese 5. La misurazione e gestione del rischio di credito − Il processo di concessione del credito − Misurare il merito creditizio − Le fonti informative per l’analisi di fido − La gestione del rischio di credito della banca a livello di portafoglio − La stima della probabilità di default e della Perdita attesa − I modelli delle agenzie di rating e la loro performance INSURANCE (15 ore di didattica frontale) 1. Il rischio e l’assicurazione − Il contratto assicurativo e I soggetti coinvolti − Tipi di eventi assicurabili: assicurazione vita vs. assicurazione danni − Il concetto di rischio e la sua relazione con l’incertezza − Classificazioni del rischio − Metodi di frontaggiamento del rischio 2. Il meccanismo assicurativo − Trasferimento e riduzione del rischio tramite pooling − Teoria della probabilità e legge dei grandi numeri − Le caratteristiche ideali dei rischi assicurabili − Le component del premio di tariffa − Coassicurazone e riassicurazione 3. L’assicurazione vita − Tipi di contratti assicurativi − Il calcolo del premio − Le reserve tecniche − Esempi di polizze 4. L’assicurazione contro danni − Tipi di contratti assicurativi − Il calcolo del premio − Le reserve tecniche − Esempi di polizze 5. Le imprese di assicurazione − Le funzioni svolte − La struttura tipica del conto economico e dello ststo patrimoniale − I principali indicatori di performance economica − Cenni al quadro regolamentare
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0629 Banking and insurance - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Public finance and public choice
Codice GS0441
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico MARCHESE Carla
Docenti Marchese Carla
CFU 12
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 240
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi Capacità di partecipare alla vita di organizzazioni collettive con consapevolezza delle problematiche rilevanti. Capacità di valutare costi e benefici di regole e forme organizzative per strutture pubbliche e private
Contenuti Presentazione della tematiche di public choice, dal ruolo dello stato alle regole di decisione, dalla crescita del settore pubblico al federalismo fiscale. Interazioni tra politica, finanza pubblica ed economia.
Testi di riferimento Mueller, Dennis C. Public choice III. Cambridge University Press, 2003; Hindriks, Jean, and Gareth D. Myles. Intermediate public economics. MIT press, 2013; Lista di letture fornita sul sito web e aggiornata durante il corso
Obiettivi formativi Fornire una visione d'insieme dei problemi delle scelte pubbliche e guidare lo studente allo sviluppo delle tematiche di specifico interesse in relazione ai propri obiettivi formativi e di carriera
Prerequisiti Nessuno
Metodi didattici Lezioni, seminari, esame e discussione di articoli fondativi per il settore
Altre informazioni Materiale didattico disponibile sul sito web
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame scritto sugli argomenti del corso e redazione e discussione di un breve paper su un articolo a scelta dalla reading list
Programma esteso Argomenti introduttivi: il ruolo dello stato, i metodi di scelta collettiva, il voto a maggioranza, la burocrazia, la crescita del settore pubblico, la ricerca di rendite, il federalismo fiscale. Ulteriori tematiche di interesse degli studenti
Stampa
Insegnamento Economia Cognitiva
Codice GS0206
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico NOVARESE Marco
Docenti Novarese Marco
CFU 6
Ore di lezione 44
Ore di studio individuale 106
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/01 - ECONOMIA POLITICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento C
Anno 1
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Compendere le principali caratteristiche dell'economia comportamentale; saper disegnare un esperimento; sviluppare la capacità di ragionamento critico
Contenuti La percezione; la memoria; la razionalità, l’apprendimento; la motivazione; il comportamento del consumatore; approfondimenti a scelta: il comportamento del turista, il comportamento delle giurie., dei testi e dei giudici; il comportamento organizzativo
Testi di riferimento dispense del docente; tutte le lezioni sono registrate e disponibili sulla pagina DIR del corso
Obiettivi formativi Fornire le basi dell’economia cognitiva e comportamentale, proporre alcune applicazioni per l'impresa il consumatore e per il diritto; stimolare la capacità di ragionare su razionalità, errori cognitivi, responsabilità individuale e tutela statale; stimolare la capacità di ragionare sulla conoscenza, sull'apprendimento, sulle decisioni e sulle diverse forme di motivazione Conoscere i principali temi dell’economia cognitivo e comportamentale , e riuscire ad applicarli a casi concreti; saper ragionare sulle proprie conoscenze
Prerequisiti nessuno
Metodi didattici lezioni frontali
Altre informazioni Le lezioni sono trasmesse anche in streaming e disponibili registrate Le lezioni sono accompagnate da esercitazioni da svolgere al computer
Modalità di verifica dell'apprendimento Quiz a risposta multipla con 34 domande complessive
Programma esteso La percezione, i sensi, la memoria La razionalità e le distorsioni cognitive L’apprendimento e le regole Decisioni e soddisfazione del consumatore. Economia dell'educazione e dello studio; il nudge; paternalismo e razionalità Approfondimenti a scelta: - L’approccio cognitivo e comportamentale all’analisi economica del diritto (overconfidence e tutela dell’individuo, il paternalismo, la protezione del consumatore, le distorsioni cognitive nei processi, l’educazione finanziaria, il ruolo dei pensieri di secondo livello nel comportamento normativo .) - La psicologia e l’economia cognitiva del turismo (beni ed esperienze; le aspettative; il rischio; il ricordo) - Il comportamento organizzativo (motivazione; routine e mentalità comune)
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0206 Economia Cognitiva - ALESSANDRIA
GIURISPRUDENZA (1602) - GI0012 ECONOMIA COGNITIVA E SPERIMENTALE - ALESSANDRIA
LINGUE STRANIERE MODERNE (1723) - L0188 ECONOMIA POLITICA B
FILOSOFIA E COMUNICAZIONE (1724) - L0188 ECONOMIA POLITICA B
Stampa
Insegnamento European political institutions
Codice GS0449
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico INGRAVALLE Francesco
Docenti Ingravalle Francesco
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) M-GGR/02 - GEOGRAFIA ECONOMICO-POLITICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi Conoscenza del "triangolo istituzionale" europeo; degli elementi di base della storia dell'integrazione europea; del funzionamento di base dell'UE
Contenuti 1. Risolvere l'enigma dell'UE 2. Chi governa l'UE? 3. Le origini dell'UE. 4. L'UE è un club capitalista? 5. Chi si schiera contro l'Europa? 6. Si espanderà l'UE? 7. L'UE: un "super-potere"? 8. L'UE contro la democrazia
Testi di riferimento Chris Bickerton, "The European Union: a citizen's Guide", Penguin Books, 2016 O. Neurath, "Pianificazione internazionale per la libertà" in Id. "L'utopia realmente possibile", Milano, Mimesis, 2016
Obiettivi formativi Conoscenza dei meccanismi di funzionamento dell'UE nella loro dimensione storico-politica. Delineazione delle prospettive attuali dell'UE
Prerequisiti Nessuno
Metodi didattici Lezione frontale
Modalità di verifica dell'apprendimento A scelta: prova scritta o prova orale
Programma esteso Vedere "Contenuti"
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0449 European political institutions - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Management e organizzazione aziendale
Codice GS0112
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico FALDUTO Leonardo
Docenti Falduto Leonardo
CFU 9
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 165
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/07 - ECONOMIA AZIENDALE
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0112 Management e organizzazione aziendale - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Statistica economica
Codice SP0037
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico BONDONIO Daniele
Docenti Bondonio Daniele
CFU 12
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 240
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-S/03 - STATISTICA ECONOMICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OPZ
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - SP0037 Statistica economica - ALESSANDRIA
ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0114 Metodi statistici per le scelte d’impresa - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Law and economics
Codice GS0442
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Docenti Song Judy Yueh Ling, Ramello Giovanni Battista
CFU 12
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA
Tipo di insegnamento Attività formativa integrata
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Annuale
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti Agenda web
GS0443Property, liability and contracts SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA Song Judy Yueh Ling
GS0444Economic analysis of litigation SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA Ramello Giovanni Battista
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Law and economics: Property, liability and contracts
Codice GS0443
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Docenti Song Judy Yueh Ling
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0443 Property, liability and contracts - ALESSANDRIA
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Law and economics: Economic analysis of litigation
Codice GS0444
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Docenti Ramello Giovanni Battista
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/06 - ECONOMIA APPLICATA
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi Alla conclusione del corso gli studenti – avranno approfondito la conoscenza delle deviazioni sistematiche dalle assunzioni della teoria della scelta razionale (CONOSCENZE) - Avranno accresciuto la capacità di applicare l’analisi comportamentale alle questioni legali (ABILITA’) - Saranno in grado di distinguere e comparare diversi concetti e standard di ragionamento (logico, causale, probabilistico, .) riguardo a diversi campi di applicazione. (COMPETENZE) - Avranno rafforzato la loro capacità di ragionare sulla razionalità, gli errori cognitivi, la responsabilità, la teoria delle decisioni. (ABILITA’)
Contenuti L'analisi economica del diritto applica strumenti e concetti della microeconomia all’analisi delle norme, delle istituzioni e delle pratiche legali. Un corpo crescente di studi sperimentali effettuati in anni recenti sembra mostrare che i nostri giudizi e i nostri comportamenti di scelta deviano sistematicamente da quelli conformi al modello classico della scelta razionale. Questo corso si propone come un’introduzione all’approccio comportamentale all’analisi economica del diritto. Presenteremo la letteratura recente sui processi decisionali e sulle loro distorsioni in ambito legale. Particolare risalto verrà assegnato ai comportamenti tipici delle parti in un contenzioso ed alla valutazione degli elementi probatori nell'assunzione di decisioni processuali.
Testi di riferimento Indicati durante il corso
Obiettivi formativi Al termine del corso si otterrà una conoscenza aggiornata della ricerca sui processi decisionali e sulle loro distorsioni in ambito legale, con particolare riguardo ai comportamenti delle parti coinvolte in un contenzioso, ai ragionamenti inerenti al valutazione degli elementi probatori, e deile tipiche distorsioni cognitive e deviazioni dalla razionalità on questi settori.
Prerequisiti Inglese elementare.
Metodi didattici Il corso si articola principalmente in lezioni frontali, seguite dalla discussione di argomenti e dei testi precedentemente indicati.
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame orale
Programma esteso 1. Parte generale Il corso prevede una parte generale, che consiste in una breve introduzione all’analisi economica del diritto, una introduzione generale alla teoria della razionalità ed una introduzione alla ricerca sulle distorsioni del giudizio e gli errori sistematici messi in luce a partire del filone di ricerca ‘heuristics and biases’ Si sottolineano le conseguenze dei risultati ottenuti in questo ambito rispetto alla nozione di razionalità, sia dal punto di vista generale, sia dal punto di vista economico. Si introducono i principali biases cognitivi. Successivamente, di introduce la ‘prospect theory’ di Kahneman e Tversky. 2. Parte monografica 1. Il processo (analisi economica standard delle controversie; fattori comportamentali e distorsioni cognitive favorevoli e sfavorevoli alle risoluzioni delle dispute, la relazione avvocato-cliente, il patteggiamento). 1.1. il comportamento delle parti in causa 1.2 L'assunzione di decisioni nel processo (modelli e tipi di ragionamento, euristiche e distorsioni cognitive , tipi di evidenza, effetto priming e pregiudizi, certezza e prevedibilità, decisioni di gruppo, ulteriori considerazioni). 1.3 Evidenza probatoria (tipi di evidenza e biases cognitivi, ruolo degli esperti, la scienza in tribunale, l'onere della prova, considerazioni finali).
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0444 Economic analysis of litigation - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Statistics for economics and program evaluation
Codice GS0448
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum CORSO GENERICO
Responsabile didattico BONDONIO Daniele
Docenti Bondonio Daniele
CFU 12
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 240
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-S/03 - STATISTICA ECONOMICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0448 Statistics for economics and program evaluation - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Metodi statistici per le scelte d’impresa
Codice GS0114
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico BONDONIO Daniele
Docenti Bondonio Daniele
CFU 12
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 240
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-S/03 - STATISTICA ECONOMICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OPZ
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - SP0037 Statistica economica - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento METODI QUANTITATIVI II
Codice P0994
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico CALIMAN TIZIANA
Docenti Caliman Tiziana
CFU 9
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 165
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-S/06 - METODI MATEMATICI DELL'ECONOMIA E DELLE SCIENZE ATTUARIALI E FINANZIARIE
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Lo studente dovrà acquisire la conoscenza degli strumenti tradizionali di ottimizzazione svincolata e vincolata e la capacità di utilizzare tali tecniche per la costruzione di modelli quantitativi utilizzati nella soluzione dei problemi riguardanti le scienze economiche.
Contenuti Ripasso di alcuni prerequisiti in particolare al calcolo differenziale. Integrale indefinito. Integrale definito e teorema fondamentale del calcolo integrale. Applicazioni economiche. Ottimizzazione non vincolata in una variabile. Test di concavità e convessità. Applicazioni economiche. Algebra lineare. Applicazioni economiche. Calcolo differenziale in più variabili. Ottimizzazione vincolata con vincolo di uguaglianza. Applicazioni economiche. Ottimizzazione vincolata con vincolo di disuguaglianza. Applicazioni economiche.
Testi di riferimento F. Privileggi - "Compendio di matematica per l'economia. Un percorso esaustivo ma user-friendly" - Ed. Edizioni Giuridiche Simone - ISBN 978-8824472982 Altri testi di riferimento: L. Blume , C. Simon – “Mathematics for economists” – W.W. Norton & Co Inc. – ISBN 978-0393957334
Obiettivi formativi Introdurre l'ottimizzazione libera e vincolata, in una o più variabili esemplificando con le principali applicazioni economiche.
Prerequisiti Funzioni di una variabile reale. Dominio e codominio di una funzione. Limite di una funzione. Continuità. Derivata e regole di derivazione relative alle funzioni di una variabile.
Metodi didattici Lezioni frontali
Modalità di verifica dell'apprendimento Verso la metà del corso si terrà una prova scritta dal valore di 31 punti, al termine del corso (in coincidenza con il primo appello ufficiale di gennaio) si terrà una seconda prova scritta dal valore di 31 punti. Per entrambe il tempo a disposizione sarà di due ore. Il voto finale sarà la media dei due scritti. Ogni punteggio superiore a 30 verrà convertito in “30 e lode”. Negli appelli successivi vi sarà una sola prova scritta da 31 punti dalla durata di due ore e mezza. Chi avrà conseguito 24 o più, potrà, se vorrà migliorare il voto, accedere a una prova orale facoltativa, nella quale sarà chiamato a rispondere ad alcune domande e a svolgere un paio di esercizi.
Programma esteso Ripasso di alcuni prerequisiti in particolare al calcolo differenziale. Integrale indefinito. Integrale definito e teorema fondamentale del calcolo integrale. Applicazioni economiche. Ottimizzazione non vincolata in una variabile. Test di concavità e convessità. Applicazioni economiche. Algebra lineare. Applicazioni economiche. Calcolo differenziale in più variabili. Ottimizzazione vincolata con vincolo di uguaglianza. Applicazioni economiche. Ottimizzazione vincolata con vincolo di disuguaglianza. Applicazioni economiche.
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0309 METODI QUANTITATIVI II - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Economia e gestione delle imprese
Codice GS0225
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Docenti Fraquelli Giovanni, Abrate Graziano
CFU 12
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Attività formativa integrata
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti Agenda web
GS0226Economia e gestione delle imprese II SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Fraquelli Giovanni
GS0227Strategie di pricing SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Abrate Graziano
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia e gestione delle imprese II
Codice GS0226
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico FRAQUELLI Giovanni
Docenti Fraquelli Giovanni
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento italiano
Risultati di apprendimento attesi Al termine del corso, lo studente sarà in possesso di conoscenze teoriche relative a: - integrazione e ricadute sui costi: economie di scala e di scopo - definizione del concetto di produttività a livello di impresa e metodologie di calcolo della stessa Il percorso richiede agli studenti di sviluppare competenze nei seguenti ambiti: - interpretare informazioni contabili da un punto di vista economico - utilizzare le informazioni contabili, in particolare quelle relative ai costi, per le scelte operative dell'impresa - valutare le performance delle imprese in termini di produttività
Contenuti Il corso prende in esame alcuni strumenti utili all’impresa per coniugare l’attività produttiva e la crescita con le scelte d’investimento industriale. Il primo modulo è mirato all'approfondimento dei costi di gestione nel breve periodo; delle economie di costo connesse ai processi di crescita della scala e produttiva alla diversificazione; ricadute in tema di produttività
Testi di riferimento Giovanni Fraquelli (1997, 2001, 2003), Elementi di Economia Manageriale. Costi, produttività, investimenti, Utet, Torino, par. 1.9, 1.10, 2.3, 2.5, 2.8, 5.3.1, 5.4, 6.2,6.4, 6.5, 7.3, 7.4. Il testo è reperibile in biblioteca. Giovanni Fraquelli. “Impresa, mercato e gestione del valore.” Utet, 2006, Cap. 3, 4. Il testo è reperibile in biblioteca Lucidi esplicativi delle lezioni, Casi di studio e materiale integrativo a cura del docente. Il materiale è reperibile sulla piattaforma DIR (https://www.dir.uniupo.it/) Sarà messo a disposizione materiale didattico equivalente in lingua inglese, a cura del docente
Obiettivi formativi Il corso intende fornire conoscenze relative alla gestione della produzione nel breve termine e al processo di crescita dell’impresa, con riferimento prioritario alle ricadute sull’attività operativa e sulla produttività. Al termine del modulo, lo studente avrà competenze inerenti l’utilizzo dei costi in chiave decisionale
Prerequisiti Assenti
Metodi didattici Organizzazione del corso :Lezioni e Esercitazioni Modalità di erogazione : Tradizionale Si consiglia caldamente la frequenza
Modalità di verifica dell'apprendimento La verifica finale (al temine di ogni modulo) consiste in una prova scritta. L’esame consente di ottenere anche la lode. L’esame scritto si compone di due parti: - la parte teorica, che consente un punteggio massimo di 18 punti, è volta a verificare la comprensione delle tematiche affrontate ed è costituita da 12 domande a risposta chiusa (1.5 punti per ogni risposta esatta, 0 punti in caso di mancata risposta, -0.3 punti in caso di risposta errata). - la parte applicata, che consente un punteggio massimo di 15 punti, mira a verificare la capacità di applicare le conoscenze e trarre conclusioni, attraverso un esercizio suddiviso in tre punti, o tre distinti esercizi. Il voto finale relativo al corso integrato è costituito dalla media semplice dei risultati delle prove relative ai due moduli. Lo studente deve superare entrambe le prove. E' possibile scegliere di sostenere l'esame in lingua inglese.
Programma esteso Il bilancio dell’impresa quale supporto per le informazioni economiche, strutturali e finanziarie La gestione dei costi nel breve termine Le ricadute sui costi della crescita, della diversificazione e dell'integrazione verticale Utilizzo dei costi per le scelte operative di breve termine e nell’ambito delle decisioni di sviluppo dell’attività produttiva. Analisi della produttività a livello di impresa.
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0223 Economia e gestione delle imprese II - ALESSANDRIA
ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0226 Economia e gestione delle imprese II - ALESSANDRIA
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia e gestione delle imprese: Strategie di pricing
Codice GS0227
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico ABRATE Graziano
Docenti Abrate Graziano
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento ITALIANO
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0208 Strategie di pricing - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Behavioral economics and finance
Codice GS0069
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico PONZANO Ferruccio
Docenti Ponzano Ferruccio
CFU 9
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 165
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/01 - ECONOMIA POLITICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento Italiano/inglese
Risultati di apprendimento attesi Fornire una conoscenza approfondita dell'economia in ottica interdisciplinare evidenziandone soprattutto i rapporti con la psicologia
Contenuti 1. Elementi di microeconomia necessari alla comprensione dell’economia comportamentale – la teoria del consumo e della scelta ottima in rischio e incertezza 2. (in inglese) Introduzione all'economia comportamentale. Metodologia. L'economia sperimentale. Altre metodologie di ricerca. 3. (in inglese) Scelte individuali in condizioni di rischio e incertezza. La Teoria dell'Utilità Attesa. L'approccio assiomatico. L'utilità attesa nel triangolo di Machina. I principali paradossi della scelta. Esperimenti e sviluppi teorici nell'ambito dell'utilità non-attesa. 4. (in inglese) Prospect Theory. 5. I principali paradossi della scelta(in inglese) 6. (in inglese) La scelta intertemporale. 7. (in inglese) Elementi di finanza comportamentale.
Testi di riferimento Il materiale didattico verrà distribuito durante il corso Per la prima parte del corso si può far riferimento al manuale "Microeconomia" di Varian edito da Cafoscarina
Obiettivi formativi L'economia comportamentale si propone di estendere il potere esplicativo della teoria economica attraverso l'introduzione di più realistici fondamentali psicologici. Obiettivo del corso è quello di fornire una introduzione all'approccio e ai metodi dell'economia comportamentale, analizzandone i principali contributi e applicazioni, e le nuove tendenze di ricerca. A tal fine risulta necessario esporre i concetti della microeconomia alla base dei fenomeni comportamentali studiati. A compimento del corso gli studenti saranno a conoscenza di alcuni dei principali concetti, strumenti e campi di applicazione dell'economia comportamentale. Attraverso lo studio dei lavori sperimentali saranno in grado di comprendere l'importanza del design di un esperimento come strumento metodologico.
Prerequisiti Conoscenze matematiche di base
Metodi didattici Vi saranno lezioni frontali ed esercitazioni sulla prima parte di teoria microeconomica con lo svolgimento di esercizi, con il supporto di un tutor.
Modalità di verifica dell'apprendimento Una prova scritta sulla parte microeconomica a metà del corso, e una seconda prova scritta alla fine del corso sulla seconda parte
Programma esteso 1. Elementi di microeconomia necessari alla comprensione dell’economia comportamentale – la teoria del consumo e della scelta ottima in rischio e incertezza (la quasi metà del corso). 2. (in inglese) Introduzione all'economia comportamentale. Metodologia. L'economia sperimentale. Altre metodologie di ricerca. 3. (in inglese) Scelte individuali in condizioni di rischio e incertezza. La Teoria dell'Utilità Attesa. L'approccio assiomatico. L'utilità attesa nel triangolo di Machina. I principali paradossi della scelta in rischio: Allais paradox e 'common ratio effect'. Esperimenti e sviluppi teorici nell'ambito dell'utilità non-attesa. 4. (in inglese) Prospect Theory. 5. (in inglese) Tre paradossi della scelta: Preference reversal; Framing effect; Endowment Effect 6. (in inglese) La scelta intertemporale. 7. (in inglese) Elementi di finanza comportamentale.
Stampa
Insegnamento Economia e strategia delle imprese
Codice GS0222
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Docenti Fraquelli Giovanni, Bruno Clementina
CFU 12
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Attività formativa integrata
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti Agenda web
GS0223Economia e gestione delle imprese II SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Fraquelli Giovanni
GS0224Gestione dei progetti di investimento SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Bruno Clementina
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia e strategia delle imprese: Economia e gestione delle imprese II
Codice GS0223
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico FRAQUELLI Giovanni
Docenti Fraquelli Giovanni
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento italiano
Risultati di apprendimento attesi Al termine del corso, lo studente sarà in possesso di conoscenze teoriche relative a: - integrazione e ricadute sui costi: economie di scala e di scopo - definizione del concetto di produttività a livello di impresa e metodologie di calcolo della stessa Il percorso richiede agli studenti di sviluppare competenze nei seguenti ambiti: - interpretare informazioni contabili da un punto di vista economico - utilizzare le informazioni contabili, in particolare quelle relative ai costi, per le scelte operative dell'impresa - valutare le performance delle imprese in termini di produttività
Contenuti Il corso prende in esame alcuni strumenti utili all’impresa per coniugare l’attività produttiva e la crescita con le scelte d’investimento industriale. Il primo modulo è mirato all'approfondimento dei costi di gestione nel breve periodo; delle economie di costo connesse ai processi di crescita della scala e produttiva alla diversificazione; ricadute in tema di produttività
Testi di riferimento Giovanni Fraquelli (1997, 2001, 2003), Elementi di Economia Manageriale. Costi, produttività, investimenti, Utet, Torino, par. 1.9, 1.10, 2.3, 2.5, 2.8, 5.3.1, 5.4, 6.2,6.4, 6.5, 7.3, 7.4. Il testo è reperibile in biblioteca. Giovanni Fraquelli. “Impresa, mercato e gestione del valore.” Utet, 2006, Cap. 3, 4. Il testo è reperibile in biblioteca Lucidi esplicativi delle lezioni, Casi di studio e materiale integrativo a cura del docente. Il materiale è reperibile sulla piattaforma DIR (https://www.dir.uniupo.it/) Sarà messo a disposizione materiale didattico equivalente in lingua inglese, a cura del docente
Obiettivi formativi Il corso intende fornire conoscenze relative alla gestione della produzione nel breve termine e al processo di crescita dell’impresa, con riferimento prioritario alle ricadute sull’attività operativa e sulla produttività. Al termine del modulo, lo studente avrà competenze inerenti l’utilizzo dei costi in chiave decisionale
Prerequisiti Assenti
Metodi didattici Organizzazione del corso :Lezioni e Esercitazioni Modalità di erogazione : Tradizionale Si consiglia caldamente la frequenza
Modalità di verifica dell'apprendimento La verifica finale (al temine di ogni modulo) consiste in una prova scritta. L’esame consente di ottenere anche la lode. L’esame scritto si compone di due parti: - la parte teorica, che consente un punteggio massimo di 18 punti, è volta a verificare la comprensione delle tematiche affrontate ed è costituita da 12 domande a risposta chiusa (1.5 punti per ogni risposta esatta, 0 punti in caso di mancata risposta, -0.3 punti in caso di risposta errata). - la parte applicata, che consente un punteggio massimo di 15 punti, mira a verificare la capacità di applicare le conoscenze e trarre conclusioni, attraverso un esercizio suddiviso in tre punti, o tre distinti esercizi. Il voto finale relativo al corso integrato è costituito dalla media semplice dei risultati delle prove relative ai due moduli. Lo studente deve superare entrambe le prove. E' possibile scegliere di sostenere l'esame in lingua inglese.
Programma esteso Il bilancio dell’impresa quale supporto per le informazioni economiche, strutturali e finanziarie La gestione dei costi nel breve termine Le ricadute sui costi della crescita, della diversificazione e dell'integrazione verticale Utilizzo dei costi per le scelte operative di breve termine e nell’ambito delle decisioni di sviluppo dell’attività produttiva. Analisi della produttività a livello di impresa.
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0226 Economia e gestione delle imprese II - ALESSANDRIA
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia e strategia delle imprese: Gestione dei progetti di investimento
Codice GS0224
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico BRUNO CLEMENTINA
Docenti Bruno Clementina
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/08 - ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento Italiano
Risultati di apprendimento attesi Al termine del corso, lo studente sarà in possesso di conoscenze teoriche relative a: - utilità delle informazioni contabili da un punto di vista finanziario - definizioni, analogie e differenze tra le principali tecniche di capital budegeting - metodi per la determinazione del costo del capitale Il percorso richiede agli studenti di sviluppare competenze nei seguenti ambiti: - interpretare informazioni contabili da un punto di vista finanziario - valutare in un'ottica finanziaria scelte di investimento industriale sulla base di tecniche di capital budgeting - comprendere e interpretare le informazioni rilevanti per la determinazione del costo del capitale
Contenuti Il corso si propone di introdurre alcuni strumenti utili a supporto delle scelte di crescita delle imprese, in un'ottica basata sulla valutazione degli investimenti industriali. In particolare, il concetto di flussi finanziari verrà introdotto partendo dai documenti contabili ed evolvendo verso una prospettiva finanziaria. Questi concetti, inizialmente sviluppati a livello di impresa, verranno successivamente utilizzati a supporto della valutazione di specifici investimenti industriali basata su logiche finanziarie. Il corso si concluderà con un'introduzione alla determinazione del costo del capitale.
Testi di riferimento Erbetta F. Fraquelli G., Finanza aziendale- Strumenti per le scelte di investimento, CEA, 2007, Cap. 1,2,3,5. Costituisce parte integrante del programma tutto il materiale (slides, esercitazioni, eventuali approfondimenti) messo a disposizione sulla pagina D.I.R. del corso Sarà messo a disposizione materiale didattico equivalente, in lingua inglese, a cura del docente.
Obiettivi formativi Il corso vuole fornire strumenti utili a supporto, nell'ambito di impresa, nella valutazione della convenienza delle scelte di investimento. In particolare, il corso vuole mettere lo studente in condizione di interpretare dati contabili in una prospettiva finanziaria, applicare di tecniche di capital budgeting per la valutazione di investimenti specifici, sapendo gestire a livello base il problema della determinazione del costo del capitale.
Prerequisiti Nessuno
Metodi didattici Lezioni frontali ed esercizi
Altre informazioni Nessuna
Modalità di verifica dell'apprendimento L’esame è scritto e consente di ottenere anche la lode. L’esame scritto si compone di due parti: - la parte teorica, che consente un punteggio massimo di 18 punti, è volta a verificare la comprensione delle tematiche affrontate ed è costituita da 12 domande a risposta chiusa (1.5 punti per ogni risposta esatta, 0 punti in caso di mancata risposta, -0.3 punti in caso di risposta errata). - la parte applicata, che consente un punteggio massimo di 15 punti, mira a verificare la capacità di applicare le conoscenze e trarre conclusioni, attraverso un esercizio suddiviso in tre punti, o tre distinti esercizi. Il voto finale relativo al corso integrato è costituito dalla media semplice dei risultati delle prove relative ai due moduli. Lo studente deve superare entrambe le prove. E' possibile scegliere di sostenere l'esame in lingua inglese.
Programma esteso Quale contenuto del modulo in oggetto, si propone, dopo un adeguato richiamo delle principali grandezze economico-finanziarie, di approfondire l’analisi dei flussi di cassa e delle tecniche di capital budgeting. Argomenti: - I flussi finanziari: stato patrimoniale, conto economico, funds flow statement, cash flow statement; - Tecniche di valutazione dei progetti di investimento industriali: * Il concetto di attualizzazione: significato del valore attuale e relazione tra rendimento e rischio * I flussi di cassa di progetto * Metodo del valore attuale netto (VAN) * Indice di profittabilità (IP) * Tasso interno di rendimento (TIR) * Periodo di recupero (Pay-back period) - introduzione alla determinazione del costo del capitale e relazione con il valore dei progetti
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0224 Gestione dei progetti di investimento - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Economia pubblica
Codice GS0360
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Docenti Marchese Carla, Vecco Marilena
CFU 12
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE
Tipo di insegnamento Attività formativa integrata
Fruizione insegnamento OPZ
Anno 1
Periodo Annuale
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti Agenda web
GS0361Economia pubblica modulo I SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE Marchese Carla
GS0362Economia pubblica modulo II SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE Vecco Marilena
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia pubblica modulo I
Codice GS0361
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Docenti Marchese Carla
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OPZ
Anno 1
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Capacità di comprendere le problematiche economiche dei servizi di pubblica utilità e di valutare l'efficienza e l'efficacia di interventi di regolamentazione.
Contenuti La regolamentazione e le problematiche economiche dei servizi di pubblica utilità
Testi di riferimento Dispense rese disponibili sul sito web del materiale didattico e capitoli 7 e 8 del volume "Intermediate Public Economics" di J. Hindricks e G. D. Myles, MIT Press, 2006
Obiettivi formativi Comprendere le problematiche economiche del monopolio naturale, della discriminazione dei prezzi, della regolamentazione tradizionale e di quella basata su incentivi
Prerequisiti Nessuno
Metodi didattici Lezioni frontali, esercitazioni, esame di casi
Altre informazioni Disponibili sul sito del corso
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame scritto, comprensivo di esercizi e domande discorsive, da completare in due ore.
Programma esteso Monopolio naturale, discriminazione dei prezzi, prezzi pubblici ottimali, regolamentazione, regolamentazione per incentivi, esternalità
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0105 Economia pubblica - ALESSANDRIA
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia pubblica modulo II
Codice GS0362
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico VECCO MARILENA
Docenti Vecco Marilena
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 129
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OPZ
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuato da ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0365 Business and public policy modulo II - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Business economics and public policy
Codice GS0363
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Docenti Zanola Roberto, Vecco Marilena
CFU 12
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE
Tipo di insegnamento Attività formativa integrata
Fruizione insegnamento OPZ
Anno 1
Periodo Annuale
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti Agenda web
GS0364Business and public policy modulo I SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE Zanola Roberto
GS0365Business and public policy modulo II SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE Vecco Marilena
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Business economics and public policy: Business and public policy modulo I
Codice GS0364
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico ZANOLA Roberto
Docenti Zanola Roberto
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OPZ
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Sviluppare una capacità di comprendere i problemi reali dell'economia legati ai temi delle imposte (riduzione analfabetismo funzionale).
Contenuti Il corso copre la parte tradizionalmente dedicata all'analisi economica dei tributi in un corso di Economia pubblica
Testi di riferimento Longobardi, E. (2009), Economia tributaria, seconda edizione, McGraw-Hill
Obiettivi formativi Il corso è costruito per fornire una conoscenza di base dei concetti e dei metodi per l'analisi dell'economia dei tributi, oltre all'analisi delle conseguenze economiche della tassazione.
Prerequisiti Economia
Metodi didattici Costruzione delle lezioni in due parti: Elementi di teoria: una descrizione della teoria dei tributi. Non saranno analizzati i singoli tributi dal punto di vista ‘operativo’, ma si cercherà di cogliere gli elementi di analisi economica alla base dei singoli tributi. Esercizi: la seconda parte della lezione sarà dedicata allo svolgimento in aula di esercizi (funzionali all’apprendimento e all’esame)
Modalità di verifica dell'apprendimento L’esame è in forma scritta: 5 domande risposta multipla (10 punti) 3 domande di teoria (12 punti) 2 esercizi (8 punti) E’ possibile sostenere l’orale: 3 domande con punteggio assoluto +/- 1 (NON è previsto punteggio 0)
Programma esteso Principi di distribuzione (cap.1) Imposte e criteri internazionali (cap.3-4) Incidenza imposte (cap. 6) Imposte distorsive: mercato dei prodotti (cap.7) Imposte distorsive: mercato del lavoro (cap.8) Imposte distorsive: mercato del capitale (cap.9) Progressività: forme (cap.11) Progressività: misurazione (cap.12) Trattamento redditi familiari (cap.13) Imposta personale sul reddito complessivo (cap.14-15) Imposta Valore Aggiunto (cap.18)
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Business economics and public policy: Business and public policy modulo II
Codice GS0365
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum MANAGEMENT
Responsabile didattico VECCO MARILENA
Docenti Vecco Marilena
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OPZ
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0362 Economia pubblica modulo II - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento MICROECONOMIA II
Codice P1014
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico PAVESE Piermassimo
Docenti Robbiano Simone, Pavese Piermassimo
CFU 9
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 165
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/01 - ECONOMIA POLITICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi  Conoscenza e comprensione: gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione dei principali meccanismi di scelta economica degli agenti (consumatori, imprese, Stato).  Capacità di applicare conoscenza e comprensione: gli studenti devono essere in grado di applicare le conoscenze acquisite per comprendere e risolvere problemi riferiti a: - decisioni di spesa dei consumatori e di produzione delle imprese; - usare domanda e offerta per determinare cambiamenti nell'equilibrio di mercato e prendere decisioni usando l'analisi marginalista nonché il concetto di costo opportunità; - formazione del prezzo nelle diverse tipologie di mercato; - conseguenze sul benessere della collettività di diverse tipologie di mercato; - comprendere le implicazioni per il comportamento delle imprese riguardo le diverse forme di mercato.  Autonomia di giudizio: gli studenti devono saper utilizzare sul piano concettuale le conoscenze acquisite per valutare semplici casi applicati.  Abilità comunicative: gli studenti devono acquisire il linguaggio tecnico tipico della microeconomia per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità i concetti appresi.  Capacità di apprendimento: gli studenti devono sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di approfondire in modo autonomo le conoscenze apprese.
Contenuti Il corso si compone di una prima parte nella quale si intende riprendere gli elementi basilari atti alla comprensione del funzionamento del sistema economico. Sarà dedicata particolare attenzione allo studio del comportamento dei soggetti economici (consumatori e imprese) e all’analisi del ruolo del mercato nel processo di allocazione delle risorse, alle diverse tipologie di forme di mercato. Questa prima parte comprenderà la formulazione matematica dei concetti trattati nonché una parte applicativa consistente in diverse esercitazioni guidate. La seconda parte comprenderà approfondimenti e complementi di teoria dei giochi, esternalità, beni pubblici e alcuni cenni di economia comportamentale.
Testi di riferimento “Microeconomia” di R. Frank e E. Cartwright; Mc Graw Hill; VII ed. e successive
Obiettivi formativi Il corso intende fornire una preparazione intermedia per la comprensione del funzionamento del sistema economico, anche mediante una più completa formalizzazione matematica. Gli studenti devono acquisire adeguate conoscenze e un'efficace capacità di comprensione dei principali meccanismi di scelta economica degli agenti (consumatori, imprese, Stato).
Prerequisiti Si presuppongono acquisite conoscenze di base in ambito microeconomico, nonché conoscenze matematiche e metodi quantitativi basilari per l'economia.
Metodi didattici Tutte le lezioni si svolgeranno in presenza per gli studenti che abbiano prenotato il posto in aula (salvo diversa indicazione sulla base dell’andamento epidemiologico): inoltre, la lezione sarà trasmessa in diretta su canale Zoom di riferimento, accessibile dalla pagina DIR. Tutte le lezioni saranno infine registrate e caricate sulla piattaforma DIR come risorsa video.
Altre informazioni Ricevimento su appuntamento da concordare via mail
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame scritto.
Programma esteso 1. PRIMA PARTE  Introduzione al corso, analisi costi/benefici, costi opportunità, sunk costs.  Teoria del consumo, vincolo di bilancio, preferenze del consumatore, utilità, scelta ottima, domanda, surplus del consumatore, elasticità, domanda individuale e di mercato, offerta, domanda di mercato ed equilibrio, interventi dello Stato.  Teoria della produzione, tecnologia, massimizzazione del profitto.  Teoria dei costi, minimizzazione dei costi, curve di costo, offerta dell’impresa, offerta dell’industria.  Concorrenza perfetta.  Monopolio e concorrenza monopolistica. 2. SECONDA PARTE  Teoria dei giochi e teoria dell’Oligopolio.  Esternalità e beni pubblici.  Equilibrio economico generale.  Economia Comportamentale.  Assenza di mercato; informazione asimmetrica (selezione avversa e azzardo morale). 3. ESERCIZI PRATICI  Durante le lezioni verranno svolte diverse esercitazioni guidate atte alla comprensione dei concetti teorici, nonché preparatorie allo svolgimento della prova scritta
Stampa
Insegnamento HISTORY OF EUROPEAN INSTITUTIONS AND LAW
Codice GS0295
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico AIMERITO Francesco
Docenti Aimerito Francesco, Guigue Alexandre
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/12 - STORIA ECONOMICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi Accresimento della conoscenza delle radici storiche del diritto europeo
Contenuti Il diritto e le istituzioni in Europa dall'inizio del Medio Evo sino all'età contemporanea
Testi di riferimento Antonio Padoa-Schioppa , A History of Law in Europe, Cambridge University Press 2017
Obiettivi formativi Progresso nella comprensione della dimensione storica del diritto. Acquisizione degli elmenti fondamentali dello sviluppo storico del dirito in Italia e in Europa.
Prerequisiti Una buona conoscenza della storia risulterà di grande utilità ai fini dell'apprendimento
Metodi didattici didattica frontale, colloqui, esercitazioni, tests
Modalità di verifica dell'apprendimento L'insegnamento seguirà, in progressione cronologica ed a livello istituzionale, gli sviluppi degli ordinamenti giuridici europei dal Medioevo all'EtàContemporanea, con particolare attenzione alla realtà italiana. Eventuali attività seminariali saranno comunicate al principio del corso.
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0295 HISTORY OF EUROPEAN INSTITUTIONS AND LAW - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento METODI QUANTITATIVI II
Codice GS0309
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico CALIMAN TIZIANA
Docenti Caliman Tiziana
CFU 9
Ore di lezione 60
Ore di studio individuale 165
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-S/06 - METODI MATEMATICI DELL'ECONOMIA E DELLE SCIENZE ATTUARIALI E FINANZIARIE
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Lo studente dovrà acquisire la conoscenza degli strumenti tradizionali di ottimizzazione svincolata e vincolata e la capacità di utilizzare tali tecniche per la costruzione di modelli quantitativi utilizzati nella soluzione dei problemi riguardanti le scienze economiche.
Contenuti Ripasso di alcuni prerequisiti in particolare al calcolo differenziale. Integrale indefinito. Integrale definito e teorema fondamentale del calcolo integrale. Applicazioni economiche. Ottimizzazione non vincolata in una variabile. Test di concavità e convessità. Applicazioni economiche. Algebra lineare. Applicazioni economiche. Calcolo differenziale in più variabili. Ottimizzazione vincolata con vincolo di uguaglianza. Applicazioni economiche. Ottimizzazione vincolata con vincolo di disuguaglianza. Applicazioni economiche.
Testi di riferimento F. Privileggi - "Compendio di matematica per l'economia. Un percorso esaustivo ma user-friendly" - Ed. Edizioni Giuridiche Simone - ISBN 978-8824472982 Altri testi di riferimento: L. Blume , C. Simon – “Mathematics for economists” – W.W. Norton & Co Inc. – ISBN 978-0393957334
Obiettivi formativi Introdurre l'ottimizzazione libera e vincolata, in una o più variabili esemplificando con le principali applicazioni economiche.
Prerequisiti Funzioni di una variabile reale. Dominio e codominio di una funzione. Limite di una funzione. Continuità. Derivata e regole di derivazione relative alle funzioni di una variabile.
Metodi didattici Lezioni frontali
Modalità di verifica dell'apprendimento Verso la metà del corso si terrà una prova scritta dal valore di 31 punti, al termine del corso (in coincidenza con il primo appello ufficiale di gennaio) si terrà una seconda prova scritta dal valore di 31 punti. Per entrambe il tempo a disposizione sarà di due ore. Il voto finale sarà la media dei due scritti. Ogni punteggio superiore a 30 verrà convertito in “30 e lode”. Negli appelli successivi vi sarà una sola prova scritta da 31 punti dalla durata di due ore e mezza. Chi avrà conseguito 24 o più, potrà, se vorrà migliorare il voto, accedere a una prova orale facoltativa, nella quale sarà chiamato a rispondere ad alcune domande e a svolgere un paio di esercizi.
Programma esteso Ripasso di alcuni prerequisiti in particolare al calcolo differenziale. Integrale indefinito. Integrale definito e teorema fondamentale del calcolo integrale. Applicazioni economiche. Ottimizzazione non vincolata in una variabile. Test di concavità e convessità. Applicazioni economiche. Algebra lineare. Applicazioni economiche. Calcolo differenziale in più variabili. Ottimizzazione vincolata con vincolo di uguaglianza. Applicazioni economiche. Ottimizzazione vincolata con vincolo di disuguaglianza. Applicazioni economiche.
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - P0994 METODI QUANTITATIVI II - ALESSANDRIA
Stampa
Insegnamento Individual and organizational decision-making
Codice GS0551
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico RIZZELLO Salvatore
Docenti Rizzello Salvatore, Benzi Margherita
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/01 - ECONOMIA POLITICA
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi CONOSCENZE Il corso fornirà agli studenti conoscenze aggiornate sulla teoria della scelta razionale, sui principali paradossi legati alla razionalità classica, sull'approccio comportamentale all'economia, sulla dibattito intorno al "paternalismo libertario". COMPETENZE Al termine del corso gli studenti saranno capaci di - leggere la letteratura corrente su: modelli di razionalità economica, analisi delle decisioni, heuristics and biases, nudging - formulare e risolvere problemi decisionali - riconoscere le distorsioni nel ragionamento e nei processi decisionali - analizzare le proprie intuizioni in materia di scelte, probabilità, attribuzioni di nessi causali ABILITA’ TRASVERSALI ACQUISIBILI - miglioramento delle capacità di comunicazione in inglese - miglioramento del pensiero critico - conoscenza della terminologia internazionale - capacità di evitare alcuni dei più comuni errori nella decisione e nel ragionamento
Contenuti La prima parte del corso esaminerà la questione principale relativa al processo decisionale delle persone e delle organizzazioni. In questo contesto, il principale riferimento sarà fornito dagli strumenti e dalla metodologia utilizzati dalla teoria economica, riguardanti la scelta degli individui e delle imprese. Inoltre il corso cercherà di dare una panoramica sul complesso di funzionalità che interessano il processo decisionale, incluse le questioni psicologiche, le interfacce esterne e così via. La seconda parte del corso si concentrerà così sull'approccio comportamentale declinato in ambito economico e finanziario, con particolare attenzione alla metodologia sperimentale. Si introdurrà il modello base della scelta in condizioni di rischio e incertezza e le sue violazioni, e si discuteranno i principali paradossi della scelta razionale.
Testi di riferimento Thaler, R.H., Sunstein, C.R. (2008). Nudge: Improving Decisions about Health, Wealth, and Happiness. Yale University Press. Kahneman, Thinking fast e slow, capp 1-18, 25-26,. Hoffrage, U., & Reimer, T. (2004). Models of bounded rationality: The approach of fast and frugal heuristics. Management Revue, 437-459. o, in alternativa: Gigerenzer, Gerd. Rationality for mortals: How people cope with uncertainty. Oxford University Press, 2008, chapter 1”Bounded and Rational”, pp.3-19,caricato su DIR(consigliato)
Obiettivi formativi Alla fine del corso, gli studenti avranno una conoscenza di base della teoria delle decisioni e del dibattito corrente sulla razionallità economica, sulle euristiche e le distorsioni cognitive, sui i principali paradossi legati alla teoria della scelta razionale. Saranno inoltre consapevoli dei principali bias cognitivi che influenzano i nostri ragionamenti e le nostre scelte e saranno in grado di valutare diversi approcci alla riduzione dei 'danni' legati ai limiti della nostra razionalità.
Prerequisiti Conoscenza elementare della lingua inglese.
Metodi didattici Lezioni frontali. La discussione in classe ed eventuali presentazioni da parte degli studenti sono benvenute. La frequenza non è obbligatoria, ma vivamente consigliata.
Altre informazioni Si raccomanda di consultare frequentemente il sito DIR del corso.
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame scritto con test a risposta multipla (dieci domande). La partecipazione attiva alle lezioni, per coloro che possono frequentare, comporterà l'aggiunta di uno o due punti al voto della prova scritta.
Programma esteso Dopo avere ricordato gli elementi fondamentali della teoria della scelta, sia individuali, sia collettive, il corso approfondirà una serie di elementi che influenzano il processo decisionale, comprese le interferenze esterne, gli aspetti psicologici, e così via. Ci si concentrerà sull'approccio comportamentale all'economia e alla finanza, con particolare attenzione per la metodologia sperimentale. Il corso presenterà il modello fondamentale della scelta in condizioni di rischio e di incertezza e le sue molteplici violazioni. Saranno discussi i principali paradossi della scelta razionale. Un'ampia parte del corso verterà sulla ricerca nel campo delle euristiche e dei principali bias cognitivi, sulla prospect theory di Kahneman e Tversky, e su approcci alternativi a quello mainstream quale quella di G. Gigerenzer. Si esamineranno varie posizioni relative alle possibili "correzioni" della irrazionalità delle scelte, dedicando particolare attenzione al "nudging" ed al paternalismo libertario.
Stampa
Insegnamento Economia pubblica e scelte collettive
Codice GS0118
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Docenti Marchese Carla, Piacenza Massimiliano
CFU 12
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE
Tipo di insegnamento Attività formativa integrata
Fruizione insegnamento OPZ
Anno 1
Periodo Annuale
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Moduli
Codice Insegnamento Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Docenti Agenda web
GS0105Economia pubblica SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE Marchese Carla
GS0119Scelte collettive SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE Piacenza Massimiliano
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia pubblica e scelte collettive: Economia pubblica
Codice GS0105
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Docenti Marchese Carla
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OPZ
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Capacità di comprendere le problematiche economiche dei servizi di pubblica utilità e di valutare l'efficienza e l'efficacia di interventi di regolamentazione.
Contenuti La regolamentazione e le problematiche economiche dei servizi di pubblica utilità
Testi di riferimento Dispense rese disponibili sul sito web del materiale didattico e capitoli 7 e 8 del volume "Intermediate Public Economics" di J. Hindricks e G. D. Myles, MIT Press, 2006
Obiettivi formativi Comprendere le problematiche economiche del monopolio naturale, della discriminazione dei prezzi, della regolamentazione tradizionale e di quella basata su incentivi
Prerequisiti Nessuno
Metodi didattici Lezioni frontali, esercitazioni, esame di casi
Altre informazioni Disponibili sul sito del corso
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame scritto, comprensivo di esercizi e domande discorsive, da completare in due ore.
Programma esteso Monopolio naturale, discriminazione dei prezzi, prezzi pubblici ottimali, regolamentazione, regolamentazione per incentivi, esternalità
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0361 Economia pubblica modulo I - ALESSANDRIA
Mostra scheda insegnamento padre
Stampa
Insegnamento Economia pubblica e scelte collettive: Scelte collettive
Codice GS0119
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Docenti Piacenza Massimiliano
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/03 - SCIENZA DELLE FINANZE
Tipo di insegnamento Modulo di sola Frequenza
Fruizione insegnamento OPZ
Categoria insegnamento B
Anno 1
Periodo Primo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione G
Lingua insegnamento ITALIANO
Risultati di apprendimento attesi Essere in grado di applicare le teorie sviluppate dalla moderna economia pubblica per comprendere i problemi nella formazione delle scelte collettive nel mondo reale.
Contenuti Il corso introduce gli studenti all’analisi delle istituzioni pubbliche e del loro funzionamento all’interno dei sistemi economici di mercato, attraverso l’applicazione di strumenti analitici sviluppati dalla microeconomia (quali la teoria dei contratti e la teoria dei giochi). Saranno analizzate le tematiche relative agli obiettivi e all’organizzazione delle diverse tipologie di istituzioni pubbliche. In particolare, la discussione verterà sui principali aspetti critici delle scelte collettive (meccanismi di voto, attività di lobbying, relazioni tra livelli di governo).
Testi di riferimento HINDRIKS J., MYLES G.D., Intermediate Public Economics, MIT Press, 2013. Le parti dei libri di testo da studiare e le ulteriori indicazioni bibliografiche verranno comunicate a lezione. Il materiale didattico utilizzato a lezione sarà reso disponibile sul sito DIR del corso.
Obiettivi formativi 1) Conoscenza e capacità di comprensione: - conoscere istituzioni pubbliche alternative 2) Capacità di applicare conoscenza e comprensione: - applicare la moderna teoria microeconomica per studiare le scelte di vari tipi di istituzioni pubbliche 3) Autonomia di giudizio: - capire l'impatto delle scelte di diverse istituzioni pubbliche sulla crescita di lungo periodo di un paese 4) Capacità di apprendimento: - conoscere la letteratura rilevante sull'analisi economica delle istituzioni pubbliche - conoscere l'evidenza empirica rilevante sulle scelte collettive ed utilizzare questa evidenza per discriminare fra teorie alternative
Prerequisiti Conoscenze di base di Microeconomia ed Economia Pubblica.
Metodi didattici Lezioni frontali con frequenti interazioni tra docente e studenti.
Modalità di verifica dell'apprendimento L'esame è scritto e consta di una prima parte con 5 domande a scelta multipla e di una seconda parte con domande aperte di carattere teorico e/o applicato. La durata della prova è di 1 ora. Il numero massimo di prove che possono essere sostenute in un anno accademico è pari a tre.
Programma esteso - Fatti stilizzati sulle attività e le dimensioni del settore pubblico - Teorie sulla crescita del settore pubblico - Teorie sui fallimenti del settore pubblico - Scelte collettive e meccanismi di voto - Comportamenti rent-seeking e ruolo delle lobby - Livelli di governo e teorie sul federalismo fiscale
Stampa
Insegnamento Banking and insurance
Codice GS0629
Anno Accademico 2020/2021
Anno regolamento 2020/2021
Corso di studio ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI
Curriculum ECONOMIA
Responsabile didattico CAPIZZI Vincenzo
Docenti Valletta Mario, Capizzi Vincenzo
CFU 6
Ore di lezione 30
Ore di studio individuale 120
Settore Scientifico Disciplinare (SSD) SECS-P/11 - ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI
Tipo di insegnamento Attività formativa monodisciplinare
Fruizione insegnamento OBB
Anno 1
Periodo Secondo Semestre
Sede ALESSANDRIA
Tipo di valutazione V
Lingua insegnamento INGLESE
Risultati di apprendimento attesi Mediante una prova scritta, si chiede allo studente di dimostrare di: CONOSCENZE: - Conoscere gli elementi costitutivi del sistema finanziario (regolamentazione, strumenti, intermediari e mercati finanziari), le sue funzioni ed i relativi meccanismi di funzionamento; - conoscere le caratteristiche fondamentali del “meccanismo” dell’assicurazione e le caratteristiche distintive dei principali contratti di assicurazione (vita e non vita); - conoscere le logiche sottostanti alla definizione dei premi assicurativi e alla costruzione delle riserve tecniche. - conoscere le caratteristiche del modello di economicità delle imprese di assicurazione. COMPETENZE: - saper selezionare e valutare su base comparativa gli strumenti finanziari più adatti al soddisfacimento di uno specifico bisogno finanziario; - saper individuare l'intermediario finanziario o il segmento del mercato dei capitali cui accedere in relazione a una data esigenza finanziaria; - saper interpretare le caratteristiche tecniche ed economiche dei principali prodotti assicurativi dal punto di vista del contraente; - saper analizzare e valutare i principali margini gestionali delle imprese di assicurazione (rami vita e rami non vita). ABILITÀ TRASVERSALI: - saper stabilire le connessioni tra argomenti trattati in capitoli diversi del programma; - saper presentare un insieme chiaro e ben strutturato di considerazioni pertinenti alle differenti problematiche di gestione delle banche e delle imprese di assicurazione; - conoscere la terminologia domestica e internazionale comunemente adottata dai professionisti del settore bancario e assicurativo; - essere in grado di leggere, comprendere e commentare materiale tecnico tratto da libri, manuali o altra fonte.
Contenuti L’insegnamento è organizzato in due parti, dedicate rispettivamente all’attività bancaria e a quella assicurativa, ciascuna delle quali comprende 15 ore di didattica frontale. La prima parte del Corso, dedicata all’attività bancaria, è finalizzata a fornire agli studenti le conoscenze necessarie per comprendere la natura e la struttura di un sistema finanziario, così da consentire di individuare in modo approfondito 1) i bisogni finanziari e le opzioni di finanziamento disponibili per le imprese, e 2) le caratteristiche di funzionamento delle banche e delle altre tipologie di intermediari finanziari. Verranno altresì approfondite le metodologie di valutazione e pricing del merito creditizio adottate dalle banche e le relative basi informative a tal fine necessarie. Infine, si prenderanno in considerazione le differenti politiche di finanziamento caratterizzanti le grandi aziende e le PMI. La seconda parte del Corso, dedicata all’Assicurazione, fornisce innanzi tutto agli studenti agli studenti le conoscenze necessarie per comprendere le caratteristiche del meccanismo assicurativo quale tecnica di gestione dei rischi puri e le funzioni svolte dalle imprese di assicurazione nel sistema finanziario. Esso si prefigge inoltre di sviluppare la conoscenza delle caratteristiche tecniche ed economiche dei contratti di assicurazione, sia nei rami vita sia nei rami danni. Infine, sono spiegati i principali indicatori correntemente utilizzati per la valutazione della performance economica delle imprese di assicurazione.
Testi di riferimento Il materiale didattico comprende set di slide e altri documenti (articoli, working papers, report o altro materiale librario di consultazione) che sono resi disponibili nella pagina del Corso nella piattaforma DIR, all’indirizzo: https://www.dir.uniupo.it/course/view.php?id=12185 . L’accesso alla pagina richiede una password da richiedere ai docenti (vincenzo.capizzi@uniupo.it oppure mario.valletta@uniupo.it).
Obiettivi formativi 1. Conoscenza e capacità di comprensione. L’insegnamento si propone di fornire le conoscenze necessarie per comprendere: a) natura, struttura e finalità del sistema finanziario; b) tipologie, caratteristiche e operatività degli intermediari finanziari; c) principi di gestione bancaria; d) strategie e politiche di finanziamento delle imprese; e) le diverse modalità di gestione dei rischi puri e le caratteristiche del “meccanismo assicurativo”; f) le caratteristiche tecnico-economiche dei contratti assicurativi; g) le condizioni di equilibrio della gestione delle imprese di assicurazione. 2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione. La capacità di applicare le conoscenze acquisite per analizzare e valutare: a) la scelta dell’intermediario finanziario in relazione alla specificità dei bisogni finanziari; b) la derivazione e correttezza del pricing dei contratti di finanziamento; c) le caratteristiche e la specifica utilità di diversi tipi di prodotti assicurativi, le condizioni di equilibrio gestionale delle imprese di assicurazione. 3. Autonomia di giudizio. La capacità critica per: a) la scelta della modalità di copertura di un bisogno di finanziamento; b) scegliere il prodotto (o servizio) più adatto per soddisfare determinati bisogni assicurativo e per valutarne i rischi. 4. Abilità comunicative. L’insegnamento è anche mirato all’acquisizione del linguaggio tecnico utilizzato negli ambiti professionali in oggetto. La conoscenza delle principali fonti informative e di documentazione renderanno gli studenti in grado di supportare al meglio le proprie argomentazioni. 5. Capacità di apprendimento. Gli studenti impareranno a conoscere le principali fonti informative e bibliografiche, i principali siti web e i principali database pubblicamente disponibili. Essi svilupperanno la capacità di interpretare gli aspetti tecnici dei problemi di natura bancaria e assicurativa e di individuare gli strumenti più opportuni per la risoluzione degli stessi.
Prerequisiti Non previsti.
Metodi didattici 1. Acquisizione delle conoscenze: mediante lo svolgimento di lezioni frontali e lo studio autonomo da parte degli studenti sulla base del materiale didattico previsto dal corso. 2. Acquisizione della capacità di applicare le conoscenze: mediante lo svolgimento di esercitazioni da parte del docente durante il corso e l’autonomo svolgimento da parte degli studenti di esercizi tratti dalle precedenti prove d’esame rese disponibili dal docente sulla pagina web del corso. 3. Acquisizione dell’autonomia di giudizio: durante il corso gli studenti saranno stimolati a valutare autonomamente casi rilevanti, eventualmente anche tramite assignment su temi di attualità e relative presentazioni. 4. Acquisizione del linguaggio tecnico: durante l’insegnamento sarà illustrato il significato dei termini comunemente usati da parte degli operatori professionali. 5. Acquisizione delle capacità di apprendimento: per ogni argomento si partirà dalla descrizione del problema da risolvere, dei rischi da valutare e da gestire, e si analizzeranno criticamente le diverse possibili soluzioni.
Altre informazioni Si consiglia di consultare la pagina dell’Insegnamento su DIR (https://www.dir.uniupo.it/course/view.php?id=12185).
Modalità di verifica dell'apprendimento Una prova scritta obbligatoria della durata di sessanta minuti, comprendente sei domande, che potrà richiedere lo svolgimento di esercizi e applicazioni numeriche, in coerenza con i contenuti dell’insegnamento. Nel periodo di svolgimento dell’insegnamento, è prevista una prova scritta intermedia. 1. Conoscenza e capacità di comprensione: mediante domande a risposta aperta. 2. Capacità di applicare conoscenza e comprensione: mediante esercizi. 3. Autonomia di giudizio: mediante domande a risposta aperta. 4. Abilità comunicative: mediante domande a risposta aperta. 5. Capacità di apprendimento: la capacità di apprendimento potrà essere valutata mediante il sostenimento di una prova intermedia durante il corso.
Programma esteso BANKING (15 ore di didattica frontale) 1. L’architettura del Sistema finanziario − La struttura del Sistema finanziario − Pilastri e funzioni del Sistema finanziario − Tipologia di intermediari finanziari: banche e intermediari non bancari − Il ruolo della banca commerciale nel sistema finanziario − Circuiti diretti e indiretti di allocazione delle risorse 2. Gli intermediary finanziari: tipologie, funzioni, operatività: − Gli intermediari creditizi − Gli intermediari mobiliari − Fondi comuni di investimento e società di gestione del risparmio − Business angels altri tipi di investitori nel capitale di rischio − Merchant & Investment Banks 3. Principi di gestione bancaria − L’attività bancaria: principali aree di business − La gestione degli intermediari finanziari − L’equilibrio economico-finanziario degli intermediari finanziari − L’analisi della redditività e la scomposizione del ROE delle banche − L’identificazione e la gestione dei rischi bancari 4. L’attività di finanziamento alle imprese − La comprensione dei contratti finanziari − Il ruolo di collateral, covenant e garanzie − Disegnare strumenti finanziari innovativi − La relazione creditizia banca-impresa − Disegnare strategie e politiche di finanziamento sostenibili − La scelta degli strumenti finanziari secondo una prospettiva basata sul ciclo di vita delle imprese 5. La misurazione e gestione del rischio di credito − Il processo di concessione del credito − Misurare il merito creditizio − Le fonti informative per l’analisi di fido − La gestione del rischio di credito della banca a livello di portafoglio − La stima della probabilità di default e della Perdita attesa − I modelli delle agenzie di rating e la loro performance INSURANCE (15 ore di didattica frontale) 1. Il rischio e l’assicurazione − Il contratto assicurativo e I soggetti coinvolti − Tipi di eventi assicurabili: assicurazione vita vs. assicurazione danni − Il concetto di rischio e la sua relazione con l’incertezza − Classificazioni del rischio − Metodi di frontaggiamento del rischio 2. Il meccanismo assicurativo − Trasferimento e riduzione del rischio tramite pooling − Teoria della probabilità e legge dei grandi numeri − Le caratteristiche ideali dei rischi assicurabili − Le component del premio di tariffa − Coassicurazone e riassicurazione 3. L’assicurazione vita − Tipi di contratti assicurativi − Il calcolo del premio − Le reserve tecniche − Esempi di polizze 4. L’assicurazione contro danni − Tipi di contratti assicurativi − Il calcolo del premio − Le reserve tecniche − Esempi di polizze 5. Le imprese di assicurazione − Le funzioni svolte − La struttura tipica del conto economico e dello ststo patrimoniale − I principali indicatori di performance economica − Cenni al quadro regolamentare
Insegnamento mutuante in ECONOMIA, MANAGEMENT E ISTITUZIONI (A005) - GS0288 BANKING AND INSURANCE - ALESSANDRIA
GIURISPRUDENZA (1602) - GS0288 BANKING AND INSURANCE - ALESSANDRIA
Stampa guida
Stampa
Anno Codice Insegnamento Docenti Settore Scientifico Disciplinare (SSD) Curriculum Sede CFU
1 GS0288 BANKING AND INSURANCE Valletta Mario, Capizzi Vincenzo SECS-P/07 Economia ALESSANDRIA 6
1 GS0629 Banking and insurance Valletta Mario, Capizzi Vincenzo SECS-P/11 Economia ALESSANDRIA 6
1 GS0069 Behavioral economics and finance Ponzano Ferruccio SECS-P/01 Management ALESSANDRIA 9
1 GS0363 Business economics and public policy Zanola Roberto, Vecco Marilena SECS-P/03 Management ALESSANDRIA 12
1 GS0206 Economia Cognitiva Novarese Marco SECS-P/01 Tutti ALESSANDRIA 6
1 GS0225 Economia e gestione delle imprese Fraquelli Giovanni, Abrate Graziano SECS-P/08 Management ALESSANDRIA 12
1 GS0225 Economia e gestione delle imprese Fraquelli Giovanni, Abrate Graziano SECS-P/08 Management ALESSANDRIA 12
1 GS0225 Economia e gestione delle imprese Fraquelli Giovanni, Abrate Graziano SECS-P/08 Management ALESSANDRIA 12
1 GS0222 Economia e strategia delle imprese Fraquelli Giovanni, Bruno Clementina SECS-P/08 Management ALESSANDRIA 12
1 GS0222 Economia e strategia delle imprese Fraquelli Giovanni, Bruno Clementina SECS-P/08 Management ALESSANDRIA 12
1 GS0222 Economia e strategia delle imprese Fraquelli Giovanni, Bruno Clementina SECS-P/08 Management ALESSANDRIA 12
1 GS0360 Economia pubblica Marchese Carla, Vecco Marilena SECS-P/03 Management ALESSANDRIA 12
1 GS0118 Economia pubblica e scelte collettive Marchese Carla, Piacenza Massimiliano SECS-P/03 Economia ALESSANDRIA 12
1 GS0449 European political institutions Ingravalle Francesco M-GGR/02 Tutti ALESSANDRIA 6
1 GS0295 HISTORY OF EUROPEAN INSTITUTIONS AND LAW Aimerito Francesco, Guigue Alexandre SECS-P/12 Economia ALESSANDRIA 6
1 GS0295 HISTORY OF EUROPEAN INSTITUTIONS AND LAW Aimerito Francesco, Guigue Alexandre SECS-P/12 Economia ALESSANDRIA 6
1 GS0551 Individual and organizational decision-making Rizzello Salvatore, Benzi Margherita SECS-P/01 Economia ALESSANDRIA 6
1 GS0442 Law and economics Song Judy Yueh Ling, Ramello Giovanni Battista SECS-P/06 Tutti ALESSANDRIA 12
1 GS0309 METODI QUANTITATIVI II Caliman Tiziana SECS-S/06 Economia ALESSANDRIA 9
1 P0994 METODI QUANTITATIVI II Caliman Tiziana SECS-S/06 Management ALESSANDRIA 9
1 P1014 MICROECONOMIA II Robbiano Simone, Pavese Piermassimo SECS-P/01 Economia ALESSANDRIA 9
1 GS0112 Management e organizzazione aziendale Falduto Leonardo SECS-P/07 Tutti ALESSANDRIA 9
1 GS0112 Management e organizzazione aziendale Falduto Leonardo SECS-P/07 Tutti ALESSANDRIA 9
1 GS0114 Metodi statistici per le scelte d’impresa Bondonio Daniele SECS-S/03 Management ALESSANDRIA 12
1 GS0114 Metodi statistici per le scelte d’impresa Bondonio Daniele SECS-S/03 Management ALESSANDRIA 12
1 GS0441 Public finance and public choice Marchese Carla SECS-P/03 Tutti ALESSANDRIA 12
1 SP0037 Statistica economica Bondonio Daniele SECS-S/03 Tutti ALESSANDRIA 12
1 SP0037 Statistica economica Bondonio Daniele SECS-S/03 Tutti ALESSANDRIA 12
1 GS0448 Statistics for economics and program evaluation Bondonio Daniele SECS-S/03 Tutti ALESSANDRIA 12
1 GS0448 Statistics for economics and program evaluation Bondonio Daniele SECS-S/03 Tutti ALESSANDRIA 12
2 GS0296 COMPARATIVE LAW & CHINESE AND ASIAN LEGAL SYSTEM Serafino Andrea, Liu Guanghua IUS/13 Economia ALESSANDRIA 9
2 GS0296 COMPARATIVE LAW & CHINESE AND ASIAN LEGAL SYSTEM Serafino Andrea, Liu Guanghua IUS/13 Economia ALESSANDRIA 9
2 GS0297 CRIMINAL INVESTIGATION AND EUROPEAN LAW Quattrocolo Serena IUS/14 Economia ALESSANDRIA 9
2 GS0140 DIRITTO AMMINISTRATIVO EUROPEO Mameli Barbara IUS/10 Tutti ALESSANDRIA 6
2 GS0140 DIRITTO AMMINISTRATIVO EUROPEO Mameli Barbara IUS/10 Tutti ALESSANDRIA 6
2 GS0207 Digital Marketing Pera Rebecca SECS-P/08 Management ALESSANDRIA 6
2 GS0207 Digital Marketing Pera Rebecca SECS-P/08 Management ALESSANDRIA 6
2 GS0230 Diritto del lavoro Santini Fabrizia IUS/07 Management ALESSANDRIA 6
2 GS0230 Diritto del lavoro Santini Fabrizia IUS/07 Management ALESSANDRIA 6
2 P0074 ECONOMIA DELLA CULTURA Novarese Marco SECS-P/03 Economia ALESSANDRIA 6
2 P0074 ECONOMIA DELLA CULTURA Novarese Marco SECS-P/03 Economia ALESSANDRIA 6
2 P1107 ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Ponzano Ferruccio, Faralla Valeria SECS-P/08 Economia ALESSANDRIA 12
2 P1107 ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE Ponzano Ferruccio, Faralla Valeria SECS-P/08 Economia ALESSANDRIA 12
2 GS0293 ENVIRONMENTAL EUROPEAN LAW AND ENERGY REGULATION Bruti Liberati Eugenio IUS/10 Economia ALESSANDRIA 9
2 GS0293 ENVIRONMENTAL EUROPEAN LAW AND ENERGY REGULATION Bruti Liberati Eugenio IUS/10 Economia ALESSANDRIA 9
2 GS0206 Economia Cognitiva Novarese Marco SECS-P/01 Tutti ALESSANDRIA 6
2 GS0206 Economia Cognitiva Novarese Marco SECS-P/01 Tutti ALESSANDRIA 6
2 GS0206 Economia Cognitiva Novarese Marco SECS-P/01 Tutti ALESSANDRIA 6
2 GS0209 Economia e politica industriale Ramello Giovanni Battista, Faralla Valeria SECS-P/06 Tutti ALESSANDRIA 12
2 GS0449 European political institutions Ingravalle Francesco M-GGR/02 Tutti ALESSANDRIA 6
2 GS0231 Istituzioni politiche europee Ingravalle Francesco M-GGR/02 Management ALESSANDRIA 6
2 GS0231 Istituzioni politiche europee Ingravalle Francesco M-GGR/02 Management ALESSANDRIA 6
2 GS0231 Istituzioni politiche europee Ingravalle Francesco M-GGR/02 Management ALESSANDRIA 6
2 GS0314 LAW AND ECONOMICS OF CRIME Ramello Giovanni Battista SECS-P/06 Economia ALESSANDRIA 9
2 GS0314 LAW AND ECONOMICS OF CRIME Ramello Giovanni Battista SECS-P/06 Economia ALESSANDRIA 9
2 GS0314 LAW AND ECONOMICS OF CRIME Ramello Giovanni Battista SECS-P/06 Economia ALESSANDRIA 9
2 GS0442 Law and economics Song Judy Yueh Ling, Ramello Giovanni Battista SECS-P/06 Tutti ALESSANDRIA 12
2 GS0289 ORGANISATIONS, MARKET AND BEHAVIOURS Mariuzzo Franco, Faralla Valeria SECS-P/08 Economia ALESSANDRIA 12
2 GS0445 Organisations, market and behaviours Mariuzzo Franco, Faralla Valeria SECS-P/08 Economia ALESSANDRIA 12
2 GS0137 STORIA E TEORIA POLITICA EUROPEA Barberis Giorgio SECS-P/12 Management ALESSANDRIA 6
2 GS0137 STORIA E TEORIA POLITICA EUROPEA Barberis Giorgio SECS-P/12 Management ALESSANDRIA 6
2 GS0116 Storia economica Barberis Giorgio SECS-P/12 Tutti ALESSANDRIA 6
2 GS0116 Storia economica Barberis Giorgio SECS-P/12 Tutti ALESSANDRIA 6
2 GS0116 Storia economica Barberis Giorgio SECS-P/12 Tutti ALESSANDRIA 6
2 GS0215 Strategie d'impresa e organizzazione industriale Ramello Giovanni Battista SECS-P/06 Management ALESSANDRIA 12
2 GS0208 Strategie di pricing Abrate Graziano SECS-P/08 Management ALESSANDRIA 6
2 GS0208 Strategie di pricing Abrate Graziano SECS-P/08 Management ALESSANDRIA 6
2 P1024 TIROCINIO Bondonio Daniele NN Tutti ALESSANDRIA 1
2 P1024 TIROCINIO Bondonio Daniele NN Tutti ALESSANDRIA 1
2 P1024 TIROCINIO Bondonio Daniele NN Tutti ALESSANDRIA 1
Dati aggiornati al: 06/03/2021, 01:10